FilmUP.com > Forum > Attualità - L'errore della sinistra italiana
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > L'errore della sinistra italiana   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Pagina successiva )
Autore L'errore della sinistra italiana
Ponchia

Reg.: 06 Feb 2004
Messaggi: 16
Da: Milano (MI)
Inviato: 06-02-2004 12:20  
quote:
In data 2004-02-06 12:10, xander77 scrive:
Ribadisco due punti:
- Mettere sullo stesso piano comunismo e fascismo è un'operazione di assoluta superficialità che denota scarsissima conoscenza della storia e un appiattimento su posizioni qualunauiste allarmante

-Identificare la sinistra come solo anti-berlusconiana è altrettanto superficiale, e sembra la unica sola scusa che oggi sembrano avere coloro che a suo tempo hanno dato il voto a Berlusconi per poi vergognarsene e pentirsi amaramente (e invece che prendersela con la sinistra potevata contare fino a dieci in cabina elettorale)

scusa ma dimmi qual'è la differenza....
_________________
"NON BASTANO TUTTI I CAMMELLI DEL DESERTO PER COMPRARSI UN AMICO"

  Visualizza il profilo di Ponchia  Invia un messaggio privato a Ponchia    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 06-02-2004 12:37  
quote:
In data 2004-02-06 12:10, xander77 scrive:
Ribadisco due punti:
- Mettere sullo stesso piano comunismo e fascismo è un'operazione di assoluta superficialità che denota scarsissima conoscenza della storia e un appiattimento su posizioni qualunauiste allarmante

-Identificare la sinistra come solo anti-berlusconiana è altrettanto superficiale, e sembra la unica sola scusa che oggi sembrano avere coloro che a suo tempo hanno dato il voto a Berlusconi per poi vergognarsene e pentirsi amaramente (e invece che prendersela con la sinistra potevata contare fino a dieci in cabina elettorale)




lo credo che la sinistra perde le elezioni ...............come si fa a discutere su tali questioni che non fregano un cazzo a nessuno.
Ci sono problemi concreti, vita quotdiana altro che comunismo e fascismo

_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 06-02-2004 12:53  
Purtroppo gli errori della sinistra sono gli stessi della destra, e cioè la mnacanza di gente ceh possa andar oltre i compromessi ed effettivamente cercare il bene del Paese.

Le polemiche e i dibattiti su destra e sinistra sono incentrati su due correnti:

-Cosa dicono?

-Cosa fanno o hanno fatto,

ecco, sia nel presente che nel passato riusciamo a trovare senza difficoiltà errori madornali in ambedue gli schieramenti, e ciò non perchè siamo superficiali noi, ma perchè sono subdoli loro.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 06-02-2004 13:06  
Così come la Sinistra punta ancor molto della sua battaglia unicamente sul concetto anti-Berlusconi, così dall'altra parte:



Un moto d’invidia ha scosso il Cavaliere....

di VIRMAN CUSENZA

UN MOTO d’invidia ha scosso il Cavaliere quando, ieri mattina nei saloni del congresso del Ppe a Bruxelles, s’è visto scorrere davanti le immagini dello spot elaborato dagli strateghi del partito. L’abbattimento di una statua di Lenin era solo uno dei tanti flash ”anticomunisti” che scandivano il filmato. Insomma, uno dei cavalli di battaglia se non il principale di Silvio Berlusconi ha fatto breccia nella famiglia dei popolari europei. Tanto che, nei momenti clou, un vago tono d’azzurro circondava il conclave dominato dallo show dai toni assai poco bruxellesi del nostro premier.
Forse è troppo presto per parlare di un Ppe berlusconizzato. Soprattutto per chi ha ancora fresche negli occhi e nelle orecchie le battaglie di nemmeno sette anni fa, quando l’ingresso di Forza Italia nel ceppo degli ex dc continentali era ostacolato da più d’uno. Fu Helmut Kohl lo sdoganatore del Cavaliere, all’insegna di un progetto che mirava a formare un grande blocco granitico nella Ue per contrastare la sinistra egemonizzata dai rivali del Pse. Wilfried Martens, che oggi del Ppe è presidente nonché sostenitore degli azzurri, osteggiava il disegno. Sappiamo come è finita.
Oggi Forza Italia rappresenta una bella fetta dei gruppi del Ppe nell’Europarlamento e ne è uno degli azionisti di riferimento accanto ai gollisti francesi, alla Cdu tedesca e altri moderati. Ma non c’è dubbio che in questi sette anni una mini-rivoluzione è avvenuta. E il Ppe si è avviato a divenire a detta dei suoi stessi timonieri sempre più un partito ”neoconservatore”. Ovvero qualcosa di simile a quello che in Italia è il centrodestra, depurato dalla Lega. Si comprende così come la nuova crociata anticomunista sia ai primi posti della scaletta che gli europopolari preparano per la loro campagna elettorale. E diventa più chiaro perché l’intervento di Berlusconi che alla fine ha scandito «Forza Europa» ieri abbia suscitato gli applausi divertiti di quella platea (che pure ha ancora della Ue una visione più purista e che magari non crede all’ Internazionale anti-giudici ).
Se negli anni 70 Leonardo Sciascia poteva dire, a proposito della caotica sicilianizzazione dell’Italia, che «la linea delle palme sale a Nord», oggi forse non è un azzardo dire che “l’onda azzurra” tracima fino a Bruxelles. E che nel cuore della Ue ci si prepara ad una contrapposizione più netta tra schieramenti, un bipolarismo muscolare di cui ben conosciamo in Italia gli effetti. E’ lì che si prepara la nuova avanguardia per conquistare la guida della Commissione. Tanto che Berlusconi ammette di invidiare senza mezzi termini l’uso degli spot elettorali da parte del Ppe, visto che in Italia non glieli permette la par condicio.
Prepariamoci, dunque, ad una campagna per le europee a base di vecchie cortine di ferro e rialzamento di muri. Perché, a giudizio del premier, la «forma più pericolosa di comunismo è quella di essere comunisti senza comunismo». Cioè preda di fantasmi. Sarà anche per questo che le altre famiglie politiche della Ue non stanno a guardare la scena. Grandi preparativi fervono nella casa del centrosinistra. Romano Prodi si accinge a traghettare i futuri eletti nel listone e nei listini dell’Ulivo in un nuovo gruppo che sia distinto ma non distante da quello dell’antico Pse. Un modo, forse, per spuntare l’arma anticomunista. Di sicuro, una risposta al lifting bipolare che attraversa gli avversari del Ppe. Dalle nostre parti, ne sanno qualcosa anche Casini e Follini alle prese con una incrudelita verifica di governo. La loro battaglia per mantenere vive le radici democristiane degli europopolari, dopotutto, è solo un riflesso dell’arduo duello che combattono in patria con l’obiettivo di ”moderare” il Cavaliere.

_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Julian

Reg.: 27 Gen 2003
Messaggi: 6177
Da: Erbusco (BS)
Inviato: 10-02-2004 20:37  
quote:
In data 2004-02-06 12:20, Ponchia scrive:
quote:
In data 2004-02-06 12:10, xander77 scrive:
Ribadisco due punti:
- Mettere sullo stesso piano comunismo e fascismo è un'operazione di assoluta superficialità che denota scarsissima conoscenza della storia e un appiattimento su posizioni qualunauiste allarmante

-Identificare la sinistra come solo anti-berlusconiana è altrettanto superficiale, e sembra la unica sola scusa che oggi sembrano avere coloro che a suo tempo hanno dato il voto a Berlusconi per poi vergognarsene e pentirsi amaramente (e invece che prendersela con la sinistra potevata contare fino a dieci in cabina elettorale)

scusa ma dimmi qual'è la differenza....



E' un grave errore mettere sullo stesso piano fascismo e comunismo..ma è ancora più
grave credere che quel sistema capitalistico
ma statalista che c'era in unione sovietica
e che c'è tuttora in Cina sia comunismo..
è un errore frutto non solo della propaganda
democristiana dei decenni passati,ma anche
e soprattutto della nostra sinistra..schieratasi al favore dello stalinismo e del maoismo trascurando SEMPRE
E COMUNQUE gli interessi della classe operaia,dei lavoratori,dei soggetti più
deboli dal punto di vista sociale.Ti assicuro che Berlusconi non l'ho votato
perchè è un mafioso come e forse più degli
altri.Accuso la sinistra di non saper far
altro che criticarlo..ma con ciò non voglio
dire che la destra sia migliore..è un accozzaglia di fascisti-razzisti-ignoranti
arroganti che usa a proprio vantaggio la
nostra credulità,la nostra piccolezza,
il fatto che abbiamo raggiunto un certo
livello di benessere e che la difesa del
nostro orticello è l'unico elemento che
determina il nostro pensiero politico(non
di tutti,ovviamente).La destra usa la tv
spazzatura per "distrarre il popolo"
finchè le conviene..parla delle tragiedie
quando le conviene..fa schifo da ogni punto
di vista

  Visualizza il profilo di Julian  Invia un messaggio privato a Julian    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 11-02-2004 12:13  
E io infatti non ho mai parlato di Unione Sovietica o di Cina

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 11-02-2004 12:22  
veramente questi discorsi sono assurdi.....
ditemi allora qual'è la vostra idea di comunismo e dove c'è stato il comunismo che dite voi......nel 2004 parlare ancora di comunismo o fascismo è assurdo....per me sono uguali perchè non hano mai dimostratonulla di buono mai!!!!!è anche vero che dall'altra parte non ho mai visto una vera democrazia sia con la destra sia con la sinistra...........In §Italia a mio parere vorrei far provare a governare a Rutelli;diciamo che mi ispira fiducia....
_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 11-02-2004 12:23  
quote:
In data 2004-01-27 19:47, Julian scrive:
E' l'anti-berlusconismo.La nostra inutile
e stupida sinistra non fa altro che attaccare presonalmente il berlusca(cmq uno
dei massimi mafiosi italiani..lui e tutta
la maggioranza)e non pensa a tutelare gli
interessi della classe che dovrebbe rappresentare,cioè i lavoratori!Il problema
dell'Italia è berlusconi,poi chissenefrega
se stanno liberalizzando il mercato del lavoro.La sinistra fa quasi schifo come
la destra



la sinistra italiana è una merda!
E' sbagliato anke il titolo di questo topic, bisognerebbe kiamarlo: "il milionesimo errore della sinistra italiana".
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
Marxetto

Reg.: 21 Ott 2002
Messaggi: 3954
Da: Milano (MI)
Inviato: 11-02-2004 12:59  
Che noia questi sterili battibecchi su Comunismo si-Comunismo-no,mi sembrate(alcuni)tanti piccoli Berlusconi,che per mancanza di idee,ad ogni suo intervento pubblico,finisce per fare dell'inutile propaganda anti-sovietica per imbonire il suo elettorato,assolutamente conscio del fatto che questo famigerato "pericolo rosso" sia ben lontano dai tempi nostri(altrimenti lui non sarebbe stato neanche nella condizione di governarlo,questo paese).Parliamo di temi concreti piuttosto.La sinistra italiana attuale,per quanto molti dei destrorsi non vogliano ammetterlo,e mio malgrado tra l'altro,non ha quasi più nulla a che vedere col mondo comunista,con quella maniera di concepire la politica e i suoi risvolti.I DS sono un partito che scimmiotta(molto male peraltro)i vari organi social-democratici europei, facendo del moderatismo una sua credenziale.Rifondazione e il PDCI,seppure siano indubbiamente più legati a istanze sociali riguardandi le categorie "non protette",sono comunque ben lontani da quell'"intransigenza" tipica dei cosidetti bolscevichi un tempo tanto di moda.Datemi retta,se solo Berlusconi non fosse così preso da se stesso,così innamorato del potere,ne converrebbe senz'altro che un Centro Sinistra di stampo prodiano(rifacciamoci in questo caso al dopo '96)gli sarebbe molto più utile di una coalizione di Centro-destra di questo stampo,con le evidenti contraddizioni che stanno venendo allo scoperto in questi giorni.Si porterebbero avanti i suoi interessi,con molta meno carne al fuoco,evitandogli di gettarsi nella mischia sempre in prima persona,e di essere accusato di gestire le cose solo a proprio vantaggio.Ma per comprendere ciò bisognerebbe uscire dalla logica dell'alternanza alla quale ci stanno pian piano abituando.Oggi non esiste alcun conflitto programmatico tra gli schieramenti,esistono differenti impianti dirigenziali che mirano alla spartizione del "bottino".Ovviamente entrambe le parti preferirebbero farlo direttamente,ed ecco l'unico elemento che va a distinguerli.Ribadisco,alla sinistra(italiana in particolar modo)mancano due premesse fondamentali,oggigiorno:una ferrea auto-critica sulla valanga di errori e revisionismi di sorta che hanno portato al suo semi-totale snaturamento,e l'assunto(essenziale!),che la politica vive di proposte,scontri,nette differenziazioni,e non soltanto di un unico scopo da prefiggersi,ovvero quello di governare un Paese,a qualunque costo.Per il resto poi se ne potrebbe riparlare...

_________________
"Il comunismo non è uno stato di cose che debba essere instaurato,un ideale al quale la realtà dovrà conformarsi.Chiamiamo comunismo il movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"

[ Questo messaggio è stato modificato da: Marxetto il 11-02-2004 alle 13:07 ]

  Visualizza il profilo di Marxetto  Invia un messaggio privato a Marxetto  Vai al sito web di Marxetto     Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 11-02-2004 15:32  
quote:
In data 2004-02-11 12:22, clagle01 scrive:
veramente questi discorsi sono assurdi.....
ditemi allora qual'è la vostra idea di comunismo e dove c'è stato il comunismo che dite voi.....



In Emilia Romagna dal secondo dopoguerra in poi.

_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 11-02-2004 15:51  
quote:
In data 2004-02-11 15:32, xander77 scrive:
quote:
In data 2004-02-11 12:22, clagle01 scrive:
veramente questi discorsi sono assurdi.....
ditemi allora qual'è la vostra idea di comunismo e dove c'è stato il comunismo che dite voi.....


ma io ti dico la verità ho molti amici di Sassuolo e casalecchio,molto "comunisti" e non sono affatto contenti quindi.....non so più cosa dire
In Emilia Romagna dal secondo dopoguerra in poi.




_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 12-02-2004 11:46  
Ah bè se lo dicono i tuoi amici...
Comunque io facevo un esempio di come si possano conciliare istanze di sinistra con la democrazia, la partecipazione e la solidarietà sociale creando un contesto di benessere: che non sia tutto rose e fiori posso essere d'accordo, ma non mi risulta che nè a Casalecchio nè a Sassuolo ci siano partiti unici o gulag.

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 12-02-2004 12:00  
quote:
In data 2004-02-11 12:22, clagle01 scrive:
In §Italia a mio parere vorrei far provare a governare a Rutelli;diciamo che mi ispira fiducia....



Dio ce ne scampi e liberi: se al suo posto ci mettessero una di quelle sagome di cartone a grandezza naturale qualcuno si accorgerebbe della differenza?
_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
Dinox187

Reg.: 22 Gen 2004
Messaggi: 554
Da: CASELLE TORINESE (TO)
Inviato: 12-02-2004 20:27  
Questi discorsi sono inutili oggi non c'è differenza tra destra e sinistra tutti pensano solo ad arrichirsi e basta.Per quanto riguarda il discorso fascismo e comunismo penso che tutte e due abbiano fatto sia cose buone che inutili ; però io continuo a credere che solo il fascismo abbia fatto qualcosa di buono mentre il comunismo ha fatto o niente o ha peggiorato le cose!
_________________
Io non sono ne buono ne cattivo, IO SONO

  Visualizza il profilo di Dinox187  Invia un messaggio privato a Dinox187    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 12-02-2004 20:47  
quote:
In data 2004-02-12 20:27, Dinox187 scrive:
Questi discorsi sono inutili oggi non c'è differenza tra destra e sinistra tutti pensano solo ad arrichirsi e basta.Per quanto riguarda il discorso fascismo e comunismo penso che tutte e due abbiano fatto sia cose buone che inutili ; però io continuo a credere che solo il fascismo abbia fatto qualcosa di buono mentre il comunismo ha fatto o niente o ha peggiorato le cose!



Nostalgia?
_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Pagina successiva )
  
0.228479 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: