FilmUP.com > Forum > Attualità - giudice deficiente..., Adel smith e il crocifisso
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > giudice deficiente..., Adel smith e il crocifisso   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 Pagina successiva )
Autore giudice deficiente..., Adel smith e il crocifisso
caiomario
ex "Shady87"

Reg.: 04 Lug 2003
Messaggi: 2527
Da: Verona (VR)
Inviato: 22-11-2003 13:27  
quote:
In data 2003-11-22 13:03, Quilty scrive:
O tutti o nessuno.



spero che sia una battuta...

  Visualizza il profilo di caiomario  Invia un messaggio privato a caiomario  Vai al sito web di caiomario     Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 22-11-2003 13:53  
O tutti o nessuno .L'Italia è uno stato laico non una teocrazia.
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Matthew

Reg.: 07 Set 2003
Messaggi: 1164
Da: Reggio Emilia (RE)
Inviato: 22-11-2003 17:54  
Caiomario purtroppo non è una battuta...dice sul serio....è che deve criticare..se gli dici che la cacca puzza lui ti dirà che profuma..
_________________

  Visualizza il profilo di Matthew  Invia un messaggio privato a Matthew    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 22-11-2003 19:38  
quote:
In data 2003-10-30 13:14, Quilty scrive:

Innanzitutto gmgregori la mia non è una crociera in difesa di nessuno se non del buon senso comune e del quieto vivere civile tra cittadini onesti.

Non ho preso le difese di Adel Smith che trovo un personaggio volgare,creato dai media per istigare all'odio nei confronti degli stranieri ed in particolare dei musulmani.
Non ho preso nemmeno le difese del giudice,in quanto non spetta a lui legiferare ma applicare le leggi.

Ho parlato della legge che impone un crocifisso nelle scuole giudicandola anacronistica poichè l'Italia è uno stato laico e non una teocrazia. Non ho preso nemmeno le difese della legge in questione.

Quindi per la crociera in difesa delle balene puoi cominciare già a partire fin da adesso, e chissà che magari non ti diano la tessera di greenpeace e ti insegnino qualcosina su come funziona il mondo che non sia il classico stereotipo a cui ti aggrappi disperatamente per etichettare dei comportamenti che sono completamente fuori dalla tua capacità intellettiva.

Veniamo ora al comportamento dei mass media.
Se vogliamo vivere in un mondo incantato,fatto di fiabe siamo liberi di continuare a farlo. Siamo liberi di continuare a ingannarci e non cogliere i segni per un nesso.

La televisione rappresenta la volgarità.

E' uscito l'altro giorno un articolo che sottolineava che il vocabolario televisivo si riduce a circa 500 parole, che sono all'ordine del giorno strafalcioni,errori grammaticali e di sintassi che passano del tutto inosservati perchè ormai entrati nel classico linguaggio del piccolo schermo
e pertanto accettati dal videodipendente come succede per ogni consuetudine.

Non esistono, in televisione,programmi che si possano definire di cultura,dove una persona possa apprendere qualche cosa che non sia uno stereotipo. Il linguaggio televisivo è un linguaggio veloce,sintetico,tratta argomenti a volte complessi in maniera semplicistica,generalista;pertanto le nozioni che una persona può apprendere sono nozioni che si basano sul pressapochismo.
Di sicuro chi si vuole informare su un fatto(storico oppure di cultura generale)in maniera seria e approfondita non troverà sicuramente in nessun programma televisivo alcunchè di tutto questo.

Siamo quindi di fronte all'imbarbarimento della cultura,del linguaggio quando ci troviamo di fronte a certi programmi che si spacciano come "programmi di scienza" o ancora peggio dibattiti su argomenti di attualità.

Siamo davanti alla spazzatura.
Siamo davanti ad una televisione generalista adatta a trattare argomenti superficiali.
Basti come esempio il classico telegiornale,uno qualsiasi. Esso pretenderebbe di informare il cittadino sui fatti che accadono in tutto il mondo in un lasso di tempo di 25 minuti.
Questi 25 minuti di TG vengono dedicati alle notizi più svariate,tra le quali: le previsioni del tempo,le notizie sulla borsa(vengono riferiti solo alcuni indici che di certo non stanno a significare nulla per chi gioca quotidianamente in piazza affari,e non risultano utili quindi a chi vorrebbero rivolgersi,dato che il cittadino che non ha azioni tralascierà queste notizie generali reputandole di nessun interesse),lo sport ed in particolare in calcio, le notizie dal mondo dello spettacolo,qualche fatto di cronaca generale ed inutile come le code in autostrada o quelle dal medico per il vaccino autunnale. Restano all'incirca 15 minuti.

In 15 minuti una persona dovrebbe farsi un'idea della situazione mondiale. Considerando che ogni servizio dura all'incirca 3 minuti, in 3 minuti un elettore dovrebbe formare la sua opinione in base ai fatti presentati.

Siamo quindi di fronte alla spazzatura, al puro pettegolezzo,alla più totale superficialità e banalità.

Sempre meno persone leggono i quotidiani,dove si possono trovare notizie argomentate in maniera molto più completa e complessa,dove il cittadino ha il tempo di fermarsi a riflettere,prendere in mano un articolo, fermarsi di nuovo,rileggerlo più volte per poter capire e metabolizzare i contenuti.

La televisione costringe una persona a subire le notizie piuttosto che a elaborarle e a formare una coscienza critica.
I pochi fatti presentati vengono imposti velocemente e in un linguaggio il più elementare e semplice possibile, in modo che sia accessibile a tutti.

Siamo di fronte ad un fenomeno aberrante: una persona che non leggesse mai un giornale ma si affidasse esclusivamente ai telegiornali per formulare le sue opinioni sarebbe una persona alienata,con una visione della realtà totalmente distorta e semplificata ad un livello tale da rendene innocuo qualsiasi pensiero eversivo.Azzerare ogni capacità critica in modo che qualsiasi pensiero "deviato" e quindi potenzialmente pericoloso non si fossa formare. Stroncato sul nascere,prosciugato alla fonte.

Tutti questi fenomeni riportati sopra e non smentibili da nessuno che abbia cervello non sono certo fenomeni che avvengono per caso.

L'elettore deve starsene tranquillo e non creare domande troppo scomode. Non gli si deve dare la possibilità di ragionare autonomamente,potrebbe diventare un pericolo;specie nel momento in cui decidesse di aggregarsi ad altre persone e pretendere di voler entare nel merito delle questioni e di partecipare attivamente alla vita pubblica e alla politica del paese.
Potrebbe mettersi in testa la pazza idea di cambiare lo status quo,e questo non è bene.
la televisione funziona principalmente per mantenere sotto sedativo l'elettore e provvedere a distrarlo, sviarlo, lobotomizzarlo.
Una Tv di Stato non ha come obiettivo l'audience,quindi non ha alibi alcuno.
Una Tv commerciale per sopravvivere potrebbe essere costretta a sparare la notizia più clamorosa,il pettegolezzo più curioso. Aumentando gli ascolti aumenta le entrate e si garantisce la sopravvivenza.
Una Tv di Stato no.
perchè allora si comportano entrambe allo stesso modo,tant'è che è quasi impossibile fare un elenco dei programmi non simili tra di loro?
Se veramente il motivo di certe notizie dipende dagli ascolti,avremmo un gap sostanziale tra due aziende che hanno interessi diversi e obiettivi diversi.
Questo non avviene e ciò comferma quanto sopra riportato.

Un metodo di controllo della gente, e da sempre uno dei più efficaci è quello di stimolare le reazioni del pubblico innescandogli sentimenti forti come la rabbia,lo sdegno,oppure l'odio.
Davanti a queste emozioni la razionalità fatica a mantenere il sopravvento per lasciare spazio agli istinti umani. E' proprio su queste basi che si punta a modificare il pensiero comune,perchè sono le più accessibili vie per creare consenso.

Pertanto, in periodi come questo dove si proclamano intenzioni sovversive come quelle di voler concedere il voto agli extracomunitari,ecco che bisogna tamponare la ferita.
C'è un cambiamento in atto,quindi un pericolo,poichè le cose non dovrebbero mai procedere in meglio.
E arriva un giudice a pontificare sul crocifisso nelle scuole,supportato da un italiano che si spaccia per portavoce della cominità musulmana(tant'è che egli stesso tende a sottolinearlo ).
La volgarità quindi dilaga sullo schermo. Vengono concessi i più ampi spazi su tutte le testate di "informazione",su tutti i programmi "di approfondimento culturale",in tutti i salotti tv possibili e disponibili.
Adel Smith parla e parla e parla,compromettendo la credibilità dei veri musulmani e suscitando, con autentiche provocazioni al limite del grottesco,sentimenti di fastidio,di repulsione,di rabbia verso questo concetti espressi da un "musulmano" contro il simbolo della "religione di Stato".

Non importa nemmeno se si dia spazio anche alla replica delle comunità musulmane che non si riopnoscono in Adel Smith(replica che non avrà mai la portata ,in termini di spazio e di concetti,alle argomentazioni del provocatore). Il vaso è già traboccato e di sicuro la campagna da crociata innescata da Smith e amplificata dai media fa presa su chi vive e si ciba da sempre di televisione e possiede una capacità critica ridotta.
L'italiano medio non è composto da studenti universitari che hanno la facoltà di capire le esagerazioni , se Smith sia solo una macchietta o il portavoce di una comunità religiosa. Solo una parte dell'elettorato possiede gli anticorpi per il virus immesso prepotentemente,basti pensare che affrontare questi discorsi sul potere delle tv
con una comune casalinga o una persona di una certa età
sarebbe come parlare delle caratteristiche fisiche di marziani.

Ecco quindi che Smith godrà del più ampio risalto a livello nazionale, nessun palcoscenico gli verrà negato e potrà liberamente procedere a sputare sul crocifisso provocando una reazione.
Stimolo-reazione.

Chi possiede capacità critica valuta obittivamente,chi no rimane incastrato nella "lotta tra religioni" istigata dai media.

In un luogo volgare si da spazio ad argomenti volgari usando un linguaggio volgare di facile e immediata presa sui più labili.
Il fenomeno mediatico è creato e serve da tampone contro ogni possibile cambiamento,andando a stimolare attraverso aromenti provocatori la sensibilità dell'elettore su determinate questioni di notevole importanza.
Ogni qual volta che questo "musulmano" riaprirà la bocca godrà del più ampio bacino di utenza,contando sul supporto infallibile della televisione ,andando a confermare in qualche mente quei concetti che sono stati così intelligentemente programmati,inculcati tanto da diventare alla fine parte del pensiero di quella mente,la video parola che si è fatta carne.






Scusate se ho dovuto riportare tutto quello che ha scritto, ma per me ha senso...finalmente sono d'accordo con Quilty (ma non pensare, mi stai comunque simpatico come un ombrello nel culo pronto ad aprirsi). Gente è così, lo penso anc'io se non di più. Rammentate, è tutto così, purtroppo, proprio come è stato scritto qui...poche palle!

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 22-11-2003 19:44  
quote:
In data 2003-11-22 11:38, Matthew scrive:
Ok..allora appendiamo 10 simboli religiosi diversi alle pareti...mettiamoci anche la dea Kalì..



Se servisse a promuovere maggior tolleranza perchè no. I simboli non disturbano se la fede è sincera, quello che disturba sono le persone che impugnano i suddetti simboli per scagliarsi contro gli altri e montare campagne razziste.
Visto che fai lo spiritoso, ma tu lo sai chi è e cosa rappresenta la dea Kali per gli induisti? No, perchè in questa, che vuole essere certamente una battuta, sento proprio l'eco dell'atteggiamento chiuso e miope di quello stesso adel smith contro cui ti sei scagliato con ferocia.
_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 22-11-2003 19:54  
Bravo marcomond e chissà magari quell'ombrello nel culo un giorno o l'altro potrebbe piacerti...
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 22-11-2003 23:54  
quote:
In data 2003-11-22 19:54, Quilty scrive:
Bravo marcomond e chissà magari quell'ombrello nel culo un giorno o l'altro potrebbe piacerti...




Come nell'altro post "sulla moglie che nemmeno se lo inculava"...ma tu ce l'hai proprio su con il deretano, eh? Non mi convince questa tuo fare morbosetto...basta una battuta ed ecco qui...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
caiomario
ex "Shady87"

Reg.: 04 Lug 2003
Messaggi: 2527
Da: Verona (VR)
Inviato: 23-11-2003 14:52  
quote:
In data 2003-11-22 17:54, Matthew scrive:
Caiomario purtroppo non è una battuta...dice sul serio....è che deve criticare..se gli dici che la cacca puzza lui ti dirà che profuma..




  Visualizza il profilo di caiomario  Invia un messaggio privato a caiomario  Vai al sito web di caiomario     Rispondi riportando il messaggio originario
pibedeoro

Reg.: 26 Giu 2003
Messaggi: 1866
Da: Carrara (MS)
Inviato: 24-11-2003 16:40  
quote:
In data 2003-11-22 11:14, Quilty scrive:
In una democrazia,proprio perchè tale,le minoranze sono tutelate. il Italia godono addirittura di statuti speciali -si pensi alle regioni come la Valle d'Aosta o il Trentino alto adige.

Tutte le minoranze vanno tutelate e trattate con pari diritti. L'Italia è uno stato laico ,essere laico significa essere neutrale davanti a questioni come la religione;significa ammettere ogni credo religioso e trattare indifferentemente una religione o un'altra.
Pertanto negli edifici pubblici dovrebbe essere rappresentato il modello laico dello Stato,che si pone al di sopra di qualsiasi parte. Questa è la democrazia.



Bisogna tutelare le minoranze giustissimo, e le maggioranze? quelle no? se la maggioranza vuole una cosa "Democrazia=potere al popolo" la maggioranza è giusto che la ottenga...
Ripeto è un crocifisso appeso non un emblema tipo svastica o cose del genere.
Non credo che ad un religioso dia fastidio o meno togliere un crocifissoda un'aula, credo altresì che ad un Laico o un Ateo o chiamalocome ti pare non dia fastidio vedere un Cristo appeso...
Tuteliamo tutti o nessuno? io da domattina allora vorrò la Bandiera di Che guevarain Ufficio o quella di Mao, e visto che si siamo anche un Buddha...
Tuteliamo la mia minoranza? cioè quello che ognuno vuole lo ottiene? Quilty è questo il tuo discorso?
_________________
Non può piovere per sempre

  Visualizza il profilo di pibedeoro  Invia un messaggio privato a pibedeoro  Email pibedeoro    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 24-11-2003 16:59  
No,il mio discorso è questo:

L'Italia è uno stato laico ,essere laico significa essere neutrale davanti a questioni come la religione;significa ammettere ogni credo religioso e trattare indifferentemente una religione o un'altra.

Pertanto negli edifici pubblici dovrebbe essere rappresentato il modello laico dello Stato,che si pone al di sopra di qualsiasi parte. Questa è la democrazia.


_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
pibedeoro

Reg.: 26 Giu 2003
Messaggi: 1866
Da: Carrara (MS)
Inviato: 25-11-2003 09:44  
quote:
In data 2003-11-24 16:59, Quilty scrive:
No,il mio discorso è questo:

L'Italia è uno stato laico ,essere laico significa essere neutrale davanti a questioni come la religione;significa ammettere ogni credo religioso e trattare indifferentemente una religione o un'altra.

Pertanto negli edifici pubblici dovrebbe essere rappresentato il modello laico dello Stato,che si pone al di sopra di qualsiasi parte. Questa è la democrazia.



Sai cosa sono gli usi e le consuetudini in diritto?
In termini spiccioli così è più facile da apprendere "Solo le regole che pur non essendo legge si seguono per abitudine da anni e che vengono rispettate"...
Il crocifisso in classe non da fastidio a nessuno, molti lo vogliono, nessuno ti costringe a fare religione se uno non la vuole fare ha un'ora libera, questo è uno stato laico...
_________________
Non può piovere per sempre

  Visualizza il profilo di pibedeoro  Invia un messaggio privato a pibedeoro  Email pibedeoro    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 25-11-2003 10:47  
Veramente questa del crocifisso nelle aule non è una consuetudine ma una legge degli anni 20(se non erro).
Io l'abrogherei poichè credo che uno stato laico debba essere neutrale.
Altrimenti appendiamoci pure la bandiera della Juve in ogni classe perchè la maggioranza è juventina,come diceva gongolante.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
caiomario
ex "Shady87"

Reg.: 04 Lug 2003
Messaggi: 2527
Da: Verona (VR)
Inviato: 25-11-2003 19:52  
quote:
In data 2003-11-25 10:47, Quilty scrive:
Veramente questa del crocifisso nelle aule non è una consuetudine ma una legge degli anni 20(se non erro).
Io l'abrogherei poichè credo che uno stato laico debba essere neutrale.
Altrimenti appendiamoci pure la bandiera della Juve in ogni classe perchè la maggioranza è juventina,come diceva gongolante.


a me va bene.....

il discorso non è questo ogni stato a una religione di stato è l'Italia ha il cristianesimo...non è per niente laico...perchè alla morte di una persona si fanno i funerali? perchè allora non mandiamo i morti dei non credenti alla casa del sindaco o in parlamento? sono laici.....perchè i non credenti fanno le vacanze di natale? l'8 dicembre, S.Lucia, La Befana, Babbo Natale????'?'se l'italia non è uno stato di stampo cristiano io sono comunista.....
_________________
E un'altra volta son costretto ad aspettare che mi passi il sole
e' ormai svanito come nelle eclissi perche' gli incubi sono gli stessi
mi dico un altro, un altro giorno ancora questa situazione dura ormai da troppo e non migliora affatto
aspe

  Visualizza il profilo di caiomario  Invia un messaggio privato a caiomario  Vai al sito web di caiomario     Rispondi riportando il messaggio originario
pibedeoro

Reg.: 26 Giu 2003
Messaggi: 1866
Da: Carrara (MS)
Inviato: 26-11-2003 09:39  
quote:
In data 2003-11-25 10:47, Quilty scrive:
Veramente questa del crocifisso nelle aule non è una consuetudine ma una legge degli anni 20(se non erro).
Io l'abrogherei poichè credo che uno stato laico debba essere neutrale.
Altrimenti appendiamoci pure la bandiera della Juve in ogni classe perchè la maggioranza è juventina,come diceva gongolante.



Non avevo dubbi che la tua fede fra Cristo e la Juventus fosse la stessa cosa, allora la minoranza che vuole l'effige di Bin Laden la deve ottenere? Facciamo così i ragionamenti?
Non sapevo esistesse una legge dove si dice che bisogna appendere il crocifisso in classe, la costituzione è stata fatta nel 48 quindi in teoria le leggi antecedenti (ovvero quelle sotto la monarchia) non dovrebbero avere valore, quindi si ritorna al discorso delle consuetudini...
Sennò non si spiegherebbero perchè certe scuole hanno il crocifisso e altre no...
_________________
Non può piovere per sempre

  Visualizza il profilo di pibedeoro  Invia un messaggio privato a pibedeoro  Email pibedeoro    Rispondi riportando il messaggio originario
Midknight

Reg.: 18 Ott 2003
Messaggi: 3555
Da: Perugia (PG)
Inviato: 26-11-2003 22:11  
Il fatto che il crecefisso non da fastidio a nessuno non è del tutto vero.In fatti ha dato fastidio ad Adel Smith.

  Visualizza il profilo di Midknight  Invia un messaggio privato a Midknight  Email Midknight     Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 Pagina successiva )
  
0.211894 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: