HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Elle

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Francesco Pozzo06 marzo 2017Voto: 7.5
 

  • Foto dal film Elle
  • Foto dal film Elle
  • Foto dal film Elle
  • Foto dal film Elle
  • Foto dal film Elle
  • Foto dal film Elle
Esce finalmente nelle sale italiane, il 23 Marzo, 'Elle' di Paul Verhoeven. Già, Paul Verhoeven. Da quanto non si sentiva nominare questo magnifico uomo di Cinema più volte frainteso nella sua ricca e oscillante carriera a partire da quello 'Starship Troopers' sfrontata ed evidente parodia di un romanzo fascista che fu ovviamente visto come becero filmaccio fascista?

Errore imperdonabile, perché lo sguardo dell'olandese, fra alti e bassi, picchi e scivoloni che coprono un arco di quarant'anni che va da 'Basic Instinct' a 'Showgirls' passando per 'Robocop' e 'Atto di Forza', è sempre stato critico, feroce, sferzante, impossibile da catalogare o inserire in aridi e inadeguati schemi, e lo dimostra in pieno questa dissezione austera ma ricca di tagliente ironia della classe borghese che è 'Elle', opera che assurge probabilmente a titolo più affascinante della sua nutrita e variegata filmografia.

Ma 'Elle', oltre che decostruzione e sberleffo di un micorocosmo algido e corrotto che procede a riti e ricatti e che sotto non cova nulla se non vuotezza e meschinità, e le cui tensioni esplodono in tutta la loro dirompenza nel meravigliosamente grottesco momento della cena di fine anno, è anche e prima di tutto dipinto arguto e provocatorio di una donna atipica e fuori dagli schemi che sembra stare al gioco ma che invece, forse, prende solo tempo portando la situazione dove vuole lei, una forza della natura alla quale Isabelle Huppert dona l'acqua della vita con una performance coraggiosa, sfaccettata, memorabile, mettendosi a nudo anima e corpo in una delle sue prove più grandi.

Perché la sua Michèle Leblanc è una donna provata dagli eventi che lascia che le cose accadano e che le scivolino silenziosamente addosso, che sopporta, che incassa i colpi e lascia sedimentare i dolori di una vita ma che alla fine si rialzerà sempre più forte e corazzata di prima, figura meravigliosa nella sua imprevedibilità e in forte antitesi con gli stereotipi femminili e femministi ai quali siamo tristemente abituati, madre e donna capace di dimostrarsi realmente, questa volta è il caso di dirlo, padrona di se stessa e del proprio destino, regina indiscussa di questo crudelissimo ritratto pregno di vetriolo e humor nero di una società e di una classe di un vuoto respingente fatta di rapporti che corrodono come malattie, di legami segnati dal tradimento, di parenti serpenti, di relazioni gelide come i violenti e velenosi videogiochi che la protagonista cura dal suo laboratorio, di figli inadeguati e uomini piccoli che mettono a repentaglio la vita e le sensibilità degli altri pretendendo anche di essere pagati, e ai quali non si può che rispondere con una sadica umiliazione col sorriso sulle labbra, sempre pronti a sporcarsi le mani ma anche capaci di piccoli e sparuti attimi di tenerezza e redenzione come il salvataggio di un uccellino martoriato e in fin di vita, vittima come Michèle di un mondo ingiusto e crudele, di un vuoto che repelle e spezza l'anima.

Ecco, 'Elle' è un'opera sul vuoto. Vuoto terrorizzante, angosciante e spettrale come un passato impossibile da cancellare che ci ha portati a quello che siamo e che non potremo mai lasciarci alle spalle, un passato popolato da mostri deformi e orribili demoni che si sono arrogati il diritto di decidere per noi risucchiandoci l'anima e il futuro e ai quali saremo sempre nostro malgrado legati, osservati da quegli occhi felini e agghiaccianti che aprono il film scrutando impassibili la violenza e l'abuso della carne, freddi e indifferenti come spesso è l'esistenza, anche dinnanzi a un ultimo saluto che non è un saluto ma sdegnosa e raggelante vendetta lunga una vita.

Eppure, se ci si sforza, si può scorgere una flebile luce, alla fine del tunnel. Una luce che può assumere le sembianze di una donna di Fede che abbiamo sempre guardato con scetticismo ma che forse ha sempre visto più in là di noi, che ha avuto il coraggio di confidare in qualcosa, in un bagliore che se ci crediamo non potrà mai toglierci la forza di rialzarci e di riabbracciare la più importante fra le libertà.

Quella di essere padroni del nostro destino sempre e comunque, anche se guardati con insofferenza e perplessità da chi ci circonda, a dispetto di un mondo di cui forse non facciamo parte, e che mai ci comprenderà.

Ben tornato, Paul Verhoeven.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Il Sindaco del Rione Sanità | Gemini Man (NO 3D) | Yesterday | Non succede, ma se succede... | Dragon Ball Super: Broly - Il Film | Shaun, Vita da Pecora - Farmageddon Il Film | La mafia non è più quella di una volta | Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre | Ad Astra | Tutta un'altra vita | Maleficent - Signora del Male (NO 3D) | Searching Eva | Manta Ray (V.O.) | Antropocene - L'epoca umana | I migliori anni della nostra vita | C'era una volta...a Hollywood | Se mi vuoi bene | Dora e la città perduta | Lou Von Salomé | Yesterday (V.O.) | Pepe Mujica, una vita suprema | Psicomagia - Un'arte per guarire | Manta Ray | Maleficent - Signora del Male (V.O.) | Le verità (2017) | L'alfabeto di Peter Greenaway | Maleficent - Signora del Male | Jackie Brown | Rocketman (V.O.) | Maleficent (NO 3D) | La vita invisibile di Eurídice Gusmão | Gemini Man (V.O.) | Rambo: Last Blood | Yuli - Danza e libertà | La Scomparsa di mia Madre | 5 è il numero perfetto | Le verità | Apocalypse Now - Final Cut | Martin Eden | Il mio profilo migliore | Il traditore | Shaun, Vita da Pecora - Il Film | Aquile randagie | It - Capitolo due | Il Piccolo Yeti | Aladdin (NO 3D) | Vivere | Jesus Rolls - Quintana è tornato | L'ospite | Be happy - La mindfulness a scuola | Toy Story 4 (NO 3D) | Appena un minuto | Brave ragazze | C'era una volta...a Hollywood (V.O.) | Joker | Pets 2: Vita da animali (NO 3D) | Il Re Leone (NO 3D) | Apocalypse Now - Final Cut (V.O.) | Spider-Man: Far From Home (NO 3D) | Il Bambino è il Maestro - Il Metodo Montessori | Angry Birds - Il Film | Le verità (V.O.) | Aspettando la Bardot | Burning - L'Amore Brucia | The Kill Team | E Poi c'è Katherine | Yuli - Danza e libertà (V.O.) | Jesus Rolls - Quintana è tornato (V.O.) | The Informer - Tre secondi per sopravvivere | Effetto Domino | Mademoiselle | Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar (NO 3D) | Tom à la ferme (V.O.) | Tuttapposto | Gemini Man | Assassinio sull'Orient Express | Grazie a Dio | Pokémon: Detective Pikachu (NO 3D) | A spasso col panda | Gordon & Paddy | Grandi bugie tra amici | Joker (V.O.) | Mio fratello rincorre i dinosauri | Grazie a Dio (V.O.) | Oro verde - C'era una volta in Colombia | Ora e sempre riprendiamoci la vita | Io, Leonardo | Hole - L'Abisso |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Un Giorno di Pioggia a New York (2019), un film di Woody Allen con Timothée Chalamet, Elle Fanning, Selena Gomez.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: