FilmUP.com > Forum > Attualità - "VOTA LA TRIPPA!"
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > "VOTA LA TRIPPA!"   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore "VOTA LA TRIPPA!"
Plaster

Reg.: 23 Gen 2006
Messaggi: 1482
Da: Napoli (NO)
Inviato: 28-03-2006 23:43  
Ma si parla di cose serie in questa campagna elettorale, o dobbiamo stare a sentire le immense prese per il culo che l'elefantino(* vedi Blog di Beppe Grillo) ci dosa piano piano come naturali e giornaliere punture sul sedere?
"Nella Cina di Mao cuocevano i bambini..."
Si ma ora qualcuno è capace di trovarmi un nesso logico con la campagna eletorale in corso?
Tutti sappiamo che nei periodi della rivol. culturale e dopo, Mao ha fatto cose abominevoli, e ha portato la Cina al massimo del degrado, e sono stati poi i suoi successori, totalmente capitalisti, a introdurre il libero e più aperto mercato, lasciando al popolo (cui lati negativi del comunismo sono censurati), la sola iconografia del vecchio leader comunista.


...ma ora cosa centra?
Non capisco come la gente che che lo ascolta non si senta presa per il culo, sentendo parlare ancora di comunismo dittatoriale, terrore, morte e distruzione, libro nero del comunismo (che sembra scritto proprio dall'elefantino).

Ora, dopo questo piccolo sfogo, credo sia inutile e controproducente (per la sinistra), discutere di queste cose, e quindi non lo faremo neanche noi.

Richiamando l'attenzione sugli evidenti problemi di cui è veramente afflitto il nostro ormai "paesucciolo", invito ognuno di voi a citarne quelli che secondo lui sono i più importanti e da risolvere al più presto...se capita, anche discuterli.
_________________
è passat' A nuttata

  Visualizza il profilo di Plaster  Invia un messaggio privato a Plaster     Rispondi riportando il messaggio originario
londoner

Reg.: 22 Gen 2005
Messaggi: 690
Da: london (es)
Inviato: 28-03-2006 23:48  
bollivano i bambini e li usavano come concime, i giudici sono comunisti, è un complotto, giuro sui miei figli

_________________
"Meno male che mancano ancora solo dieci giorni alla fine di questa campagna elettorale, o ci ritroveremmo in guerra con tutta l'umanità". - Massimo D'Alema marzo 2006 (all'indomani del delirio berlusconiano sui bambini cinesi bolliti)



[ Questo messaggio è stato modificato da: londoner il 28-03-2006 alle 23:49 ]

  Visualizza il profilo di londoner  Invia un messaggio privato a londoner    Rispondi riportando il messaggio originario
nboidesign

Reg.: 18 Feb 2006
Messaggi: 4789
Da: Quartu Sant'Elena (CA)
Inviato: 29-03-2006 00:19  
rio po
biancaneve
_________________
CUCCHIAMO ? - Vota e fai votare "FilmUp LIBERO" ; perchè finalmente una nuova alba sorga sul nostro forum. - Anche Giorgclunei è con noi

  Visualizza il profilo di nboidesign  Invia un messaggio privato a nboidesign  Vai al sito web di nboidesign     Rispondi riportando il messaggio originario
Plaster

Reg.: 23 Gen 2006
Messaggi: 1482
Da: Napoli (NO)
Inviato: 29-03-2006 00:29  
quote:
In data 2006-03-29 00:19, nboidesign scrive:
rio po
biancaneve



Ma che Bastardissimo Cristo Biondo...??????????????
_________________
è passat' A nuttata

  Visualizza il profilo di Plaster  Invia un messaggio privato a Plaster     Rispondi riportando il messaggio originario
londoner

Reg.: 22 Gen 2005
Messaggi: 690
Da: london (es)
Inviato: 29-03-2006 06:13  
certo che il caimano coi bambini bolliti è arrivato veramente alla frutta ...
_________________
Ecco l'immagine dell'Italia all'estero:
parte prima
parte seconda

  Visualizza il profilo di londoner  Invia un messaggio privato a londoner    Rispondi riportando il messaggio originario
maltese

Reg.: 22 Feb 2004
Messaggi: 361
Da: Borgosesia (VC)
Inviato: 29-03-2006 12:42  
quote:
In data 2006-03-28 23:43, Plaster scrive:
Ma si parla di cose serie in questa campagna elettorale, o dobbiamo stare a sentire le immense prese per il culo che l'elefantino(* vedi Blog di Beppe Grillo) ci dosa piano piano come naturali e giornaliere punture sul sedere?
"Nella Cina di Mao cuocevano i bambini..."
Si ma ora qualcuno è capace di trovarmi un nesso logico con la campagna eletorale in corso?
Tutti sappiamo che nei periodi della rivol. culturale e dopo, Mao ha fatto cose abominevoli, e ha portato la Cina al massimo del degrado, e sono stati poi i suoi successori, totalmente capitalisti, a introdurre il libero e più aperto mercato, lasciando al popolo (cui lati negativi del comunismo sono censurati), la sola iconografia del vecchio leader comunista.


...ma ora cosa centra?
Non capisco come la gente che che lo ascolta non si senta presa per il culo, sentendo parlare ancora di comunismo dittatoriale, terrore, morte e distruzione, libro nero del comunismo (che sembra scritto proprio dall'elefantino).

Ora, dopo questo piccolo sfogo, credo sia inutile e controproducente (per la sinistra), discutere di queste cose, e quindi non lo faremo neanche noi.

Richiamando l'attenzione sugli evidenti problemi di cui è veramente afflitto il nostro ormai "paesucciolo", invito ognuno di voi a citarne quelli che secondo lui sono i più importanti e da risolvere al più presto...se capita, anche discuterli.




Ti quoto in pieno.
Berlusconi sta sventolando il Pericolo rosso un po' come faceva Mussolini 80 anni fa: è una cosa che non sta nè in cielo nè in terra.
Ma qualcuno ha mai sentito Prodi dire una volta la parola fascisti in campagna elettorale?(nonostante una buona parte della cdl sia composta dall'estrema destra)Berlusconi invece ogni volta che apre bocca non sa far altro che parlare di Stalin Mao e di vittime del Comunismo. Lo stesso Bertinotti ha detto una volta a Ballarò che la situazione è insostenibile: "anche se il tuo liberismo(riferito a Berlusconi) trae origine con Napoleone, io non mi metto a citare ogni volta che apro bocca le innumerevoli vittime delle campagne napoleoniche"
Berlusconi ci tratta come se fossimo tutti degli ignoranti disposti a credere che che Prodi e tutta la sua coalizione siano dei pericolosi Comunisti.

_________________
-Cos'hai fatto in tutti questi anni Noodles?
-Sono andato a letto presto.

C'ERA UNA VOLTA IN AMERICA

  Visualizza il profilo di maltese  Invia un messaggio privato a maltese    Rispondi riportando il messaggio originario
londoner

Reg.: 22 Gen 2005
Messaggi: 690
Da: london (es)
Inviato: 29-03-2006 18:06  
quote:
In data 2006-03-29 12:42, maltese scrive:
quote:
In data 2006-03-28 23:43, Plaster scrive:
Ma si parla di cose serie in questa campagna elettorale, o dobbiamo stare a sentire le immense prese per il culo che l'elefantino(* vedi Blog di Beppe Grillo) ci dosa piano piano come naturali e giornaliere punture sul sedere?
"Nella Cina di Mao cuocevano i bambini..."
Si ma ora qualcuno è capace di trovarmi un nesso logico con la campagna eletorale in corso?
Tutti sappiamo che nei periodi della rivol. culturale e dopo, Mao ha fatto cose abominevoli, e ha portato la Cina al massimo del degrado, e sono stati poi i suoi successori, totalmente capitalisti, a introdurre il libero e più aperto mercato, lasciando al popolo (cui lati negativi del comunismo sono censurati), la sola iconografia del vecchio leader comunista.


...ma ora cosa centra?
Non capisco come la gente che che lo ascolta non si senta presa per il culo, sentendo parlare ancora di comunismo dittatoriale, terrore, morte e distruzione, libro nero del comunismo (che sembra scritto proprio dall'elefantino).

Ora, dopo questo piccolo sfogo, credo sia inutile e controproducente (per la sinistra), discutere di queste cose, e quindi non lo faremo neanche noi.

Richiamando l'attenzione sugli evidenti problemi di cui è veramente afflitto il nostro ormai "paesucciolo", invito ognuno di voi a citarne quelli che secondo lui sono i più importanti e da risolvere al più presto...se capita, anche discuterli.




Ti quoto in pieno.
Berlusconi sta sventolando il Pericolo rosso un po' come faceva Mussolini 80 anni fa: è una cosa che non sta nè in cielo nè in terra.
Ma qualcuno ha mai sentito Prodi dire una volta la parola fascisti in campagna elettorale?(nonostante una buona parte della cdl sia composta dall'estrema destra)Berlusconi invece ogni volta che apre bocca non sa far altro che parlare di Stalin Mao e di vittime del Comunismo. Lo stesso Bertinotti ha detto una volta a Ballarò che la situazione è insostenibile: "anche se il tuo liberismo(riferito a Berlusconi) trae origine con Napoleone, io non mi metto a citare ogni volta che apro bocca le innumerevoli vittime delle campagne napoleoniche"
Berlusconi ci tratta come se fossimo tutti degli ignoranti disposti a credere che che Prodi e tutta la sua coalizione siano dei pericolosi Comunisti.





Purtroppo molti lo sono però Mediaset ha devastato il paese da questo punto di vista
_________________
Ecco l'immagine dell'Italia all'estero:
parte prima
parte seconda

  Visualizza il profilo di londoner  Invia un messaggio privato a londoner    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 29-03-2006 18:18  
la colpa è di chi lo vota quel pelato antennista. Ieri sera a Ballarò gliele hanno suonate eh......speriamo che finisca in quel modo il dieci d'aprile altrimenti c'è da piangere!

lo voglio vedere crepare dentro ad una carcere....
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
Jakkma

Reg.: 07 Mag 2003
Messaggi: 1168
Da: Busto Arsizio (VA)
Inviato: 30-03-2006 12:09  
In carcere, ci sarebbe dovuto finire ben prima, se non si fosse candidato e non avesse vinto le elezioni. Martedì, a Ballarò, è stato capace anche di insultare il povero Floris, dandogli del "fazioso"...Ma come si fa ad avere paura di Floris??? Per non parlare della figura da cioccolataio con Bertinotti, dieci, anzi cento volte superiore in fatto di dibattito e preparazione, specie sul tema fiscale ed economico (alla faccia del Grande Imprenditore!!!); non parliamo poi di quella scamorza di Rotondi, se stava a casa sua era meglio! Mi sa che, domenica 9, voterò Rifondazione Comunista!!!!
_________________
La storia è maestra, ma nessuno impara quasi mai niente. -Marco Travaglio-
L'indipendenza è una bella cosa; purtroppo, non ci sono uomini liberi. -Peter Gomez-

  Visualizza il profilo di Jakkma  Invia un messaggio privato a Jakkma    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 30-03-2006 15:12  
quote:
In data 2006-03-30 12:09, Jakkma scrive:
In carcere, ci sarebbe dovuto finire ben prima, se non si fosse candidato e non avesse vinto le elezioni. Martedì, a Ballarò, è stato capace anche di insultare il povero Floris, dandogli del "fazioso"...Ma come si fa ad avere paura di Floris??? Per non parlare della figura da cioccolataio con Bertinotti, dieci, anzi cento volte superiore in fatto di dibattito e preparazione, specie sul tema fiscale ed economico (alla faccia del Grande Imprenditore!!!); non parliamo poi di quella scamorza di Rotondi, se stava a casa sua era meglio! Mi sa che, domenica 9, voterò Rifondazione Comunista!!!!


bravo, ti quoto in pieno!
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 30-03-2006 16:09  
quote:
In data 2006-03-29 12:42, maltese scrive:
"anche se il tuo liberismo(riferito a Berlusconi) trae origine con Napoleone, io non mi metto a citare ogni volta che apro bocca le innumerevoli vittime delle campagne napoleoniche"




Cioè, affermare che Berlusconi è liberale mi sembra decisamente inesatto almeno quanto affermare che Prodi sia comunista. Poi Bertinotti non si capisce dove ha studiato la storia... Napoleone? Ma che c'entra con le teorie liberali, bho. La prossima volta Bertinotti che si inventerà, che Adolf Hitler era liberale?
Ma in realtà bastava sentire la Bonino l'altra sera a Ballarò per capire chi sono i liberali... per capire che anche il centrosinistra sta cominciando a comprendere che non c'è posto per le politiche sterili e demagogiche di Bertinotti.
In germania pur di non allearsi con i comunisti la sinistra ha formato un governo con la destra... io aspetto che il nostro centrosinistra trovi il coraggio di affermare ciò che è palese, che riesca a superare lo stereotipo, che riconosca che Bertinotti e molto peggio di Berlusconi, molto più distante, anni luce distante; basta sentire i discorsi di Prodi per capirlo, quando parla del cuneo fiscale, di abbassare le tasse alle imprese, ridurre le imposte, per dare un impulso all'imprenditoria... praticamente Prodi sta scopiazzando i discorsi che Berlusconi faceva nel 2001. Bertinotti non serve più, il comunismo non serve più... la lotta di classe, il ricatto sociale, il padronato, concetti morti 100 anni fa... il comunismo è superato, è anacronistico, completamente fuori dal mondo; con tutti questi militanti bertinottiani che lasciano volantini, che parlano di illusioni, con quell'acritico asservilimento alla dottrina degno forse dei Testimoni di Geova, neanche fosse il comunismo una fede religiosa. Bertinotti non è un politico, non risolve i problemi, Bertinotti è un Papa che elargisce speranze, che ovviamente non hanno riscontro alcuno, ma che intanto permettono a lui e a quelli come lui di mangiarci sopra, di sfruttare i bisognosi per mantenere il proprio statu quo ed il potere (pensate ai sindacati, veri feudi moderni). La chiesa ha dispensato belle perole e belle speranze per millenni così come fa il comunismo, con risultati nulli, guardate la storia, solo il capitale e l'incremento dello stesso portano al progresso, quindi un capitalista è il vero progressista, un comunista è un conservatore.

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
maltese

Reg.: 22 Feb 2004
Messaggi: 361
Da: Borgosesia (VC)
Inviato: 31-03-2006 11:33  
quote:
In data 2006-03-30 16:09, Futurist scrive:
quote:
In data 2006-03-29 12:42, maltese scrive:
"anche se il tuo liberismo(riferito a Berlusconi) trae origine con Napoleone, io non mi metto a citare ogni volta che apro bocca le innumerevoli vittime delle campagne napoleoniche"




Cioè, affermare che Berlusconi è liberale mi sembra decisamente inesatto almeno quanto affermare che Prodi sia comunista. Poi Bertinotti non si capisce dove ha studiato la storia... Napoleone? Ma che c'entra con le teorie liberali, bho. La prossima volta Bertinotti che si inventerà, che Adolf Hitler era liberale?
Ma in realtà bastava sentire la Bonino l'altra sera a Ballarò per capire chi sono i liberali... per capire che anche il centrosinistra sta cominciando a comprendere che non c'è posto per le politiche sterili e demagogiche di Bertinotti.
In germania pur di non allearsi con i comunisti la sinistra ha formato un governo con la destra... io aspetto che il nostro centrosinistra trovi il coraggio di affermare ciò che è palese, che riesca a superare lo stereotipo, che riconosca che Bertinotti e molto peggio di Berlusconi, molto più distante, anni luce distante; basta sentire i discorsi di Prodi per capirlo, quando parla del cuneo fiscale, di abbassare le tasse alle imprese, ridurre le imposte, per dare un impulso all'imprenditoria... praticamente Prodi sta scopiazzando i discorsi che Berlusconi faceva nel 2001. Bertinotti non serve più, il comunismo non serve più... la lotta di classe, il ricatto sociale, il padronato, concetti morti 100 anni fa... il comunismo è superato, è anacronistico, completamente fuori dal mondo; con tutti questi militanti bertinottiani che lasciano volantini, che parlano di illusioni, con quell'acritico asservilimento alla dottrina degno forse dei Testimoni di Geova, neanche fosse il comunismo una fede religiosa. Bertinotti non è un politico, non risolve i problemi, Bertinotti è un Papa che elargisce speranze, che ovviamente non hanno riscontro alcuno, ma che intanto permettono a lui e a quelli come lui di mangiarci sopra, di sfruttare i bisognosi per mantenere il proprio statu quo ed il potere (pensate ai sindacati, veri feudi moderni). La chiesa ha dispensato belle perole e belle speranze per millenni così come fa il comunismo, con risultati nulli, guardate la storia, solo il capitale e l'incremento dello stesso portano al progresso, quindi un capitalista è il vero progressista, un comunista è un conservatore.



Per prima cosa è Berlusconi stesso a definirsi un liberale.
Secondo: è meglio che ripassi un po' storia perchè, al contrario di Bertinotti, tu non la conosci.
Comunque non hai assolutamente compreso il senso di quello che ho scritto. La mia non voleva essere un'apologia di Bertinotti, ma solamente una critica al modo di fare campagna elettorale di Berlusconi e cioè cercando di screditare l'avversario con battute e affermazioni del tutto non pertinenti sui comunisti che, costituiscono solo una modesta fetta della coalizione di Prodi. è come se Prodi inneggiasse continuamente ai crimini di Mussolini o di Francisco Franco solo perchè nella coalizione di Berlusconi ci sono dei partiti legati al fascismo. Sono mezzucci, l'ultima speranza di un uomo alla frutta di intortare per l'ennesima volta gli italiani.
A proposito poi dei comunisti, per quanto tu li possa considerare anacronistici e inutili, hanno combattutto tutte le principali lotte sociali in questo paese, per i diritti dei lavoratori e non solo. Magari il Comunismo in senso tradizionale in effetti è rimasto solamente un'utopia, ma molte degli obiettivi che ci ha lasciato, come la riduzione della disuguaglianza tra ricchi e poveri, sono ancora oggi assolutamente validi.
Infine trovo ridicola la tua ultima frase.

_________________
-Cos'hai fatto in tutti questi anni Noodles?
-Sono andato a letto presto.

C'ERA UNA VOLTA IN AMERICA

[ Questo messaggio è stato modificato da: maltese il 31-03-2006 alle 11:37 ]

  Visualizza il profilo di maltese  Invia un messaggio privato a maltese    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 31-03-2006 19:59  
quote:
In data 2006-03-31 11:33, maltese scrive:
Per prima cosa è Berlusconi stesso a definirsi un liberale.
Secondo: è meglio che ripassi un po' storia perchè, al contrario di Bertinotti, tu non la conosci.
Comunque non hai assolutamente compreso il senso di quello che ho scritto. La mia non voleva essere un'apologia di Bertinotti, ma solamente una critica al modo di fare campagna elettorale di Berlusconi e cioè cercando di screditare l'avversario con battute e affermazioni del tutto non pertinenti sui comunisti che, costituiscono solo una modesta fetta della coalizione di Prodi. è come se Prodi inneggiasse continuamente ai crimini di Mussolini o di Francisco Franco solo perchè nella coalizione di Berlusconi ci sono dei partiti legati al fascismo. Sono mezzucci, l'ultima speranza di un uomo alla frutta di intortare per l'ennesima volta gli italiani.
A proposito poi dei comunisti, per quanto tu li possa considerare anacronistici e inutili, hanno combattutto tutte le principali lotte sociali in questo paese, per i diritti dei lavoratori e non solo. Magari il Comunismo in senso tradizionale in effetti è rimasto solamente un'utopia, ma molte degli obiettivi che ci ha lasciato, come la riduzione della disuguaglianza tra ricchi e poveri, sono ancora oggi assolutamente validi.
Infine trovo ridicola la tua ultima frase.




Berlusconi ha il merito di aver gettato il famoso sasso nello stagno della politica italiana, ma oltre non è andato. Sinceramente mi aspettavo molto di più dal suo governo.
Però invece Bertinotti è, autodichiaratosi, un comunista massimalista. Lo ha dimostrato nel '96 quando fece cadere Prodi sulle pensioni. Quelli di rifondazione non accettano il compromesso, hanno fatto persino la secessione con il partito dei comunisti italiani per questo, perchè non erano disposti a cedere su nessun punto, consapevoli che i loro parlamentari sono necessari a prodi per governare. Immaginare una convivenza tra rifondazione e la margherita e la Rosa nel Pugno e il partito di Di Pietro etc etc è pura fantasia, non capisco dove siano i punti di incontro. E Prodi insiste sul dire che tutti hanno sottoscritto il programma... ma se in quella inciclopedia del vago e del superficiale c'è scritto tutto ed il contrario di tutto. Sul lavoro a termine mi ricordo di aver letto un punto di programma "favorire la flessibilità combattendo il precariato"... ma che vuol dire... bho... mistero della fede.

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
maltese

Reg.: 22 Feb 2004
Messaggi: 361
Da: Borgosesia (VC)
Inviato: 01-04-2006 10:50  
quote:
In data 2006-03-31 19:59, Futurist scrive:
quote:
In data 2006-03-31 11:33, maltese scrive:
Per prima cosa è Berlusconi stesso a definirsi un liberale.
Secondo: è meglio che ripassi un po' storia perchè, al contrario di Bertinotti, tu non la conosci.
Comunque non hai assolutamente compreso il senso di quello che ho scritto. La mia non voleva essere un'apologia di Bertinotti, ma solamente una critica al modo di fare campagna elettorale di Berlusconi e cioè cercando di screditare l'avversario con battute e affermazioni del tutto non pertinenti sui comunisti che, costituiscono solo una modesta fetta della coalizione di Prodi. è come se Prodi inneggiasse continuamente ai crimini di Mussolini o di Francisco Franco solo perchè nella coalizione di Berlusconi ci sono dei partiti legati al fascismo. Sono mezzucci, l'ultima speranza di un uomo alla frutta di intortare per l'ennesima volta gli italiani.
A proposito poi dei comunisti, per quanto tu li possa considerare anacronistici e inutili, hanno combattutto tutte le principali lotte sociali in questo paese, per i diritti dei lavoratori e non solo. Magari il Comunismo in senso tradizionale in effetti è rimasto solamente un'utopia, ma molte degli obiettivi che ci ha lasciato, come la riduzione della disuguaglianza tra ricchi e poveri, sono ancora oggi assolutamente validi.
Infine trovo ridicola la tua ultima frase.




Berlusconi ha il merito di aver gettato il famoso sasso nello stagno della politica italiana, ma oltre non è andato. Sinceramente mi aspettavo molto di più dal suo governo.
Però invece Bertinotti è, autodichiaratosi, un comunista massimalista. Lo ha dimostrato nel '96 quando fece cadere Prodi sulle pensioni. Quelli di rifondazione non accettano il compromesso, hanno fatto persino la secessione con il partito dei comunisti italiani per questo, perchè non erano disposti a cedere su nessun punto, consapevoli che i loro parlamentari sono necessari a prodi per governare. Immaginare una convivenza tra rifondazione e la margherita e la Rosa nel Pugno e il partito di Di Pietro etc etc è pura fantasia, non capisco dove siano i punti di incontro. E Prodi insiste sul dire che tutti hanno sottoscritto il programma... ma se in quella inciclopedia del vago e del superficiale c'è scritto tutto ed il contrario di tutto. Sul lavoro a termine mi ricordo di aver letto un punto di programma "favorire la flessibilità combattendo il precariato"... ma che vuol dire... bho... mistero della fede.



Certo che l'unica cosa che sapete fare è accusare la sinistra di non essere compatta perchè c'è Rifondazione, la Rosa nel Pugno, i no-global ecc ecc...Ma una campagna elettorale non può basarsi solo sui possibili disastri che il futuro avversario politico farebbe se salisse al governo. è proprio solo un tentativo di distogliere l'attenzione da quelli che sono i problemi più importanti. Poi c'è da chiedersi come fai a definire superficiale il programma dell'Unione quando la cdl ha presentato un bignamino con le figure quasi fossimo tutti quanti ritardati. Comunque secondo me la pluralità, entro certi limiti è ovvio, non è detto che debba per forza essere d'ostacolo al governo.
_________________
-Cos'hai fatto in tutti questi anni Noodles?
-Sono andato a letto presto.

C'ERA UNA VOLTA IN AMERICA

  Visualizza il profilo di maltese  Invia un messaggio privato a maltese    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 01-04-2006 17:07  
quote:
In data 2006-03-31 19:59, Futurist scrive:
quote:
In data 2006-03-31 11:33, maltese scrive:
Per prima cosa è Berlusconi stesso a definirsi un liberale.
Secondo: è meglio che ripassi un po' storia perchè, al contrario di Bertinotti, tu non la conosci.
Comunque non hai assolutamente compreso il senso di quello che ho scritto. La mia non voleva essere un'apologia di Bertinotti, ma solamente una critica al modo di fare campagna elettorale di Berlusconi e cioè cercando di screditare l'avversario con battute e affermazioni del tutto non pertinenti sui comunisti che, costituiscono solo una modesta fetta della coalizione di Prodi. è come se Prodi inneggiasse continuamente ai crimini di Mussolini o di Francisco Franco solo perchè nella coalizione di Berlusconi ci sono dei partiti legati al fascismo. Sono mezzucci, l'ultima speranza di un uomo alla frutta di intortare per l'ennesima volta gli italiani.
A proposito poi dei comunisti, per quanto tu li possa considerare anacronistici e inutili, hanno combattutto tutte le principali lotte sociali in questo paese, per i diritti dei lavoratori e non solo. Magari il Comunismo in senso tradizionale in effetti è rimasto solamente un'utopia, ma molte degli obiettivi che ci ha lasciato, come la riduzione della disuguaglianza tra ricchi e poveri, sono ancora oggi assolutamente validi.
Infine trovo ridicola la tua ultima frase.




Quelli di rifondazione non accettano il compromesso, hanno fatto persino la secessione con il partito dei comunisti italiani per questo, perchè non erano disposti a cedere su nessun punto, consapevoli che i loro parlamentari sono necessari a prodi per governare. Immaginare una convivenza tra rifondazione e la margherita e la Rosa nel Pugno e il partito di Di Pietro etc etc è pura fantasia, non capisco dove siano i punti di incontro.




Nel'96 Bertinotti non aveva sottoscritto nessun programma con l'Ulivo ma il loro accordo era un sempice patto di desistenza: nel momento in cui Prodi propose la sua finanziaria da centro destra, Bertinotti non la votò: gesto poco lungimirante e sbagliato dal punto di vista politico, se vuoi, ma coerente con il programma del suo partito (che ripeto non coincideva con il programma dell'Ulivo) e fedele ai suoi principi.
Gli errori si pagano e dagli errori si impara.

Rifondazione Comunista questa volta ha sottoscritto il programma (quello che non hai letto ma ne parli per sentito dire) insieme a tutti gli altri partiti della coalizione che hai citato.
Quindi Rifondazione incapace di compromessi? Sottoscrivere tale programma (che non hai letto ma ne parli per sentito dire) è per l'appunto e per definizione un compromesso. Questa è la realtà. Punto.

Nella CdL ci sono altrettante disparità: convivono fianco a fianco allo stesso modo istanze nazionaliste e conservatrici (AN e UDC) e secessioniste (Lega), confessionali (ancora Udc) e laiche-liberali (i Radicali di Della Vedova che non hanno seguito pannella), socialiste (De Michelis) e fasciste (Mussolini), capitaliste (Forza Italia) e anticapitaliste (Forza Nuova) e con molte più acrobazie stanno insieme allo stesso modo grazie anche loro ai compromessi.
Che cosa abbia fatto di tanto liberale la CdL in cinque anni da giustificare il voto di chiunque si definisca liberale proprio non lo capisco.
_________________
"La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà"

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
0.233124 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: