FilmUP.com > Forum > Attualità - Froci alla riscossa!
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Froci alla riscossa!   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 Pagina successiva )
Autore Froci alla riscossa!
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 04-06-2002 19:44  
Quilty ribatti sempre sull'idea dei bigotti...mostri un po' di turbe, un chiodo fisso,perchè continui con questa parola pur di non accettare il fatto che la pensiamo diversamente? Mi dai un po' l'idea di quello che si dimena su ste cose (è solo un forum eh)e parli di pruderie sessuali.Hai tutta la mia compassione, anche perchè mentre accetto di discutere con te in base alle tue idee, pare che tu ti faccia opinioni senza conoscere da vicino o realmente le persone. Questa è una lacuna...ma sì tranquillo mi piaci così, è bello saperti in questa maniera,così imparo e cerco di evitare certi atteggiamenti che potrebbero farmi assomigliare a te...(p.s.quest'ultima frase è scherzosa,perchè appunto non ti conosco, so solo le tue opinioni e non butto subito dei giudizzi)

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 04-06-2002 19:49  
La cosa strana di queste discussioni è che viene puntualmente fuori il ruolo della vittima per chi,impossibilitato a rispondere senza destare risate da sbellicarsi,si appella al concetto di dover accettare un pensiero diverso dal propio.

Che pensiero strano,forse un attimino in antitesi con la tendenza invece ad impedire -purtroppo per loro invano...vedere Olanda-che una coppia possa avere dei figli perchè ci si trova di fronte ad un conclamato caso di pruderie sessuale.


I bambini sono molto recettivi ed imparano presto ad ambientarsi.
Ci sono casi in cui un bambino di colore,adottato da una coppia di bianchi,nemmeno si accorge che la propria madre è di altro colore talmente irrilevante per lui è la cosa,abituato com'è a conviverci da sempre senza porsi il solito ridicolo problema dell'inferiorità dei negri rispetto alla razza ariana.

La stessa cosa avviene per le coppie gay,i cui figli(America da anni e da 1 Olanda)non hanno alcun problema di fronte ad una situazione per loro completamente indifferente ,poichè esente dalle solite bigottaggini fasciste che vedono il gay come un diverso.

Il problema può sorgere nel confronto con altri bambini i cui genitori stronzi hano già insegnato a odiare i negri o i gay,o comunque a trattarli con diffidenza.
Per cui a scuola ci potrebber essere i solito coretti:

<Marco-ha-la-mamma-frocia.Marco-ha-la-mamma-frocia>

i quali non possono assolutamente essere la ragione per impedire l'adozione:se nel mondo ci sono gli stronzi ,un motivo in più per spazzare via le loro cavolate con un modello di tolleranza,amore e pace fraterna.
Morte agli stronzi.

_________________
Morte al realismo!
Morte al demone Allegra Geller!


[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 04-06-2002 alle 20:03 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 04-06-2002 19:57  
E tanto per ribadire..se a un uomo piace il cazzo ..questo non ha nulla a che vedere con l'eduzazione del figlio...al quale potrebbe secondo discutibilissime teorie insegnare a fargli piacere il cazzo...ovviamente non con un rapporto incestuale(o c'è forse la tesi:omosessuali-pedofili? manca di sentire pure questa!) ma con chissà quali insegnamenti o strane macumbe.

Dato che ognuno fa a letto i cavoli suoi e non vi è nessun problema relativo a squilibri psichici nell'essere gay(OMS)..il problema :genitori gay-bambino gay non sussiste ..dato che gay è una variante della natura umana oppure diventa la solita pruderie dei bigottoni o una battaglia razzista .
Ancora una volta, i gusti sessuali nulla c'entrano con l'educazione di un figlio.
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 04-06-2002 20:26  
Oh, andiamo Quilty, non penserai che mi beva le tue storielle ora della vittima impossibilitata a rispondere. Mi citi Mattia Darlene e gli altri, ma a dufferenza di te controbattono le idee, non scadono sui discorsi della bigotteria e pruderia sessuale con riferimenti a chi non la pensa come te. Cosa dovrei fare secondo la tua logica, darti del gay, perchè hai aperto questo post, oppure controbatto semplicemente? Faccio questa seconda cosa (non ho una coda pagliosa ).Dai, questa è una ristrettezza molto deprimente non trovi. Con tutta la tua foga dei diritti gay, hai creduto di poterti accreditare il diritto di sfoderare frasette e nomignoli (bigotto,poi, e per me è una tua fissetta)per controbattere non accettando il contrario di ciò che penso io?Guarda che sei un po' strano a sto punto. Capisco non trovarsi sulle idee, ma tu non hai la benchè minima capacità di accettare la diversità d'opinione (razzista da sto punto di vista? sì)...non ci scappa, tu le tue cazzate io le mie...ma ecco un tripudio di barzellette e pruderie sessuali...ma è così che la folla gridò "Coda di paglia Coda di paglia".Ma che pensavi di essere così al di sopra di poter affermare tutto quello che ti passa per la testa, quasi su piano personale poi? AH AH AH AH AH Notte cucciolino...(cucciolino? Starò diventando gay? Adottiamo un figlio Quilty... ).........e speriamo che il suo cervellino abbia capito l'ironia di questa parentesi scherzosa, e non vi abbia visto il "thriller", lo scherno razzista e qualsiasi altra fisima mentale...
Accetta il fatto che ognuno ha il suo pensiero e non credere che chi la pensa diversamente sia bigotto o sessualmente deviato...accetta, perchè ti troverai sempre male nel mondo e incapace di criticare con la giusta strategia...
Perchè l'impressione che mi dai é questa:
"marcomond, chi è Quilty? -Uno del forum, che secondo me alle volte spara molte cazzate,altre invece no"

"Quilty, chi è marcomond? -Un bigotto, mostruoso razzista, guerrafondaio, depravato sessuale, cinico bastardo che non capisce un cazzo ecc ecc"

Chissà chi farebbe la più bella figura...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
Leonardo

Reg.: 26 Mar 2002
Messaggi: 2398
Da: Capri (NA)
Inviato: 05-06-2002 01:23  
"Le ricerche della psicologia individuale hanno inoltre dimostrato che un bambino sarà tanto più perverso quanto più sarà accresciuto in lui il senso di inferiorità. "

Questa frase che ho letto in questo forum mi si addice molto.


Per quanto riguarda il problema io che sono gay vi dico che...

no, non credo di essere daccordo sull'adozione da parte di coppie gay.

Purtroppo (perchè se dovessi farmi una famiglia con un altro uomo desidererei forse un bimbo) credo che un bambino meriti l'amore di un papà e di una mamma.
credo che sia una legge di natura e che un figlio che non si confronta con una figura materna ed una paterna abbia comunque qualcosa in meno, e quindi il rischio, non dico di diventare gay ma di soffrire di più degli scompensi affettivi e psicologici.


e poi per favore non mi venite a dire meglio una coppia gay che ti vuole bene che una coppia etero che non te ne vuole.
che cacchio vuol dire?!
anche una coppia gay può essere una pessima coppia di genitori uno dei quali può essere un pazzo isterico da mettere il figlio in lavatrice

Il punto è che questa cosa non è stabilizzabile a priori.

sarei daccordo per l'adozione solo nel momento in cui in un bimbo si avvertono chiari segni della sua omosessualità.

a quel punto, invece di inserirlo in una famiglia etero che cercherebbe , forse, di educarlo all'eterosessualità generando in lui repressione e frustrazione, sarebbe meglio inserirlo in una famiglia gay che gli consentirebbe di crescere e di vivere la propria omosessualita in una maniera molto più serena e più protetta da un ambiente esterno.






[ Questo messaggio è stato modificato da: Leonardo il 05-06-2002 alle 01:25 ]

  Visualizza il profilo di Leonardo  Invia un messaggio privato a Leonardo    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 05-06-2002 08:24  
quote:
In data 2002-06-05 01:23, Leonardo scrive:
"Le ricerche della psicologia individuale hanno inoltre dimostrato che un bambino sarà tanto più perverso quanto più sarà accresciuto in lui il senso di inferiorità. "

Questa frase che ho letto in questo forum mi si addice molto.


Per quanto riguarda il problema io che sono gay vi dico che...

no, non credo di essere daccordo sull'adozione da parte di coppie gay.

Purtroppo (perchè se dovessi farmi una famiglia con un altro uomo desidererei forse un bimbo) credo che un bambino meriti l'amore di un papà e di una mamma.
credo che sia una legge di natura e che un figlio che non si confronta con una figura materna ed una paterna abbia comunque qualcosa in meno, e quindi il rischio, non dico di diventare gay ma di soffrire di più degli scompensi affettivi e psicologici.


e poi per favore non mi venite a dire meglio una coppia gay che ti vuole bene che una coppia etero che non te ne vuole.
che cacchio vuol dire?!
anche una coppia gay può essere una pessima coppia di genitori uno dei quali può essere un pazzo isterico da mettere il figlio in lavatrice

Il punto è che questa cosa non è stabilizzabile a priori.

sarei daccordo per l'adozione solo nel momento in cui in un bimbo si avvertono chiari segni della sua omosessualità.

a quel punto, invece di inserirlo in una famiglia etero che cercherebbe , forse, di educarlo all'eterosessualità generando in lui repressione e frustrazione, sarebbe meglio inserirlo in una famiglia gay che gli consentirebbe di crescere e di vivere la propria omosessualita in una maniera molto più serena e più protetta da un ambiente esterno.






[ Questo messaggio è stato modificato da: Leonardo il 05-06-2002 alle 01:25 ]


E bravo Leonardo. Innanzi tutto hai capito il problema fino in fondo e sappi che non hai da rimproverarti nulla discutendone, visto che certi bambinetti (che hanno da risentire sulla mia età, quando invece come dei coglioni infantili, vanno a disegnare falli sulle schede elettorali)pensano che io sia razzista dei gay e che voglia "fermare il loro amore", quando da una vita sto dicendo il contrario e mi limito a discutere solo il problema. Ora hai citato una legge di natura, ma visto che di legge di natura non si puo' parlare perchè l'amico psicologo dei cocomeri non la vede idonea, hai giustamente parlato di merito.Ed è giusto che sia cosi'. Io affermavo proprio questo:forse non ho parlato di merito, ma di bisogno e con tutto il rispetto per la coppia gay viene a mancare un riscontro con entrambe le parti parentali,il confronto con l'amore materno o paterno, come giustamente hai detto,e la possibilità (io ho detto anche di "diventare gay" è vero,ma non solo)di avere dei problemi, emotivi o pratici che possano essere. Perchè un bambino, che deve essere adottato deve avere delle certezze, e signoria Quilty dice che tutto è normale e tutti si adattano subito, ma non è cosi'. Bravo anche per aver dissentito del fatto che una coppia gay è vista in maniera assoluta migliore di quella etero, che non adempie al suo "dovere" di famiglia.Non ho mai detto che una coppia gay non sia in grado di crescere un figlio e di dargli amore, ma neppure sono d'accordo con questa demolizione della coppia etero in favore di un diritto totale e unico per le coppie gay. Eh, ma qui sono tutte bigotterie e pruderie sessuali, non opinioni.E' ovvio che ci sono problemi di inferiorità magari e questo si' che è il vero problema, con teste di cazzo che come ha detto giustamente Quilty (ed è incredibile, lo so), ti sfottono a scuola e cosi' via per la "diversità" sessuale dei tuoi genitori,o con i veri bigotti attaccati a tutti quei falsi moralismi della chiesa o delle buone maniere (ipocrite comunque) che ti squadrano dall'alto in basso. Questa si' che è una pessima cosa, e dovrebbe esser si' combattuta a livello propriamente sociale, ma sul problema delle adozioni il discorso cambia, ma si parla al vento, per essere ritenuti intolleranti, cosa non vera. Gay non è bello, non è brutto:per me non c'è un criterio di giudizio. Ma sulle adozioni non ci vedo chiaro.E ribadisco che in ogni caso ho parlato di 50%, e non di totale indifferenza per le coppie gay. E già, ma io sono il "Fini-pensiero", con la differenza che quel pirlone di Fini dice che gli omosessuali non devono insegnare a scuola, mentre alcuni dei prof piu' validi che io abbia mai avuto sono stati gay...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
MikesAngel
ex "MissRigth"

Reg.: 09 Gen 2002
Messaggi: 7725
Da: Firenze (FI)
Inviato: 05-06-2002 10:43  
quote:
In data 2002-06-05 01:23, Leonardo scrive:
"Le ricerche della psicologia individuale hanno inoltre dimostrato che un bambino sarà tanto più perverso quanto più sarà accresciuto in lui il senso di inferiorità. "

Questa frase che ho letto in questo forum mi si addice molto.


Per quanto riguarda il problema io che sono gay vi dico che...

no, non credo di essere daccordo sull'adozione da parte di coppie gay.

Purtroppo (perchè se dovessi farmi una famiglia con un altro uomo desidererei forse un bimbo) credo che un bambino meriti l'amore di un papà e di una mamma.
credo che sia una legge di natura e che un figlio che non si confronta con una figura materna ed una paterna abbia comunque qualcosa in meno, e quindi il rischio, non dico di diventare gay ma di soffrire di più degli scompensi affettivi e psicologici.


e poi per favore non mi venite a dire meglio una coppia gay che ti vuole bene che una coppia etero che non te ne vuole.
che cacchio vuol dire?!
anche una coppia gay può essere una pessima coppia di genitori uno dei quali può essere un pazzo isterico da mettere il figlio in lavatrice

Il punto è che questa cosa non è stabilizzabile a priori.

sarei daccordo per l'adozione solo nel momento in cui in un bimbo si avvertono chiari segni della sua omosessualità.

a quel punto, invece di inserirlo in una famiglia etero che cercherebbe , forse, di educarlo all'eterosessualità generando in lui repressione e frustrazione, sarebbe meglio inserirlo in una famiglia gay che gli consentirebbe di crescere e di vivere la propria omosessualita in una maniera molto più serena e più protetta da un ambiente esterno.



GRAZIE Leonardo x questo tuo intervento, fatto da chi conosce la condinzione reale dell'omosessualità, GRAZIE xchè sei una persona matura e intelligente, GRAZIE x aver fatto capire un pò meglio anke quello che volevamo dire noi, almeno a te non potranno dire che sei di parte.
GRAZIE di cuore, il tuo intevernto è quanto di più prezioso ci potesse essere
UN BACIONE
_________________
"... ' fanculo a quelli che credono di capire un film, quando invece si fermano solo ad alcuni aspetti tecnici, credendo di essere dei grandi cineasti..."

  Visualizza il profilo di MikesAngel  Invia un messaggio privato a MikesAngel    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 05-06-2002 10:54  
quote:
In data 2002-06-05 10:43, MissRigth scrive:
quote:
In data 2002-06-05 01:23, Leonardo scrive:
"Le ricerche della psicologia individuale hanno inoltre dimostrato che un bambino sarà tanto più perverso quanto più sarà accresciuto in lui il senso di inferiorità. "

Questa frase che ho letto in questo forum mi si addice molto.


Per quanto riguarda il problema io che sono gay vi dico che...

no, non credo di essere daccordo sull'adozione da parte di coppie gay.

Purtroppo (perchè se dovessi farmi una famiglia con un altro uomo desidererei forse un bimbo) credo che un bambino meriti l'amore di un papà e di una mamma.
credo che sia una legge di natura e che un figlio che non si confronta con una figura materna ed una paterna abbia comunque qualcosa in meno, e quindi il rischio, non dico di diventare gay ma di soffrire di più degli scompensi affettivi e psicologici.


e poi per favore non mi venite a dire meglio una coppia gay che ti vuole bene che una coppia etero che non te ne vuole.
che cacchio vuol dire?!
anche una coppia gay può essere una pessima coppia di genitori uno dei quali può essere un pazzo isterico da mettere il figlio in lavatrice

Il punto è che questa cosa non è stabilizzabile a priori.

sarei daccordo per l'adozione solo nel momento in cui in un bimbo si avvertono chiari segni della sua omosessualità.

a quel punto, invece di inserirlo in una famiglia etero che cercherebbe , forse, di educarlo all'eterosessualità generando in lui repressione e frustrazione, sarebbe meglio inserirlo in una famiglia gay che gli consentirebbe di crescere e di vivere la propria omosessualita in una maniera molto più serena e più protetta da un ambiente esterno.



GRAZIE Leonardo x questo tuo intervento, fatto da chi conosce la condinzione reale dell'omosessualità, GRAZIE xchè sei una persona matura e intelligente, GRAZIE x aver fatto capire un pò meglio anke quello che volevamo dire noi, almeno a te non potranno dire che sei di parte.
GRAZIE di cuore, il tuo intevernto è quanto di più prezioso ci potesse essere
UN BACIONE



Ah già è vero, scusa se ho dimenticato Leo: Grazie per l'intervento,inoltre assai condiviso.

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
DrFridolin

Reg.: 27 Nov 2001
Messaggi: 387
Da: Quartu (CA)
Inviato: 05-06-2002 12:53  
quote:
In data 2002-06-05 01:23, Leonardo scrive:
"Le ricerche della psicologia individuale hanno inoltre dimostrato che un bambino sarà tanto più perverso quanto più sarà accresciuto in lui il senso di inferiorità. "

Questa frase che ho letto in questo forum mi si addice molto.


Per quanto riguarda il problema io che sono gay vi dico che...

no, non credo di essere daccordo sull'adozione da parte di coppie gay.

Purtroppo (perchè se dovessi farmi una famiglia con un altro uomo desidererei forse un bimbo) credo che un bambino meriti l'amore di un papà e di una mamma.
credo che sia una legge di natura e che un figlio che non si confronta con una figura materna ed una paterna abbia comunque qualcosa in meno, e quindi il rischio, non dico di diventare gay ma di soffrire di più degli scompensi affettivi e psicologici.


e poi per favore non mi venite a dire meglio una coppia gay che ti vuole bene che una coppia etero che non te ne vuole.
che cacchio vuol dire?!
anche una coppia gay può essere una pessima coppia di genitori uno dei quali può essere un pazzo isterico da mettere il figlio in lavatrice

Il punto è che questa cosa non è stabilizzabile a priori.

sarei daccordo per l'adozione solo nel momento in cui in un bimbo si avvertono chiari segni della sua omosessualità.

a quel punto, invece di inserirlo in una famiglia etero che cercherebbe , forse, di educarlo all'eterosessualità generando in lui repressione e frustrazione, sarebbe meglio inserirlo in una famiglia gay che gli consentirebbe di crescere e di vivere la propria omosessualita in una maniera molto più serena e più protetta da un ambiente esterno.







_________________
"....e nessun sogno è mai interamente un sogno"
Arthur Schnitzler

  Visualizza il profilo di DrFridolin  Invia un messaggio privato a DrFridolin  Stato di ICQ    Rispondi riportando il messaggio originario
lemona

Reg.: 07 Gen 2002
Messaggi: 819
Da: ferrara (FE)
Inviato: 05-06-2002 13:33  
premetto che ognuno e libero di fare cio che gli pare nel rispetto degli altri, detto questo il problema se e' meglio o meno concedere l'adozione alle coppie omosessuali e' un problema che i profani come noi( a meno che ci sia qualche psicologo infantile)non sono in grado di affrontare con la giusta obiettivita' e conoscenza. pensare che un bambino cresca meglio in una coppia etero non si puo 'dire visto ad esempio erica e omar( delitto di novi ligure) e chi ci dice che se avessero vissuti con una coppia omosessuale sareebero stati due ragazzi normali? quindi se si evita di sputare sentenze o giudizi specie con argomenti delicati come questi e meglio secondo me,ovviamente ognuno la pensa come crede non c'e ' verita'a ssoluta. se per ipotesi chiedessi cosa ne pensate di una madre o padre che uccide il figlio? e da condannare? inizieremo una dicussione alla vespa discussione penosa e patetica che non conduce a niente dove ognuno e' giudice in virtu dsi un potere che non ha e non deve permettersi di avere! ciao

  Visualizza il profilo di lemona  Invia un messaggio privato a lemona    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 05-06-2002 14:13  
quote:
In data 2002-06-05 01:23, Leonardo scrive:
"Le ricerche della psicologia individuale hanno inoltre dimostrato che un bambino sarà tanto più perverso quanto più sarà accresciuto in lui il senso di inferiorità. "

Questa frase che ho letto in questo forum mi si addice molto.


Per quanto riguarda il problema io che sono gay vi dico che...

no, non credo di essere daccordo sull'adozione da parte di coppie gay.

Purtroppo (perchè se dovessi farmi una famiglia con un altro uomo desidererei forse un bimbo) credo che un bambino meriti l'amore di un papà e di una mamma.
credo che sia una legge di natura e che un figlio che non si confronta con una figura materna ed una paterna abbia comunque qualcosa in meno, e quindi il rischio, non dico di diventare gay ma di soffrire di più degli scompensi affettivi e psicologici.


e poi per favore non mi venite a dire meglio una coppia gay che ti vuole bene che una coppia etero che non te ne vuole.
che cacchio vuol dire?!
anche una coppia gay può essere una pessima coppia di genitori uno dei quali può essere un pazzo isterico da mettere il figlio in lavatrice

Il punto è che questa cosa non è stabilizzabile a priori.

sarei daccordo per l'adozione solo nel momento in cui in un bimbo si avvertono chiari segni della sua omosessualità.

a quel punto, invece di inserirlo in una famiglia etero che cercherebbe , forse, di educarlo all'eterosessualità generando in lui repressione e frustrazione, sarebbe meglio inserirlo in una famiglia gay che gli consentirebbe di crescere e di vivere la propria omosessualita in una maniera molto più serena e più protetta da un ambiente esterno.






[ Questo messaggio è stato modificato da: Leonardo il 05-06-2002 alle 01:25 ]



Permettimi di non essere d'accordo con quanto hai detto.
Primo perchè operi una distinzione che non ha motivo di esserci.
Il mondo non si divide in eterosessuali e gay...il mondo si divide in brave persone e stronzi.

Ora naturalmente arriveranno le critiche dei soliti bigottoni(sono poi la minoranza,ma la più minima che ci sia)perchè mi permetto di criticare le parole di uno come te che ,essendo gay,conosce meglio l'argomento.
Ebbene no!
Non deve essere questo il parametro per valutare l'attendibilità di una opinione,ma piuttosto ci si dovrebbe soffermare sui contenuti,cosa che non avviene mai perchè arriva immancabilmente quella terribile pruderie che blocca il discorso in superficie.

Punto 1 Ma una coppia gay...
No. Basta. Una coppia.
Una coppia e basta.
Ma chi se ne frega di quello che una fa a letto?
Ma è mai possibile che sia addirittura determinante ,in una cosa come l'educazione di un figlio, una preferenza sessuale?
E' come se ad un genitore amante del sado-maso venisse proibito di avere un figlio da sua moglie perchè è una pruderie dei soliti bigottoni...
La classica discriminazione per cui ad una persona non vengono riconosciuti i suoi meriti o difetti,ma questa persona viene catalogata secondo l'appartenenza ad un gruppo con presunte caratteristiche!
Questa è la vera discriminazione per cui certi discorsi sono razzisti,il non valutare le persone prendendo caso su caso (come avviene per qualsiasi coppia che chiede l'adozione) ma basandosi solo sul fatto che uno è gay,quindi attribuendo dei presunti pregi o lacune a quella persona in base all'appartenenza ad un gruppo determinato.
Questo è il razzismo,la discriminazine.

Ora,sinceramente,stabilito che:

-un gay è una persona come tutte le altre,con pregi e difetti come tutti gli altri
-essere gay non vuol dire avere problemi psichici o avere una malattia(leggersi tutti i rapporti di medicina e psicologia grazie)

stabilito ciò,
non ha nessuna importanza se un genitore ha una determinata preferenza sessuale o se il bambino (chissà poi come) si "trasforma " in gay ,dato che qualsiasi di queste situazioni non è sinonimo di squilibrio psichico.
Siamo nella normalità.
Quindi tutti i discorsi che si basano sulle preferenze sessuali(no alle coppie perchè gay) sono razzisti e discriminatori.

punto 2

Stabilito che qualsiasi genitore è uguale per pregi e difetti a tutti gli altri,per cui nulla può essere di ostacolo all'adozione,rimane da vedere la posizione del bambino.
Hai detto che un bambino potrebbe soffrire di scompensi affettivi o psicologici
perchè non c'è una figura materna e una paterna.
A questo proposito ricordo per l'ennesima e inutile volta che le adozioni avvengono già in alcuni stati,non stiamo parlando di una cosa ipotetica o di una novità assoluta!!
Abbiamo esempi che provengono dall'estero.
Non solo. Abbiamo schiere di Psicologi e Pediatri che si sono schierati a favore dell'adozione.
Non stiamo parlando di cose virtuali..."se" affidassimo anche i bambini a coppie omosessuali...NO,stiamo parlando di cose che già avvengono nel mondo.
Vogliamo almeno documentarci su questi casi oppure si deve sempre e per forza continuare a parlare per frasi fatte e luoghi comuni?
Vogliamo veramente,dato che abbiamo l'esempio a portata di mano,andare a vedere cosa realmente succede a questi bambini (sfigati,direbbero i razzisti) adottati dai gay?
altrimenti continuiamo a parlare,come fa qualcuno da troppo tempo,per dar fiato ai polmoni senza degnarsi di andare a verificare i riscontri oggettivi di questi casi.

Del resto,e poi chiudo,non ho ancora sentito un solo motivo (a parte i pietosi casi di pruderie riferiti alla questione sessuale) valido per cui un bambino dovrebbe avere problemi o addirittura scompensi.
Se vogliamo continuare a parlare senza fornire documenti,facciamo pure,io il responso degli Psicologi l'ho postato...altre teorie non ne vedo.
Infine,veramente l'ultima cosa,per esperienza personale conosco tante persone omosessuali e non ce n'è una sola che è a Sfavore (con la S)delle adozioni...questo solo per dire che non è il caso di prendere la tua-rispettabile-opinione come verità assoluta solo perchè sei parte in causa di una questione. Ciao.




_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 05-06-2002 14:13  
Hai ragione Lemona, ma si parte da ipotesi e pensieri e c'è qualcuno che dopo aver posteggiato male un mattone crede di aver costruito una casa...dove sei finito Quilty? Ah già, sarai nel tuo patetico angolo ad escogitare un'altra sentenza di razzismo da affibiare a Leonardo, magari...bravo, bravo...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 05-06-2002 14:24  
Ma stai zitto bigottone
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 05-06-2002 14:53  
Ah Ah Ah, penso di essermi innamorato di te Quilty...però vedi che finisci sempre sul fattore sesso (questa è una tua pruderia, ci scommetto)...ma non capisci che neppure tu hai tutte le certezze che merita il caso? Non capisci che ci sarà comunque una vasta schiera di psicologi che possono confutare le idee di quegli altri americani, viceversa e così via?. Ma dai, ridicolo,non aprire sti topic se non sai sostenerli ragazzino.Basta, accetta che se dici "verde", altre miriadi di persone invece dicono "blu"...ah ah ah, tu che mi dai del bigotto...e per fortuna che tra i miei migliori amici c'è il bigotto, l'ateo,il compagno, mentre penso che il tuo universo sia contemplato dai complotti destroidi in ogni angolo di strada, dove i diritti dei gay sono gli unici e soli, gli sbirri solo aguzzini pronti all'abuso di potere, tutti gli immigrati poveri sfruttati e così via...ma resta a disegnare falli sulle schede gioia...no, dai,sto scherzando (eeee...)Dimmi solo una cosa:quanti anni hai?

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 05-06-2002 15:00  
senti...ma perchè continui a pisciare fuori dal vaso?
Le idee razziste non meritano alcun rispetto.
Morte agli stronzi!
No mercy.nessuna tolleranza....così come i tuoi amici di destra non hanno rispetto per i veri valori come la vita e le differenze tanto da voler sempre e comunque reprimere e limitare...
No mercy...nessun rispetto per chi non rispetta la vita degli altri.
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 Pagina successiva )
  
0.521778 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: