FilmUP.com > Forum > Attualità - Polmonite atipica: Avete paura?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Polmonite atipica: Avete paura?   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 )
Autore Polmonite atipica: Avete paura?
Isabel
ex "CANDICE"

Reg.: 27 Feb 2002
Messaggi: 9043
Da: Santa Severa (RM)
Inviato: 05-05-2003 12:36  
allarmisti? azzo, beh preferisco essere allarmista piuttosto che incosciente ..
_________________
http://charmecontradiction.splinder.it

  Visualizza il profilo di Isabel  Invia un messaggio privato a Isabel  Vai al sito web di Isabel    Rispondi riportando il messaggio originario
Marxetto

Reg.: 21 Ott 2002
Messaggi: 3954
Da: Milano (MI)
Inviato: 05-05-2003 12:53  
Oggi sul tram è salito un cinese,io ero seduto tra gli ultimi posti in fondo,ha starnutito una volta mentre stava per obliterare,e un'altra quando si è seduto esattamente al posto davanti al mio.Due signore anziane hanno tirato immediatamente fuori un fazzoletto per coprirsi naso e bocca,e insistevano a guardare il ragazzo come a dirgli "ma 6 salito apposta x contagiarci tutti?".Questo atteggiamento se da un lato è capibile,dall'altro mi spaventa parecchio.Inizio a vedere autentici e diffusi timori,onestamente nei miei primi 19 anni di vita non avevo mai visto qualcosa del genere.Ho visto gente cambiare il lato della strada,addirittura le prime mascherine anche qui in Italia.Speriamo davvero che al di la di tutte le responsabilità questa cosa si risolva,o per lo meno si attenui il prima possibile.
_________________

  Visualizza il profilo di Marxetto  Invia un messaggio privato a Marxetto  Vai al sito web di Marxetto     Rispondi riportando il messaggio originario
Isabel
ex "CANDICE"

Reg.: 27 Feb 2002
Messaggi: 9043
Da: Santa Severa (RM)
Inviato: 05-05-2003 23:17  
quote:
In data 2003-05-05 12:53, Marxetto scrive:
Oggi sul tram è salito un cinese,io ero seduto tra gli ultimi posti in fondo,ha starnutito una volta mentre stava per obliterare,e un'altra quando si è seduto esattamente al posto davanti al mio.Due signore anziane hanno tirato immediatamente fuori un fazzoletto per coprirsi naso e bocca,e insistevano a guardare il ragazzo come a dirgli "ma 6 salito apposta x contagiarci tutti?".Questo atteggiamento se da un lato è capibile,dall'altro mi spaventa parecchio.Inizio a vedere autentici e diffusi timori,onestamente nei miei primi 19 anni di vita non avevo mai visto qualcosa del genere.Ho visto gente cambiare il lato della strada,addirittura le prime mascherine anche qui in Italia.Speriamo davvero che al di la di tutte le responsabilità questa cosa si risolva,o per lo meno si attenui il prima possibile.


in classe di mia sorella c'è un bambino coreano, sta in Italia da tanti anni quindi il problema non si pone ...
però il piccino l'è bischero forte, starnutisce in faccia a tutti i suoi compagniucci, al chè le maestre stanno chiedendo alla madre di richiamarlo, in più le mamme dei bambini nonostante abbiano la garanzia che il piccino non abbia potuto contrarre in nessun modo la malattia, sono fissate e non vogliono che il piccolo vada a scuola ...
il bambino si comporta un pò come l'afroamericano di quella barzelletta che dice:
"io mangio solo in bianco"
però la reazione di queste mamme è davvero ESAGERATA!!!!
_________________
http://charmecontradiction.splinder.it

  Visualizza il profilo di Isabel  Invia un messaggio privato a Isabel  Vai al sito web di Isabel    Rispondi riportando il messaggio originario
Marxetto

Reg.: 21 Ott 2002
Messaggi: 3954
Da: Milano (MI)
Inviato: 05-05-2003 23:56  
Azz,simpatico questo bimbo...

La reazione è senza dubbio esagerata,ma non posso certificare che mia madre(ad es.) avrebbe reagito in maniera diversa.L'apprensione soprattutto nelle mamme è diffusissima,anche per cose di entità molto minore,è una situazione delicata.Spero davvero che si possa risolvere tutto,anche se a meno che non si trovi il vaccino,non saprei proprio in che modo...
_________________

  Visualizza il profilo di Marxetto  Invia un messaggio privato a Marxetto  Vai al sito web di Marxetto     Rispondi riportando il messaggio originario
dejanira

Reg.: 16 Nov 2002
Messaggi: 510
Da: buonvicino (CS)
Inviato: 06-05-2003 00:02  
l'allarmismo c'è...e personalmente mi preoccupa molto, anche se nn credo che riuscirà a dilagare anche da noi...ma se, da come dicono gli8 specialisti, il virus continua a mutare forma (vi sono già 4 mutati) sarà veramente dura combatterlo!!
Come fare x debellarlo?
_________________
"..Oscura è l'Ombra eppure il mio cuore gioisce, perchè tu, Estel, sarai frai grandi il cui coraggio la distruggerà.."
- Dama Arwen -

  Visualizza il profilo di dejanira  Invia un messaggio privato a dejanira    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 06-05-2003 16:04  
quote:
In data 2003-05-06 00:02, dejanira scrive:
l'allarmismo c'è...e personalmente mi preoccupa molto, anche se nn credo che riuscirà a dilagare anche da noi...ma se, da come dicono gli8 specialisti, il virus continua a mutare forma (vi sono già 4 mutati) sarà veramente dura combatterlo!!
Come fare x debellarlo?


sembra che non vi sia possibilità....
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 12-05-2003 12:57  
quote:
In data 2003-05-02 23:15, gatsby scrive:
E' bello divagare.
C'è chi collega la polmonite atipica alla guerra in Iraq.
Che fantasia!




A scuola insegnavano che alla maturità, dovendo parlare di più materie nel colloquio finale, bisognava imparare a fare i famosi COLLEGAMENTI tra le varie discipline.

Il fatto che io abbia parlato dell'Iraq era, se avessi seguito attentamente il discorso, dovuto ad una affermazione di seanma che recitava:"come puoi dire certe cose su una malattia che rischia di uccidere mezza Asia??????" in risposta ad una mia opinione per cui certe malattie sono facilmente programmabili e non ci sono certo scrupoli da parte dei governanti ad uccidere qualche milione di persone per motivi economici. Al che, stupito ,seanma ribatteva come sopra riportato.
Di conseguenza gli ho fatto notare che , a domanda specifica, la Albright non si preoccupava affatto del milione e passa morti che l'embrago provocava, anzi, era un prezzo che valeva la pena di essere pagato.
Non ci si deve stupire se qualche politico avvalla decisioni che possono portare a qualche milione di morti (come ad esempio creare in laboratorio un virus stile Sars?)
,rientra nelle normali procedure che passano con indifferenza sotto ai nostri occhi tutti i giorni e alle quali non ci degnamo nemmeno di dare uno sguardo perchè sono argomenti scomodi per chi ha interessi su cui speculare e possiede contemporaneamente tutti i mezzi d'informazione. Ciò che appare in Tv o sulle prime pagine dei giornali è pertanto la notizia scremata da tutti i possibili elementi di disturbo che possono indurre qualcuno a pensare e a voler cambiare le cose che non vanno.
un esempio lampante al riguardo:
Siamo in pieno periodo di allarmismo per guerre batteriologiche e chimiche. La gente crede alla propaganda dei mass media sulle armi di distruzioni di massa di Saddam.E' il motivo numero uno della guerra, per cui occorre PREVENIRE. Alla fine non si trova nulla, ma proprio nulla. Non solo non c'è un dibattito su questo scomodo punto, ma tutti quelli che, impauriti , credevano ciecamente
alla propaganda di guerra sono gli stessi che tendono a negare che qualcuno possa usare le tanto temute armi batteriologiche come strumento per una guerra sporca e non ufficiale,immettendo dei virus e facendo crollare un'economia del calibro di quella cinese.

Allora ci troviamo di fronte ad una situazione per cui o si accetta pari pari quello che passa l'informazione prendendola come fonte seria e autorevole, oppure ci si comincia a interrogare sulle questioni che non appaiono in Tv ma magari a pagina 10 di qualche impavido giornale.

Per quanto riguarda la Sars, la possibilità che io o qualsiasi utente di questo forum possiamo contrarre il virus equivale a quella di essere centrati da un fulmine a ciel sereno.

Certo il problema c'è, ma è tutto ingigantito allo scopo di spaventare le persone-una persona impaurita non è una persona serena e durante una tempesta tenderà ad affidarsi totalmente al capitano della nave senza contestazioni(solo lui può portare al sicuro l'equipaggio,ma se il comandante fosse anche lo stesso personaggio che alimenta le paure annunciando tempeste che non ci sono allo scopo di tenere ben saldo il timone sapendo che nessuno oserebbe contestarlo in questi momenti di crisi, veri o presunti?).

Bisognerebbe smetterla di seguire pedissequamente ogni ragionamento coatto,imparare a fare i collegamenti e a mettere di più in discussione le fonti alle quali solitamente ci affidiamo.


  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 12-05-2003 14:39  
il tuo "ragionamento"è incoraggiante e consolante,ma quantomai ridicolo e poco realista...e non aggiungo altro
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
ilNero

Reg.: 11 Apr 2003
Messaggi: 5388
Da: Napoli (NA)
Inviato: 12-05-2003 15:06  
quote:
In data 2003-05-12 12:57, Quilty scrive:
quote:
In data 2003-05-02 23:15, gatsby scrive:
E' bello divagare.
C'è chi collega la polmonite atipica alla guerra in Iraq.
Che fantasia!




A scuola insegnavano che alla maturità, dovendo parlare di più materie nel colloquio finale, bisognava imparare a fare i famosi COLLEGAMENTI tra le varie discipline.

Il fatto che io abbia parlato dell'Iraq era, se avessi seguito attentamente il discorso, dovuto ad una affermazione di seanma che recitava:"come puoi dire certe cose su una malattia che rischia di uccidere mezza Asia??????" in risposta ad una mia opinione per cui certe malattie sono facilmente programmabili e non ci sono certo scrupoli da parte dei governanti ad uccidere qualche milione di persone per motivi economici. Al che, stupito ,seanma ribatteva come sopra riportato.
Di conseguenza gli ho fatto notare che , a domanda specifica, la Albright non si preoccupava affatto del milione e passa morti che l'embrago provocava, anzi, era un prezzo che valeva la pena di essere pagato.
Non ci si deve stupire se qualche politico avvalla decisioni che possono portare a qualche milione di morti (come ad esempio creare in laboratorio un virus stile Sars?)
,rientra nelle normali procedure che passano con indifferenza sotto ai nostri occhi tutti i giorni e alle quali non ci degnamo nemmeno di dare uno sguardo perchè sono argomenti scomodi per chi ha interessi su cui speculare e possiede contemporaneamente tutti i mezzi d'informazione. Ciò che appare in Tv o sulle prime pagine dei giornali è pertanto la notizia scremata da tutti i possibili elementi di disturbo che possono indurre qualcuno a pensare e a voler cambiare le cose che non vanno.
un esempio lampante al riguardo:
Siamo in pieno periodo di allarmismo per guerre batteriologiche e chimiche. La gente crede alla propaganda dei mass media sulle armi di distruzioni di massa di Saddam.E' il motivo numero uno della guerra, per cui occorre PREVENIRE. Alla fine non si trova nulla, ma proprio nulla. Non solo non c'è un dibattito su questo scomodo punto, ma tutti quelli che, impauriti , credevano ciecamente
alla propaganda di guerra sono gli stessi che tendono a negare che qualcuno possa usare le tanto temute armi batteriologiche come strumento per una guerra sporca e non ufficiale,immettendo dei virus e facendo crollare un'economia del calibro di quella cinese.

Allora ci troviamo di fronte ad una situazione per cui o si accetta pari pari quello che passa l'informazione prendendola come fonte seria e autorevole, oppure ci si comincia a interrogare sulle questioni che non appaiono in Tv ma magari a pagina 10 di qualche impavido giornale.

Per quanto riguarda la Sars, la possibilità che io o qualsiasi utente di questo forum possiamo contrarre il virus equivale a quella di essere centrati da un fulmine a ciel sereno.

Certo il problema c'è, ma è tutto ingigantito allo scopo di spaventare le persone-una persona impaurita non è una persona serena e durante una tempesta tenderà ad affidarsi totalmente al capitano della nave senza contestazioni(solo lui può portare al sicuro l'equipaggio,ma se il comandante fosse anche lo stesso personaggio che alimenta le paure annunciando tempeste che non ci sono allo scopo di tenere ben saldo il timone sapendo che nessuno oserebbe contestarlo in questi momenti di crisi, veri o presunti?).

Bisognerebbe smetterla di seguire pedissequamente ogni ragionamento coatto,imparare a fare i collegamenti e a mettere di più in discussione le fonti alle quali solitamente ci affidiamo.





Una domanda.
Sono pienamente d'accordo con te quando dici che:"Bisognerebbe smetterla di seguire pedissequamente ogni ragionamento coatto,imparare a fare i collegamenti e a mettere di più in discussione le fonti alle quali solitamente ci affidiamo."
Anche ciò che affermi con tanta convinzione lo avrai letto da qualche parte o saranno il frutto di riflessioni che hai elaborato dopo aver letto o sentito qualche "fonte" che dava la sua interpretazione sulla SARS addossandola ad una manovra politico-economica.L'hai messa in discussione senza seguirla pedissequamente?E dai non puoi perderti cosi!Stavi cominciando bene.....
Credo che uno come dovrebbe essere più diffidente e non accettarla come vangelo,in base a quello che hai scritto poco sopra,altrimenti che figura ci fai?Le fonti di informazione non portano alla conoscenza della relatà,ma solo a quella reltà che ci basta per non ribellarci al sistema.
Le altre fonti sono storielle inventate per tenere buono un sempliciotto come me,e le tue fonti potrebbero essere storielle per tenere buono uno come te.
A meno che non lavori per Intelligence di qualche presunto governo mandante allora le notizie non le prendi da fonti,ma dalla "fonte".In questo caso la tua sicurezza è giustificata.
Io non esprimo la mia opinione su questo argomento semplicemente perchè non mi fido ne delle mie fonti ne delle tue.

_________________
Just a perfect day,
Ma starei meglio se tu non appoggiassi quella mano sulla mia spalla.

  Visualizza il profilo di ilNero  Invia un messaggio privato a ilNero    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 12-05-2003 15:36  
"le fonti alle quali solitamente ci affidiamo " sono naturalmente tutti i telegionali e il pensiero comune di chi non mette mai in discussione gli eventi ma accetta una versione rassicurante e patinata della realtà.

Internet è pieno di siti sulla guerra batteriologica,questo è il primo che ho trovato




_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
ilNero

Reg.: 11 Apr 2003
Messaggi: 5388
Da: Napoli (NA)
Inviato: 12-05-2003 16:31  
Ho letto la tua fonte.
Non tocca a me giudicarla,tocca a me leggerla e confrontarla con la mia,e metterle in gioco tutte e due.
QUESTO E' PENSARE.
E non ritenere giusto tutto ciò che parte dalla mia testa e finisce nella mia testa.
O come diceva Proust:"Non giudicare intelligente solo che pensa come te".
OK?

_________________
Just a perfect day,
Ma starei meglio se tu non appoggiassi quella mano sulla mia spalla.

  Visualizza il profilo di ilNero  Invia un messaggio privato a ilNero    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 )
  
0.125101 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: