FilmUP.com > Forum > Attualità - ARGOMENTO SCOTTANTE! PARLAIMO DI MATRIMONI GAY, ADOZIONI, LAICITà DELLO STATO, INSEMINAZIONE.
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > ARGOMENTO SCOTTANTE! PARLAIMO DI MATRIMONI GAY, ADOZIONI, LAICITà DELLO STATO, INSEMINAZIONE.   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 Pagina successiva )
Autore ARGOMENTO SCOTTANTE! PARLAIMO DI MATRIMONI GAY, ADOZIONI, LAICITà DELLO STATO, INSEMINAZIONE.
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 21-04-2005 23:42  
Ho fatto io
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 22-04-2005 09:15  
Tornando in Topic. Magari questo vi farà piacere

SPAGNA, PARLAMENTO APPROVA MATRIMONIO OMOSESSUALE
Matrimoni omosex MADRID - ''Habemus matrimonium'' gridava uno striscione del Collettivo gay e lesbiche all'interno del parlamento spagnolo dopo che oggi la camera bassa ha approvato una legge, definita ''storica'', che consentira' a persone dello stesso sesso di sposarsi e adottare bambini esattamente come gli eterosessuali.

La legge, che ripropone lo scontro fra le due anime della Spagna cattolica e socialista ed e' stata criticata duramente dai vescovi spagnoli e dall'allora cardinale Joseph Ratzinger come ''distruttiva per la famiglia e la societa''', e' passata con 183 voti a favore, 136 contro (Popolari e Unione democratica di Catalogna, Udc) e 6 astensioni. Il Partito Nazionale Basco (Pnv) e Convergenza e Unione di Catalogna (CiU) della quale fa parte Udc, avevano lasciato liberta' di voto ai propri deputati.

La camera ha anche approvato, con 192 voti a favore, 127 astensioni (Pp) e 5 voti contro, un progetto di legge che rende piu' agile il divorzio rendendo possibile presentare domanda dopo tre mesi dal matrimonio, senza separazione previa e senza cause di colpevolezza. La riforma mantiene la polemica custodia condivisa dei figli che puo' essere decisa dal giudice su richiesta di uno solo dei due coniugi. Ma il governo si e' detto pronto a ''ritoccare'' questo punto.

La legge sul matrimonio omosessuale, che, come quella sul divorzio, passera' ora al senato, senza molti dubbi sulla sua approvazione finale malgrado i popolari siano la' il principale partito, dovrebbe entrare in vigore in estate. Essa modifica il codice civile vigente in 16 articoli, sostituendo di fatto le parole ''marito e moglie'' con ''i coniugi'' e ''padre e madre'' con ''genitori''. Viene inoltre ampliato l'articolo 44 con la seguente dizione: ''Il matrimonio avra' gli stessi requisiti ed effetti quando i contraenti siano dello stesso o di differente sesso''.

''E' un giorno storico per tutti i cittadini che credono nell'eguaglianza, la giustizia e lo stato di diritto'' ha detto Beatrice Gimeno, presidente della federazione statale di lesbiche, gay e transessuali i cui rappresentanti nella camera avevano le lacrime agli occhi. Il ministro della giustizia Juan Fernando Lopez Aguilar ha affermato che con il matrimonio omosessuale si adempie il mandato costituzionale di eliminare le barriere di disuguaglianza e discriminazione.

Il Consiglio generale del potere giudiziario (Cgpj) ha da parte sua espresso dubbi sulla costituzionalita' del testo di legge in quanto ''il matrimonio o e' eterosessuale o non e'''. Il Pp ha sottolineato che la sua opposizione non e' nei confronti dei diritti, che invece difende, di gay e lesbiche, ma ad una legge che equipara la loro unione al matrimonio tradizionale.

La Conferenza episcopale ritiene che la riforma approvata ''introduce un pericoloso elemento di dissoluzione dell'istituzione matrimoniale e con essa del giusto ordine sociale''. Secondo il cardinale Antonio Maria Rouco Varela, arcivescovo di Madrid ed ex presidente della Conferenza, la riforma non e' coerente con la traiettoria della democrazia moderna ''concepita intorno alla persona umana ed ai suoi diritti fondamentali''.

Lo stesso cardinal Ratzinger, ora papa Benedetto XVI, in un'intervista del novembre scorso aveva bollato la legge come ''distruttiva per la famiglia e la societa'' in quanto ''la gente normale considera che cio' che afferma il diritto e' anche moralmente lecito''. ''E se consideriamo questa unione piu' o meno equivalente al matrimonio avremo una societa' che gia' non riconosce la specificita' ne' il carattere fondamentale della famiglia'', aveva detto Ratzinger in una posizione che sembra prefigurare il primo grande confronto fra il suo pontificato e il mondo laico moderno.

Oggi il premier Jose Luis Rodriguez Zapatero, che nei giorni scorsi si era detto desideroso di ''collaborare'' con il nuovo papa, ha affermato che se Benedetto XVI avra' qualcosa da dire sul matrimonio omosessuale egli lo ascoltera' con rispetto ma senza rinunciare alle prerogative del governo.

''Se il nuovo papa dice qualcosa (al riguardo) sono pronto a rispettare cio' che dira''' ha detto Zapatero sottolineando che ''una delle garanzie della democrazia e' la liberta' religiosa, di opinione, la liberta' di portare avanti un progetto politico con il voto dei cittadini; questa e' la grandezza della democrazia''.

Contro l'iniziativa di legge si erano espressi ieri cristiani ed ebrei chiedendo al parlamento di non consentire che le unioni omosessuali siano equiparate al matrimonio distruggendone cosi' ''essenza e identita''' che sono parte integrante della ''tradizione giudaico-cristiana''.

In un documento senza precedenti sottoscritto da rappresentanti delle fedi cattolica, ortodossa, evangelica ed ebraica, e diffuso dalla Conferenza episcopale, si affermava che i diritti degli omosessuali pur sacrosanti ''non dovrebbero influire sull'essenza e l'identita' del matrimonio'' e che comunque una legge richiederebbe ''riflessione, un ampio dialogo e un vasto consenso sociale''.

Il governo, per bocca del segretario di stato alla giustizia Luis Lopez Guerra, aveva risposto affermando che la legge ''e' un'iniziativa meditata'' che ''conta su un ampio appoggio dell'opinione pubblica'' e seguira' il suo iter.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 22-04-2005 15:47  
quote:
In data 2005-04-21 10:03, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2005-04-20 20:27, Ascanio scrive:
Mi viene in mente il caso della donna spostata e con due figli che si è scoperta incinta e con un tumore.
Doveva scegliere se vivere o far vivere il suo feto, lei ha scelto la seconda strada.
Naturalmente questa cosa è stata esaltata dalla chiesa.
Secondo me la donna ha fatto un errore, ha distrutto la vita di 4 persone: il marito, i suoi 2 figli e l'altro nuovo nato.
Che cosa vuol dire il diritto alla vita??Il dovere di far nascere??





QUELLA DONNA HA AVUTO UN CORAGGIO PAZZESCO.

Un po' di rispetto non guasterebbe.


Che cosa è più coraggioso, decidere di abortire o continuare la gravidanza che renderà orfani3 figli e vedovo un marito??
Dipende dai punti di vista.

_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 22-04-2005 15:51  
Che bella scelta di parole complimenti. Quasi non si capisce che quella donna ha sacrificato anzitutto la propria vita

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 22-04-2005 15:56  
quote:
In data 2005-04-21 12:21, RICHMOND scrive:













[/quote]
[/quote]

allora tu hai emozioni, dolori, dispiaceri e gioie. va bene. ma pensa un attimo...tu sei appagata della tua vita? Sei felice di vivere? non dirmi di no perchè se non non mi faretsi questi discorsi. Va bene....prova ad immaginare che qualcuno ti desse la possibilità di fermare la tua vita in questo istante e rivivere quella che hai vissuto fin'ora. Emozioni, gioie, passioni. E oi pensa se questo qualcuno ti dicesse: "d'ora in po' è come se tu non fossi mai nata, perchè tua madre a uo tempo ha abortito".
Come la prenderesti? eri una cellula si, una cellula. anche adesso sei un insieme di cellule, ma che è capace di provare sentimenti ed emozioni.
Mi sembra di sentire gli stessi discorsi di chi mangia carne di mucca tutti i giorni e poi disprezza chi mangia cani e gatti pechè "con quello sguardo sono troppo dolci, come fai ad ucciderli?". Ascanio, uccidere è sempre brutto....non importa se tu uccidi una gallina piuttosto che un cane, un feto piuttosto che un uomo. Non è solo il cervello che conta. Qui parliamo di diritti umani. Di diritto alla vita. Tu NON PUOI privare una persona del suo diritto alla vita.

[/quote]
Piano.
Non si uccide un embrione, perchè non è ancora vita.
E' stato verificato dalla scienza, e nessun papa mi convincerà del contrario.
Ripeto che il diritto alla vita di una cellula non può obbligare una madre a portare avanti una gravidanza che non vuole.
Tra un feto ed una madre io scelgo una madre.
Posso avere il diritto di decidere della mia vita o devo aspettare che i cattolici oltre che bloccare la ricerca scientifica IMPONENDO la loro volonta antiscientifica (ricordo che gli scenziati affermano che un embrione non è vita) pretendano che venga vietato l'aborto??
Certo, sono (abbastanza) soddisfatta della mia vita; forse questo non lo potrebbero dire tutti quei bambini che sono cresciuti da soli perchè i genitori se ne sbattono.



_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 22-04-2005 15:58  
quote:
In data 2005-04-22 15:56, Ascanio scrive:
Piano.
Non si uccide un embrione, perchè non è ancora vita.
E' stato verificato dalla scienza, e nessun papa mi convincerà del contrario.





verificato dalla scienza?? Ma quando mai!!

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 22-04-2005 16:03  
Che strana la chiesa.
In africa muoiono a milioni per colpa dell'aids, ma figurati se il defunto santo padre ha autorizzato l'uso del profilattico...
il profilattico non và bene per la chiesa cattolica, perchè equivale a compiere un omicidio (non si può fermare la vita).
Intanto si ammalano e non possono nemmeno permettersi i farmaci, perchè costano troppo.
La chiesa sguinzaglia i suoi missionari per predicare il vangelo, e che se ne fanno i bambini che nascono malati?? In questi casi l'aborto non sarebbe molto più etico??

La chiesa dovrebbe arroccarsi meno sulle proprie convinzioni ideologiche e guardare come vanno concretamente le cose nel mondo se vuole salvare delle vite umane.

_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 23-04-2005 09:58  
quote:
In data 2005-04-22 16:03, Ascanio scrive:
Che strana la chiesa.
In africa muoiono a milioni per colpa dell'aids, ma figurati se il defunto santo padre ha autorizzato l'uso del profilattico...



l'Aids prolifera? E' colpa della chiesa!!
Questa è una puttanata colossale.

1) Anche con l'uso perfetto del preservativo la possibilità che un sieropositivo trasmetta nel rapporto il virus al partner è cmq del 30%.
2) La chiesa invece propone un rimedio molto + sicuro: l'astinenza e la fedeltà coniugale.
3) Nel momento in cui una persona si allontana dal percorso indicato dalla chiesa, non capisco proprio perchè la chiesa debba essere cmq ritenuta responsabile dei danni che questo individuo si procura.
4) Se l'Aids è diffusa in certi paesi + che in altri è perchè c'è una promiscuità sessuale maggiore. Ovvero si cambiano molti + partner. Questo è un comportamento osteggiato dalla chiesa.
5) Non capisco proprio perchè un africano che decide di andare con la prima che passa (in barba al principio dell'astinenza e della fedeltà coniugale) al momento del rapporto debba pensare "Non mi metto il profilattico perchè lo dice la chiesa". Ti accorgi che il ragionamento non sta in piedi?

[ Questo messaggio è stato modificato da: ipergiorg il 23-04-2005 alle 10:00 ]

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 23-04-2005 14:08  
quote:
In data 2005-04-23 09:58, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2005-04-22 16:03, Ascanio scrive:
Che strana la chiesa.
In africa muoiono a milioni per colpa dell'aids, ma figurati se il defunto santo padre ha autorizzato l'uso del profilattico...



l'Aids prolifera? E' colpa della chiesa!!
Questa è una puttanata colossale.

1) Anche con l'uso perfetto del preservativo la possibilità che un sieropositivo trasmetta nel rapporto il virus al partner è cmq del 30%.
2) La chiesa invece propone un rimedio molto + sicuro: l'astinenza e la fedeltà coniugale.
3) Nel momento in cui una persona si allontana dal percorso indicato dalla chiesa, non capisco proprio perchè la chiesa debba essere cmq ritenuta responsabile dei danni che questo individuo si procura.
4) Se l'Aids è diffusa in certi paesi + che in altri è perchè c'è una promiscuità sessuale maggiore. Ovvero si cambiano molti + partner. Questo è un comportamento osteggiato dalla chiesa.
5) Non capisco proprio perchè un africano che decide di andare con la prima che passa (in barba al principio dell'astinenza e della fedeltà coniugale) al momento del rapporto debba pensare "Non mi metto il profilattico perchè lo dice la chiesa". Ti accorgi che il ragionamento non sta in piedi?

[ Questo messaggio è stato modificato da: ipergiorg il 23-04-2005 alle 10:00 ]


Non ho detto che se l'AIDS prolifica è colpa della chiesa.
Però di certo non aiuta...
si spendono un sacco di soldi per campagne di prevenzione e un volta di più la chiesa butta il concetto di PECCATO nell'usare un qualcosa che potrebbe salvare delle vite.
In africa non è che ci sia promiscuità sessuale, è che molto spesso nascono già malati.
L'aids è la peste del nuovo millennio, e per fermarla ci vorrebbero tutti gli aiuti possibili.
Pensi che tutti i credenti pratichino l'astinenza sessuale?? Piuttosto utilizza i metodi contraccettivi naturali.
_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 23-04-2005 14:10  
quote:
In data 2005-04-22 15:51, ipergiorg scrive:
Che bella scelta di parole complimenti. Quasi non si capisce che quella donna ha sacrificato anzitutto la propria vita


Esatto. Ha dato la propria vita. Con il risultato che 3 figli quando piangeranno non avranno la loro mamma a stringerli.
Certo, ci vuole coraggio ad abbandonare i propri figli.
Questo è il mio punto di vista.
_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 23-04-2005 14:12  
quote:
In data 2005-04-22 15:58, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2005-04-22 15:56, Ascanio scrive:
Piano.
Non si uccide un embrione, perchè non è ancora vita.
E' stato verificato dalla scienza, e nessun papa mi convincerà del contrario.





verificato dalla scienza?? Ma quando mai!!



La scienza ha stabilito dei limiti ben precisi entro cui si può considerare un embrione un essere vivente.
La chiesa ritiene che già al concepimento sia vita.
Opinione sua, non può imporla a tutti.
_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
caiomario
ex "Shady87"

Reg.: 04 Lug 2003
Messaggi: 2527
Da: Verona (VR)
Inviato: 23-04-2005 20:06  
ma che cazzo impone la chiesa? la chiesa al massimo disprezza e critica una certa cosa, non è che la chiesa ti manda la digos a casa se ti beccano col preservativo!



[ Questo messaggio è stato modificato da: caiomario il 23-04-2005 alle 20:06 ]

  Visualizza il profilo di caiomario  Invia un messaggio privato a caiomario  Vai al sito web di caiomario     Rispondi riportando il messaggio originario
Giurato

Reg.: 06 Set 2003
Messaggi: 253
Da: Roma (RM)
Inviato: 23-04-2005 20:28  
si ce certe gente se lo mette sul capo!

Le teste di c.... sono scomunicate!

_________________
Cerco lavoro

[ Questo messaggio è stato modificato da: Giurato il 23-04-2005 alle 20:28 ]

  Visualizza il profilo di Giurato  Invia un messaggio privato a Giurato    Rispondi riportando il messaggio originario
lemona

Reg.: 07 Gen 2002
Messaggi: 819
Da: ferrara (FE)
Inviato: 23-04-2005 23:21  
la chiesa deve pensare alla religione non deve intromettersi sulla laicita' dello stato...ognuno stia al suo posto i preti da una parte , lo stato da una parte ... e se i preti e i papa boys insistono c'e ' sempre la ghigliottina....

  Visualizza il profilo di lemona  Invia un messaggio privato a lemona    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 24-04-2005 10:09  
quote:
In data 2005-04-23 14:12, Ascanio scrive:
quote:
In data 2005-04-22 15:58, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2005-04-22 15:56, Ascanio scrive:
Piano.
Non si uccide un embrione, perchè non è ancora vita.
E' stato verificato dalla scienza, e nessun papa mi convincerà del contrario.





verificato dalla scienza?? Ma quando mai!!



La scienza ha stabilito dei limiti ben precisi entro cui si può considerare un embrione un essere vivente.
La chiesa ritiene che già al concepimento sia vita.
Opinione sua, non può imporla a tutti.




questa è una tua purissima invenzione.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 Pagina successiva )
  
0.022751 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: