FilmUP.com > Recensioni > Borg McEnroe
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Borg McEnroe

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato04 novembre 2017Voto: 8.0
 

  • Foto dal film Borg McEnroe
  • Foto dal film Borg McEnroe
  • Foto dal film Borg McEnroe
  • Foto dal film Borg McEnroe
  • Foto dal film Borg McEnroe
  • Foto dal film Borg McEnroe
Sverrir Gudnason e Shia LaBeouf sono i protagonisti di una delle più straordinarie rivalità sportive di tutti i tempi che ha cambiato in modo indelebile la storia dello sport mondiale. Da una parte l’algido e composto Bjorn Borg, dall’altra l’irascibile e sanguigno John McEnroe. Il primo desideroso di confermarsi re incontrastato del tennis, il secondo determinato a spodestarlo. Svelando la loro vita fuori e dento il campo, “Borg McEnroe”, diretto da Janus Metz Pedersen e presentato alla Festa del Cinema di Roma 2017, è il ritratto avvincente, intimo ed emozionante di due indiscussi protagonisti della storia del tennis e non solo: il film è soprattutto il racconto, epico, di una finale diventata leggenda, quella di Wilmbledon 1980, che segna la quinta e ultima vittoria di Borg prima del suo ritiro ufficiale dalle competizioni.
Era atteso da tempo il nuovo film di Janus Metz Pedersen, già regista di “Armadillo”, e finalmente adesso è arrivato sul grande schermo. Vincitore del Premio del Pubblico Bnl a Roma, la pellicola incentrata sulla rivalità tra i tennisti Borg e McEnroe rende al meglio la tensione che può nascere durante una gara importante come Wilmbledon 1980. A dare questa sensazione di disagio e di paura per il proprio futuro sportivo sono le scelte registiche di Pedersen, il quale utilizza campi completi e primi piani per mostrare lo stato d’animo dei protagonisti, uniti a una fotografia poco nitida, che rispecchia quel dato periodo “storico”, anche se poi tanto lontano dai giorni nostro non è. Il ritmo narrativo lento permette di godere di tutte le sfumature che caratterizzano i due personaggi principali. Due uomini molto diversi tra loro, il cui unico obiettivo è quello di sopravvivere in un ambiente che non risparmia nessuno, dove è facile sentirsi amati dal pubblico, ma è altrettanto semplice finire per non essere nessuno per gli altri, per essere dimenticati dal mondo. Il sogno di una vita che potrebbe irrimediabilmente spezzarsi. Basta un niente perché i propri sogni svaniscano nel nulla.
A colpire è il passaggio dal presente al passato che si ripete per tutto il corso della pellicola “Borg McEnroe”, mostrandoci l’evoluzione dei due personaggi, i loro caratteri, ciò che li ha spinti a cominciare, le loro delusioni e le loro rivincite. È bene parlare anche dell’accurata sceneggiatura di cui si avvale il film, fatta di dialoghi incisivi e spesso colmi di pathos. Per tutta la durata della pellicola si percepisce un senso di drammaticità che però non risulta “pesante” da sostenere agli occhi dello spettatore, ma anzi rende “Borg McEnroe” un progetto profondo, intenso. Sicuramente la banalità non è un problema della pellicola, come potrebbe esserlo la prevedibilità dovuta al fatto che in molti conoscono il termine della partita finale di Wilmbledon 1980. Se da una parte, però, sappiamo come andrà a finire la gara, dall’altra tutti gli elementi sopracitati uniti fra loro lo rendono un progetto accattivante e ben gestito sotto tutti i punti di vista. Unico aspetto negativo è il rallenti utilizzato nelle scene finali, perché non è necessario e non aggiunge nulla alla pellicola, se non una maggiore, seppur minima, intensità.
Per quanto riguarda l’interpretazione di Sverrir Gudnason (Bjorn Borg) e Shia LaBeouf (John McEnroe), possiamo dire che i due attori sono risultati particolarmente credibili e naturali nei loro ruoli, merito anche della loro potente espressività. Gudnason, come vuole il suo personaggio, è freddo, riflessivo, tormentato dalla paura di non farcela, di non vincere, e fragile. Ma è LaBeouf a sorprendere, perché riesce a mettere in luce il cambiamento interiore che la sua figura manifesta nel corso del film: da irascibile diventa più razionale e capisce quando è il caso di tenere o meno un certo comportamento.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Il Vangelo secondo Mattei | Rampage - Furia Animale (NO 3D) | Si muore tutti democristiani | Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta - The Music Of Strangers | End of Justice: Nessuno è innocente | Corpo e anima | Io c'è | L'affido - Una storia di violenza | Jurassic World - Il Regno Distrutto (NO 3D) | Il sole a mezzanotte | Cezanne - Ritratti di una Vita | Il senso della bellezza | Shutter Island | Sconnessi | La notte del giudizio - Election Year | Un amore sopra le righe | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | The Post | Nobili bugie | 1945 | La vita è facile ad occhi chiusi | L'isola dei cani | L'ora più buia | Mary e il fiore della strega | Assassinio sull'Orient Express | Ready Player One (NO 3D) | Le meraviglie del mare | Wonder | Manuel | Luis e gli alieni | Tomb Raider (NO 3D) | Hostiles - Ostili | Fotograf | Una luna chiamata Europa | Chiudi gli occhi - All i see you | Il giovane Karl Marx (V.O.) | Lovers | Anime nere | Giochi di potere | Caramel | Dogman | Marie Heurtin - Dal buio alla luce | Il filo nascosto | The Silent Man | Loro 1 | La Casa Sul Mare | La terra dell'abbastanza | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water | Resta con me | La Casa Sul Mare (V.O.) | Tre manifesti a Ebbing, Missouri (V.O.) | A Quiet Passion | La dolce vita | A Beautiful Day (V.O.) | Deadpool 2 | Montparnasse femminile singolare | Saw: Legacy | Papillon | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Hostile | Chiamami col tuo nome (V.O.) | L'isola dei cani (V.O.) | Dei | Sherlock Gnomes | C'est la vie - Prendila come viene (V.O.) | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | La melodie | Finché c'è prosecco c'è speranza | Senso | Overboard | Oltre la notte | Quanto basta | Skyscraper | Loro 2 | Ella & John - The Leisure Seeker | Tutti i soldi del mondo | Muse Drones World Tour | Peggio per me | Doraemon Il Film - Le avventure di Nobita e dei cinque esploratori | Due piccoli italiani | Arrivano i prof | 77 Giorni | Escobar - Il fascino del male | The Square | Una festa esagerata | Estate 1993 | Solo: A Star Wars Story (NO 3D) | La stanza delle meraviglie | Wajib - Invito al matrimonio | I segreti di Wind River | Skyscraper (NO 3D) | Emoji - Accendi le Emozioni (NO 3D) | Tito e gli Alieni | 50 Primavere | Hurricane - Allerta uragano | Final Portrait - L'Arte di essere Amici | Prendimi! | Hotel Gagarin | Ferdinand (NO 3D) | Made in Italy | Contromano | Thelma (V.O.) | Belle & Sebastien - Amici per sempre | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) | La truffa del secolo | Obbligo o Verità | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | La terra buona | A Quiet Place - Un Posto Tranquillo | Molly's game (V.O.) | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | 12 Soldiers | Egon Schiele: Death and the Maiden | Poesia senza fine | Hitler contro Picasso e gli altri | La prima notte del giudizio | I fantasmi d'Ismael | The Escape | Abracadabra | Show Dogs - Entriamo in scena | Metti la nonna in freezer | Paddington 2 | Le Memorie Di Giorgio Vasari | La stanza delle meraviglie (V.O.) | Bob & Marys - Criminali a domicilio | Io sono Tempesta | Gli ultimi butteri | Rocky | Maria Maddalena | Stronger - Io sono più forte (V.O.) | Ghost Stories | A Casa Tutti Bene | Il giovane Karl Marx | Kong: Skull Island (NO 3D) | Peter Rabbit | Unsane | Tully | Pacific Rim - La rivolta (NO 3D) | Parasitic Twin | Caravaggio | Super Troopers 2 | Lazzaro Felice | Tonya | Il Tuttofare | The Party | Avengers: Infinity War (NO 3D) | Kedi - La Città dei Gatti | Miss Peregrine - La Casa dei Ragazzi Speciali (NO 3D) | Due sotto il burqa | Estate 1993 (V.O.) | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | C'est la vie - Prendila come viene | Le meraviglie del mare (NO 3D) | Ogni giorno | Split | Il sacrificio del cervo sacro | Borg McEnroe | Come un gatto in tangenziale | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Rabbit School - I guardiani dell’Uovo d’Oro | Quello che non so di lei | Lady Bird | Il prigioniero coreano (V.O.) | Resina | Lasciati Andare | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Puoi baciare lo sposo | Veleno | Benvenuto in Germania! | Parigi a Piedi Nudi | Il sacrificio del cervo sacro (V.O.) | Coco (NO 3D) | Thelma | L'Insulto | Atto di difesa - Nelson Mandela e il processo Rivonia | Stronger - Io sono più forte | This Beautiful Fantastic | Ricomincio da noi | Bande A Part | Cinema Komunisto | Caccia al tesoro | La Tenerezza | Dunkirk | Rabbia furiosa | Omicidio al Cairo | L'albero del vicino | The Constitution - Due insolite storie d'amore | Noi Siamo Tutto | L'incredibile viaggio del Fachiro | The Place | Chiamami col tuo nome | Caravaggio - L'anima e il sangue | Ammore e malavita | Smetto quando voglio - Ad Honorem | Doraemon Il FIlm - Nobita e la grande avventura in Antartide | Favola | Last Men in Aleppo | Una vita spericolata | Un sogno chiamato Florida | La Banalità del Crimine | It | Blade Runner 2049 (NO 3D) | Transfert | Napoli velata | Inside Out (NO 3D) | Grease | Tuo, Simon | Harry Potter e il prigioniero di Azkaban | Visages villages | A Modern Family | La ruota delle meraviglie | Insyriated | Quei bravi ragazzi | Agadah | Toglimi un dubbio |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Smallfoot: Il mio amico delle nevi (2018), un film di Karey Kirkpatrick, Jason Reisig con Zendaya, Channing Tatum, Gina Rodriguez.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: