FilmUP.com > Forum > Attualità - negare l olocausto?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > negare l olocausto?   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 Pagina successiva )
Autore negare l olocausto?
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 12-12-2006 12:20  
conferenza a teheran

ieri sera puntata di matrix dedicata a questo sconcertante tema: come è possibile negare l olocausto?

hanno trasmesso diversi filmati raccapriccianti sui campi di sterminio, filmati storici e inoppugnabili, come le migliaia di testimonianze dei poveri sopravvissuti.

ora, capisco che un folle hitleriano come ahmadinejad possa negare l olocausto, ma con che coraggio una persona che si definisce studioso, storico, scienziato, può dire cose del genere?
con che coraggio si può camuffare il proprio vergognoso anitsemitismo dietro ai concetti di studioso e scienziato?

e ancora, possibile che l opinione pubblica mondiale , e italiana in primis, non sia scossa da questa vergognosa conferenza?

è davvero più comodo per le nostre coscienze dioggi, non ammettere l olocausto?
_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 12-12-2006 13:07  
Per quel che riguarda gli "studiosi" direi che c'è il buon motivo dei soldi a spingerli a negare l'evidenza (come molti complottisti del resto)
Per quel che riguarda Ahmadinejad: è ovviamente fuori di testa, chiaro che vuole solo trovare un nuovo mezzo per dare addosso ad Israele e poi agli Ebrei in generale. Però sai, quando nei paesi islamici succedono cose raccapriccianti si tende sempre a minimizzare, a trovare una spiegazione "sociale" di comodo ecc. ecc. Cose che agli Islamici vengono permesse perchè "è la loro cultura" alla chiesa cattolica sono rimproverate. Poi ci sono sempre gli "estremisti" dell'antiamericanismo che sono certi che l'Iran non "è così cattivo è che i media lo disegnano così", perchè i media sono tutti controllati da Bush e compagnia briscola

Aggiungi a tutto questo la tendenza "diplomatica" dell'Europa a cercare di risolvere qualsiasi problema internazionale con chiacchiere, tavole rotonde, chiacchiere, condanne con distinguo, chiacchiere per finire alla interminabile sequela di PENULTIMATUM dati sul nucleare iraniano.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 12-12-2006 14:08  
Mah... sinceramente non mi pare che (giustamente) una sola parola si sia levata in difesa della conferenza di Teheran.

Ma al di là delle parole di condanna cosa si dovrebbe fare? Attaccarli perchè sono una massa di ebeti? Vabbè che Bush ha attaccato l'Iraq per molto meno, però si è anche visto quanti problemi abbia risolto.
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 12-12-2006 15:52  
si, io sarei per una risoluzione forzata che levi di mezzo brutalmente quell animale di ahmadinejad.

_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 12-12-2006 16:00  
quote:
In data 2006-12-12 14:08, sloberi scrive:
Mah... sinceramente non mi pare che (giustamente) una sola parola si sia levata in difesa della conferenza di Teheran.

Ma al di là delle parole di condanna cosa si dovrebbe fare? Attaccarli perchè sono una massa di ebeti? Vabbè che Bush ha attaccato l'Iraq per molto meno, però si è anche visto quanti problemi abbia risolto.



ma poi non è affatto vero che siano ebeti. L'Iran è un paese colto e una democrazia potenzialmente molto viva, se non fosse tenuta sotto scacco da un potere intollerante. Radere tutto e tutti al suolo a forza di bombe potrebbe essere una soluzione, ma non ci si è riusciti in Iraq, siamo sicuri che funzionerebbe in Iran?

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
TesPatton

Reg.: 09 Giu 2004
Messaggi: 7745
Da: Pn (PN)
Inviato: 12-12-2006 16:17  
Concordo con Sloberi. Però dai potremmo far tirare qualche bomba anche in Iran, poi spostarci più vicino. Io li aspetto in Giordania, piazzo lì qualche carroarmatino e dopo il mio turno alzo la carta degli obiettivi. Avrei giusto bisogno di una carta soldatino.
_________________
Spegni la candela, non voglio vedere il colore dei miei pensieri.

  Visualizza il profilo di TesPatton  Invia un messaggio privato a TesPatton    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 12-12-2006 16:21  
quote:
In data 2006-12-12 12:20, Ayrtonit scrive:
conferenza a teheran

ieri sera puntata di matrix dedicata a questo sconcertante tema: come è possibile negare l olocausto?

hanno trasmesso diversi filmati raccapriccianti sui campi di sterminio, filmati storici e inoppugnabili, come le migliaia di testimonianze dei poveri sopravvissuti.

ora, capisco che un folle hitleriano come ahmadinejad possa negare l olocausto, ma con che coraggio una persona che si definisce studioso, storico, scienziato, può dire cose del genere?
con che coraggio si può camuffare il proprio vergognoso anitsemitismo dietro ai concetti di studioso e scienziato?

e ancora, possibile che l opinione pubblica mondiale , e italiana in primis, non sia scossa da questa vergognosa conferenza?

è davvero più comodo per le nostre coscienze dioggi, non ammettere l olocausto?


Non mi sembra che in Occidente nessuno abbia appoggiato questa conferenza pseudo scentifica.L'Olocausto,o comunque lo si voglia chiamare,è oramai verità storica.

Altresì è vero che ci sono molti idioti sulla faccia della terra.C'è chi si inventa prove sull'inesistenza dell'olocausto e chi se ne inventa altre sulle "armi nucleari" dell'Iraq.L'importante è non dare ascolto a questa gente.

E' anche importante però guardare le cose da diverse prospettive.Ossia,non possiamo giudicare gli iraniani come una massa di idioti e ignoranti perchè il loro governo prende iniziative ridicole,altrimenti loro avrebbero tutto il diritto di giudicarci ancora peggio dato che le stesse persone che ci hanno mentito e ingannato scatenando una guerra costata decine di migliaia di vittime sono stati riconfermati ai loro posti.
_________________
IO DIFENDO LA COSTITUZIONE. FIRMATE.

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 12-12-2006 17:28  
Io ho notato una tendenza invece molto ambigua, da almeno un decennio a questa parte (quindi diciamo, da che ne ho coscienza), una strana anomalia prettamente mediatica e comunicativa.
Relativamente ai campi di stermino e di internamento della seconda guerra mondiale, si parla solo (o prevalentemente) di quelli tedeschi e della shoah, ovvero dello sterminio degli ebrei.

Milioni di ebrei, certo.

Ma facendo due macabri conti, come storici e studiosi hanno fatto nel corso degli anni, venne fuori che altrettanti furono i morti zingari, storpi o portatori di handicap, progionieri politici... insomma, altrettanti milioni di morti uccisi ugualmente in camere a gas, forni, morti per tortura ed esperimenti, di fame e stenti.

Quello che oggi sembra invecie passare, politicamente e comunicativamente, è che nella seconda guerra mondiale ci sia stato solo l'Olocausto e lo strminio degli ebrei, gli altri morti non sono quasi mai menzionati, se non in qualche raro programma di tarda o tardissima serata.

A me personalmente questa cosa non piace nemmeno un pò. A suo modo è una forma di revisionismo, peggio ancora, rischia di far passare una tragedia totale che ha coinvolto non solo gli ebrei come una sorta di clicè (non mi ricordo come si scrive in francese, abbiate pietà), di elemento di spettacolo.
Considerando il pericoloso rigurgito nazzista e nazionalista che si stà manifestando un pò dappertutto nei cosiddetti paesi dell'occidente, parlare con leggerezza ed a senso unico (cioè solo degli ebrei) dei campi di concentramento può essere molto pericoloso. Gli ebrei non furono le uniche vittime della seconda guerra mondiale, non fu solo una questione fra loro e Hitler.

Negare l'Olocauso non significa negare solo sterminio degli ebrei. Significa negare l'abberrante progetto di strminio del diverso dall'idale ariano e di perfezione del nazzismo. E qualcosa di molto più grande e terribile.
_________________
"Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile"

"Questo non é il Vietnam. E' FilmUp, ci sono delle regole"

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
Buttercup

Reg.: 08 Gen 2005
Messaggi: 5694
Da: Nova (MI)
Inviato: 12-12-2006 17:50  
quote:
In data 2006-12-12 17:28, Kermunos scrive:
Ma facendo due macabri conti, come storici e studiosi hanno fatto nel corso degli anni, venne fuori che altrettanti furono i morti zingari, storpi o portatori di handicap, progionieri politici... insomma, altrettanti milioni di morti uccisi ugualmente in camere a gas, forni, morti per tortura ed esperimenti, di fame e stenti.


soprattutto zingari.
Ma non è una novità, degli zingari non è mai importato nulla a nessuno
_________________

  Visualizza il profilo di Buttercup  Invia un messaggio privato a Buttercup  Email Buttercup    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 12-12-2006 18:14  
quote:
In data 2006-12-12 16:00, mescal scrive:
ma poi non è affatto vero che siano ebeti.



ma non fraintendermi mescal... io mi riferivo proprio a chi sta al potere, quelli di cui parli anche nel tuo intervento

certo non all'Iran in generale

fra l'altro sottolineerei il coraggio di quei ragazzi che hanno manifestato contro il regime
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 12-12-2006 20:50  
E' abbastanza difficile parlare di questa conferenza dal momento che tutto ciò che ci giunge è il solito coro di voci allineate:
quelle che ad ogni giro dipingono il presidente iraniano come Satana incarnato o novello Hitler, quelle che non controllano le fonti e le traduzioni esatte delle sue parole adagiandosi su quanto viene fornito dai media occidentali (spesso anglo-americani), le stesse che in precedenza hanno adottato il medesimo stile propagnadistico nei confronti di Saddam e dei Taleban afghani.

Tutto ciò che viene detto a proposito della conferenza non può in questo senso essere ritenuto attendibile proprio perchè filtrato e addomesticato a dovere.

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 12-12-2006 21:10  
A quella conferenza partecipa gentaglia come David Duke, ex Capo Supremo del Ku Klux Klan e un certo Leonardo Clerici, nipote del fondatore del Futurismo, F.T. Marinetti, il quale afferma che lo sterminio è avvenuto all'interno di "un conflitto civile europeo" causato dal "colonialismo giudeo-cristiano".
Sapere questo, per me è più che sufficiente.

Certo, poi, ci sono anche cinque rabbini antisionisti, esibiti in prima fila come trofei, per la verità, questi cinque non negano la Shoah, ma solo la legittimità dello Stato di Israele.Comunque chissà se sanno di essere strumentalizzati da Ahmadinejad, che forse, non sarà un nuovo Hitler, ma per quanto mi riguarda, è lo stesso un fanatico religioso e delirante.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 12-12-2006 alle 21:11 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 12-12-2006 21:10  
quote:
In data 2006-12-12 20:50, honecker scrive:
E' abbastanza difficile parlare di questa conferenza dal momento che tutto ciò che ci giunge è il solito coro di voci allineate:
quelle che ad ogni giro dipingono il presidente iraniano come Satana incarnato o novello Hitler, quelle che non controllano le fonti e le traduzioni esatte delle sue parole adagiandosi su quanto viene fornito dai media occidentali (spesso anglo-americani), le stesse che in precedenza hanno adottato il medesimo stile propagnadistico nei confronti di Saddam e dei Taleban afghani.

Tutto ciò che viene detto a proposito della conferenza non può in questo senso essere ritenuto attendibile proprio perchè filtrato e addomesticato a dovere.


questo relativismo mi lascia un pò perplessa.
ahmadinejad a parte, ieri a matrix hanno illustrato le opinioni di sedicenti storici occidentali. sinceramente, a certe persone verrebbe voglia di toglier la libertà di espressione.

_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 13-12-2006 14:37  
quote:
In data 2006-12-12 21:10, Ayrtonit scrive:
quote:
In data 2006-12-12 20:50, honecker scrive:
E' abbastanza difficile parlare di questa conferenza dal momento che tutto ciò che ci giunge è il solito coro di voci allineate:
quelle che ad ogni giro dipingono il presidente iraniano come Satana incarnato o novello Hitler, quelle che non controllano le fonti e le traduzioni esatte delle sue parole adagiandosi su quanto viene fornito dai media occidentali (spesso anglo-americani), le stesse che in precedenza hanno adottato il medesimo stile propagnadistico nei confronti di Saddam e dei Taleban afghani.

Tutto ciò che viene detto a proposito della conferenza non può in questo senso essere ritenuto attendibile proprio perchè filtrato e addomesticato a dovere.




ahmadinejad a parte, ieri a matrix hanno illustrato le opinioni di sedicenti storici occidentali. sinceramente, a certe persone verrebbe voglia di toglier la libertà di espressione.



Stiamo sempre parlando di voci allineate a quanto vedo.

Il problema (e l'errore) nell'organizzare suddetta conferenza è prima di tutto politico prima ancora che storico-culturale:
Ahmadinejad ha sempre sottolineato, senza mai negare il fatto storico in se, come l'Olocausto venga utilizzato dal governo israeliano come strumento politico per giustificare le sue azioni e reazioni (anche militari) e questa è un 'opinione che può trovare conferme a vari livelli (pare che ad Israele tutto sia permesso in virtù di quello che hanno passato).
Organizzare una conferenza a sostegno di una tale posizione potrebbe essere anche un iniziativa degna di interesse.
Il problema è che quando si tira il ballo il tema Olocausto e si propongono riletture, questo attira inevitabilmente revisioniti di ogni sorta e risma.
Il revisionismo in sè non è sbagliato o falsificatore a priori: il problema è che questo particolre "settore" della ricerca storica è una specie di feudo dell'estrema destra, popolato da loschi figuri.
Che alcuni di essi partecipino ad una tale iniziativa offre per i nemici dell'Iran un'occasione ghiottissima per attaccarlo e fornisce loro ulteriori giustificazioni.

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
Julian

Reg.: 27 Gen 2003
Messaggi: 6177
Da: Erbusco (BS)
Inviato: 13-12-2006 15:53  
Oggi come oggi gli Stati del medio oriente e le grandi imprese petrolifere di questi stati in particolare vedono in Israele, longa manu degli USA sulle risorse della zona, come il fumo negli occhi.
Ovvio che, esattamente come accade da noi, anche da loro (e con efficacia maggiore, perchè la base su cui lavorare è meno indipendente dal punto di vista economico, certi diritti devono ancora affermarsi, la cultura conservatrice-islamica domina ancora..le persone in poche parole non hanno altri punti di riferimento) si utilizza tutte le armi ideologiche offerte dalle tradizioni culturali e religiose per combattere le proprie battaglie di mercato.
Negare l'olocausto è una cosa vergognosa ed assurda. Lo è altrettanto però negare ad esempio che l'azione di Israele in Libano o l'intervento USA in Iraq siano operazioni imperialiste dettate da interessi economici di pochi e che costano ogni giorno la vita a centinaia di persone che non hanno nulla a che fare con gli interessi coinvolti (per le quali non leggo mai di nessun dispiacere o rammarico, perchè tanto la "guerra per portare la democrazia" è giusta).
Pensateci un pò: noi siamo un paese abbastanza benestante, con una forte tradizione cattolica e pure sindacale, in cui moltissimi frequentano l'Università o hanno comunque la possibilità di leggere, informarsi, studiare, farsi una propria idea senza essere del tuto plagiati.
Ecco, nonostante questo la nostra opinione pubblica è stretta nella morsa dell'informazione di parte e propagandistica, e molti di noi neppure se ne rendonco conto.
Immaginate di essere un Iraqeno: siete morti di fame, siete reduci da decenni di dittatura..i vostri "salvatori" di cui non sapete nulla di nulla se non attraverso la imparzialissima Tv di stato non solo hanno fatto fuori alcuni fra i vostri cari, ma hanno contribuito in maniera decisiva a ridurvi alla fame con l'embargo.
Scommettiamo che odiereste a morte gli occidentali? I primi a schierarsi in questo modo sarebbero gli stessi italiani che qui si schierano contro l'Islam. Loro però hanno qualche giustificazione in più.

_________________
Si può sopravvivere a tutto, oggi, tranne che alla morte, e farsi perdonare tutto, tranne che una buona reputazione

Le donne ci amano per i nostri difetti. Se ne abbiamo abbastanza, ci perdonano tutto, anche la nostra intelligenza
(O.Wilde)

[ Questo messaggio è stato modificato da: Julian il 13-12-2006 alle 15:54 ]

  Visualizza il profilo di Julian  Invia un messaggio privato a Julian    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 Pagina successiva )
  
0.237728 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: