FilmUP.com > Forum > RadioFilmUP - (((>>)))
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > RadioFilmUP > (((>>)))   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 Pagina successiva )
Autore (((>>)))
Grabbi
ex "Loserkid"

Reg.: 15 Feb 2002
Messaggi: 7195
Da: legnano (MI)
Inviato: 07-08-2002 14:42  
quote:
In data 2002-08-07 01:56, Satine scrive:

....Satine si intrufola nottetempo nel forum di Placid senza titolo, creando lo scompiglio tra gli avventori ..



lo dici tu che è senza titolo
_________________
"Mi disse urlando che solo io potevo salvare la terra. Cososcevo bene lo sguardo di un uomo disperato.
A casa ho uno specchio."

  Visualizza il profilo di Grabbi  Invia un messaggio privato a Grabbi  Vai al sito web di Grabbi     Rispondi riportando il messaggio originario
Satine

Reg.: 12 Lug 2002
Messaggi: 822
Da: Paris (es)
Inviato: 07-08-2002 17:25  
quote:
In data 2002-08-07 14:42, Crappy scrive:
quote:
In data 2002-08-07 01:56, Satine scrive:

....Satine si intrufola nottetempo nel forum di Placid senza titolo, creando lo scompiglio tra gli avventori ..



lo dici tu che è senza titolo




te l'ho detto che creavo scompiglio...
_________________
"...but love is not a victory march... it's a cold and it's a broken hallelujah..."

*Satine*

  Visualizza il profilo di Satine  Invia un messaggio privato a Satine  Email Satine     Rispondi riportando il messaggio originario
Grabbi
ex "Loserkid"

Reg.: 15 Feb 2002
Messaggi: 7195
Da: legnano (MI)
Inviato: 07-08-2002 18:41  
so de ef si si uon' let mi bi/or let mi bi mi so let mi si.. de tra tu sciucmi dao ro emtivi, bori fil so EInti uidammi!
_________________
"Mi disse urlando che solo io potevo salvare la terra. Cososcevo bene lo sguardo di un uomo disperato.
A casa ho uno specchio."

  Visualizza il profilo di Grabbi  Invia un messaggio privato a Grabbi  Vai al sito web di Grabbi     Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 07-08-2002 21:31  
quote:
In data 2002-08-07 01:56, Satine scrive:

....Satine si intrufola nottetempo nel forum di Placid senza titolo, creando lo scompiglio tra gli avventori ..




..nulla è più piacevole di mostrarti il nostro scompiglio, lo stupore, la meraviglia.. tutto ciò che vuoi.. se serve a trattenerti qui..

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 08-08-2002 22:55  


[ Questo messaggio è stato modificato da: placid il 05-10-2002 alle 17:10 ]

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 09-08-2002 21:27  
In Giappone il 7 Giugno 2002 / nel magnifico stadio di Sapporo / a dirigere c'e' Collina, il miglior arbitro del mondo / in campo le stelle piu' scintillanti del calcio internazionale / in palio la sopravvivenza al "girone della morte" / in una classica del calcio moderno/ INGHILTERRA-ARGENTINA / I due capitani, Veron e Beckham / nello sguardo del capitano argentino una stagione di contestazioni / nello sguardo di quello inglese un'ombra / di quattro anni fa, quando subì anche minacce di morte a causa di un cartellino rosso / che per molti fu la causa dell'eliminazione / quando l'Inghilterra fu cacciata dal mondiale proprio dall'Argentina. / A Sapporo GRIDA David dopo aver segnato quel decisivo rigore / tirato male, non con i piedi, ma con il cuore / in uno stadio chiuso che esplode in un boato / David piange come 4 anni fa / ma questa volta è gloria / le lacrime sono di gioia.

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 11-08-2002 20:53  
2001


Autore: Psy'n'Lo feat. Grumpy

[EVE]
Mi presento a tutti io sono Otello/ sono felice, trovo il mondo molto bello/ vivo nel prato e non so di essere un agnello/ non mi importa, mi sento solo Otello/ e guardo in giro, ogni cosa è nuova/ devo indagare, fare qualche prova/ che meraviglia che è la neve!/ così fresca e anche così lieve/ ci saltello sopra a gambe unite/urlo di gioia spaventando le mie amiche/poi faccio arrabbiare Sam il montone/ grido "pecorone!", urlo "vecchio brontolone!"/mi chiedo nel futuro quante sorprese/ aspetto con stupore, ho poi solo qualche mese/mi chiedo come sarà la calda estate/mi rotolerò nel prato intere giornate/ e se gli insetti mi faranno spavento/ il corpo di nonna farà da paravento/ per rassicurarmi mi leccherà con ardore/ripartirò sicuro come un imperatore/ ho tanta voglia di vedere le farfalle/ mamma dice che sono bianche rosse e gialle/

[Nashe]
un attimo socia.....ma xkè Otello???

[EVE]
ho tirato troppo stasera scusa....

[GRUMPY]
Nashe cazzo vuoi continuare???....

[Nashe]
ok ok....calma


[NASHE]
Un giorno per caso o per forza/venni rincorso da persone senza sosta/correvo spaventato rlando:"mamma"/cercavo un appoggio, volevo una ninna nanna/catturato e spaventato fui messo in un furgone/trasportato, mentre sentivo ridere quelle persone/nel viaggio incontrai i miei simili/eravamo in ambieti sporchi e poco vivibili/tra quei miei simili non ce n'era uno che conoscessi/erano anche loro spaventati, stavano pensando a se stessi/mi voltai verso qualcuno, il + saggio/gli chiesi:"sai mica dove porta sto viaggio??"/mi disse:"certo, so che è di sola andata/verso una cosa atroce, ma giustificata"/così prendo un po' d'aria nei polmoni/sento qualcuno che piangeva:"siate buoni!!" /ero l'unico a non sapere dove si andava/lo chiesi allora al saggio che mi osservava/mi guardò con aria sconsolata /"te ne accorgerai quando finiremo sta strada".....io sono Otello/trovo ancora il mondo molto bello......

[Eve]
ma che cazzo hai fumato???......sta sroria non regge

[Nashe]
come no cazzo, è una storia di tutti i giorni....

[GRUMPY]
ehi posso inziare per favore???

[EVE]-[Nashe]
ok ok.....continua dai...


[GRUMPY]
Nessuno mi chiama Otello/ in questo stanzone puzzolente/ Nessuno ascolta il mio appello/c'è solo tutta questa gente/ che mi trascina in questo fango/ io qui non ci rimango!/ Tu uomo che ti senti fiero/ trascinandomi nel catrame/ Non capisco il tuo pensiero/ sei uno sporco infame/ Non capisco per quale ragione/ mi prendi fra le braccia/ Non capisco la tua passione/ perchè mi sfregi la faccia?/ Nessuno cercherà una traccia/ il tuo crimine è legale/ Nessuno ricorderà il tuo piano/ o si chiederà se mi hai fatto male/ Dove sono tutti i compagni di viaggio?/ Dov'è quel vecchio saggio?/ Oddio, è appeso a quel gancio che mi sembra una croce Uomo, perchè vuoi che la mia morte sia così precoce?/ Ma mi tolgo una soddisfazione/ l'ultimo grido atroce/ Graffiarti sarà il mio giorno da leone/un attimo veloce/ Intanto io muoio in tutto questo squallore/ fra le tue lame/ Non posso più rincorrere un valore/ per saziare la tua fame/ Esegui la tua solita prassi/ ed io concludo i miei passi Ma gettandomi in questa voragine/non avrò senso di vertigine/ Morirò fra mille pene e non troverò il paradiso eterno/ Ma qualunque posto sarà migliore di questo triste inferno./ Il sole là fuori continua a bruciare/ nonostante il mio freddo pianto/ Mentre io qui dentro sto per morire/ senza nessuno accanto.

[ Questo messaggio è stato modificato da: placid il 11-08-2002 alle 21:48 ]

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
denisuccia

Reg.: 14 Apr 2002
Messaggi: 16972
Da: sanremo (IM)
Inviato: 11-08-2002 22:06  
Ricordati di me quando me ne sarò andata,
partita per sempre nella terra del silenzio.

Quando non potrai più tenermi per mano nè io, pur volgendomi per andare, restare.

Ricordati di me quando, giorno dopo giorno, non potrai più parlarmi del futuro che avevi pensato per noi: solo ricordati di me; sai che sarà tardi allora per chiedere consiglio o pregare.

Ma se il mio ricordo dovesse abbandonarti pe run poco e poi di nuovo ti tornassi in mente, non addolorarti, poichè, se il buio e il disfacimento lasciano vestigia dei pensieri che ho avuto, è assai meglio che tu mi dimentichi e sorrida, anzichè ricordare e rattristarti.

Christina Rossetti.
_________________
L'improvviso rossore sulle guance di Thérèse, identificato immediatamente come il segno dell'Amore, quando io avevo sperato in una innocente tubercolosi.

  Visualizza il profilo di denisuccia  Invia un messaggio privato a denisuccia    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 11-08-2002 23:56  
cominciamo ..melodia stile anni 70-80.. tutto voce e pathos.. due testi davvero notevoli..


A mano a mano ti accorgi che il vento
Ti soffia sul viso e ti ruba un sorriso
La vecchia stagione che sta per finire
Ti soffia sul cuore e ti ruba l'amore

A mano a mano si scioglie nel pianto
Quel dolce ricordo sbiadito dal tempo
Di quando vivevi con me in una stanza
Non c'erano soldi ma tanta speranza

E a mano a mano mi perdi e ti perdo
E quello che è stato ci sembra più assurdo
Di quando la notte eri sempre più vera
E non come adesso nei sabato sera....
Ma...dammi la mano e torna vicino
Può nascere un fiore nel nostro giardino
Che neanche l'inverno potrà mai gelare
Può crescere un fiore da questo mio amore per te

E a mano a mano vedrai che nel tempo
Lì sopra il tuo viso lo stesso sorriso
Che il vento crudele ci aveva rubato
Che torna fedele
L'amore è tornato da te....


-----------------------------------------

Quando finisce un amore così com'e' finito il mio
senza una ragione ne' un motivo, senza niente
ti senti un nodo nella gola,
ti senti un buco nello stomaco
ti senti un vuoto nella testa e non capisci niente
e non ti basta più un amico e non ti basta più distrarti
e non ti basta bere da ubriacarti
e non ti basta ormai più niente
e in fondo pensi, ci sarà un motivo
e cerchi a tutti i costi una ragione
eppure non c'e' mai una ragione
perché un amore debba finire
e vorresti cambiare faccia, e vorresti cambiare nome
e vorresti cambiare aria, e vorresti cambiare vita
e vorresti cambiare il mondo
ma sai perfettamente
che non ti servirebbe a niente
perché c'e' lei, perché c'e' lei
perché c'e' lei, perché c'e' lei
perché c'e' lei nelle tue ossa
perché c'e' lei nella tua mente
perché c'e' lei nella tua vita
e non potresti più mandarla via,
nemmeno se cambiassi faccia
nemmeno se cambiassi nome
nemmeno se cambiassi aria
nemmeno se cambiassi vita
nemmeno se cambiasse il mondo
però, se potessi ragionarci sopra
saprei perfettamente che domani sarà diverso
lei non sarà più lei
io non sarò lo stesso uomo
magari l'avrò già dimenticata
magari se potessi ragionarci sopra
e se potessi ragionarci sopra
ma non posso, perché ...
quando finisce un amore ......


----------------------------------------

..adesso uno dei migliori testi di Masini..

Se perso in un tramonto vuoi
sparire con il sole giù
nel mare dove muore lui
se la forchetta torna su senza cibo perché sa
che la tua bocca non ci sta
e la bocca non vuol più trovare verità e bugie
se gli occhi non un velo blu
ma senza stelle né poesie.
Se ti chiudi dentro te e non ti accendi più
al fuoco di un amore
se hai voglia di andar via per non tornare mai
se la malinconia con tutti questi se
li senti dentro te...hai voglia di morire.
Ma il cuore ti si ferma un po'
sui mendicanti di città intirizziti nel metrò
ma i pensionati soli al bar le vite come malattie
nelle trincee della realtà
ma le caserme e le corsie di bimbi troppi calmi
ma i nuovi schiavi sulla via [ormai
nel pianto dell'Ave Maria.
Ma il mondo dietro te che non hai visto mai
le lacrime del mare
ma i fondi di caffè di questa umanità
nei ghetti delle idee di quanto intorno a te
nessuno vuol capire con tutti questi ma
vedrai ti passerà la voglia di morire.
Ma se un giorno incontri lei
che invade gli occhi tuoi
e tu non sai che dire non ci saranno "ma"
l'amore ucciderà la voglia di morire


---------------------

..e adesso un'ultima cosa.. mia..

Gli occhi di chi dice di aver gettato al vento la propria vita
Uno sguardo infelice che lo fa sembrare una pecora smarrita
Mi chiedo se anch'io un giorno sarò così ridotto
Mi chiedo se accetterò di apparire come un disco rotto
fregandomene di una dignità che lui dice persa
e non ho il tempo di dirgli che per lui provo una stima immensa
perchè so quel che ha fatto in 80 anni di vita indipendente
dopo lutti e ricordi che non sono serviti a niente
E non ha negli occhi l'ipocrisia della gente
che gli sta attorno e che gli mente
mentre già nel corridoio mi sento distrutto
quando sento che si augurano che muoia
perchè lui ha speso già tutto
e loro non avranno niente quando tirerà le quoia.
Mi chiedo quante bugie del genere dovrà ancora sentire
Quante follie e quale figlio degenere vorrà ancora farlo soffrire
Mi chiedo se sarò come lui, vecchio ma soprattutto infelice
Vedo che solo per compassione tutti ascoltano quello che dice
E lui ne è rattristito ma soprattutto consapevole
Ed io non potendo farci niente mi sento solo colpevole
Colpevole di averlo ignorato quando sembrava felice
Colpevole di non averlo badato quando mi diceva "Ragazzo,vedo la libertà nei tuoi occhi"
Non me ne fregava un cazzo, lasciavo che il suo orologio battesse gli ultimi rintocchi.
E adesso incazzato nero vuole che nessuno lo tocchi
Aspetta la morte in un letto d'ospedale che sa di non poter lasciare
Lì dentro, con una flebo, costretto a smettere di fumare
Mentre i medici non vogliono farci niente... nemmeno farlo sperare
E lui sembra una statua di cera che brucia da sotto e consapevolmente fonde
Rimanendo una persona sincera, che dice di aver perso tutto e non lo nasconde.


-------------------------------

..altro di mio..

Cosa dovrei dimenticare?
Ricordo e ci penso.. ai tuoi due piedi che appoggiano le loro punte per camminare.
Ricordo i talloni che toccano appena terra.
Penso al passo fulgido e felino che mi fa innamorare.
Ricordo le gambe lunghe e la vita perfetta.
Ricordo al tuo ancheggiare sensuale.
Penso al tuo sorriso eterno.
Penso a baciarti le labbra mentre sei seduta su questo cuscino. Me lo ricordo..
Penso a tenerti larghe le braccia mentre ti bacio il collo stesa su questo letto.
Penso ad accarezzarti il volto per credere che esisti.
Mi avvicino piano per sentirti respirare.
Mentre ti parlo all’orecchio vedo che non resisti.
Ti bacio ancora una volta le labbra perché ci voglio credere.
E tu tenti di dirmi ancora quanto sono speciale.
Ed io replico che adesso non hai più niente da temere.
Ti dico ancora una volta quanto sei fenomenale,
che da quando ti ho vista la prima volta, nel mio cuore hai fatto breccia..
E che non ci lasceremo mai.
E in questo momento vorrei… anche solo stringerti fra le mia braccia.

..me lo ricordo..


[ Questo messaggio è stato modificato da: placid il 11-08-2002 alle 23:58 ]

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 12-08-2002 21:52  
"CANTO NEL VUOTO" uno splendido brano degli Ustmamo

--------------------
Lasciar passare sorvolare

perdere tempo e non cercare

non si sa poi bene cosa

Tempi infiniti a guardare

le nubi soffici e leggere

tempeste che ritardano a scoppiare

Meglio svanire in questa indefinita

età, a immaginare quello che

potrebbe essere

Meglio sperare nella propria identità

che compromettersi

per poi sbagliare e perdere

Come non potere più spiegare

ali che non servono a volare

sogni che non sogna mai nessuno

modi di pensare questa vita

Come non potere più aspettare

cose che ritardano a venire

lenti mutamenti di stagione

una qualche verità

Ora persi nel mare profondo

ora in alto a sfiorare le cime

abbracciati al tempo che passa

aspettando una buona ragione

Lasciarsi andare dondolare

e continuare a galleggiare

scivolando sulle cose

Abbandonati a immaginare

un'altra strada da seguire

lasciando quel che resta

sempre uguale

Come non potere più spiegare

ali che non servono a volare

sogni che non sogna mai nessuno

modi di pensare questa vita

Come non potere più aspettare

cose che ritardano a venire

lenti mutamenti di stagione

una qualche verità

Ora persi nel mare profondo

ora in alto a sfiorare le cime

abbracciati al tempo che passa

aspettando una buona ragione


  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
Satine

Reg.: 12 Lug 2002
Messaggi: 822
Da: Paris (es)
Inviato: 13-08-2002 15:25  
Stringimi madre ho molpeccato
ma la vita è un suicidio
e l'amore un rogo
E VOGLIO UN PENSIERO SUPERFICIALE
CHE RENDA LA PELLE SPLENDIDA
Senza un finale che faccia male
coi cuori sporchi
e le mani lavate
A salvarmi
Vieni a salvarmi
Salvami, bacia il colpevole
se dice la verità



Questa è degli Afterhours mi pare.
la canta sempre un mio amico.
Sembra una bellissima poesia.
A me piace.
_________________
"...but love is not a victory march... it's a cold and it's a broken hallelujah..."

*Satine*

  Visualizza il profilo di Satine  Invia un messaggio privato a Satine  Email Satine     Rispondi riportando il messaggio originario
Grabbi
ex "Loserkid"

Reg.: 15 Feb 2002
Messaggi: 7195
Da: legnano (MI)
Inviato: 13-08-2002 20:39  
i'm sick
everyday hearing
all this sad songs
on the radio

i can't forget, can't forgive, can't give in
What Went Wrong
cause you said this was righ..

_________________
"Mi disse urlando che solo io potevo salvare la terra. Cososcevo bene lo sguardo di un uomo disperato.
A casa ho uno specchio."

  Visualizza il profilo di Grabbi  Invia un messaggio privato a Grabbi  Vai al sito web di Grabbi     Rispondi riportando il messaggio originario
placid
ex "eminem"

Reg.: 21 Apr 2001
Messaggi: 2994
Da: Vicenza (VI)
Inviato: 14-08-2002 00:30  
your song

È un po’ strano,
questo sentimento che ho dentro
Non sono uno di quelli
che riescono a nasconderlo facilmente
Non ho molto denaro,
ma, accidenti, se l’avessi
comprerei una grande casa
dove potremmo vivere entrambi.
Se fossi uno scultore, ma non lo sono,
o uno che prepara pozioni
in uno show itinerante
So che non è molto,
ma è il meglio che so fare
Il mio regalo è la mia canzone
e questa è per te
E puoi dirlo a tutti,
questa è la tua canzone
Può darsi che sia piuttosto banale,
ma ormai è fatta.
Spero che non ti dispiaccia,
spero che non ti dispiaccia
quello che ho messo in versi
Come è meravigliosa la vita
finchè tu sei al mondo.
Mi sono seduto sul tetto
e ho tolto il muschio con un calcio
Allora alcuni versi
beh, mi sono proprio balenati nella mente
Ma il sole è stato davvero gentile
mentre scrivevo questa canzone
È per le persone come te
che lo tengono acceso
E scusami se non ricordo
ma è una cosa che mi succede
lo vedi, ho dimenticato
se sono verdi o azzurri
comunque ciò che conta,
quello che voglio davvero dire,
è che i tuoi sono gli occhi più dolci che ho mai visto
E puoi dirlo a tutti,
questa è la tua canzone
Può darsi che sia piuttosto banale,
ma ormai è fatta.
Spero che non ti dispiaccia,
spero che non ti dispiaccia
quello che ho messo in versi
Come è meravigliosa la vita
finchè tu sei al mondo.
Spero che non ti dispiaccia,
spero che non ti dispiaccia
quello che ho messo in versi
Come è meravigliosa la vita
finchè tu sei al mondo

  Visualizza il profilo di placid  Invia un messaggio privato a placid    Rispondi riportando il messaggio originario
MikesAngel
ex "MissRigth"

Reg.: 09 Gen 2002
Messaggi: 7725
Da: Firenze (FI)
Inviato: 14-08-2002 12:15  
La ragazza grassa camminava per la strada tra i bisbigli e i risolini di scherno
camminava a testa alta col sorriso sulle labbra e la morte nel cuore.
Avvolta dal suo enorme involucro dentro si sentiva come una libellula multicolre,
ma nessuno si fermava a gurdarla veramente, tutti le lanciavano occhiate veloci a volte disgustate.
La ragazza grassa era sempre allegra e scherzava sulla sua mole,dando l'impessione di essere gioviale e allegra.
La ragazza grassa a casa si rimpinzava di bignè mentre lacrime amare le solcavano le guance.
Un giorno la ragazza grassa decise di cambiare e fece una dieta, dopo qualche tempo si trasformò e la libellula che era in lei spiccò il volo.
Un ragazzo che conosceva da tempo la fermò e le disse " Come sei bella ora che non sei più grassa e sformata!"
La ragazza grassa lo guardò e gli rispose
"Amico mio ti rangrazio, ma vedi è per gente come te che hanno l'anima orrida e sformata, che io soffro, perchè non esiste dieta al modo che vi possa rendere migliori"

_________________
"... ' fanculo a quelli che credono di capire un film, quando invece si fermano solo ad alcuni aspetti tecnici, credendo di essere dei grandi cineasti..."

  Visualizza il profilo di MikesAngel  Invia un messaggio privato a MikesAngel    Rispondi riportando il messaggio originario
denisuccia

Reg.: 14 Apr 2002
Messaggi: 16972
Da: sanremo (IM)
Inviato: 14-08-2002 12:26  
quote:
In data 2002-08-14 12:15, MissRigth scrive:
[i]La ragazza grassa ...




_________________
L'improvviso rossore sulle guance di Thérèse, identificato immediatamente come il segno dell'Amore, quando io avevo sperato in una innocente tubercolosi.

  Visualizza il profilo di denisuccia  Invia un messaggio privato a denisuccia    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 Pagina successiva )
  
0.230513 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: