Alila
L'ultimo film di Amos Gitai sembra che parli di semplici storie in un condominio dove passano tante vite diverse. Ma invece dice molto di più.
La storia del film, anzi le storie, si intrecciano fino a rivelare sentimenti complessi: Hezi compra un appartamento per poter fare l'amore con la sua amante Gabi, ma quello che nasce come un gioco, ovviamente si complica; Ezra è fiero del figlio che parte militare, ma questo dopo pochi giorni diserta; Mali, l'ex moglie di Ezra amoreggia con Ilan che forse è solo di passaggio. Oltre a questi personaggi ce ne sono altri, altrettanto importanti nell'economia del racconto, che appartengono ad un'umanità variegata che ha dell'eccezionale proprio per la sua diversità.
La sensazione più forte che si ricava dal racconto è che ognuna di queste vite ha un bisogno estremo di tranquillità, anzi di pace. Sembra come se ognuno fosse perseguitato sempre: Mali dal suo ex marito; Ezra e i suoi lavoratori clandestini dalla polizia; Eyal, il figlio, dall'esercito; Schwartz, un sopravvissuto all'olocausto, dai ricordi dei campi di sterminio. Sono ritratti che sembrano estranei a tutto, ma che invece sentono tutto il dolore che quotidianamente debbono affrontare. Anche i personaggi, in un certo senso minori, sentono questo senso di precarietà: Aviram che vive solo, con il suo cane; la cameriera filippina di Scwartz che suona Schubert al pianoforte ed è così lontana da dove è nata, sicuramente per fuggire altri dolori; la poliziotta che ogni singolo istante dà di matto. Insomma un mondo dove la tranquillità sembra non esistere. Però alla fine c'è un riscatto: la possibilità di un cambiamento che va di pari passo con il cambiamento del paese.
Quando c'è la guerra chi ci rimette è soltanto la gente normale, non certo chi la guerra l'ha scatenata. Ed è per questo che tutto il film è scandito da notiziari che rendono conto degli attentati palestinesi e dei raid israeliani, entrambi forme infami di voler dimostrare qualcosa. E la gente deve vivere in una situazione che non ha mai chiesto. Tutto per le idee di pochi.
A livello tecnico il film è ineccepibile. Composto interamente di piani sequenza lunghissimi e molto particolari. C'è anche la trovata originale di narrare i titoli di testa come sé il regista stesse conversando con il pubblico.
Amos Gitai sembra voler dire che c'è un'umanità dimenticata che vive la sua vita con le emozioni di tutti: l'amore, il dolore, il ricordo. Non importa che questi siano israeliani, palestinesi, cinesi, filippini. Quello che importa è che ci sia una presa di coscienza per accorgersi che comunque sia, tutto questo è vita.

Renato Massaccesi

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.












I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Border - Creature di confine | Oro verde - C'era una volta in Colombia | A spasso con Willy | Alexander McQueen - Il genio della moda | Se la strada potesse parlare | Dolceroma | La vita e' bella | Quello che i social non dicono - The Cleaners (V.O.) | Copia originale | Bentornato Presidente! | Il gioco delle coppie | Book Club - Tutto può succedere (V.O.) | Wonder Park | Il professore e il pazzo (V.O.) | Book Club - Tutto può succedere | Bauhaus spirit: 100 years of Bauhaus | Tonya | Free Solo | Gloria Bell | 10 giorni senza mamma | Bling Ring | L'educazione di Rey | Quello che i social non dicono - The Cleaners | Captain Marvel (NO 3D) | Noi (V.O.) | Go Home - A Casa Loro | Eldorado | Un giorno all'improvviso | Cyrus | Shazam! (V.O.) | La Casa di Jack | Il professore e il pazzo | La promessa dell'alba (V.O.) | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Il primo re | Lasciami entrare | Captive State | La favorita (V.O.) | Noi | Ricordi? | Santiago, Italia | Torna a casa, Jimi! 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro | Sofia (V.O.) | The Prodigy - Il figlio del male | After (V.O.) | L'uomo fedele | Vice - L'uomo nell'ombra | Il viaggio di Yao | Tutte le mie notti | Wonder Park (NO 3D) | Hellboy | Quello che veramente importa | La Llorona - Le lacrime del male | Non sposate le mie figlie 2 | Non ci resta che il crimine | Dumbo (NO 3D) | Rapiscimi | Un viaggio a quattro zampe | La favorita | Ma cosa ci dice il cervello | La conseguenza | Una giusta causa | Shazam! | L'uomo che comprò la luna | Il Vangelo secondo Matteo | Il museo del Prado - La corte delle meraviglie | Il testimone invisibile | Bohemian Rhapsody | Momenti di trascurabile felicità | L'eroe | A un metro da te | Escape Room | The Lego Movie 2: Una Nuova Avventura (NO 3D) | Beautiful Things | Parlami di te | Creed - Nato per combattere | Asterix e il Segreto della Pozione Magica | Remi | Dumbo (V.O.) | Bene ma non benissimo | L'agenzia dei bugiardi | La Llorona - Le lacrime del male (V.O.) | Cocaine - La vera storia di White Boy Rick | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto (NO 3D) | Peterloo | La mia seconda volta | Il colpevole - The Guilty | Cafarnao - Caos e miracoli (V.O.) | Il campione | Il Corriere - The Mule | Domani è un altro giorno | Il ragazzo che diventerà re | Cyrano mon amour | Le invisibili | Sofia | After | Green book (V.O.) | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Border - Creature di confine (V.O.) | Peppermint - L'Angelo della Vendetta | Cafarnao - Caos e miracoli | Dumbo | Roma | Green book | Shazam! (NO 3D) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Sarah & Saleem - Là dove nulla è possibile (2018), un film di Muayad Alayan con Maisa Abd Elhadi, Mohammad Eid, Kamel El Basha.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office

€ 3.287.664

After

€ 1.374.316

Dumbo

€ 830.259

Shazam!



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: