HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Alì ha gli occhi azzurri











Il documentario del 2009 "Fratelli d’Italia" di Claudio Giovannesi ora diventa un film, in cui però solo il terzo capitolo dell’opera è preso in considerazione dal regista. L’amore proibito ed ostacolato del sedicenne egiziano nato a Roma, Nader Sarhan, catturano l’attenzione e il cuore di Giovannesi, che racconta l’integrazione dal punto di vista degli immigrati e al tempo stesso osserva i conflitti interiori degli adolescenti di periferia, che devono fare i conti con se stessi e con due culture a volte diametralmente opposte.
"Alì ha gli occhi azzurri", in concorso alla 7° edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, è una storia toccante, commovente e delicata con vene di lirismo che richiamano alla memoria i versi del poeta, giornalista, regista, sceneggiatore, attore, paroliere e scrittore Pier Paolo Pasolini (Bologna, 1922 – Roma, 1975) cui è appunto ispirato il film. Il vate italiano, infatti, nella poesia "Profezia" del 1964 racconta le vicende del mondo contemporaneo, l’avvento di una società multiculturale e lo fa con sicurezza e lucidità. Sono questi gli elementi, è questo lo spirito che Giovannesi cerca di cogliere e far suo in questo lungometraggio, anche se in parte se ne discosta evitando descrizioni con forti accenti estetici, anzi cerca il realismo più crudo, ispirandosi al vissuto dello stesso protagonista e dei suoi amici. Come ha spiegato lo stesso Nader Sarhan: "C'é molto della mia realtà in questo film. Da ragazzo portavo davvero le lenti a contatto azzurre e questo, per sembrare italiano. Oggi invece sono fiero di essere egiziano. […] Mia madre è contraria al fatto che io stia con una italiana ed io, allo stesso tempo, non accetto che mia sorella stia con un italiano. In questo sono arabo". Attraverso le fotografie di Daniele Ciprì, il regista cerca di catturare la realtà e le sensazioni e così rinuncia alla luce artificiale e alle accortezze scenografiche per mostrare la "crudezza" del mondo che circonda questo giovane, che si ribella ai genitori e cerca di mediare fra due culture, quella italiana e quella araba. Sono raccontati sette giorni della sua vita, dalla scuola frequentata da molti figli di immigrati ad Ostia ai locali dove i ragazzi vanno per marinare lo studio, ma proprio in uno di questi vagabondaggi Alì si trova coinvolto in un qualcosa ben più grande di lui. Vuole affermare se stesso, dimostrare di essere già grande e capace di scegliere la propria vita, ma non si rende conto di come questo suo atto di ribellione lo stia portando verso un baratro oscuro fatto di delinquenza e di solitudine. Alì accetta solo in parte la sua cultura egiziana, la sua religione musulmana e cerca di contrastare gli ordini, i precetti familiari e culturali e lo fa portando delle lenti azzurre in modo da potersi vedere più italiano.
L’incanto però dura poco e l’amore per una ragazza italiana scatena in lui un contrasto violento, diventa una voce che grida contro il mondo la sua disperazione, ma è un grido inconscio e sordo, non riesce a rendersi conto ancora di cosa comportano le sue azioni e dunque si perde, sgretolandosi lentamente, così come lo stesso film, che nella sua parte finale sembra disintegrarsi totalmente. "Alì ha gli occhi azzurri" si trasforma in un viaggio di formazione alla ricerca di se stessi, un’avventura che dura sette giorni che denuncia, anche se sommessamente, la crisi di valori e lo smarrimento dovuto non solo all’adolescenza, ma soprattutto allo scontro fra generazioni e culture diverse. Da qui la scelta di Giovannesi di avere una telecamera mobile che cambia angolazione in base ai movimenti dei personaggi, per imprimere e sottolineare i loro stati d’animo. E’ come un inseguimento scandito dalla luce e dall’ombra, dal giorno e dalla notte, alla ricerca di se stessi... un cammino che si conclude esattamente il settimo giorno, un riferimento decisamente escatologico.

La frase:
- "Come si fa a lasciare un figlio fuori casa, so’ proprio arabi"
- "Perché tu che sei?"
- "So’ italiano".

a cura di Federica Di Bartolo

Scrivi la tua recensione!



FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
La diseducazione di Cameron Post | Spider-Man: Far From Home (NO 3D) | A Star Is Born | Men in Black: International | Aquaman (NO 3D) | Hotel Artemis | L'ospite | Aladdin (NO 3D) | BlacKkKlansman | Goldstone - Dove i mondi si scontrano | La legge del desiderio | Dolor y Gloria | Avengers: Endgame (NO 3D) | Edison - L'uomo che Illuminò il Mondo | Men in Black: International (V.O.) | L'ultima ora (V.O.) | Troppa grazia | Santiago, Italia | Una giusta causa | American Animals | La tartaruga rossa | La conseguenza | Beautiful Boy | Pets 2: Vita da animali (NO 3D) | Roma | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | Il Re Leone (V.O.) | I fratelli Sisters | Il ritratto negato | X-Men: Dark Phoenix (NO 3D) | Boy Erased - Vite cancellate | Kin | The Nest - Il nido | Due amici | La donna elettrica | L'amour flou - Come separarsi e restare amici | Il grande salto | Tesnota | Fast & Furious - Hobbs & Shaw | Il Padre d'Italia | In viaggio con Adele | Bangla | The Quake - Il terremoto del secolo | La rivincita delle sfigate | The deep | Il primo re | Il Re Leone (NO 3D) | Annabelle 3 | Il traditore | Charlie says | Peterloo (V.O.) | Domani è un altro giorno | Quasi nemici - L'importante è avere ragione | Ma cosa ci dice il cervello | Domino | Il colpevole - The Guilty | Tutti Pazzi a Tel Aviv | Crawl - Intrappolati | Il mangiatore di pietre | After | I ponti di Madison County | Nevermind | La donna dello scrittore | Il Corriere - The Mule | Green book | Diamantino - Il calciatore più forte del mondo | Shelter - Addio all'Eden | I morti non muoiono (V.O.) | Cafarnao - Caos e miracoli | La prima vacanza non si scorda mai | Sangue nella bocca | Copia originale | Selfie | Spider-Man: Homecoming (NO 3D) | I morti non muoiono | City of Lies - L'ora della verità | Toy Story 4 (NO 3D) | Scappo a casa | Solo cose belle | Il Re Leone | Submergence | Il Signor Diavolo | On air - Storia di un successo | Bohemian Rhapsody | 10 giorni senza mamma | Birba - Micio combinaguai | Rocketman | L'uomo che comprò la luna | Men in Black: International (NO 3D) | La profezia dell'armadillo | Wolf Call - Minaccia in alto mare | Pallottole in libertà | Dolcissime | Isabelle - L'ultima evocazione | Il professore e il pazzo | Jules e Jim (V.O.) | Nureyev - The White Crow | Momenti di trascurabile felicità | Sir - Cenerentola a Mumbai | Cold war | Serenity - L'isola dell'inganno | L'uomo fedele | Pop Black Posta |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Mowgli - Il Figlio della Giungla (2019), un film di Andy Serkis con Rohan Chand, Matthew Rhys,.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: