FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Il Padrino Parte Terza
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Il Padrino Parte Terza   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore Il Padrino Parte Terza
Samhein

Reg.: 07 Ott 2001
Messaggi: 7
Da: belluno (BL)
Inviato: 07-10-2001 13:00  

Salve come avrete capito io sono nuovo.
Vorrei iniziare la mia permanenza in questo forum ponendovi un quesito:
PERCHE' TUTTI DICONO CHE "IL PADRINO-PARTE III" E' UNA SKIFEZZA QUANDO A ME E' SEMBRATO BELLISSIMO ANKE SE + MODESTO RISPETTO AGLI ATLRI?????
_________________
Kubrick is my master

  Visualizza il profilo di Samhein  Invia un messaggio privato a Samhein    Rispondi riportando il messaggio originario
lupin3rd

Reg.: 06 Apr 2001
Messaggi: 1110
Da: Roma (RM)
Inviato: 07-10-2001 13:03  
Proprio perché rispetto agli altri due ha una storia più banale, un cast inferiore e tratta argomenti triti e ritriti.
Second me, si intende...
_________________
Lupin
(L'uomo che ha lasciato Filmup)
www.filmfilm.it

  Visualizza il profilo di lupin3rd  Invia un messaggio privato a lupin3rd  Email lupin3rd  Vai al sito web di lupin3rd     Rispondi riportando il messaggio originario
badlands

Reg.: 01 Mag 2002
Messaggi: 14498
Da: urbania (PS)
Inviato: 07-08-2002 17:27  
e in più,secondo me,è stato fatto solo per risolvere i problemi finanziari di f f coppola,quindi alla base probabilmente non c'era una spinta artistica,o almeno non era la principale.
ciao

  Visualizza il profilo di badlands  Invia un messaggio privato a badlands    Rispondi riportando il messaggio originario
TINTOBRASS

Reg.: 25 Giu 2002
Messaggi: 5081
Da: Roma (RM)
Inviato: 07-08-2002 17:33  
... e soprattutto, perché non ha il respiro epico degli altri due (soprattutto del secondo). E' inevitabilmente più commerciale...
_________________
"La giovinezza è una conquista dello spirito che si raggiunge solo ad una certa età" (Proust)


Il sito della mia personalissima rivoluzione: http://www.vueling.com

  Visualizza il profilo di TINTOBRASS  Invia un messaggio privato a TINTOBRASS    Rispondi riportando il messaggio originario
Matenks

Reg.: 25 Gen 2003
Messaggi: 686
Da: Acqui Terme (AL)
Inviato: 31-01-2003 14:44  
Visto che non ho mai avuto l'occasione di gustarmi questo grande capolavoro del cinema, mi sono comprato l'intera trilogia in edicola (sapete quelle vhs che vende adesso il corriere della sera?) che ho guardato -purtroppo- alla veloce per mancanza di tempo (appena posso li guarderò con calma, mi sono sfuggiti molti passaggi). Sno rimasto letteralmente shockato per il finale del capitolo conclusivo...la figlia di Mike che viene uccisa, lui da vecchio che cade in quel modo........questo si che è un film...mi ha fatto venire il magone....
_________________
«Proprio non penso a quel che succederà quando sarò morto, o se mi ricorderanno. Proprio non ci penso affatto... Riguarda loro. Quando sarò morto, a chi importerà? A me, no di certo...».
FREDDIE MERCURY

  Visualizza il profilo di Matenks  Invia un messaggio privato a Matenks      Rispondi riportando il messaggio originario
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 31-01-2003 15:00  
Io l'ho trovato un grandissimo film, degno dei suoi predecessori.
Sinceramente non capisco il mare di critiche che ha ricevuto.
Un epilogo degno di Shakespeare comunque.
Un vero capolavoro.
_________________
"Non credo in un destino che si abbatte sugli uomini indipendentemente dalle loro azioni; al contrario, credo in un destino che si abbatte sugli uomini se non agiscono."

G.K. Chesterton

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 31-01-2003 15:01  
Guardati la trilogia una seconda volta e ti assicuro che la troverai ancor più eccezionale.
Succede sempre così... con i capolavori.
_________________
"Non credo in un destino che si abbatte sugli uomini indipendentemente dalle loro azioni; al contrario, credo in un destino che si abbatte sugli uomini se non agiscono."

G.K. Chesterton

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
Matenks

Reg.: 25 Gen 2003
Messaggi: 686
Da: Acqui Terme (AL)
Inviato: 31-01-2003 15:22  
Già.....
_________________
«Proprio non penso a quel che succederà quando sarò morto, o se mi ricorderanno. Proprio non ci penso affatto... Riguarda loro. Quando sarò morto, a chi importerà? A me, no di certo...».
FREDDIE MERCURY

  Visualizza il profilo di Matenks  Invia un messaggio privato a Matenks      Rispondi riportando il messaggio originario
jena1997

Reg.: 09 Dic 2002
Messaggi: 229
Da: Torino (TO)
Inviato: 31-01-2003 15:31  
Anche io mi sono "fatto" da poco la trilogia, e mi stacco un po' dal coro.
Per me resta un buon film, ma non certo ai livelli dei primi due capitoli della saga; mi è sembrata un po' stanca e trascinata la soria e un po' stanco anche al pacino nell'interpretazione (sempre rispetto ai primi due). Buono ma non memorabile.

  Visualizza il profilo di jena1997  Invia un messaggio privato a jena1997    Rispondi riportando il messaggio originario
Matenks

Reg.: 25 Gen 2003
Messaggi: 686
Da: Acqui Terme (AL)
Inviato: 31-01-2003 15:40  
Beh in effetti i primi due sono migliori....però lo metterei solo "leggermente sotto"...l'ho adorato lo stesso.
_________________
«Proprio non penso a quel che succederà quando sarò morto, o se mi ricorderanno. Proprio non ci penso affatto... Riguarda loro. Quando sarò morto, a chi importerà? A me, no di certo...».
FREDDIE MERCURY

  Visualizza il profilo di Matenks  Invia un messaggio privato a Matenks      Rispondi riportando il messaggio originario
mujermala

Reg.: 10 Gen 2003
Messaggi: 159
Da: bovalino (RC)
Inviato: 31-01-2003 22:26  
io ho visto la trilogia al contrario, il primo per me è stato il Padrino parte III, più o meno avevo 12 anni.....mi ha folgorato, e poi ho visto anche gli altri, sono tre film grandissimi, ma io preferisco il terzo....Pacino ai massimi livelli e stupenda la scena finale dell'uccisione al Teatro Massimo di Palermo.....che scenario caspita, mi è sembrato un perfetto finale, grande Coppola.

  Visualizza il profilo di mujermala  Invia un messaggio privato a mujermala    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 10-06-2003 15:19  
Coppola ha detto che in ogni film della saga è un rituale a essere protagonista:il matrimonio di Connie nel I,il battesimo di Anthony il futuro cantante nel II.E anche in questo terzo è un "rituale"ad aprire la scena.Si tratta della festa a seguito del conferimento all'ormai vecchio Micheal Corleone di un onorificenza papale(fate attenzione all'elemento ecclesiastico,che tornerà)E da subito si capisce che qualcosa è cambiato.E' evidente...quella di Coppola è quasi un autocitazione parodiata dei due precedenti start:la Famiglia è riunita,ma che diavolo di famiglia è???I volti sono più scavati,i corpi più affaticati e compaiono nuove figure...uscendo dalla finzione,questo è notabile anche dalle molte voci "increspate,a volte addirittura cambiate(si parla dell'edizione italiana)per cause di forza maggiore.Quest'elemento è dunque assai evidente,insieme all'affacciarsi di nuove forze di potere:la Chiesa,con il personaggio dell'Arcivescovo Gilday,o vecchi Don finora mai comparsi ma che saranno decisivi per il prosieguo della vicenda.
L'ambiente è altresì meno familiare,meno "rurale"che nel II o soprattutto nel I,e ci troviamo invece immersi in un lussuoso e moderno palazzo del Potere(altra parola chiave chje tornerà spesso)con l'evidente sentore che gli anni siano inevitabilmente passati.In questo quadro la figura di Mike non sembra inizialmente subire alcun mutamento da quella dei precedenti film.Profondamente mutata è invece la caratterizzazione di Connie,dipinta ora come una sciatta matriarca della Famiglia.Vincent Mancini,figlio illegittimo di Sonny,è invece inizialmente uguale sputato al padre(lo scontro con Zasa).A completare il quadro troviamo infine il sostituto di Hagen,personaggio sostanzialmente superfluo ma comunque indicativo del cambiamento di rotta di cui parleremo dopo,Don Altobello,importantissima chiave di volta del film, e Mary Corleone.Mi si lasci spezzare una lancia a favore della strabistrattata Sofia Coppola,a causa della sua effettivamente orrenda impostazione vocale nel recitare,ma di una bellezza mozzafiato,oltrechè interprete di un personaggio fondamentale.

Dopo la lunga introduzione,come ormai d'uso nella saga,si passa all'azione vera e propria che segna un cambiamento di rotta notevole dai due film precedenti....


continua...
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 10-06-2003 15:45  
Le pistole della tradizione e le tuniche del potere

Il cambiamento di cui si parlava prima va ricercato alle radici,non come qualcosa di passeggero.Se nei primi due film il nocciolo narrativo ruotava e finiva attorno alla Famiglia,in questo terzo episodio la prospettiva si allarga al di fuori della Famiglia,a evidente descrizione di un mondo ormai dominato solo dal denaro.Non è più tempo che le mani si sporchino di sangue.I soldi sprizzeranno liquido rosso da tutti i pori,anche se rimarrà un aura di legalità quell'aura tanto cercata da Micheal Corleone sin dal primo episodio.Ma stavolta Mike,vero fulcro narrativo del film e dell'intera saga-va detto-si trova di fronte a persone ben più ciniche e smaliziate di lui,ormai un vecchio indebolito e abbattuto dal diabete(notare il parallelo con il Brando in forze fino all'ultimo,nei limiti,del primo film)E questa gente,sembrerebbe strano,sono gli appartenenti alla Curia Romana,sul cui ritratto Coppola modella una cruda ma forse fin troppo veritiera riflessione sul Potere,soprattutto nell'Italia di quegli anni.Dunque non più solo Famiglia,ma anche Politica,Chiesa,Potere,Ambizione.I due versanti cominciano a mescolarsi senza che lo spettatore anche attento se ne accorga.La volontà di "tornare indietro" di Micheal e la sete di potere dei politicanti e dei chiesaroli corrotti(moralmente e legalmente)che sta iniziando a diventare troppo opprimente.
I due fronti(trame politico-religiose e percorso interiore di Micheal)procedono ormai paralleli e,mentre la Chiesa è costretta giocoforza a rinnovarsi,è giunto per Micheal il momento di tornare alle origini

continua....
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
PaulSimon

Reg.: 10 Mar 2003
Messaggi: 872
Da: San Donato (MI)
Inviato: 10-06-2003 17:02  
Bel pezzo finora. Volevo solo dire che secondo me il personaggio di Vincent è uno dei fallimenti principali del III, visto che han cercato di fare un "Sonny 2" ma in confronto Vincent è una semplice macchietta, non ha un briciolo dello spessore del padre.

E cmq Sofia Coppola è un cesso!

  Visualizza il profilo di PaulSimon  Invia un messaggio privato a PaulSimon     Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 10-06-2003 17:03  
La confessione,il Cardinal Lamberto e la Sicilia

Micheal Corleone ha appena rischiato di morire per un attacco di diabete e curiosamente nessuno dei vecchi Don gli ha fatto visita,tranne Don Altobello.Qualcun'altro sta per morire davvero:è il Papa Paolo VI,al cui posto verrà eletto il Cardinal Lamberto,che assumerà il nome di Giovanni Paolo I.Queste due figure hanno il oro unico incontro quando Lamberto esorta Micheal a confessare i propri peccati,azione che verrà poi esecrata dalla sorella,ancor più aggrappata del fratello a valori ormai obsoleti.
Ma quando si confessa,Micheal è già in Sicilia,da dove era scappato giovanissimo il padre Vito.Un ritorno alle origini,si direbbe quindi.Ma c'è di più.L'anima di un peccatore tende sempre a rivangare i propri delitti,a ripensare alle proprie manchevolezze.E' come se il fantasma di Apollonia lo trascinasse sino a Bagheria,dove guardacaso incontrerà il vecchio Don Tommasino,altro punto di contatto con la sua precedente vicenda siciliana.Questa Sicilia è una terra desolata come Mike Corleone.E' la terra delle riflessioni,dei rimuginamenti.Nella scena della confessione,il Cardinal Lamberto,specchio della Chiesa "buona" ma insicura,sembra tremare mentre ascolta i peccati di Mike,come se preveggesse l'inutilità di quella sua azione,la dannazione dell'anima di Mike...E' attraverso questa scena che i due piani narrativi rimangono collegati:mentre inesorabile Mike procede verso l'abisso,una figura ben intenzionata ma tremendamente inetta si trova invischioata in giochi di potere più grandi di lui....la maledizione dei Corleone continua a colpire....

continua...
_________________
Buongiorno signori. Signori, io sono un elaboratore HAL 9000. Entrai in funzione alle officine HAL di Verbana, Illinois, il 12 gennaio 1992... il mio istruttore m'insegno' anche a cantare una vecchia filastrocca. Se volete sentirla, posso cantarla...

[ Questo messaggio è stato modificato da: seanma il 10-06-2003 alle 17:04 ]

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
0.348362 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: