FilmUP.com > Forum > Attualità - negare l olocausto?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > negare l olocausto?   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 Pagina successiva )
Autore negare l olocausto?
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-12-2006 20:53  
quote:
In data 2006-12-15 20:43, Futurist scrive:
quote:
In data 2006-12-15 18:34, mescal scrive:
Ma quindi Futurist, in conclusione, quale ritieni che fosse il motivo per mettere in piedi tutti quei campi di concentramento e mettrci dentro ebrei e altre razze impure che non avrebbero trovato posto nell'Europa a guida nazista?
La mia idea è che probabilmente si trattasse in realtà di scuole di danza, e la vera "soluzione finale" proposta da Eichmann fosse appunto insegnare agli ebrei a ballare meglio. Sei d'accordo con questa ipotesi?



Ma se la risposta è nella tua domanda.
Ti rimane così difficile credere che i dedeschi avessero dei campi di lavoro al solo scopo di ghettizzare gli ebrei e i prigionieri di guerra. Non erano scuole di danza ma zone industriali.
Scommetto che nessuno di quelli che qui mi contestano sono mai stati a visitare un campo di concentramento, perchè sono quello che sembrano.


Quindi ritieni che lo sterminio degli ebrei sia stato un'invenzione di qualcuno, e che un demone maligno abbia modificato i documenti raccolti dagli storici fino ad ora, per fare apparire che ci sia stata la shoà...
teoria interessante.

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 15-12-2006 21:09  
quote:
In data 2006-12-15 18:32, madpierrot scrive:

Altre inesattezze pesanti su Wannsee: l'esautorazione degli ebrei dalla vita pubblica era già avvenuta e ci sono documenti e verbali precedenti alla conferenza che lo sanciscono.
Durante la conferenza di Wannsee si decise che cosa farne: la proposta di Hitler era quella del trasferimento in Madagscar che fu ritenuta inapplicabile dai partecipanti, la decisione successiva, anch'essa bocciata, fu quella di creare un enclave nell'Europa dell'Est. Infine ciò che venne deciso fu la soluzione finale di deportazione e eliminazione, e nel verbale è, seppur con linguggio tecnico, indicata.
Fu Heydrich che se ne incaricò e che trasmise l'ordine a tutti gli altri ufficiali dell'SS.
Durante Wannsee, ritendendo inefficace la fucilazione, fu infine Eichmann a proporre le camere a gas (ci sono gli atti del processo a suo carico a dimostrarlo).



Ok, basta parlare nel vuoto.
http://cronologia.leonardo.it/ugopersi/leggi_razziali_germania/conferenza_wannsee.htm
Bene. Indicami sul verbale dove si parla di camere a gas o di genocidio.

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 15-12-2006 21:26  
quote:
In data 2006-12-15 20:53, mescal scrive:
Quindi ritieni che lo sterminio degli ebrei sia stato un'invenzione di qualcuno, e che un demone maligno abbia modificato i documenti raccolti dagli storici fino ad ora, per fare apparire che ci sia stata la shoà...
teoria interessante.


Nessun demone maligno. Il punto è che gli storici non hanno raccolto nessun elemento, ma solo dicerie propagandistiche. E sempre gli storici ignorano l'altra verità, ovvero che i campi di lavoro a sfondo razzista erano ovunque, non solo in germania.
Per fare l'ennesimo esempio l'Executive Order 9066 redatto nel febbraio 1942 era l'equivalente americano di Wannsee, mirato ad internare nei campi di lavoro tutti gli asiatici presenti in america. E allora? Molti morirono in quei campi e sicuramente non erano felici di starci dentro. E da ciò che si deduce? Si deduce che i vincitori non erano certo migliori dei vinti, ma non che gli americani volessero cancellare gli asiatici.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Futurist il 15-12-2006 alle 21:28 ]

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-12-2006 21:57  
quote:
In data 2006-12-15 21:09, Futurist scrive:
quote:
In data 2006-12-15 18:32, madpierrot scrive:

Altre inesattezze pesanti su Wannsee: l'esautorazione degli ebrei dalla vita pubblica era già avvenuta e ci sono documenti e verbali precedenti alla conferenza che lo sanciscono.
Durante la conferenza di Wannsee si decise che cosa farne: la proposta di Hitler era quella del trasferimento in Madagscar che fu ritenuta inapplicabile dai partecipanti, la decisione successiva, anch'essa bocciata, fu quella di creare un enclave nell'Europa dell'Est. Infine ciò che venne deciso fu la soluzione finale di deportazione e eliminazione, e nel verbale è, seppur con linguggio tecnico, indicata.
Fu Heydrich che se ne incaricò e che trasmise l'ordine a tutti gli altri ufficiali dell'SS.
Durante Wannsee, ritendendo inefficace la fucilazione, fu infine Eichmann a proporre le camere a gas (ci sono gli atti del processo a suo carico a dimostrarlo).



Ok, basta parlare nel vuoto.
http://cronologia.leonardo.it/ugopersi/leggi_razziali_germania/conferenza_wannsee.htm
Bene. Indicami sul verbale dove si parla di camere a gas o di genocidio.


la traduzione da te linkata non appare completa, comunque il verbale parla della soluzione finale al problema ebraico, dopo aver escluso la soluzione rappresentata dall'emigrazione degli ebrei, di cui si dice che è espressamente vietata.
A seguito del venir meno della possibilità dell'emigrazione, si afferma che la soluzione finale, di cui non viene mai espressamente rivelata la natura, verrà preparata attraverso la deportazione degli ebrei nei territori dell'Est.
Si accenna alla destinazione degli ebrei a costruire strade, impegno che avrebbe determinato la morte di molti di essi e quindi una loro iniziale riduzione di numero.
riporto questo passaggio, agghiacciante come l'intero documento, ma molto esplicativo:
" Ora, nel quadro della soluzione finale della questione ebraica e sotto la necessaria guida, gli ebrei devono essere utilizzati all'Est nei compiti lavorativi giudicati più opportuni. Inquadrati in grandi colonne e separati per sesso, gli ebrei abili al lavoro saranno condotti in quei territori a costruire strade, operazione durante la quale senza dubbio una gran parte di loro soccomberà per riduzione naturale.
Il nucleo che alla fine sopravviverà a tutto questo, e si tratterà della parte dotata della maggiore resistenza, dovrà essere trattato in maniera adeguata, poiché rappresentando il frutto di una selezione naturale, qualora fosse lasciato andare libero, dovrebbe essere considerato la cellula germinale di una nuova rinascita ebraica (si veda l'esperienza storica).
"

ogni passo viene giustificato in funzione della futura soluzione finale, una soluzione che si sottolinea sempre, bisogna attuare evitando di "allarmare la popolazione".
Che alludessero allo sterminio è evidente a ogni mnte pensante sulla faccia della terra, e d'altra parte nemmeno i nazisti, nemmeno Eichmann, lo hanno negato.
Quindi abbiamo la pressochè totale certezza che i nazisti stessero attuando lo sterminio degli ebrei presenti sul suolo europeo.
A mio parere anche la tesi dei corsi di danza è fortemente indebolita.
Però possiamo ancora salvare le tesi di Futurist. E' possibile che, pur essendo i nazisti convinti di star sterminando gli ebrei, questi ultimi comunque non morissero.
Abbiamo infatti testimonianze di loro antenati che sono stati visti andarsene tranquillamente a spasso tre giorni dopo la propria morte.
La mia tesi, su cui ritengo possa esserci sicuramente un entusiastico consenso da parte di Futurist, è quella, in soldoni, che gli ebrei uccisi dai nazisti resuscitassero. Oppure che, con la diabolicità che contraddistingue la loro razza, fossero in grado di fregare i nazisti e simulare la propria morte.
In tal modo i nazisti non risulterebbero più colpevoli di genocidio, ma anzi le vere vittime di un ignobile turlupinatura.
Certo, a questo punto, dopo le sensazionali scoperte a cui la saggezza di Futurist ci ha condotto, potrebbero sorgere altri interrogativi: anche se gli ebrei hanno vilmente approfittato della propria abilità nel resuscitare o nel fingersi morti, e i nazisti non hanno materialmente commesso il genocidio di cui sono accusati, è possibile in qualche modo ritenerli colpevoli di un delitto che hanno solo creduto di commettere?
I nazisti erano convinti di ammazzare e deportare gli ebrei, dopotutto, e questo non è sufficiente a ritenerli, al di là del crudele inganno semita ai loro danni pepetrato, responsabili di questi atti?
E' uno straziante interrogativo su cui credo sia importante riflettere, e soprattutto guardo con grande rispetto alla risposta, che so già molto sofferta e frutto di profonda e sentita riflessione, di un grande pensatore quale Futurist.




  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 15-12-2006 22:30  
quote:
In data 2006-12-15 21:57, mescal scrive:.................................


Come supponevo non hai indicato ne le camere a gas ne nient'altro, indicando invece un passaggio ovviamente raccapricciante per il contenuto immorale, ma che non dice nulla sull'argomento in questione, ovvero sullo sterminio sistematico, quello che vorrebbe i campi di lavoro trasformati in campi di sterminio. Tra le righe si legge solo quello che era la volontà del regime: deportare gli ebrei e tenerli rinchiusi nei campi, allo scopo di utilizzarli come forza lavoro.

Il tuo discorso sarcastico sui cadaveri che risuscitano è stranamente più verosimile dei cadaveri che scompaiono nel vuoto, perchè questa è la tesi ufficiale: i nazisti uccisero direttamente (usando improbabili camere a gas) o indirettamente sei milioni di ebrei. Dopodichè presero 200.000 di questi corpi e li cremarono o li seppellirono (calcolando la capacità massima dei forni e delle fosse usate le cifre son queste), i restanti 5.800.000 cadaveri li spedirono nell'iperspazio, magari in una realtà parallela, o forse nella quinta dimensione . Fatto è che nel nostro continuo spaziotemporale non ci sono, ne possono esistere. E' impossibile.

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-12-2006 22:40  
No no, Futurist, sei tu che vuoi leggerci quello. Le persone sane di mente, in quel documento, leggono ciò che c'è scritto, e cioè sterminio sistematico.
E, come ho detto, anche i nazisti hanno detto questo, nei loro processi. Che motivo avrebbero avuto di confermare piani di sterminio che non c'erano?
Il resto - e cioè tutto ciò che stai dicendo, e mi spiace di non poterti dire di più per le regole particolari di questa sezione, che obbligano a perdere tempo a contraddire anche le tesi più assurde partorite dagli idioti più improbabili - sono solo stronzate.

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 16-12-2006 11:15  
quote:
In data 2006-12-15 22:40, mescal scrive:
No no, Futurist, sei tu che vuoi leggerci quello. Le persone sane di mente, in quel documento, leggono ciò che c'è scritto, e cioè sterminio sistematico.
E, come ho detto, anche i nazisti hanno detto questo, nei loro processi. Che motivo avrebbero avuto di confermare piani di sterminio che non c'erano?
Il resto - e cioè tutto ciò che stai dicendo, e mi spiace di non poterti dire di più per le regole particolari di questa sezione, che obbligano a perdere tempo a contraddire anche le tesi più assurde partorite dagli idioti più improbabili - sono solo stronzate.




Non capisco le tue offese. Così dimostri solo che non sei in grado di affrontare la verità. Ma fuggirvi ti farà solo sentir peggio.

E a proposito dei processi nazisti ti informo che le irregolarità giuridiche furono disarmanti... praticamente non esisteva la difesa, le domande fatte agli imputati contenevano le risposte, era palesemente una messa in scena con le condanne già scritte. L'unica "confessione" ottenuta a Norimberga (nota come documento PS-3868) fu quella di Rudolf Hoss, già capo di Auschwitz. Ho messo le virgolette perchè questa confessione, punto forte dell'accusa, praticamente l'unica prova portata, ha una marea di cose che non vanno. Per cominciare una dichiarazione scritta da una sola delle parti, come nel caso, non veniva usata nei processi come prova dai tempi della Santa Inquisizione. Infatti una prova simile può essere comodamente falsificata, o strappata all'imputato con metodi medievali (tortura), tantopiù che a Norimberga fu presentata tale confessione in lingua inglese, quando Rudolf Hoss parlava tedesco (cioè l'imputato fu costretto a firmare qualcosa che neanche poteva capire fino in fondo).
Giudicare equo e storicamente valido il processo di norimberga non è più immorale del razzismo nazista.

E ritornando al passaggio di Wannsee la tua testardaggine ha poco senso. I gerarchi tedeschi non erano camorristi o massoni, che senso avrebbe nascondersi le cose tra le righe. Prova ad immaginarti di essere Reinhard Heydrich. Ora ti viene chiesto di far rastrellare gli ebrei per usarli come manodopera, però tu ordini alle SS di metterli nelle camere a gas perchè ti è sembrato di aver capito diversamente... ma non ha senso. E poi i vari responsabili dei campi di concentramento eseguiranno il tuo ordine, magari con un ordine soltanto verbale dato che nessun documento è mai stato ritrovato (la cosa più inverosimile che possa esistere, gli ordini sono sempre scritti, altrimenti chiunque potrebbe telefonare domani al centro di prima accoglienza di Lampedusa, spacciarsi per il vicepresidente della camera Calderoli, e ordinare lo sterminio dei graditi ospiti del centro). Oppure l'ordine poteva essere stato scritto ma poi bruciato dai vari destinatari in fuga; ma questo non avrebbe nessunissimo senso, poichè con un documento del genere lo stesso Rudolf Hoss avrebbe potuto dimostrare al suo processo che stava eseguendo solo gli ordini, scaricando le responsabilità e relative pene ai suoi superiori. Perchè un uomo dovrebbe distruggere prove a sua discolpa? Non ditemi che era innamorato di Reinhard Heydrich!
Ma ammettendo pure che questa improbabile catena di eventi si siano succeduti, nei vari campi non si trova nulla di meglio che disconnettere i tubi dell'acqua dalle doccie e ricollegarli ad improbabili generatori di gas tossici (in un caso la camera fu collegata allo scarico di un generatore diesel, che non produce nessun tipo di gas letali... quindi chi montò quella falsa prova per il suo filmino era pure idiota). Allo stesso tempo però le doccie della morte entrano in funzione da sole, dato che nessun soldato, operatore tecnico, boia designato, ebreo incarcerato o chicchesia entrerà mai a conoscienza di tali camere durante il presunto periodo di funzionamento, ne riceverà nessun documento in proposito, ne scriverà mai un rapporto, neanche di natura tecnica o buracratica. Dopodiche nessuno toglierà i cadaveri dalla camera, perchè nessuno gli ha visti, e comunque non potrebbero essere smaltiti nelle strutture cimiteriali dei campi assolutamente incompatibili per capacità. Quindi i cadaveri si autodistruggeranno dopo un ordine diretto del Furer (verbale ovviamente, non vogliamo lasciare prove dell'olocausto, bastano le prove dell'essere razzisti, immorali, e condannabili per tutto il resto).
La conclusione a cui si giunge non è ovviamente che i colpevoli non hanno colpa, ma che si è voluto deliberatamente gonfiare l'olocausto per varie ragioni politiche: far apparire insignificanti tutti gli altri campi di concentramento degli alleati (e irrilevanti tutti quelli che ci sono passati e morti); far apparire come vittime più vittime di tutti gli altri gli ebrei (intesi come comunità ebraiche e come lo stato di israele, puntualiziamo), che strumentalizzando la cosa hanno ottenuto e continuano ad ottenere ciò che non meritano; identificare il solito stereotipo del male in qualcosa di concreto, così che i francesi e gli inglesi o i comunisti possano rivolgere il proprio dito accusatore e ipocrita ai nazisti dicendo "noi siamo meglio di voi, anche noi uccidiamo e massacriamo ma non abbiamo distrutto una razza".

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 16-12-2006 11:36  
Sì, vabbè, Futurist, ma tu ti rifai semplicemente ad affermazioni di presunti "studiosi" di cui è conclamata la malafede e totalmente screditati in aambito scientifico.
La tua posizione è simile a quella di chi, per negare l'evoluzionismo, faceva l'ipotesi che fosse il diavolo a piazzare i reperti archeologici. Seguendo la tua linea di ragionamento, si arriva a negare anche l'esistenza dell'antica Roma, e di qualsiasi evento storico.
Forse il nazismo è stato solo un sogno, la seconda guerra mondiale non c'è mai stata...
il fenomeno di cui tu sei un effetto è un aspetto tipico della cultura postmoderna. Alla fine la memoria di quegli eventi risiedeva fondamentalmente nelle persone che l'hanno vissuta, e probabilmente è inevitabile che con la morte di quelle persone tutto vada perduto.
Dimentichiamo tutto, e in questo limbo senza passato, prepariamo il terreno a una ripetizione, forse anche più feroce, di quella storia.
Tutto ciò è profondamente sconfortante. Tu ti sei perfino convinto che esista una razionalità nelle baggianate ridicole che vai scrivendo. E' evidente che è del tutto inutile cercare di riportarti sulla Terra. Spero che quelli come te siano ancora pochi, ma non ci scommetterei molto.
Inutile continuare a risponderti, adieu.



  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 16-12-2006 12:08  
quote:
In data 2006-12-16 11:36, mescal scrive:
La tua posizione è simile a quella di chi, per negare l'evoluzionismo, faceva l'ipotesi che fosse il diavolo a piazzare i reperti archeologici.


Ma io non ho bisogno di evocare il diavolo, mi basta evocare il metodo scientifico, il buon senso, l'assenza delle prove. Il tuo esempio non calza perchè i fossili sono lì, le prove dello sterminio organizzato no.
Le tue casomai assomigliano alle argomentazioni che dimostrano come gli alieni sbarcarono sulla terra, erudirono gli Incas e costruirono le piramidi.
Se io voglio dimostrare la fattibilità scientifica di una cosa, per esempio che gli egizi costruirono le piramidi, è sufficiente che prenda un gruppo di persone, gli fornisca gli attrezzi e le tecnologie egizie, per poi chiedergli di cavare e trasportare blocchi di granito e costruire una piccola piramide (questo esperimento fu fatto qualche hanno fa, non dimostra che le piramidi furono costruite dagli egizi, ma che gli egizi potevano costruirle). I nazisti però non potevano distruggere tutti quei corpi, prova a dirmi come hanno fatto.
No, no. Qui l'alchimista sei te, sei te che voli nel cielo, sei te che credi alle favole per assunto senza pretendere che siano applicabili alla realtà.
Anch'io una volta ero come te, prima di visitare alcuni campi e vedere di persona i luoghi dello sterminio. A quel punto la mia mente razionale ed il mio spirito logico si sono ribellati a tutte le fandonie fino a quel punto sentite. Solo in seguito scoprii che esistevano dei testi revisionisti.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Futurist il 16-12-2006 alle 12:14 ]

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 16-12-2006 12:10  
Cazzarola. Accorata difesa.

Dunque.

Che io sappia, dello strminio degli ebrei e dei campi di sterminio, nessuno in teoria doveva sapere nulla. Doveva essere una cosa il più possibile segreta, rapida ed indolore. Dovevano sembrare infatti per forza campi di lavoro e prigionia. Hitler doveva far passare il suo operato come risolutore, valido, una giusta conquista dell'europa, doveva sembrare il buono che porta una nuova era di prosperità e benessere nel mondo. Sterminare uomini, donne e bambini solo perchè storpi, zingari, ebrei, oppositori, sfigati, omosessuali, nani anzichè alti, mori anzichè biondi, cozzava con la propaganda anche internazionale della sua guerra.

Il fatto che tu non creda che in termini pratici si sia potuta realizzare una cosa del genere perchè "mancano i documenti" (Cazzata. E mi rammarico di non poter aver accesso alla documentazione, che si compene di quintali e quintali di carta, altrimenti te la porterei a casa e con te la spulcerei ben bene.) e perchè non aveva senso farlo, è una cazzata.
E una cazzata anche solo perchè allo stesso modo in cui a te sembra irrealistico ed illogico quanto accaduto, è ancora più irrealistico ed illogico che milioni di sopravissuti abbiano testimoniato la loro esperienza in merito (per quella che conosciamo), vittime o consapevoli attori di una congiura comunista/occidentale antinazzista.

Se fosse tutto inventato o "eccessivamente" ingigantito, ciò vorrebbe dire che dalla seconda guerra mondiale in poi, qualcuno è stato in grado di creare "la mente alveare", milioni e milioni di persone che la pensano allo stesso modo, convinti di aver visto e vissuto quello che in realtà non è successo... matrix negli anni 40 e sucessive decadi è ancora più ridicolo che matrix nel 2000.

Del fatto che già si sapesse dei campi di concentramento durante il conflitto, non è una garnde verità ne una gloriosa scoperta. Sono anni ed anni che gli storici l'hanno scoperto. Si sa che gli alleati lo sapevano e che non si mossero subito per fare qualcosa. E una delle grandi croci di polistirolo che gli alletai si permettono di portare con disinvoltura proprio perchè alla fine hanno vinto. La giustificazione che va per la maggiore è proprio la tua teoria, cioè che le loro informazioni dicevano che erano campi di lavoro e prigionia, non di sterminio. Lo sterminio era un ipotesi non confermata.

Che ci sia stata propaganda dei vincitori e che la storia l'abbiano fatta loro è innegabile e naturale. Da questo a dire che i nazzisti sono stati corocifissi come i mostri che non erano, e una cazzata.

Il fatto che pulsi sempre sul fatto che c'erano, ed hai me, ci sono mostri tali e quali al nazzismo è vero. Ed è lodevole, dimostra che in teoria hai occhi, orecchie e cuore per cercare la realtà non solo per quella che spesso ci impongono di vedere. Ma nei tuoi discorsi, nelle tue teorie, nel tuo esporre il tuo bagaglio di fatti, sembra sempre che finisci con il dire/far capire che per te "in fin dei conti il nazzismo ed il fascismo non erano così male."

Ed allora appari per un cazzaro.
_________________
"Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile"

"Questo non é il Vietnam. E' FilmUp, ci sono delle regole"

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 16-12-2006 12:23  
quote:
In data 2006-12-15 20:48, Futurist scrive:
quote:
In data 2006-12-15 18:37, madpierrot scrive:
Ripeto: non tutti gli ebrei uccisi dai nazisti finirono nei forni.
Quelli li escludiamo o li annoveriamo nella Shoah?


Finchè non mi dici dove finirono gli escludiamo. Anche perchè il numero delle fosse comuni rimane insufficiente.
Non mi dire che i tedeschi erano cannibali e si mangiavano i cadaveri.



I Tedeschi rastrellavano mezza Europa in cerca di ebrei, quindi caricavano gli stessi sulle camionette e sui treni.
Quelli, fra questi, che non fecero ritorno, chissà mai che fine potranno avere fatto?

Se io vedo un aereo decollare e lo stesso aereo atterare, presumo che nel frattempo questo sia stato in volo...

Mi sembra di parlare con un bambino piccolo.

Wannsee: chiunque si occupi di ricerca storica sa benissimo che certi documenti, soprattutto importanti, vengono stilati volutamente con linguaggio tecnico.
Alla luce di quello che successe il verbale di Wannsee lascia ben poco spazio ai dubbi.
Avevo chiaramente scritto che il riferimento alle camere a gas non è presente in tale documento ma rintracciabile negli atti del processo ad Eichmann.

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 16-12-2006 12:32  
quote:
In data 2006-12-15 22:30, Futurist scrive:
quote:
In data 2006-12-15 21:57, mescal scrive:.................................


Dopodichè presero 200.000 di questi corpi e li cremarono o li seppellirono (calcolando la capacità massima dei forni e delle fosse usate le cifre son queste), i restanti 5.800.000 cadaveri li spedirono nell'iperspazio, magari in una realtà parallela, o forse nella quinta dimensione .



TUTTI SANNO che nel famoso numero dei sei milioni sono compresi tutti i morti nei lager, compresi quelli per stenti, malattie ed esecuzioni senza camera a gas più i morti (circa 2 milioni) nelle fucilazioni di massa nell'est Europa.

_________________
"La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà"

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 16-12-2006 12:50  
ma comunque ribadisco, possiamo falsificare e confutare ogni dato storico, alla fine, alla pari di quelli relativi al nazismo. Certo, si dirà che il quantitativo enorme di Zyclon B che affluiva nei campi di sterminio serviva solo per ripulire i cadaveri, che morivano di morte naturale per le scarse condizioni igieniche, e che solo per questo i nazisti costrnsero le aziende che lo producevano a superare le quote di produzione autorizzate.
si può dire che sei milioni di persone (cifra che certamente può essere oggetto di discussione, ma per correttezza bisogna dire che ci sono anche studi che la correggono al rialzo) non possono esseere pasati per i forni crematori, ma è un argomento stupido, in quanto 6 milioni è una cifra complessiva, che comprende tutti gli ebrei uccisi dai nazisti, non tutti nei campi, e molti semplicemente ammassati in fosse comuni, che continuano a venir fuori anche in anni recenti.
Cioò che emerge con sicurezza è che il documento di Wannsee stimain 11 milioni il numero di ebrei presenti in Europa, dice che tutti dovranno essere trasportati a Est, predisone il loro internamento in capi di concentramento, in vista della soluzione finale del problema ebraico. Il documento afferma che la soluzione dell'emigrazione non è più percorribile, e che anzi l'emigrazione degli ebrei è vietata.
Il documento afferma che gli ebrei saranno costretti a lavori durissimi e condizioni di vista insalubri, il che provocherà la morte di molti di loro, e renderà quindi meno grave il problema.
Quindi sappiamo che 11 milioni di persone dovevano essere avviate a soluzione finale, che questa soluzione si sarebbe trovata all'interno dei territori del Reich, essendo esclusa l'emigrazione, e che comunque gli ebrei non sarebbero stati riammessi nella società. Basterebbe, a questo punto, la semplice logica per concludere che la soluzione finale è la morte, conclusione suffragata dall'affermazione che la morte da fatica viene valutata come un progresso, e che si esprime la preoccupazione che i sopravvissuti possano riprodursi e far rinascere l'etnia.
E sempre la logica ci dice che è impossibile che i nazisti pensassero seriamente di poter tenere 11 milioni di persone per un tempo indefinito all'interno di un numero limitato di campi di concentramento. Ne potevano detenere un numero limitato, e quindi gli ebrei dovevano subentrare nei campi man mano che l'eliminazione procedeva.
Ora, una volta accertato che questo piano esisteva ede era in esecuzione, per quanto mi riguarda è del tutto irrilevante stabilire a che punto esatto dell'opera fossero arrivati i nazisti. Che abbiano ucciso 3, 1 milione, o 200 ebrei è praticamente un dettaglio, quelli sopravvissuti li avrebbero uccisi forse uno o due anni dopo, se fossero rimasti al potere, comunque il piano prevedeva la morte di 11 milioni di ebrei, allo scopo di estinguere la cosiddetta "razza". E, per quanto mi riguarda, questo da solo sarebbe sufficiente a catalogarli come i più grandi criminali del ventesimo secolo, tra i peggiori della storia dell'umanità.





  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 16-12-2006 13:14  
quote:
In data 2006-12-16 12:10, Kermunos scrive:
Ma nei tuoi discorsi, nelle tue teorie, nel tuo esporre il tuo bagaglio di fatti, sembra sempre che finisci con il dire/far capire che per te "in fin dei conti il nazzismo ed il fascismo non erano così male."



Smentisco. Non l'ho mai detto. Il nazismo era un'ideologia aberrante, la negazione di tutto ciò che è umano e buono.
Ma la discussione non riguarda l'immoralità dell'ideologia nazista, che non credo sia da dimostrare perchè evidente, ma l'esistenza o meno di un piano di sterminio programmato degli ebrei. E a proposito mi permetto di dissentire ancora per una volta. Perchè se da un lato è possibile che Hitler volesse nascondere la cosa, dall'altro è impossibile che il Terzo Reich potesse agire nel modo ipotizzato, e credo di averlo abbondantemente dimostrato.
Poi la mente alveare centra ben poco. Per capire come vanno le cose basta vedere Dachau. Dopo la liberazione da parte degli americani infatti alcuni prigionieri del campo indicarono ai soldati alcune strutture come "camere a gas". Così cominciò a circolare la leggenda di gassazioni di massa a Dachau, riportata e amplificata dalla stampa. La leggenda circola tutt'oggi e tutt'oggi ai visitatori vengono indicate le solite strutture. Il fatto inquietante è che nel 1960 l'università di monaco, dopo un'accurata indagine logico-scientifica (ci vogliono dei geni e), scoprì che la camera a gas non era affatto una camera a gas poichè scollegata da qualunque conduttura del gas, ma era un semplice spogliatoio con doccia. In realtà a Dachau, secondo i documenti delle SS, furono condannati a morte 3.166 detenuti, trasferiti per l'esecuzione nel carcere di Hartheim dove esisteva una piccola camera a gas (cioè, il gestore di Dachau ha una camera a gas propria, ma scarica i prigionieri da giustiziare altrove? Insensato).
Così si costruiscono le leggende, con l'ignoranza.

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 16-12-2006 13:20  
E riguardo a Belzec, Sobibor e Treblinka, i campi destinati esclusivamente allo sterminio e non alla detenzione, qual è la versione dei negazionisti?

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 Pagina successiva )
  
0.209242 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: