FilmUP.com > Forum > Attualità - Il mio disprezzo per i politici che invitano a non votare...
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Il mio disprezzo per i politici che invitano a non votare...   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 Pagina successiva )
Autore Il mio disprezzo per i politici che invitano a non votare...
Ladyanne
ex "ladyann2"

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 8834
Da: vicenza (VI)
Inviato: 16-05-2005 17:08  
quote:
In data 2005-05-16 16:52, ipergiorg scrive:

quella del non essere abbiente è una cavolata. Che discorsi, allora anche la legge sulla droga è discriminatoria. Se ho i soldi volo in olanda tutti i giorni e mi metto a commerciare mariuana. O anche l'attuale legge sull'aborto lo è: in inghilterra si abortisce fino alle 24settimane basta volare lì e il gioco è fatto.


questi sono discorsi del cazzo, non si stà mica parlando della libertà di drogarsi (sull'aborto non metto bocca perchè si può fare anche qui) si parla della possibilità di avere figli.
fare questo paragone è la cosa più stupida che si possa fare.
quote:
In data 2005-05-16 16:52, ipergiorg scrive:


Futuri bambini appunto. Io li farei nascere tu li sopprimeresti allo stato di embrione. E mi parli di salute dei futuri bambini?


li facciamo nascere malati? ovvio che una madre vuole bene a suo figlio in qualsiasi stato lui si trova, ma se io sono portatrice di una malattia perchè devo far subire a mio figlio la stessa sorte? per non parlare del parto plurigemellare e i rischi che comporta
quote:
In data 2005-05-16 16:52, ipergiorg scrive:


La ricerca si può anche fare con le staminali adulte. Allo stato attuale non mi pare vi sia una sola cura con le staminali embrionali, con le adulte si. E se la ricerca si fa a spese di una vita umana (quella dell'embrione) non credo sia giustificata.



buonanotte, dove le leggi le informazioni? su topolino?
quote:
In data 2005-05-16 16:52, ipergiorg scrive:


Cmq me ne impipavo specificatamente dei risvolti "sulla democrazia" della mia decisione di boicottare i referendum


bravo continua così
_________________
Tzè

  Visualizza il profilo di Ladyanne  Invia un messaggio privato a Ladyanne    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 16-05-2005 17:15  
ragazzi il mio topic non voleva entrare nel merito, quanto fare un discorso generale sul valore e il significato del referendum in se.
Per altri discorsi (da farsi sempre con i dovuti modi, capisco le alterazioni, un pò meno toni aspri o offese), c'è un altro topic proprio qui in home page di Attualità.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Ladyanne
ex "ladyann2"

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 8834
Da: vicenza (VI)
Inviato: 16-05-2005 17:20  
scusa gat, mi rimetto in riga (anche perchè non sono abituata a postare qui ) però se apri un topic del genere vicino al referendum sulla procreazione assistita è ovvio che si va ad associazioni e si sconfina
_________________
Tzè

  Visualizza il profilo di Ladyanne  Invia un messaggio privato a Ladyanne    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 16-05-2005 19:16  
quote:
In data 2005-05-16 15:20, Ladyanne scrive:
quote:
In data 2005-05-16 01:23, sloberi scrive:
quote:
In data 2005-05-15 16:26, mulaky scrive:
ammetto l'astensione, ma rimane una non espressione del voto, cioè nn deve valere come no.


Ma da quando in qua vale come no?
Astenersi deve voler dire "non voglio usare il referendum su questa questione". Non si tratta solo di ammettere l'astensione ma di rendersi conto che va equiparata ad una qualunque altra scelta ipotizzabile. Naturalmente parlo sempre e solo di referendum abrogativi.


certo, allora i politici dicono "non andate a votare perchè cosi dimostrate di non voler usare il referendum su questa questione"
ma levatevi




Per favore leggi tutto ciò che si scrive prima di sputare sentenze e per di più con questa fastidiosa arroganza.
Qui c'era gente che parlava di abrogare il quorum e obbligare la gente a votare ai referendum e criminalizzare chi non lo fa. Io ho solo cercato di dimostrare perchè queste idee sono prive di fondamento.
Poi ho appositamente scritto che esiste una questione etica per la quale i partiti non dovrebbero strumentalizzare l'astensione ma solo proporla in determinati casi.

Se hai voglia di leggerti gli altri miei interventi capirai meglio. Di certo non mi "leverò" come chiedi tu...
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 16-05-2005 19:22  
quote:
In data 2005-05-16 17:15, gatsby scrive:
ragazzi il mio topic non voleva entrare nel merito, quanto fare un discorso generale sul valore e il significato del referendum in se.



Ecco, e a proposito di questo vedo che c'è gente che continua a parlare di obbligatorietà di andare alle urne in caso di referendum abrogativo.

Io ho articolato perchè a mio avviso l'astensione è un diritto sacrosanto.
Qualcuno ha la cortesia di spiegarmi per quale ragione etica, morale, giuridica, sociale o di qualunque altro tipo la cosa non dovrebbe essere così?
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
Ladyanne
ex "ladyann2"

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 8834
Da: vicenza (VI)
Inviato: 16-05-2005 19:25  
quote:
In data 2005-05-16 19:16, sloberi scrive:

Qui c'era gente che parlava di abrogare il quorum e obbligare la gente a votare ai referendum e criminalizzare chi non lo fa.


abrogare il quorum si, criminalizzare 'ndo ***zo l'hai letto?
al massimo si condanna moralmente ma non si criminalizza nessuno
quote:
In data 2005-05-16 19:16, sloberi scrive:
Io ho solo cercato di dimostrare perchè queste idee sono prive di fondamento.
Poi ho appositamente scritto che esiste una questione etica per la quale i partiti non dovrebbero strumentalizzare l'astensione ma solo proporla in determinati casi.


francamente la cosa più idiota che un politico mi possa venire a dire è quella di astenermi, proprio lui che mangia, beve e campa con i miei voti
se il referendum fa il tuo comodo parte "il vai a votare vai a votare" altrimenti "astieniti astieniti", francamente a me stè cose mi fanno un pò incazzare se permetti
ora spiegami quali sono i "determinati casi"
_________________
Tzè

  Visualizza il profilo di Ladyanne  Invia un messaggio privato a Ladyanne    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 16-05-2005 21:01  
quote:
In data 2005-05-16 19:25, Ladyanne scrive:
quote:
In data 2005-05-16 19:16, sloberi scrive:

Qui c'era gente che parlava di abrogare il quorum e obbligare la gente a votare ai referendum e criminalizzare chi non lo fa.


abrogare il quorum si, criminalizzare 'ndo ***zo l'hai letto?
al massimo si condanna moralmente ma non si criminalizza nessuno


Non voglio sembrare insistente ma il topic lo devi leggere tutto, sennò è chiaro che si discute sull'aria fritta.
Sbaglio o Gatsby nel post d'apertura (che vari sottoscrivono, tu compresa) parla di mandare in galera qualcuno?
E comunque su una questione Iper ha ragione; se, come alcuni dicono, il voto è un dovere chi non lo adempie per questi alcuni dev'essere perseguito.

quote:
In data 2005-05-16 19:25, Ladyanne scrive:
quote:
In data 2005-05-16 19:16, sloberi scrive:
Io ho solo cercato di dimostrare perchè queste idee sono prive di fondamento.
Poi ho appositamente scritto che esiste una questione etica per la quale i partiti non dovrebbero strumentalizzare l'astensione ma solo proporla in determinati casi.


francamente la cosa più idiota che un politico mi possa venire a dire è quella di astenermi, proprio lui che mangia, beve e campa con i miei voti
se il referendum fa il tuo comodo parte "il vai a votare vai a votare" altrimenti "astieniti astieniti", francamente a me stè cose mi fanno un pò incazzare se permetti
ora spiegami quali sono i "determinati casi"




Guarda, che la cosa dia fastidio è più che normale e ti ripeto che sono dello stesso avviso e già l'ho fatto intendere. Però non vedo perchè mi hai scritto di "levarmi" nel post precedente quando non avevo espresso nessun giudizio etico in merito alla questione.

Se vai a rileggerti quello che ho scritto due pagine fa capirai quello che penso sull'argomento.
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
Ladyanne
ex "ladyann2"

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 8834
Da: vicenza (VI)
Inviato: 17-05-2005 09:39  
quote:
In data 2005-05-16 21:01, sloberi scrive:
Non voglio sembrare insistente ma il topic lo devi leggere tutto, sennò è chiaro che si discute sull'aria fritta.
Sbaglio o Gatsby nel post d'apertura (che vari sottoscrivono, tu compresa) parla di mandare in galera qualcuno?
E comunque su una questione Iper ha ragione; se, come alcuni dicono, il voto è un dovere chi non lo adempie per questi alcuni dev'essere perseguito.


ok, mi era sfuggito, comunque non penso si stesse parlando sul serio, ma vabbè, non condivido quello che dice gat, ma passiamo
quote:
In data 2005-05-16 21:01, sloberi scrive:
Guarda, che la cosa dia fastidio è più che normale e ti ripeto che sono dello stesso avviso e già l'ho fatto intendere. Però non vedo perchè mi hai scritto di "levarmi" nel post precedente quando non avevo espresso nessun giudizio etico in merito alla questione.

Se vai a rileggerti quello che ho scritto due pagine fa capirai quello che penso sull'argomento.




questo è l'intervento del "ma levati"
quote:
In data 2005-05-16 01:23, sloberi scrive:
Ma da quando in qua vale come no?
Astenersi deve voler dire "non voglio usare il referendum su questa questione". Non si tratta solo di ammettere l'astensione ma di rendersi conto che va equiparata ad una qualunque altra scelta ipotizzabile. Naturalmente parlo sempre e solo di referendum abrogativi.



mantendendo i toni + calmi (e er cortesia non attaccarti ancora al ma levati)
la frase che contesto è questa:
quote:
In data 2005-05-16 01:23, sloberi scrive:

Astenersi deve voler dire "non voglio usare il referendum su questa questione".


se ciò fosse realmente così il quorum non dovrebbe esistere, perchè checchè tu ne dica con esso astenersi vuol dire anche, e soprattutto, no
C'è il quorum? i casi sono:
vado a votare: voto ovviamente si
Non vado a votare: Sono contraria percui no
Non voglio usare il referendum su questa questione, ma cmq è equiparato ad un no, cioè che me frega dei motivi percui non vado a votare sempre no è

se non ci fosse il quorum il tuo discorso avrebbe molta più logica
Vado a votare: sono d'accordo voto si
non sono d'accordo, voto no
Non vado a votare: non voglio usare il referendum su questa questione percui mi astengo

tu dici che poi dovremmo rimettirci alle decisioni di pochi, ma sei così sicuro che siano poi in pochi?
magari molta gente non va a votare per la scarsa informazione riguardo al merito


_________________
Tzè

  Visualizza il profilo di Ladyanne  Invia un messaggio privato a Ladyanne    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 17-05-2005 09:50  
Capisco benissimo il punto di vista di sloberi, e non posso certo diore che non sia giusto.
ricapotolando l'unico motivo valido per cui si possa non votare, è manifestare il proprio dissenso per il modo (referendario) con cui questo argomento viene nuovamente affrontato.
Però, guardiamoci negli occhi, e siamo sinceri.Qunate persone si asterranno per questo motivo?
Quali politici hanno tirato in ballo queste ragioni per non andare a votare.
E' logico che io fin dall'inizio mi riferivo a tutta quella gente che invece di combattere (legittimamente) per il no, inivita la gente a non andare alle urne.
Per queste tizi non dico galera(non ci vanno nemmeno gli assassini), ma di certo per il ruolo pubblico che ricoprono non posso azzardarsi a combattere (per queste ragioni) in questo modo. Lo trovo contro ogni principio democratico.
Ho già fatto un esmepio poi in cui ben si dimostra che così si falasa la maggioranza del paese.
Se abbiamo 80% di media di votanti. E se il 45% dei votanti vostasse si, mentre il 35 invece di dire no, si asterrebbe, allora non si raggiungebbe il quorum. Però sarebbe chiaro che la manavro è stata un vero e proprio sabotaggio.
Un tempo chi non votava aveva delle piccole, ma esistente, forme di discrimizazione-. era scritto sul curriculum, era importanti ai fini del servizio militare, e tante altre piccole coe. Non voglio ritonranare a quesl tipo di controllo, ma è innegabile che così facendo la delega parlamentare più che essere lo strumneto per una rappresentanza diventa un mandato di subordinazione.

_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Ladyanne
ex "ladyann2"

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 8834
Da: vicenza (VI)
Inviato: 17-05-2005 09:56  
comunque visto che mi accusi di non leggerti commento pure l'altro post
quote:
In data 2005-05-15 21:23, sloberi scrive:
L'elettore deve avere la possibilità di effettuare oltre ad un'astensione nel merito, un rifiuto del metodo. La prima l'abbiamo con la scheda bianca; attraverso questa l'elettore afferma che lascia la decisione agli altri cittadini ma va ad aggiungere un voto per il quorum, giudicando quindi corretto l'uso del sistema referendario per l'argomento in questione.



messa così mi pare più che logica, ma quanto in realtà funziona così? la gente non fa questi ragionamenti. cerchiamo di matenere i piedi per terra. Personalmente in tutta la campagna pro e contro referendaria non ho sentito nessun politico dire che si può fare una cosa del genere
quote:
In data 2005-05-15 21:23, sloberi scrive:
se il 70% non vota perchè non vuole usare nel caso in questione lo strumento referendario non è giusto che il restante 30% decida per tutti.


a me sembra + che giusto invece, spingerebbe le persone all'informazione a chiedersi cosa bisogna e non bisogna fare. e poi, rimanendo sempre con i piedi per terra Chi te lo dice che il 70% non vota per quel motivo li? molta gente non lo fa per disinformazione, ne ho riportato un dettagliato esempio nell'altro topic (dato che ci sei ti rimando pure al post di Ilaria, che mi sembra + che ottimo)
quote:
In data 2005-05-15 21:23, sloberi scrive:

Per quanto riguarda l'obbligo di voto, chi lo sostiene praticamente afferma che viviamo in uno stato in cui 500000 persone hanno il diritto di interrogare tutti i cittadini su una qualunque questione, anche la più oscura e complicata.

Riassumendo: chi propone il referendum deve, per vincere, ottenere più sì che no ma anche convincere la maggior parte degli italiani ad andare a votare, ovvero convincerli che lo strumento referendario è quello adatto per discutere dell'argomento in questione. Se non si raggiunge il quorum è perchè la maggior parte degli italiani lascia la decisione al percorso politico canonico.

E finchè la Costituzione è questa le cose rimarranno sempre così.


le 500.000 persone le ha fissate le legge che poi ci sarebbero anche 5 regioni e non so quanti parlamentari,. Mi sembra che la chiamata alle urne non sia stà tragedia, anzi mi sembra una cosa da sfruttare appena se ne ha l'occasione perchè comunque sono poche le occasioni che ha il popolo di farsi sentire.
Quello che comporta l'abolizione del quorum sarebbe solo una maggior informazione da parte dei politici (favorevoli e contrari) non solo informazione (poca) dei favorevoli e omertà dei contrari
quote:
In data 2005-05-15 21:23, sloberi scrive:
Poi c'è chiaramente una questione etica. Il partito che dice ai suoi elettori di non andare alle urne dovrebbe parlare di questa inopportunità del quesito referendario e non dirlo per la paura che un eventuale raggiungimento del quorum portasse ad un risultato contrario alle sue idee.



qui sono d'accordo, purtroppo non funziona così

quello che condanno nei politici è un incoerenza di fondo, l'astensione dovrebbe essere una scelta del singolo cittadino e magari un eccezione, non una regola su cui battere per raggiungere i propri comodi.
ed è soprattutto per questo che condanno il quorum, su come la politica ci giochi e su come i politici ci facciano i loro comodi. Se non fosse così il quorum avrebbe anche regione di esistere

quello che sostieni tu come regola "Non vado a votare perchè non voglio usare il referendum su questa questione" in realtà è l'eccezione


_________________
Tzè

  Visualizza il profilo di Ladyanne  Invia un messaggio privato a Ladyanne    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 17-05-2005 12:19  
Il problema sapete qual'è? CHe il 90% (e son ottimista) del popolo italiano NON HA LA MINIMA IDEA di cosa sia la fecondazione assistita!

Ma cosa c'è ne frega in fondo? L'importante e' guardare la finalissima del Cervia o la sfida finale di Amici! Tanto finchè i problemi non ci toccano....chissenefrega no? Poi però non appena ne siam coinvolti, c'è la si prende con il governo, l'informazione subdola e quant'altro!

Che schifo...

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 17-05-2005 12:31  
Greenday io comunque credo che anche il 90% dei poltici non sappia di cosa si parli.
E comunque in questo caso il referendum (dopo esser stato mutilato su iniziativa del governo dalla corte costituzionale) è stato fissato il puà tardi possibile (poteva esser fatto a MAggio e invece è slitatto di 2 settimane...).
Purtroppo su queste cose sono i media a dover attirare l'attenzione. Non è giusto, ma è così. La RAI dovrebbe servire a questo: serivizio pubblico.

_________________
Quell'avido, cupido, pavido, stupido, zotico, lepido, stolido, trepido, ladro, rapace ed incapace d'un re fasullo d'Inghilterra!Yeah!


[ Questo messaggio è stato modificato da: gatsby il 17-05-2005 alle 12:48 ]

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 17-05-2005 12:38  
Concordo. Cmq ieri pomeriggio ho beccato su rai2 un programma dedicato proprio al referendum.

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
Petrus

Reg.: 17 Nov 2003
Messaggi: 11216
Da: roma (RM)
Inviato: 17-05-2005 12:40  
quote:
In data 2005-05-17 12:31, gatsby scrive:

il referendum (dopo esser stato mutilato su iniziativa del governo dalla corte costituzionale) è




e in che modo è stato mutilato?
_________________
"Verrà un giorno in cui spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate"

  Visualizza il profilo di Petrus  Invia un messaggio privato a Petrus  Vai al sito web di Petrus    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 17-05-2005 12:47  
erano 12 quesiti che sono diventati 4
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 Pagina successiva )
  
0.348839 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: