Antichrist
Una coppia, mentre sta facendo l’amore, perde l’unico figlio che, incustodito, precipita da una finestra. Nel tentativo di superare il dolore e ricominciare a vivere, l’uomo, che è psicoterapeuta e che pare aver reagito con più forza alla tragedia, conduce la moglie, per guarirla, in una capanna in mezzo ai boschi, chiamata Eden, in cui la donna aveva, anni addietro, completato la sua tesi di laurea sulla stregoneria nel Medioevo.
Eden, luogo di paure ancestrali, si rivelerà un inferno che farà affiorare ogni malvagità.

Ci sono autori e registi sopravvalutati. Dopo un buon inizio, magari folgorante, hanno perso per strada quell’intuizione e quel talento visionario che aveva fatto sperare. Lars von Trier è uno di questi.
Non solo è sopravvalutato: cosa ancora più irritante, si autocelebra, si teorizza, in un movimento contrario rispetto all’essere apparentemente "senza tesi" di un grande artista. Il gioco però può durare fino a un certo punto: arriva un momento in cui le carte si scoprono e si vede che sono bianche, sopra non c’è scritto un bel nulla.
Antichrist è la summa del nulla di von Trier: lanciato ad arte come lo scandalo del Festival di Cannes, di scandaloso ha solo l’essere nulla più che un horror raccapricciante e malato, che potrebbe benissimo passare nei cinema italiani ad agosto, quando le distribuzioni latitano.
A Cannes è stato accolto con fischi e sonore risate, come raramente si erano sentite: qualcuno teorizzerà che è una reazione voluta, lo spettatore reagisce come può di fronte alla rappresentazione del male, si vuole salvare e proteggere, quindi sbeffeggia e ride. Tutte storie. Qui siamo di fronte a un’operazione cinematografica che, a tratti, stilisticamente, è sublime, per inquadrature, uso della macchina da presa, colori e suoni, con due attori magnifici, Willem Dafoe e Charlotte Gainsbourg, ma che rappresenta solo un delirio, gli incubi personali di un individuo che teorizza il disprezzo per la donna, la interpreta come sorgente del male, da punire anche sessualmente e che, pure, si autopunisce.
La visione è disturbante, certo, come può esserlo quella di sbirciare per un istante nel cervello di un malato di mente: ma la rappresentazione davvero disturbante del male, che entra sottopelle, che si appiccica addosso e sporca lo spettatore, la troviamo in tutt’altro genere di registi, in Michael Haneke, per fare un esempio di un grande nome che transiterà a Cannes.
Lars von Trier è un pessimo Dario Argento lanciato a razzo, senza freni, volutamente provocatorio e meschino, furbo, tra falli tagliati, infibulazioni con forbici, masturbazioni al sangue, trivellazioni di cosce. Il guaio è quando un autore paragona la propria "arte" a quella di Andrei Tarkovskij, cui il film è, con derisione, dedicato, o al drammaturgo Strindberg: insomma un nano che non arriva neppure alle spalle dei giganti che cita... In quanto ai riferimenti psicoanalitici, paiono tratti da un bigino per neofiti.
Se volete autosoffrire andate a vedere Antichrist: ne uscirete devastati dalla nausea, farete un bell’incubo notturno e il giorno dopo ve lo getterete dietro le spalle. Se volete davvero guardare in faccia il male, recuperate Cronenberg, Haneke... il giorno dopo non sarà così sereno e avrete da riflettere sulla nostra natura umana.

La frase:
- "Senti la sedia sotto di te"
- "Sento un suono. Il pianto di tutte le cose che stanno morendo"
- "È la paura"
- "I nostri pensieri deformano la realtà"

Donata Ferrario

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
La donna che visse due volte (V.O.) | C'era una volta...a Hollywood | Le ragazze di Wall Street - Business Is Business (V.O.) | La favorita | Doctor Sleep | Edison - L'uomo che Illuminò il Mondo | Psicomagia - Un'arte per guarire | Stanlio e Ollio | Il Regno | Le Grand Bal | Scary Stories to Tell in the Dark | Pertini - Il Combattente | Grazie a Dio (V.O.) | Il ritratto negato | Martin Eden | C'era una volta...a Hollywood (V.O.) | The Rider - il sogno di un cowboy | Gli uomini d'oro | Le verità | Terminator: Destino Oscuro | Easy rider - Liberta' e paura | The Bra - Il reggipetto | Peterloo | Il traditore | Citizen Rosi | Sono Solo Fantasmi | Cafarnao - Caos e miracoli | Il villaggio di cartone | La Notte non fa più Paura | Il Re Leone (NO 3D) | Pupazzi alla Riscossa - UglyDolls | Pavarotti | Maleficent (NO 3D) | L'amour flou - Come separarsi e restare amici | Antropocene - L'epoca umana | Joker (V.O.) | La Belle Époque | Sofia | Gemini Man (V.O.) | Downton Abbey (V.O.) | Se mi vuoi bene | Motherless Brooklyn - I Segreti di una Città (V.O.) | Zombieland - Doppio Colpo (V.O.) | Ailo - Un'avventura tra i ghiacci | The Danish Girl | Be happy - La mindfulness a scuola | L'età giovane (V.O.) | Una canzone per mio padre | A mano disarmata | Lou Von Salomé | Finchè morte non ci separi | L'età giovane | Sole | Bellissime | Deep - Un'avventura in fondo al mare | La Famosa Invasione degli Orsi in Sicilia | The Irishman (V.O.) | Tutto il mio folle amore | L'uomo del labirinto | The Report (V.O.) | Il Sindaco del Rione Sanità | Miserere (V.O.) | Aspromonte - La terra degli ultimi | Vivere | La donna che visse due volte | Le Mans '66 - La grande sfida | Drive me Home | Il cielo sopra Berlino | Vicino all'Orizzonte | Tuttapposto | Le Mans '66 - La grande sfida (V.O.) | Yesterday | Maleficent - Signora del Male (NO 3D) | Come se non ci fosse un domani | Il mio profilo migliore | La Belle Époque (V.O.) | Bangla | Il Pianeta In Mare | L'unione falla forse | The Irishman | The Report | Shaun, Vita da Pecora - Farmageddon Il Film | Grazie a Dio | Ricordi? | Mio fratello rincorre i dinosauri | Downsizing - Vivere alla grande | Parasite | Zombieland - Doppio Colpo | Good bye Lenin! | Aquile randagie | Una notte di 12 anni | Non succede, ma se succede... | Pepe Mujica, una vita suprema | Dolcissime | Parasite (V.O.) | First Man - Il primo uomo | Le ragazze di Wall Street - Business Is Business | Attraverso i miei occhi | BlacKkKlansman | Motherless Brooklyn - I Segreti di una Città | Yuli - Danza e libertà | #AnneFrank. Vite parallele | Joker | Cyrano mon amour | Dafne | Ermitage - Il Potere dell'arte | La famiglia Addams (NO 3D) | Downton Abbey | Gemini Man (NO 3D) | I migliori anni della nostra vita | Il Piccolo Yeti | Il giorno più bello del mondo |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Rwanda (2018), un film di Riccardo Salvetti con Marco Cortesi, Mara Moschini,.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: