FilmUP.com > Forum > Attualità - ARGOMENTO SCOTTANTE! PARLAIMO DI MATRIMONI GAY, ADOZIONI, LAICITà DELLO STATO, INSEMINAZIONE.
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > ARGOMENTO SCOTTANTE! PARLAIMO DI MATRIMONI GAY, ADOZIONI, LAICITà DELLO STATO, INSEMINAZIONE.   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 Pagina successiva )
Autore ARGOMENTO SCOTTANTE! PARLAIMO DI MATRIMONI GAY, ADOZIONI, LAICITà DELLO STATO, INSEMINAZIONE.
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 18-04-2005 22:12  
quote:
In data 2005-04-18 12:42, RICHMOND scrive:





era una battuta.
Per dire che se uno non se la sente di tirare su un figlio piuttosto si ammazza lui e lo affida a qualcuno che lo può fare. ma per conto mio l'aborto è abominevole, e se giustifichiamo quello possiamo tranquillamente giustificare anche la pena di morte. Posso capire una ragazza violentata che può trovarsi nella spiacevole situazione di crescere un figlio che non voleva e per giunta concepito con il peggior parten e nel peggiore dei modi....ma il figlio che cosa ne può? Perchè ucciderlo? Avrà diritto o no alla vita?

[/quote
E perchè io donna non posso avere il mio diritto di decidere di portare avanti una gravidanza??
Forse questo discorso un uomo non lo può capire.
Come donna voglio avere il diritto di scegliere di abortire se non me la sento di fare nascere mio figlio.
Non sono un'incubatrice vivente, sono una persona con i suoi sentimenti e le sue emozioni, i suoi errori.

_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 20-04-2005 10:05  
quote:
In data 2005-04-18 22:12, Ascanio scrive:
quote:
In data 2005-04-18 12:42, RICHMOND scrive:





era una battuta.
Per dire che se uno non se la sente di tirare su un figlio piuttosto si ammazza lui e lo affida a qualcuno che lo può fare. ma per conto mio l'aborto è abominevole, e se giustifichiamo quello possiamo tranquillamente giustificare anche la pena di morte. Posso capire una ragazza violentata che può trovarsi nella spiacevole situazione di crescere un figlio che non voleva e per giunta concepito con il peggior parten e nel peggiore dei modi....ma il figlio che cosa ne può? Perchè ucciderlo? Avrà diritto o no alla vita?

[/quote
E perchè io donna non posso avere il mio diritto di decidere di portare avanti una gravidanza??
Forse questo discorso un uomo non lo può capire.
Come donna voglio avere il diritto di scegliere di abortire se non me la sento di fare nascere mio figlio.
Non sono un'incubatrice vivente, sono una persona con i suoi sentimenti e le sue emozioni, i suoi errori.





io ti capisco benissimo, capisco la sofferenza che ci può essere dietro anche ad una gravidanza venutasi a creare in determinate condizioni (ma parlo solo di determinate e circoscritte condizioni....).
Ma chi sei tu per decidere della vita di un altra persona? E' vero che tu hai il "potere" di creare un altro essere umano, ma è bene non abusare del "potere": poter creare non significa anche avere il diritto di distruggere. In questo modo giustificheremmo anche quei padri di famiglia che, giunti ad un bel giorno della loro vita, decidono di fare strage della famiglia e dei figli che avevano cerati, forse in taluni casi perchè si sentono giustificati nel farlo. Non metto in dubbio il forte disagio sociale che si può celare dietro ad ognuna di queste situazioni, disagio che forse io, giovane diciannovenne, non posso comprendere. Ma posso comprendere comunque che il diritto alla vita è il più importante, davvero quello indiscutibile, un diritto che spetta solo al singolo individuo se accettare o meno.
Ripeto, capisco che ci possono essere situazioni estreme anche per quanto riguarda una gravidanza, ma si giunge a punti dai quali a mio avviso non si può tornare indietro. Questa è la mia opinione. Non considerarmi chiuso mentalmente o maschilista estremo. Non ne faccio una questione di sesso: credo che si trattidi un indiscutibile questione di diritti umani.
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 20-04-2005 10:16  
quote:
In data 2005-04-17 18:05, DottorDio scrive:
La Chiesa ha più potere di quanto si immagini e tutte ste fiction sdolcinate alla Zeffirelli ne sono la stupida dimostrazione! (certo, non è l'unica!).
Scusate se sono andato forse un po' off-topic, ma il discorso meritava di essere approfondito!

P.s. Ascanio, non ti scordar le mutine, te l'ho già ridetto


mi sembrano gli stessi discorsi di quando si afferma che Berlusconi controlla l'informazione e poi perde in modo netto ed indiscutibile le elezioni

se si pensa che la fede dipenda da uno sceneggiato tv allora siamo proprio messi male
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
KARLMARX87


Reg.: 12 Apr 2005
Messaggi: 313
Da: SIENA (SI)
Inviato: 20-04-2005 14:40  
tenenbaum non credo dottorcane volesse dire questo, credo solo che volesse dire che è scandaloso come si possa mitizzare una persona che come le altre ha fatto errori nella propria vita. credo anche che il discorso su Berlusconi non c'entri nulla!non si può dire che chi controlla la televisione e i giornali abbia la possibilità scontata di vincere le elezioni. questi ne trae solo un vantaggio demagogico, non la certezza di vincere. non è pluralismo mandare in onda sdolcinate finzioni sul papa. se fosse pluralismo si dovrebbe far vedere nella fiction anche le posizioni sull'aborto, sulla fecondazione, sul divorzio, sul matrimonio civile, sull'ateismo, sull'omosessualità, sulla convivenza, sulla contraccettività. quello sarebbe pluralismo. non si deve ingannare le persone mostrando la figura depurata di imperfezioni ma la figura reale.
_________________
Povero mondo che non conosci la matematica e i sapori della vera musica per perderti nelle vanità delle parole senza senso impegnate nella retorica del passato.
(Enrico Bombieri, medaglia Field per la matematica)

  Visualizza il profilo di KARLMARX87  Invia un messaggio privato a KARLMARX87  Vai al sito web di KARLMARX87     Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 20-04-2005 14:44  
il disccorso su Berlusconi non è diretto a te ma a Londoner

cambia utenza e rispondi con l'altro eventualmente
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 20-04-2005 14:45  
sono i detrattori che la mitizzano in fin dei conti

cioè persone come te a cui da solo fastidio il comportamento degli altri perchè non lo condividi

come tutte le persone che si dichirano democratiche e che il realtà lo sono solo a parole

questa è la realtà
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 20-04-2005 20:22  
quote:
In data 2005-04-20 10:05, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2005-04-18 22:12, Ascanio scrive:
quote:
In data 2005-04-18 12:42, RICHMOND scrive:








io ti capisco benissimo, capisco la sofferenza che ci può essere dietro anche ad una gravidanza venutasi a creare in determinate condizioni (ma parlo solo di determinate e circoscritte condizioni....).
Ma chi sei tu per decidere della vita di un altra persona? E' vero che tu hai il "potere" di creare un altro essere umano, ma è bene non abusare del "potere": poter creare non significa anche avere il diritto di distruggere. In questo modo giustificheremmo anche quei padri di famiglia che, giunti ad un bel giorno della loro vita, decidono di fare strage della famiglia e dei figli che avevano cerati, forse in taluni casi perchè si sentono giustificati nel farlo. Non metto in dubbio il forte disagio sociale che si può celare dietro ad ognuna di queste situazioni, disagio che forse io, giovane diciannovenne, non posso comprendere. Ma posso comprendere comunque che il diritto alla vita è il più importante, davvero quello indiscutibile, un diritto che spetta solo al singolo individuo se accettare o meno.
Ripeto, capisco che ci possono essere situazioni estreme anche per quanto riguarda una gravidanza, ma si giunge a punti dai quali a mio avviso non si può tornare indietro. Questa è la mia opinione. Non considerarmi chiuso mentalmente o maschilista estremo. Non ne faccio una questione di sesso: credo che si trattidi un indiscutibile questione di diritti umani.





Si parla tanto di diritto alla vita di un feto...ma della vita della donna??Un feto è una cellula, non ha emozioni, non ha terminazioni nervose.
Io donna sono un essere umano, vivo e respiro e provo emozioni.
Posso provare la voglia di non portare avanti la gravidanza, posso sentirmi depressa, posso starci davvero male.
Ma questo secondo la chiesa non conta, perchè c'è una piccola cellula che paragonano ad un essere umano e che un aborto assassinerebbe.
Ma per favore.
Un padre di famiglia che fa una strage uccide degli esseri che hanno delle emozioni e che hanno una vita.

Un feto ha dei diritti?? IO ho dei diritti.
Con questo non voglio sostenere che praticherei l'aborto a cuor leggero, è davvero una scelta importante che ti segna, indipendentemente da cosa si scelga.
Solo che giustifico chi pratica l'aborto.


_________________
PUBLIO CORNELIO SCIPIONE EMILIANO

[ Questo messaggio è stato modificato da: gatsby il 21-04-2005 alle 23:42 ]

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 20-04-2005 20:27  
Mi viene in mente il caso della donna spostata e con due figli che si è scoperta incinta e con un tumore.
Doveva scegliere se vivere o far vivere il suo feto, lei ha scelto la seconda strada.
Naturalmente questa cosa è stata esaltata dalla chiesa.
Secondo me la donna ha fatto un errore, ha distrutto la vita di 4 persone: il marito, i suoi 2 figli e l'altro nuovo nato.
Che cosa vuol dire il diritto alla vita??Il dovere di far nascere??

_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 20-04-2005 20:27  
Forse anche la masturbazione maschile è un atroce delitto....
_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 21-04-2005 10:03  
quote:
In data 2005-04-20 20:27, Ascanio scrive:
Mi viene in mente il caso della donna spostata e con due figli che si è scoperta incinta e con un tumore.
Doveva scegliere se vivere o far vivere il suo feto, lei ha scelto la seconda strada.
Naturalmente questa cosa è stata esaltata dalla chiesa.
Secondo me la donna ha fatto un errore, ha distrutto la vita di 4 persone: il marito, i suoi 2 figli e l'altro nuovo nato.
Che cosa vuol dire il diritto alla vita??Il dovere di far nascere??





QUELLA DONNA HA AVUTO UN CORAGGIO PAZZESCO.

Un po' di rispetto non guasterebbe.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 21-04-2005 12:21  
quote:
In data 2005-04-20 20:22, Ascanio scrive:
quote:
In data 2005-04-20 10:05, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2005-04-18 22:12, Ascanio scrive:
quote:
In data 2005-04-18 12:42, RICHMOND scrive:








io ti capisco benissimo, capisco la sofferenza che ci può essere dietro anche ad una gravidanza venutasi a creare in determinate condizioni (ma parlo solo di determinate e circoscritte condizioni....).
Ma chi sei tu per decidere della vita di un altra persona? E' vero che tu hai il "potere" di creare un altro essere umano, ma è bene non abusare del "potere": poter creare non significa anche avere il diritto di distruggere. In questo modo giustificheremmo anche quei padri di famiglia che, giunti ad un bel giorno della loro vita, decidono di fare strage della famiglia e dei figli che avevano cerati, forse in taluni casi perchè si sentono giustificati nel farlo. Non metto in dubbio il forte disagio sociale che si può celare dietro ad ognuna di queste situazioni, disagio che forse io, giovane diciannovenne, non posso comprendere. Ma posso comprendere comunque che il diritto alla vita è il più importante, davvero quello indiscutibile, un diritto che spetta solo al singolo individuo se accettare o meno.
Ripeto, capisco che ci possono essere situazioni estreme anche per quanto riguarda una gravidanza, ma si giunge a punti dai quali a mio avviso non si può tornare indietro. Questa è la mia opinione. Non considerarmi chiuso mentalmente o maschilista estremo. Non ne faccio una questione di sesso: credo che si trattidi un indiscutibile questione di diritti umani.



Si parla tanto di diritto alla vita di un feto...ma della vita della donna??Un feto è una cellula, non ha emozioni, non ha terminazioni nervose.
Io donna sono un essere umano, vivo e respiro e provo emozioni.
Posso provare la voglia di non portare avanti la gravidanza, posso sentirmi depressa, posso starci davvero male.
Ma questo secondo la chiesa non conta, perchè c'è una piccola cellula che paragonano ad un essere umano e che un aborto assassinerebbe.
Ma per favore.
Un padre di famiglia che fa una strage uccide degli esseri che hanno delle emozioni e che hanno una vita.

Un feto ha dei diritti?? IO ho dei diritti.
Con questo non voglio sostenere che praticherei l'aborto a cuor leggero, è davvero una scelta importante che ti segna, indipendentemente da cosa si scelga.
Solo che giustifico chi pratica l'aborto.



Sono juventino e me ne vanto





allora tu hai emozioni, dolori, dispiaceri e gioie. va bene. ma pensa un attimo...tu sei appagata della tua vita? Sei felice di vivere? non dirmi di no perchè se non non mi faretsi questi discorsi. Va bene....prova ad immaginare che qualcuno ti desse la possibilità di fermare la tua vita in questo istante e rivivere quella che hai vissuto fin'ora. Emozioni, gioie, passioni. E oi pensa se questo qualcuno ti dicesse: "d'ora in po' è come se tu non fossi mai nata, perchè tua madre a uo tempo ha abortito".
Come la prenderesti? eri una cellula si, una cellula. anche adesso sei un insieme di cellule, ma che è capace di provare sentimenti ed emozioni.
Mi sembra di sentire gli stessi discorsi di chi mangia carne di mucca tutti i giorni e poi disprezza chi mangia cani e gatti pechè "con quello sguardo sono troppo dolci, come fai ad ucciderli?". Ascanio, uccidere è sempre brutto....non importa se tu uccidi una gallina piuttosto che un cane, un feto piuttosto che un uomo. Non è solo il cervello che conta. Qui parliamo di diritti umani. Di diritto alla vita. Tu NON PUOI privare una persona del suo diritto alla vita.

_________________
Ed è nella romantica bolgia rossoblù di quella sera, dall'alto del terrazzino sovrastante la Nord che, scosso da tanta passione, mi trovo a rivivere - come in un film a episodi - i tanti indimenticabili momenti della mia vita per il Genoa (D.B.)



[ Questo messaggio è stato modificato da: gatsby il 21-04-2005 alle 23:41 ]

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
DottorDio

Reg.: 12 Lug 2004
Messaggi: 7645
Da: Abbadia S.S. (SI)
Inviato: 21-04-2005 20:35  
quote:
In data 2005-04-21 12:21, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2005-04-20 20:22, Ascanio scrive:
quote:
In data 2005-04-20 10:05, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2005-04-18 22:12, Ascanio scrive:
quote:
In data 2005-04-18 12:42, RICHMOND scrive:








io ti capisco benissimo, capisco la sofferenza che ci può essere dietro anche ad una gravidanza venutasi a creare in determinate condizioni (ma parlo solo di determinate e circoscritte condizioni....).
Ma chi sei tu per decidere della vita di un altra persona? E' vero che tu hai il "potere" di creare un altro essere umano, ma è bene non abusare del "potere": poter creare non significa anche avere il diritto di distruggere. In questo modo giustificheremmo anche quei padri di famiglia che, giunti ad un bel giorno della loro vita, decidono di fare strage della famiglia e dei figli che avevano cerati, forse in taluni casi perchè si sentono giustificati nel farlo. Non metto in dubbio il forte disagio sociale che si può celare dietro ad ognuna di queste situazioni, disagio che forse io, giovane diciannovenne, non posso comprendere. Ma posso comprendere comunque che il diritto alla vita è il più importante, davvero quello indiscutibile, un diritto che spetta solo al singolo individuo se accettare o meno.
Ripeto, capisco che ci possono essere situazioni estreme anche per quanto riguarda una gravidanza, ma si giunge a punti dai quali a mio avviso non si può tornare indietro. Questa è la mia opinione. Non considerarmi chiuso mentalmente o maschilista estremo. Non ne faccio una questione di sesso: credo che si trattidi un indiscutibile questione di diritti umani.



Si parla tanto di diritto alla vita di un feto...ma della vita della donna??Un feto è una cellula, non ha emozioni, non ha terminazioni nervose.
Io donna sono un essere umano, vivo e respiro e provo emozioni.
Posso provare la voglia di non portare avanti la gravidanza, posso sentirmi depressa, posso starci davvero male.
Ma questo secondo la chiesa non conta, perchè c'è una piccola cellula che paragonano ad un essere umano e che un aborto assassinerebbe.
Ma per favore.
Un padre di famiglia che fa una strage uccide degli esseri che hanno delle emozioni e che hanno una vita.

Un feto ha dei diritti?? IO ho dei diritti.
Con questo non voglio sostenere che praticherei l'aborto a cuor leggero, è davvero una scelta importante che ti segna, indipendentemente da cosa si scelga.
Solo che giustifico chi pratica l'aborto.





allora tu hai emozioni, dolori, dispiaceri e gioie. va bene. ma pensa un attimo...tu sei appagata della tua vita? Sei felice di vivere? non dirmi di no perchè se non non mi faretsi questi discorsi. Va bene....prova ad immaginare che qualcuno ti desse la possibilità di fermare la tua vita in questo istante e rivivere quella che hai vissuto fin'ora. Emozioni, gioie, passioni. E oi pensa se questo qualcuno ti dicesse: "d'ora in po' è come se tu non fossi mai nata, perchè tua madre a uo tempo ha abortito".
Come la prenderesti? eri una cellula si, una cellula. anche adesso sei un insieme di cellule, ma che è capace di provare sentimenti ed emozioni.
Mi sembra di sentire gli stessi discorsi di chi mangia carne di mucca tutti i giorni e poi disprezza chi mangia cani e gatti pechè "con quello sguardo sono troppo dolci, come fai ad ucciderli?". Ascanio, uccidere è sempre brutto....non importa se tu uccidi una gallina piuttosto che un cane, un feto piuttosto che un uomo. Non è solo il cervello che conta. Qui parliamo di diritti umani. Di diritto alla vita. Tu NON PUOI privare una persona del suo diritto alla vita.





Se un embrione lo si può considerare vita!
Si può considerare vita umana un "qualcosa" che ha già una certa formazione e che sia capace di provare un minimo di sensazioni.
Fino ai 3 mesi di gravidanza il nascituro non ha nemmeno forma umana, come lo si può considerare un essere vivente a tutti gli effetti?
La donna che è morta per far nascere due figlioli ha operato una scelta che rispetto anche se non mi trova d'accordo.
Una cosa simile successe alla mia nonna che allora aveva già 3 figlioli a carico e doveva scegliere se far nascere il 4° e muorire oppure abortire naturalmente.
Ha fatto la scelta giusta secondo me: poteva privare un uomo della moglie e 4 figli della madre oppure continuare a vivere e fare altri 3 figli come ha fatto (infatti in tutto ha avuto 6 figli).
In più avrebbe privato molte persone di una nonna e posso garantire che è stata una grande nonna!
Questa è solo una mia opinione, poi ognuno la pensi come gli pare!

_________________
Lupo ululà, castello ululì

Sono juventino e me ne vanto

[ Questo messaggio è stato modificato da: gatsby il 21-04-2005 alle 23:38 ]

  Visualizza il profilo di DottorDio  Invia un messaggio privato a DottorDio    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 21-04-2005 20:43  
ceracte di aggiustare questi quote, please!!!
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
DottorDio

Reg.: 12 Lug 2004
Messaggi: 7645
Da: Abbadia S.S. (SI)
Inviato: 21-04-2005 20:57  
quote:
In data 2005-04-20 14:44, Tenenbaum scrive:
il disccorso su Berlusconi non è diretto a te ma a Londoner

cambia utenza e rispondi con l'altro eventualmente



Cambia utenza???
Ma che vorresti dire, che Karlmarx87 è un doppio, e di chi?
Non ho mai trovato nessuno che scrive le cose che dice lui in questo forum, se mi dici di chi dovrebbe essere il doppio per favore!
Come dicevo anch'io (perchè m'avrai quotato solo per la parte finale mentre dicevo abbastanza chiaramente che l'influenza mediatica non è l'unica determinante dell'opinione pubblica?) oltre a Charlie, Se Berlusconi ha in mano le televisioni e decide di adoperare una certa censura per autofavorirsi (a proposito è molto utile la visione del documentario "citizen Berlusconi" trasmesso nella televisione pubblica americana e proibito in quella italiana!) non significa che debba vincere le elezioni per forza, anche perchè ci sono molte persone schierate a sinistra praticamente da sempre e difficilmente le smuoverai (come quelle schierate a destra d'altronde), poi ci sono persone che analizzano un po' le cose che ha fatto il Berlusca e si rendono conto che ha fatto innumerevoli vaccate (ci vuole poco a rendersene conto tra l'altro).
Il suo monopolio televisivo fa effetto soprattutto sulla massa di indecisi che non hanno delle ideologie convinte o che non sanno chi votare perchè poco interessate alla politica.
Così le fiction o certi programmi religiosi sono sdolcinatezze pro cristianesimo voluti apposta dalla Chiesa.
Mi ricordo poi che in uno di quei topic sul papa qualcuno disse che sua madre era un'adattatrice di testi stranieri per telefilm e non le permettevano di tradurre "O my God" con "O mio Dio" ma con "Santo Cielo".
Mi sembra che vennero portati anche altri esempi di questo genere e poi ostiniamoci a chiamarlo stato laico dove la Chiesa sta buona senza interferire nel mondo mediatico nazionale e nella nostra politica!
Non si può negare che la Chiesa influisca pesantemente nelle nostre amministrazioni (Radio vaticana è scandalosa per esempio), ma ciò non vuol dire che esercitando questa forte influenza converta in massa il popolo italiano e che tra qualche anno saremo tutti cattolici!
Reinvito a ragionare minimamente prima di postare senza scrivere di getto la prima cosa che viene in mente al momento
_________________
Geppetto è stato l'unico uomo ad aver fatto un figlio con una sega

Attention: Dieu est dans cette boite comme ailleurs et partout!

  Visualizza il profilo di DottorDio  Invia un messaggio privato a DottorDio    Rispondi riportando il messaggio originario
DottorDio

Reg.: 12 Lug 2004
Messaggi: 7645
Da: Abbadia S.S. (SI)
Inviato: 21-04-2005 21:07  
quote:
In data 2005-04-21 20:43, gatsby scrive:
ceracte di aggiustare questi quote, please!!!



Non so come fare, sorry
_________________
Geppetto è stato l'unico uomo ad aver fatto un figlio con una sega

Attention: Dieu est dans cette boite comme ailleurs et partout!

  Visualizza il profilo di DottorDio  Invia un messaggio privato a DottorDio    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 Pagina successiva )
  
0.639470 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: