Elizabethtown
"You are fired", "Sei licenziato". E così il neo disoccupato americano comincia a raccogliere le proprie cose in uno scatolone di cartone. Immaginate adesso che Elizabethtown sia questo: un grande contenitore. Dentro, messo alla rinfusa, c'è un po' di tutto: comicità, storia sentimentale, dramma familiare e viaggio di formazione "on the road". A cercare di sigillare ed avvolgere il tutto un lungo spago d'ironia. Non è senza dubbio il pacco perfetto, ma se lo aveste trovato qualche mese fa da Bonolis, o adesso da Pupo, non vi lamentereste.

Il designer di scarpe Drew Baylor (Orlando Bloom) è appena stato licenziato. Il suo ultimo progetto è stato infatti un fiasco clamoroso, e tutte le certezze di una vita fino a quel momento agiata sembrano vacillare. Quando ormai crede che il suicidio sia l'unica strada da poter percorrere, ecco che lo chiama la sorella dall'Oregon. Il padre, mentre si trovava in Kentucky nel suo paese natale, è morto. C'è da recuperare la salma e organizzare il funerale e lui è il fratello maggiore… Sull'aereo che lo porterà ad Elizabethtown, Drew conoscerà Claire (Kirsten Dunst) un'espansiva assistente di volo capace di smuoverlo un po' dai suoi tragici progetti…

Presentato fuori concorso qui al Festival di Venezia, prima di avventurarci in una qualsiasi opinione, premettiamo che la versione che uscirà nelle nostre sale subirà parecchi tagli rispetto a quella qui presentata. Giustamente, si può dire, visto che se c'è un difetto in questo film è l'eccessiva prolissità.
Detto del principale difetto (che magari sarà eliminato), passiamo agli aspetti piacevoli della pellicola. Il film inizia così come cominciava Jerry Maguire (gran successo firmato da Crowe, cinque nominations e un Oscar): un uomo di successo che perde il lavoro. I primi quindici minuti sono irresistibili: una disincantata visione del fallimento, in cui se i personaggi aprono bocca è per dire una palese bugia. Sembra che i protagonisti dei film di Crowe abbiano sempre bisogno di uno shock iniziale per rendersi conto che la vita è ben altro che carriera (Jerry Maguire) e bellezza (Vanilla sky). Crowe, in poche parole, continua il suo percorso di critica verso una società illusa dall'american dream. Il tono è sempre quello scanzonato che ne hanno fatto, a detta di molti, il regista più "pop" della nostra generazione. E così le battute si sprecano, si inventano tormentoni (Oregon e non California!) e sulla strada si incontrano personaggi-macchiette, tutti comunque a loro modo "interessanti"per capire la gente del verace Kentucky. Forse il finale poteva essere meno"new age", ( frasi e metafore appaiono un poco scontate), ma forse è proprio lì che avremo il "taglio e cuci"di cui si è parlato sopra.
Bravi i protagonisti, anche se come coppia, il duo Bloom-Dunst non sembra dei più affiatati. Meglio quando stanno in scena da soli.. Splendida, come al solito, Susan Sarandon nel ruolo della madre di Drew. Una vera gioia vederla ballare il tip tap sul celebre motivetto di Moon River, già colonna sonora di "Colazione da Tiffany" di Billy Wilder. Proprio al regista austriaco Crowe sembra voglia ispirarsi (e ci chiediamo se abbia visto "La mia vita a Garden State"), e non è un caso che in un televisore acceso quasi per sbaglio, stiano passando il celebre "Sabrina"…
Eccezionale la colonna sonora (la carriera di Crowe è iniziata da giovanissimo come giornalista per il magazine musicale "Rolling Stones" come del resto ci aveva fatto vedere nell'autobiografico "Almoust famous") tanto che il finale sembra essere stato girato per farcela ascoltare tutta. Comunque sia, ci si può stare.

La frase: "Sto bene. Sto bene. Sto bene. Sto bene. Sto be…"

Andrea D'Addio

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.
















I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Peterloo (V.O.) | The deep | Tutte le mie notti | Il primo re | La rivincita delle sfigate | Il traditore | The Nest - Il nido | Dolcissime | La tartaruga rossa | Il Signor Diavolo | La prima vacanza non si scorda mai | Hotel Artemis | Green book | Tutti Pazzi a Tel Aviv | Tesnota | Birba - Micio combinaguai | Pets 2: Vita da animali (NO 3D) | Old Man & the Gun | Cafarnao - Caos e miracoli | Due amici | Genitori quasi perfetti | L'uomo che comprò la luna | Submergence | La mia vita con John F. Donovan | A spasso con Willy | Nureyev - The White Crow | Il Corriere - The Mule | Toy Story 4 (NO 3D) | I morti non muoiono | Ralph Spacca Internet (NO 3D) | Avengers: Endgame (NO 3D) | Rapina a Stoccolma | Il ritratto negato | Il Re Leone (V.O.) | Il mangiatore di pietre | Ma cosa ci dice il cervello | Wolf Call - Minaccia in alto mare | Bangla | 1960 | Tutti Pazzi a Tel Aviv (V.O.) | Santiago, Italia | Un Affare di Famiglia | A Star Is Born | Arrivederci Professore | Aladdin (NO 3D) | L'ospite | First Man - Il primo uomo | Nevermind | Isabelle - L'ultima evocazione | Il Re Leone | Kin | Pop Black Posta | X-Men: Dark Phoenix (NO 3D) | La signora della porta accanto | Sir - Cenerentola a Mumbai | Dolor y Gloria | Solo cose belle | Sangue nella bocca | Una giusta causa | Quasi nemici - L'importante è avere ragione | Il mio Capolavoro | La profezia dell'armadillo | Men in Black: International (NO 3D) | L'amour flou - Come separarsi e restare amici | Tutti lo sanno | L'uomo fedele | Peterloo | Bohemian Rhapsody | Il professore e il pazzo | La donna dello scrittore | Pallottole in libertà | Men in Black: International (V.O.) | La donna elettrica | Toy Story 4 | Edison - L'uomo che Illuminò il Mondo | Cold war | Charlie says | Copia originale | Crawl - Intrappolati | Una famiglia al tappeto | Se la strada potesse parlare | Spider-Man: Far From Home (NO 3D) | Serenity - L'isola dell'inganno | Fast & Furious - Hobbs & Shaw | Men in Black: International | BlacKkKlansman | Selfie | Sofia | Roma | Goldstone - Dove i mondi si scontrano | Diamantino - Il calciatore più forte del mondo | Seguimi | I fratelli Sisters | Scappo a casa | The Quake - Il terremoto del secolo | Il Re Leone (NO 3D) | Annabelle 3 | Once | Domino | La Donna scimmia |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Sonic il Film (2019), un film di Jeff Fowler con Ben Schwartz, ,.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: