FilmUP.com > Forum > Attualità - Diario
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Diario   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 Pagina successiva )
Autore Diario
lilith02

Reg.: 24 Ott 2003
Messaggi: 12
Da: Tavagnacco (UD)
Inviato: 25-10-2003 19:14  
25/10/2003
Vi riporto di seguito una mail ricevuta dall'On.Montecchi sulla Legge 2444 in materia di separazione e divorzio. Si è tanto battuta, ma alla fine, quando pensava di poter ottenere in Camera la maggioranza dei voti, è rimasta sconcertata. Come si può in un mondo come il nostro, in una società dove le separazioni sono ormai all'ordine del giorno pensare che una Legge come quella proposta dall'On.Montecchi sulla riduzione da tre a un anno del tempo che passa dalla separazione al divorzio, sia da non prendere in sera considerazione??

Reggio Emilia, 24 ottobre 2003



A tutte le persone
che hanno sostenuto
la proposta di legge sul divorzio





Caro Signore, Cara Signora
all’indomani del voto sulla proposta di legge per ridurre i tempi della separazione prima del divorzio credo sia doveroso scrivere a tutte le persone che hanno sostenuto il testo e si sono impegnate in una “campagna” di sensibilizzazione affinché la proposta venisse votata dal Parlamento.
Grazie anche a chi mi ha scritto subito dopo la seduta della Camera: risponderò a ciascun messaggio e alle specifiche osservazioni che sono state fatte non appena potrò.
Prima di tutto vorrei ricostruire ciò che è effettivamente avvenuto.
Sulla mia proposta originaria, che prevedeva la riduzione da tre anni ad uno in tutti i casi di separazione, si era espresso favorevolmente il relatore On. Maurizio Paniz. La proposizione di emendamenti (cioè proposte di modifica) da parte di AN e Lega Nord ha però portato il centrodestra ad un testo di mediazione.
L’opposizione era molto perplessa su tale mediazione, tant’è che ci saremmo astenuti al momento del voto e avremmo votato a favore solo del testo originario. Naturalmente quella mediazione aveva avuto il consenso in Commissione dei Gruppi Parlamentari di Forza Italia, Alleanza Nazionale e Lega Nord. Gli stessi Gruppi avevano dichiarato di volere votare con voto palese e di votare contro l’emendamento dell’On. Luca Volontè (UDC) che voleva sopprimere l’intero testo di legge.
Giovedì mattina Forza Italia ha chiesto il voto segreto e AN ha dichiarato, contrariamente a quanto sostenuto il giorno precedente, il proprio voto favorevole all’emendamento “soppressivo” di Volontè. La Lega, anch’essa in contrasto con quanto sostenuto precedentemente, ha lasciato ai proprio parlamentari libertà di voto. Forza Italia non ha fatto dichiarazioni di voto ma il Segretario del loro Gruppo (On. Leone), poco prima della votazione, ha indicato a tutti i colleghi del suo Gruppo di esprimere voto favorevole all’emendamento di Volontè.
La Camera ha approvato l’emendamento Volontè cancellando il primo articolo dalla mia proposta di legge e bocciando di fatto tutta la proposta di riforma.
Questi sono i fatti. Se le interessa posso inviarle tramite e-mail il resoconto stenografico delle sedute della Camera: potrà così giudicare l’atteggiamento degli schieramenti politici e il tenore del dibattito.
La legge è affossata anche se tecnicamente l’articolo 2 della proposta di legge (relativo alla comunione dei beni) tornerà in Commissione e noi chiederemo al Presidente come intende procedere (anche se si tratta più di una richiesta politica).
Comprendo e condivido il rammarico e la rabbia di migliaia di persone che attendevano questa legge: a mio parere chi ha votato contro lo ha fatto senza considerare i drammi, le sofferenze e le aspettative dei cittadini che chiedono di uniformare la legislazione italiana a quella degli altri Paesi europei ma soprattutto al comune sentire diffuso nel nostro Paese (come confermano i diversi sondaggi apparsi in questi giorni sui quotidiani nazionali).
I deputati della Casa della Libertà hanno votato contro una proposta utile a migliaia di cittadini separati che attendono di regolarizzare una nuova unione. Giudicheranno i cittadini quanto questa decisione corrisponda all’opinione degli italiani e alle esigenze di molti.

Per quanto mi riguarda continuerò a impegnarmi per trovare una soluzione legislativa per permettere alle persone di fare nuove scelte di vita in tempi ragionevoli e a ridurre gli aspetti di conflittualità nelle separazioni e nei divorzi.
Ringrazio tutti coloro che si sono spesi affinché il Parlamento, l’opinione pubblica e i mass media si interessassero al dibattito su questo tema. Grazie anche per le dimostrazioni di stima che ho ricevuto.

Molti mi chiedono cosa si può fare adesso.
Insieme alla collega Anna Finocchiaro ho deciso di studiare una nuova proposta di legge.
Io credo che i cittadini possano (e debbano) dimostrare la loro contrarietà a questo voto: ad esempio scrivendo ai giornali e alle televisioni nazionali e locali e raccogliendo firme di protesta da inviare agli organi di informazione e ai Capigruppo della Camera dei Deputati.
Questa battaglia ha dimostrato quanto può fare la mobilitazione delle persone.
Questi lunghi mesi di lavoro sulla proposta di legge ci lasciano un importante eredità: migliaia di e-mail e di lettere di persone che indicano una strada di modernizzazione del Paese e che partecipano con entusiasmo (con il patrimonio straordinario delle proprie esperienze personali) al lavoro delle istituzioni e dei legislatori.
Un sincero ringraziamento

On. Elena Montecchi











_________________
carpe diem

  Visualizza il profilo di lilith02  Invia un messaggio privato a lilith02    Rispondi riportando il messaggio originario
stilgar

Reg.: 12 Nov 2001
Messaggi: 4999
Da: castelgiorgio (TR)
Inviato: 28-10-2003 15:47  
Ecco la classifica della libertà di stampa nel mondo diffusa in questi giorni:


Diffusa da Reporters sans frontieres l'annuale "classifica" della libertà di stampa nei vari paesi. Pessima la situazione in Asia, dove regimi "capitalisti" e "comunisti" (dalla Cina alla Birmania, dal Turkmenistan alla Nord Corea) gareggiano nell'incarcerare i giornalisti. Peggiorata nei paesi arabi. Discreta, tranne che in Italia (concentrazione delle tv in mano al governo) e in Spagna (minacce terroriste e leggi "antiterroriste"), la situazione in Europa; cattiva in Russia, Ucraina e Bielorussia, dove pre e post-comunismo non sembrano sotto questo profilo differire molto. Pessima a Cuba, con 26 giornalisti arrestati in un anno. Precaria in Africa, con numerose vittime fra reporter locali e stranieri. In alcuni paesi (Bangladesh, Colombia, Filippine) le violenze contro la stampa vengono da soggetti privati mentre i governi sono responsabili di mancata protezione. Contraddittoria la situazione di Stati Uniti e Israele, ai primi posti per la libertà d'informazione in patria, ma agli ultimi per il comportamento tenuto fuori dalle proprie frontiere, dove si sono resi responsabili (Iraq, Territori occupati) di diverse uccisioni di giornalisti. Ricchezza e libertà di stampa non vanno necessariamente di pari passo: i giornalisti girano liberamente in paesi poverissimi cone il Benin o Timor-Est, ma imbavagliati in paesi ricchi come Bahrain o Singapore.
_________________

Profundis - L'anima nera della rete

  Visualizza il profilo di stilgar  Invia un messaggio privato a stilgar  Email stilgar  Vai al sito web di stilgar     Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 30-10-2003 11:39  
30/10/2003 10:42

GUATEMALA: RECUPERATO ALTARE MAYA DA TOMBAROLI
WASHINGTON - Un archeologo statunitense, in collaborazione con la polizia guatemalteca, ha recuperato dai tombaroli a Cancun un altare Maya, prezioso reperto degli ultimi giorni della civilta' precolombiana. Arthur Demarest, archeologo della Vanderbilt University che lavora da 20 anni con la popolazione maya locale, ha annunciato l'avvenuto recupero dell'antico altare di pietra nel corso di una teleconferenza organizzata dalla National Geografic Society, che ha finanziato l'impresa.

L'altare, elaboratamente scolpito, fu costruito nel 796 d.c. come segno del confine del campo di pallone reale. L'altare che demarcava il lato opposto del campo fu scoperto nel 1915 ed e' esposto nel Museo nazionale dell'archeologia guatemalteco. Il recupero dell'altare, che pesa quasi 300 chili, dovrebbe aiutare a far luce sugli ultimi anni della civilta' maya. ''L'importanza dell'altare e' scientifica e archeologica. Il reperto e' anche un capolavoro dell'arte maya: i rilievi parlano della fine del regno e del suo piu' importante re, Taj Chan Ahk Ah Kalomte'', ha detto lo scienziato.

Molti dati stanno emergendo man mano che i geroglifici vengono decifrati. Per esempio, si e' appreso dove e' sepolto l'ultimo re. Ora gli archeologi cominceranno gli scavi per trovare la tomba. Un rilievo raffigura Taj Chan Ahk Ah Kalomte mentre gioca a pallone con un altro re. Per i maya una partita sul campo di pallone era un modo per formalizzare un accordo, un po' ''come i pellirosse americani fumavano la pipa della pace o come i presidenti moderni si presentano con i loro ospiti davanti ai fotografi'', ha detto Demarest.

Federico Fahsen, che inteprete gli scritti sull'altare, ha diffuso una dichiarazione in cui fa notare come ''Tag Chan Ahk era il re piu' importante della sua lunga dinastia''. ''I titoli attribuiti a lui nelle sculture dell'altare - ha aggiunto - dimostrano le sue aspirazioni di conquistare il controllo dell'intera regione nel crepuscolo della civilta' maya''.

Le capacita' strategiche di Tag Chan Ahk gli consentirono di restare al potere, e persino di ampliare la sua autorita', mentre intorno a lui si stava assistendo al crollo dei regni maya dell'occidente'', ha aggiunto l'interprete dei simboli maya.





_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
lilith02

Reg.: 24 Ott 2003
Messaggi: 12
Da: Tavagnacco (UD)
Inviato: 30-10-2003 19:49  
Oggetto: Re: Petizione per votazione proposta di legge n. 2444



Egregio Signore, Gentile Signora,

La ringrazio per aver partecipato alla petizione telematica promossa da Divorzionline.it per la rapida approvazione della proposta di legge n. 2444 sul cosiddetto ?divorzio veloce".

Anche grazie al Suo sostegno, il Presidente Casini e tutti i capigruppo della Camera dei Deputati hanno ricevuto migliaia di e.mail.

Il successo della campagna di sensibilizzazione di Divorzionline.it e la mobilitazione dell?opinione pubblica sui temi della proposta di legge hanno mostrato che tale riforma rispondeva ad esigenze reali ed urgenti di moltissimi cittadini italiani.

La voce dei cittadini è stata ignorata da una parte del Parlamento italiano.
La proposta di legge 2444 (alla quale erano stati apportati taluni emendamenti) il 22 ottobre 2003 non è stata approvata dalla Camera dei Deputati: con una esigua maggioranza (218 deputati, contro 202) è stato infatti approvato un emendamento soppressivo del primo articolo della proposta di legge.

Se anche Lei ritiene che la bocciatura della proposta di legge 2444 sia stata un atto di ottusità politica e di inciviltà, partecipi alla NUOVA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE promossa da Divorzionline.it, questa volta destinata ai principali organi di informazione nazionali, fra i quali RAI e MEDIASET,

inviando la e.mail presente alla pagina: http://www.divorzionline.com/2444/default.asp

Grazie ancora per il Suo prezioso contributo e cordiali saluti


Avv. Wanda Lops
______________________________________________
www.divorzionline.it
e.mail info@divorzionline.it
Via Lisbona, 9
00198 Roma
tel. 06 85304269
fax 06 8415951


  Visualizza il profilo di lilith02  Invia un messaggio privato a lilith02    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 31-10-2003 08:50  
30/10/2003 19:58

DELITTO PECORELLI: ANDREOTTI DICHIARATO INNOCENTE
ROMA - Le sezioni unite penali della Corte di Cassazione hanno annullato senza rinvio la sentenza emessa dalla Corte d' Assise di Appello di Perugia il 17 novembre dello scorso anno, che aveva condannato a 24 anni di reclusione Giulio Andreotti e il boss mafioso Gaetano Badalamenti quali mandanti dell' omicidio del giornalista Mino Pecorelli. L' annullamento senza rinvio della sentenza sancisce, in via definitiva, l' innocenza del senatore a vita riguardo al delitto, cosi' come quella di Badalamenti. L' innocenza del senatore a vita e di Badalamenti - richiesta ieri dallo stesso Procuratore Generale - e' sancita dalla formula ''per non aver commesso il fatto'', indicata nel verdetto, definitivo, della Suprema Corte, di annullamento senza rinvio della sentenza di secondo grado di Perugia. La Cassazione ha inoltre respinto il ricorso della Procura di Perugia contro le assoluzione di Claudio Vitalone, Massimo Carminati, Michelangelo La Barbera e Giuseppe Calo'.



_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 02-11-2003 22:07  
Turpiloquio in Tv

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 03-11-2003 08:18  
2-10-03
Abbattuto elicottero Usa
16 morti e 20 feriti in Iraq
Un soldato ucciso in un altro attacco a Bagdad
Due civili dipendenti del Genio uccisi da una bomba


L'elicottero abbattuto

BAGDAD - Un elicottero americano è stato abbattuto a sud di Falluja. Stava rientrando all'aeroporto internazionale di Bagdad e trasportava truppe. In un primo tempo si è parlato di una sola vittima. Poi, un portavoce dell'esercito ha precisato che 16 soldati sono morti e venti sono rimasti feriti. Le vittime sono tutti soldati americani: erano diretti nella capitale irachena e poi avrebbero trascorso un periodo di riposo in Europa o negli Stati Uniti. Mentre dopo qualche ora due civili, alle dipendenze del genio dell'esercito Usa, sono rimasti uccisi dallo scoppio di una bomba.

Un altro attacco è avvenuto nella notte a Bagdad. L'esplosione di un ordigno ha ucciso un soldato americano della prima Divisione blindata. Un portavoce militare ha riferito che il soldato è stato subito trasportato in ospedale, ma è morto poche ore dopo. L'ordigno era stato collocato a terra ed è esploso quando il veicolo del militare c'è passato sopra, poco dopo la mezzanotte.

Nonostante questi nuovi attacchi la determinazione americana di restare in Iraq "rimane intatta" ha detto il capo del Pentagono Donald Rumsfeld. L'unica cosa da fare è "portare in casa dei terroristi la guerra al terrore", ha aggiunto. "Non è possibile spaventarsi e sperare che non colpiscano di nuovo".

L'elicottero, un Chinook che trasportava circa 32-35 persone, è stato colpito da "un'arma non identificata" ha aggiunto il portavoce della coalizione. Squadre di soccorritori sono all'opera nella zona dove è stato abbattuto. Vari elicotteri Usa e di altre forze della coalizione la sorvolano mentre veicoli blindati circondano la carcassa del CH-47.
- Pubblicità -


Il portavoce militare ha riferito che l'attacco è avvenuto alle 9 locali (le sette in Italia) a Amariya, nei pressi di Falluja, una città ribelle situata a 50 chilometri a ovest dalla capitale irachena. L'elicottero viaggiava in coppia con un altro Chinook, con 25 persone a bordo, diretto a Bagdad trasportando militari che dovevano rientrare in patria in licenza.

Il Chinook è caduto in una zona di campagna. Abitanti di Falluja hanno detto che sono stati sparati due missili terra-aria ma che solo uno ha colpito un obiettivo. I militari americani hanno ordinato ai giornalisti di lasciare la zona e hanno confiscato pellicole ai fotografi sul posto.

Nella stessa zona dove è stato abbattuto l'elicottero un convoglio di soldati americani a bordo di veicoli civili ha colpito un ordigno collocato sul terreno e almeno un mezzo si è incendiato. Lo hanno detto abitanti della città sunnita, bastione della resistenza contro le forze della coalizione. La gente si è radunata per festeggiare e gridare slogan anti americani.

Le forze della coalizione si aspettavano nuovi attacchi. A Bagdad gran parte della popolazione è rimasta chiusa in casa in preda alla paura, visto che proprio per questo fine settimana era stata annunciata con un passaparola e dei volantini una "giornata della resistenza" contro l'occupazione. Un annuncio preso molto sul serio. La capitale già da ieri era pressoché paralizzata. Gran parte degli impiegati non si sono recati sui posti di lavoro e moltissimi bambini non sono stati mandati a scuola, in molti casi su consiglio degli stessi direttori di Istituto.

Contemporaneamente oggi a Damasco sono riuniti i sette Paesi vicini all'Iraq per discutere le questioni legate alla sicurezza regionale nel dopoguerra. Ieri sera è stato invitato all'incontro anche il ministro degli Esteri iracheno Hoshyar Zebari, che però ha detto che non parteciperà, definendo carente e tardivo il rinnovato invito alla riunione.



_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 03-11-2003 15:16  
Manca l'autopsia,riesumate Lady Diana

LONDRA- "Non c'è pace per Lady Diana. Il suo corpo potrebbe essere riesumato su inchiesta delle autorità francesi,che accusano i britannici di aver impedito una vera autopsia e di aver frettolosamente riportato in patria le spoglie della principessa ,morta sei anni fa in un incidente stradale a Parigi. L'ha rivelato il domenicale britannico Sunday Express,secondo cui fonti del ministero della Giustizia francese se la prendono con la famiglia reale e il governo di Londra per come è stato gestito il caso. <<La decisione di imbalsamare la principessa e riportarla in Gran Bretagna entro poche ore dalla tragedia è stata presa da Londra. L'ordine è stato trasmesso alle autorità francesi dall'ambasciatore britannico a Parigi,sir Michael Jay. Se quell'ordine non fosse stato impartito,una vera autopsia sarebbe stata condotta qui>>, ha detto uan fonte al giornale. Le autorità francesi ora vogliono che sia riesumato il cadavere:la speranza è che dall'autopsia possano emergere nuove informazioni per scagionare i medici parigini dal sospetto di non aver fatto abbastanza per salvare la vita alla principessa. In particolare ,i francesi sono infastiditi dalle illazioni sull'ora e dieci minuti che l'ambulanza ha impiegato per traspostare Diana dal ponte dell'Alma all'ospedale,distante meno di 5 kilometri. L'imbalsamazione,dalla vita in su, è stata compiuta nella sala mortuaria di Parigi dalla patologa Dominique Lecomte,che ha proceduto malgrado la legge francese vieti la procedura prima dell'autopsia:la formalina usata inibisce i test tossicologici successivi. L'imalsamazione ,sia pure non completa,ha distrutto anche la possibilità di chiarire la presunta gravidanza di Diana che, secondo Mohammed Al Fayhed,sarebbe stata in attesa di un figlio di Dodi,l'amante morto con lei nell'incidente. Ma i misteri e le polemiche sulla tragica notte del 31 agosto 1997 non si fermano qui. Il fotografo Patrick Chauvel ha raccontato a una troupe di Channel Five che la stradale francese trovò delle droghe sul sedile posteriore della Mercedes. Non si sa a chi appartenessero gli stupefacenti, però l'ex maggiordomo di Diana,Paul Burrel,ha raccontato che la principessa sospettava che Dodi avesse il vizio della cocaina."

Il Resto del Carlino,3 novembre 2003.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 05-11-2003 16:42  
I figli del baby gay boom

Il Resto del Carlino,5 novembre 2003.

dall'inviato Giampaolo Pioli

NEW YORK-Vanno a passeggio in carrozzelle spinti da due papà. Due mamme li accompagnano entusiaste a scuola.Sono bambini ,bellissimi e comuni adottati da coppie gay.

Sono i protagonisti del <<baby gay boom>>,la nuova rivoluzione delle famiglie americane che,anche senza il vincolo matrimoniale,di fatto consente a omosessuali e lesbiche di diventare genitori a tutti gli effetti. Anche ottimi genitori.

E' davvero la fine di un tabù.Meglio ancora l'inizio di una trasformazione sociale che anche le chiese cristiane e le sinagoghe non intendono sfidare.E' addirittura anche una rivoluzione nei rapporti tra coppie dello stesso sesso.I bambini sono felici,entrano in famiglie quasi sempre di ceto medio alto.Hanno genitori colti e benestanti che possono affrontare i costi legali di un'adozione o di una gravidanza in affitto. In diversi casi però quando si tratta di coppie lesbiche il parto è quello naturale di una delle due donne,o di tutte e due che spesso sfruttano lo sperma proveniente da discrete banche del seme situate in California.

Manhattan ancora una volta,dopo la tragedia dell'11 settembre,torna la città di tendenza che fa da guida al resto dell'America.
A Chelsea o al Village ma anche a Tribeca e Soho ci sono già centinaia di figli di genitori gay. Sta fiorendo un'intera letteratura. <<Gay Dads>> ,padri gay,scritto da David Strah sulla sua esperienza di uomo in casa che insiemne al compagno Barry Miguel cresce i due figli Zev,5 anni, adottato in Vietnam,e Summer,2 anni,arrivata da Las Vegas,è diventato una sorta di manuale sacro e consultatissimo. <<Daddy & papa>> il film di Johnny Symons sulle stesso soggetto non è entrato nelle grandi sale americane ma ha dominato i festival ed è stato rilanciato a luglio dalla rete PBS.

Il <<New York Magazine>> ha dedicato la sua copertina a questo fenomeno che sta creando un vero e positivo terremoto nella più grande comunità gay del mondo. Non più solo sesso e Aids,lavoro o droga,ma pannolini e biberon,scuole e asili nido tra gli argomenti dei party omosex. Il vento sta cambiando. Non è un caso se solo pochi giorni fa uno dei candidati democratici alla presidenza Dick Gephardt ha diffuso una foto di auguri con tutta la sua famiglia dove per la prima volta compaiono la figlia gay e la sua compagna anche loro vicine all'adozione di un bambino.

Paternità e maternità non sono nè di destra nè di sinistra. Spesso servono a togliere dalla miseria,dal pericolo e dalle istituzioni innocenti creature di pochi mesi o pochi anni. Servono anche a dare stabilità ,equilibri e futuro anche alle stesse coppie gay che si trovano arricchite di responsabilità nuove.Louisa Traxler,una bimba cinese di 3 anni figlia di un notissimo parrucchiere gay di Madison Avenue è addirittura diventata una star. Dalla fame patita nel villaggio fino a due anni fa, è passata a vedere la sua faccia furbissima con degli enormi occhi neri pubblicata in dimensioni enormi sui cartelloni di "Gap Kids" sparsi per tutto il mondo. Per Tony Taxler,padre premurosissimo,il momento più bello dell'adozione,dopo un lungo periodo pieno di pregiudizi ,non è stato quando Louise ha avuto una pagina intera su "Vogue",ma quando è stata accettata alla "Brick chirch School" della novantaduesima strada,considerata una delle più esclusive e selettive scuole di New York,la stessa frequentata dai figli e dai nipoti di John Kennedy.

Politici e amministratori dibattono ancora sulla legittimità o meno dei matrimoni omosessuali,ma loro non aspettano. <<Siamo delle famiglie di fatto>> dice la regista Tanya Wexler che dai tempi dell'università di Yale vive con la sua compagna di corso a scienze politiche Amy Zimmerman:<< Abbiamo fatto un bambino ciascuna e adottato un terzo. La nostra vita è diventata molto intensa e straordinaria. Non abbiamno alcuna difficoltà a spiegare a Ella ,Ruby e Jerry che loro hanno due mamme e nessun papà. Tra bambini l'accettazione è straordinaria. Non credo subiranno alcun trauma quando saranno grandi e non c'è alcuna ragione per pensare che anche loro diventeranno o si scopriranno gay>>.

Nel pieno della crisi di valori della società americana,dopo la debole fiammmata del patrottismo anti-terrore,lo scandalo dei preti pedofili che ha rischiato si spaccare la chiesa cattolica e l'ordinazione di un vescovo gay che potrebbe portare a uno scisma della chiesa anglicana,i passeggini delle coppie omosex che scivolano sui marciapiedi dell'ottava Avenue o di Christopher Street nella parte West del Village ,stanno diventando il simbolo tenero e gentile di un cambiamento epocale. Il <<gay baby boom>> rimane al momento un fenomeno americano,ma è già pronto per l'esportazione.



  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 07-11-2003 10:40  
La trasmissione dell'esperimento, fallito, doveva essere
captata soltanto da un satellite delle Forze armate
Israele, la gaffe del missile
In tv il lancio super segreto



GERUSALEMME - Il lancio di prova di un missile israeliano destinato a rimanere segreto, non fosse altro perché di un test si trattava e, per giunta, di un test mal riuscito, è finito per errore su un satellite commerciale e, da qui, sui teleschermi dell'intero Medio Oriente, amici e nemici. Adesso, le Industrie Aeronautiche Israeliane (Iai), il cuore pulsante della tecnologia bellica, s'interrogano su come sia potuto accadere e quanto importanti siano i danni arrecati da quello che è stato definito "un fiasco imbarazzante".


continua qui...

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 11-11-2003 11:03  

2003-11-10 - 16:32:00
Nucleare: potrebbero cominciare altri negoziati Russia-Iran
(ANSA)-MOSCA, 10 NOV - Russia e Iran potrebbero cominciare negoziati sulla realizzazione di un secondo reattore nella centrale di Bushehr, dove si lavora gia' ad un primo reattore. Lo ha detto il segretario del Consiglio supremo di sicurezza nazionale iraniana, Hassan Rowhani, al termine di un un colloquio a Mosca con il ministro degli esteri russo, Igor Ivanov. Rowhani, citato dall'agenzia Interfax, ha precisato che le parti potrebbero avviare la discussione su tale progetto 'nel prossimo futuro'.




  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 12-11-2003 13:20  
Roma, 12:41
12 /11/ 2003

Iraq, Diliberto: Berlusconi li ha mandati a morire

Il segretario del Pdci Oliviero Diliberto addossa al governo la responsabilità della morte dei soldati italiani in Iraq. "Di fronte a questa immane tragedia - si chiede Diliberto - faccio una sola domanda: in nome di chi sono stati mandati a morire? Perché sono morti? Tantissima è la solidarietà per loro e le loro famiglie e tantissima è la collera contro questo governo che li ha mandati a farsi ammazzare perché è un governo che non ha più una politca estera se non quella di saltare sull'attenti quando Bush da un ordine, è una vergogna".

Diliberto non vuol sentir parlare di spirito unitario con la maggioranza e chiede "di riportare al più presto i nostri ragazzi a casa sani e salvi". "Se ci avessero dato ascolto le nostre truppe non le avrebbero mandate a morire - prosegue Diliberto - In Iraq non c'era l'anarchia e neanche le armi di distruzione di massa, è stata scatenata una guerra ed oggi l'Iraq è un Paese occupato da potenze straniere: restituiamo all'Iraq la propria sovranità nazionale". (Red)

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 13-11-2003 21:14  



Con una scelta a sorpresa il Consiglio dei ministri ha dato
il via libera alla costruzione del deposito delle scorie radioattive

Sorgerà in Basilicata
il "cimitero del nucleare"


Sarà realizzato a Scanzano Ionico non lontano dal mare



continua qui...

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 15-11-2003 20:47  

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 15-11-2003 20:47  

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 Pagina successiva )
  
0.026338 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: