FilmUP.com > Forum > Attualità - l'emergenza rifiuti a napoli
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > l'emergenza rifiuti a napoli   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 Pagina successiva )
Autore l'emergenza rifiuti a napoli
Maresca

Reg.: 12 Mar 2007
Messaggi: 2111
Da: Siviglia (es)
Inviato: 27-05-2007 00:16  
quote:
In data 2007-05-26 19:43, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-05-26 16:09, Maresca scrive:
Quilty, tutti gli impianti di ogni genere inquinano. Devi sempre indicarmi un solo posto al mondo dove non ci siano gli inceneritori.
Dove vanno a finire i materiali che non si possono o riescono a riciclare? L'unica alternativa a incenerirli sarebbero le discariche, ma in Campania la gente non vuole neppure quelle, e comunque il territorio è troppo densamente popolato per ricavarne una quantità sufficiente di discariche per smaltire (per modo di dire) il non riciclabile. Ciò può essere possibile in paesi che hanno alle spalle una vasta superficie desertica, ma non da noi.


purtroppo in Italia non se ne parla mai ma ci sono tantissimi modi sia diretti che indiretti per evitare la costruzione degli inceneritori che come dicono giustamente Quilty(parafrasando) e Beppe Grillo sono fabbriche di morte.
Gli inceneritori sono solo una cazzata che ci viene rifilata perché non si vuole ammettere 1) che ci sono metodi per sciogliere i rifiuti in componenti che possono essere assimilitati anche per usi agricoli, 2)i rifiuti devono essere pressati e non scaricati alla cazzo di cane come avviene in quasi tutte le discariche italiane, 3)che la gente deve imparare a sprecare di meno, soprattutto carta e plastica e si deve differenziare la spazzatura.

e questo punto è quello più importante. a San francisco la produzione di rifiuti non differenziati e non riciclabili è un 986esimo di quella di napoli. questo dato la dice lunga su come siano gli abitanti di certi luoghi dei veri trogloditi che non si rendono conto che la soluzione è già nelle loro mani. oltretutto se non esistono luoghi con cassonetti per la differenziazione, è il caso di chiederli al comune o a lega ambiente senza lasciar correre come troppo spesso viene fatto.
e inoltre è il caso di fare leggi che impediscano alle case produttrici di alimenti e generi di consumo di produrre imballaggi ove non servano strettamente.



no, ma i contenitori per la raccolta differenziata a Napoli ci sono, non è questo il problema.
Ed è ovvio che i rifiuti vengano pressati, vengono portati in impianti che producono le famose ecoballe. Non dico che la raccolta differenziata funzioni bene, tutt'altro, anzi, però fondamentalmente ciò che blocca tutto in Campania è il fatto che le discariche si riempiano, perché manca l'ultima parte della catena, e cioè gli inceneritori.

  Visualizza il profilo di Maresca  Invia un messaggio privato a Maresca    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 27-05-2007 11:37  
quote:
In data 2007-05-27 00:16, Maresca scrive:
quote:
In data 2007-05-26 19:43, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-05-26 16:09, Maresca scrive:
Quilty, tutti gli impianti di ogni genere inquinano. Devi sempre indicarmi un solo posto al mondo dove non ci siano gli inceneritori.
Dove vanno a finire i materiali che non si possono o riescono a riciclare? L'unica alternativa a incenerirli sarebbero le discariche, ma in Campania la gente non vuole neppure quelle, e comunque il territorio è troppo densamente popolato per ricavarne una quantità sufficiente di discariche per smaltire (per modo di dire) il non riciclabile. Ciò può essere possibile in paesi che hanno alle spalle una vasta superficie desertica, ma non da noi.


purtroppo in Italia non se ne parla mai ma ci sono tantissimi modi sia diretti che indiretti per evitare la costruzione degli inceneritori che come dicono giustamente Quilty(parafrasando) e Beppe Grillo sono fabbriche di morte.
Gli inceneritori sono solo una cazzata che ci viene rifilata perché non si vuole ammettere 1) che ci sono metodi per sciogliere i rifiuti in componenti che possono essere assimilitati anche per usi agricoli, 2)i rifiuti devono essere pressati e non scaricati alla cazzo di cane come avviene in quasi tutte le discariche italiane, 3)che la gente deve imparare a sprecare di meno, soprattutto carta e plastica e si deve differenziare la spazzatura.

e questo punto è quello più importante. a San francisco la produzione di rifiuti non differenziati e non riciclabili è un 986esimo di quella di napoli. questo dato la dice lunga su come siano gli abitanti di certi luoghi dei veri trogloditi che non si rendono conto che la soluzione è già nelle loro mani. oltretutto se non esistono luoghi con cassonetti per la differenziazione, è il caso di chiederli al comune o a lega ambiente senza lasciar correre come troppo spesso viene fatto.
e inoltre è il caso di fare leggi che impediscano alle case produttrici di alimenti e generi di consumo di produrre imballaggi ove non servano strettamente.



no, ma i contenitori per la raccolta differenziata a Napoli ci sono, non è questo il problema.
Ed è ovvio che i rifiuti vengano pressati, vengono portati in impianti che producono le famose ecoballe. Non dico che la raccolta differenziata funzioni bene, tutt'altro, anzi, però fondamentalmente ciò che blocca tutto in Campania è il fatto che le discariche si riempiano, perché manca l'ultima parte della catena, e cioè gli inceneritori.


guarda che ci sono posti in cui gli inceneritori non esistono per niente. a napoli e dintorni ci sono poche discariche e molta gente. lega ambiente ha detto che in tutta napoli ci sono 30-40 cassonetti per la raccolta differenziata. e figuriamoci se la fanno. è una questione di educazione.

comunque mi sa veramente assurdo che ci siano persone che la pensino come te, ossia che siano disposte a mettere a repentaglio la propria vita con gli inceneritori(ed è accertato che i materiali che fuoriescono provocano il cancro) invece che essere più civili e consumare di meno e meglio! Non ho parole. Quelli che la pensano come te, dovrebbero essere mandati ad abitare vicino agli inceneritori.

guarda sulle ecoballe hai detto una megaballa: basta guardare il telegiornale o leggere un giornale per sapere che il problema è anche questo, ossia che i materiali non vengono pressati.

va be' come dire al muro, vai a cercare casa vicino a qualche inceneritore intanto!
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 27-05-2007 12:52  
purtroppo non ci sono dubbi che anche l'inceneritore, impropriamente definito termovalorizzatore, comporta dei rischi non solo di tipo ambientale.

però voglio ricordare alcune cose:
è vero che in campania ci sono gli appositi contenitori per la raccolta del vetro(a pochi metri dalla mia abitazione ce ne sono ben due).
ed è anche vero che i cittadini mettono solo lì tutto ciò che riguarda lattine e bottiglie.

questi tipi di rifiuti sono ovviamente rifiuti riciclabili, riutilizzabili.

e non sono destinati all'inceneritore. dunque mai ci andranno a finire dentro.

forme di raccolte differenziate ce ne sono. dipende poi dagli spazzini separarla o no.

e gli altri tipi di rifiuti, quelli non riciclabili?

questi sì che devono invece andare nell'inceneritore.

e mi sembra l'unica valida alternativa.

in campania, almeno: le poche discariche rimaste sono insufficienti(tant'è vero che l'immondizia adesso è stata di nuovo raccolta solo perchè sono stati allestiti siti provvisori, e il fatto che bertolaso cmq invita altre regioni a farsi avanti per ospitare i rifiuti campani fa capire di quanto poco spazio dispone ancora la regione come sversatoi e discariche effettive).

l'alternativa è l'immondizia che si accumula per le strade e se viene bruciata procura immediati, e direi in questo caso sicuri rischi nelle zone circostanti.

un inceneritore può sempre essere sottoposto a controlli ambientali da parte dell'ue: mi risulta che l'ue rilascia addirittura anche una specie di certificato verde agli inceneritori che producono CO2 al di sotto di una quantità, ovviamente nociva, fissata dagli organismi europei che si occupano di tutele ambientali.

e se non altro l'inceneritore spazzerebbe via la criminalità organizzata da un controllo che non ha pari neanche nel resto del sud Italia.


  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 27-05-2007 16:40  
Vabbè qui non si legge allora.
L'inceneritore produce rifiuti - terza volta .
Ciò che si brucia non si volatilizza ma lascia un residuo tossico da smaltire in apposite e costosissime discariche. Terza volta.
Quindi si brucia spazzatura per poi dirottarla in altre discariche - terza volta.

E seconda volta, chi vuole gli inceneritori se li faccia costruire sotto casa sua, così sia lui che i suoi figli moriranno tranquillamente di cancro e non romperanno più la minchia.
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 27-05-2007 17:36  
Il riciclaggio conviene perchè è economico e rispetta l'ambiente e permette di smaltire la maggior parte dei rifiuti (carta, vetro e anche plastica se ho capito bene).
Mi sembra però di aver capito anche che rimangono dei rifiuti non riciclabili..quindi le discariche (sicuramente più piccole) ci vogliono ugualmente..e chi è che vuole una discarica (per quanto piccola, puzza lo stesso) nella sua città?O nella sua campagna... se è per questo?
Poi immagino che anche i rifiuti non riciclabili non potranno rimanere in discarica per sempre...
Inutile dire che cercare di essere meno spreconi è sacrosanto.


[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 27-05-2007 alle 17:39 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
Maresca

Reg.: 12 Mar 2007
Messaggi: 2111
Da: Siviglia (es)
Inviato: 27-05-2007 20:34  
Ripeto, io abito qui, e i contenitori per la raccolta differenziata ci sono, almeno vetro pastica carta eccetera, certo non si fa abbastanza, siamo nettamente al di sotto della media nazionale, che è comunque molto bassa. Ma la raccolta differenziata è una soluzione a lungo termine, un indice che va progressivamente aumentato di anno in anno.
il vero problema a Napoli è che non c'è mod di smaltire le migliaia di tonnellate di ecoballe prodotte da quando è stato adottato il metodo moderno di smaltimento dei rifuti, perchè ci si è opposti ai termovalizzatori, che non sono più nocivi di qualunque altro impianto di produzione di energia. Io sono d'accordo a non costruire i termovalorizzatori, ma se si fa questo è necessario fermare la produzione di ogni forma di energia, e tornare all'età della pietra. Se si ragioan in questi termini, anche i discorsi dei vari psicopatici e venditori di fumo come i vari estremisti dell'ecologismo e Beppe Grillo acquisteranno un senso.
Ma siccome dubito che si abbia la reale coerenza di voler tornare al paleolitico, allora bisogna smaltire intanto i rifiuti con i metodi che esistono. E la raccolta differenziata, il riciclo e i termovalorizzatori sono l'unica soluzione al problema( per modo di dire, perché il problema dei rifiuti non è stato realmente risolto in nessun luogo al mondo)che sia stata sperimentata.

  Visualizza il profilo di Maresca  Invia un messaggio privato a Maresca    Rispondi riportando il messaggio originario
utopia


Reg.: 29 Mag 2004
Messaggi: 14557
Da: Smaramaust (NA)
Inviato: 28-05-2007 09:01  
Non so se i miei conterranei abbiano lo stesso problema, ma è già la seconda notte che devo 'dormire' infastidita dalle mosche... A causa dell'immondizia che inonda strade e marciapiedi, questi esseri proliferano all'aperto e nelle case!
_________________
Tutto dipende da dove vuoi andare... Non importa che strada prendi!

Happiness only real when shared.

  Visualizza il profilo di utopia  Invia un messaggio privato a utopia  Vai al sito web di utopia    Rispondi riportando il messaggio originario
pensolo

Reg.: 11 Gen 2004
Messaggi: 14685
Da: Genova (GE)
Inviato: 28-05-2007 09:18  
Io no..anzi ho appena scoperto di essere un marziano

Con un pò di buona volontà e organizzazione si ottiene tutto...
_________________
Bart,voglio condividere con te le tre massime indispensabili per andare avanti nella vita.N°1:"Mi raccomando coprimi" N°2: "Miticooo!Ottima idea capo" N°3:"Era già così quando sono arrivato io"

  Visualizza il profilo di pensolo  Invia un messaggio privato a pensolo     Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 28-05-2007 17:53  
quote:
In data 2007-05-28 09:01, utopia scrive:
Non so se i miei conterranei abbiano lo stesso problema, ma è già la seconda notte che devo 'dormire' infastidita dalle mosche... A causa dell'immondizia che inonda strade e marciapiedi, questi esseri proliferano all'aperto e nelle case!


ma che cazzo ribellatevi, andate nei comuni a spaccare la testa ai sindaci, che secondo me sono i maggiori responsabili.e poi cercate di rendere più comprensibile che si deve consumare di meno.

Quilty come al solito concordo con te. bravo!
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 28-05-2007 18:17  
quote:
In data 2007-05-27 20:34, Maresca scrive:
Ripeto, io abito qui, e i contenitori per la raccolta differenziata ci sono, almeno vetro pastica carta eccetera, certo non si fa abbastanza, siamo nettamente al di sotto della media nazionale, che è comunque molto bassa. Ma la raccolta differenziata è una soluzione a lungo termine, un indice che va progressivamente aumentato di anno in anno.
il vero problema a Napoli è che non c'è mod di smaltire le migliaia di tonnellate di ecoballe prodotte da quando è stato adottato il metodo moderno di smaltimento dei rifuti, perchè ci si è opposti ai termovalizzatori, che non sono più nocivi di qualunque altro impianto di produzione di energia. Io sono d'accordo a non costruire i termovalorizzatori, ma se si fa questo è necessario fermare la produzione di ogni forma di energia, e tornare all'età della pietra. Se si ragioan in questi termini, anche i discorsi dei vari psicopatici e venditori di fumo come i vari estremisti dell'ecologismo e Beppe Grillo acquisteranno un senso.
Ma siccome dubito che si abbia la reale coerenza di voler tornare al paleolitico, allora bisogna smaltire intanto i rifiuti con i metodi che esistono. E la raccolta differenziata, il riciclo e i termovalorizzatori sono l'unica soluzione al problema( per modo di dire, perché il problema dei rifiuti non è stato realmente risolto in nessun luogo al mondo)che sia stata sperimentata.

vedi bamboccio, vai a leggerti la ricerca di gatti e montanari e poi ne riparliamo. come fai a dire che gli inceneritori sono meno nocivi?
per l'organismo umano più una sostanza è piccola e più è probabile che se inalata provochi la formazione di granulomi e poi di tumori.
mi piacerebbe tu andassi a vivere vicino all'inceneritore nelle piane di osmannoro, credo cambieresti idea in tre ore. e poi ripeto, come asseriva quilty, nulla si crea e nulla si distrugge. quello che viene incenerito vola in aria ed entra nei nostri corpi. e vengono i tumori. spero anche io che tutti voi che siete pro inceneritori un domani andrete a vivere vicino ad uno di essi in modo che non possiate più rompere il cazzo!teste di cazzo!

_________________
Il contrario della guerra non è la pace, ma l'intelligenza. (Beppe Grillo)

[ Questo messaggio è stato modificato da: MARQUEZ il 28-05-2007 alle 18:18 ]

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 29-05-2007 13:05  
quote:
In data 2007-05-28 18:17, MARQUEZ scrive:
come fai a dire che gli inceneritori sono meno nocivi?
per l'organismo umano più una sostanza è piccola e più è probabile che se inalata provochi la formazione di granulomi e poi di tumori.
mi piacerebbe tu andassi a vivere vicino all'inceneritore nelle piane di osmannoro, credo cambieresti idea in tre ore.



io invece vorrei tu vivessi, anche per pochi minuti, a napoli, dove da settimane, benchè un pò di raccolta è iniziata, ci sono ancora cumuli di rifiuti da dover raccogliere.

considera soprattutto i rifiuti bruciati, e immagina questa situazione unita alle temperature alte di questo periodo.

porteranno anche i tumori i termovalorizzatori, ma sono ancora "sulla carta".

mi sa invece che i tumori veri già si potrebbero diffondere in questi giorni, con tutto quello che sta succedendo.

la città non ha ancora un termovalorizzatore ma è già avvelenata di sicuro.

il termovalorizzatore sarà tutt'al più solo un dessert cancerogeno a fine pranzo(cioè quando le intossicazioni vere hanno già fatto il loro lavoro).

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 29-05-2007 13:29  
Come al solito c'è un deficit di razionalità. In questo caso, non si capisce che il fatto che si sia contro i termovalorizzatori non implica che si sia contro la raccolta dei rifiuti e il loro smaltimento.

Sono due problemi diversi. A Napoli c'è da immaginarselo che la gente sia pro inceneritori visto che ne creano di abusivi sulle strade come mostrato nei giornali!

premesso che sicuramente il grosso della colpa è degli amministratori, visti anche gli interventi di voi che vivete immersi nella sporcizia, non mi sento di essere molto dispiaciuto della cosa, visto chela colpa è senza dubbio anche vostra che permettete questa convivenza con la camorra e non fate pressione sullo stato e consumate troppo e male.

quindi silenzio e non rompete il cazzo a chi non vuole che le vostre ceneri entrino nei suoi polmoni.
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
Maresca

Reg.: 12 Mar 2007
Messaggi: 2111
Da: Siviglia (es)
Inviato: 29-05-2007 13:29  
quote:
In data 2007-05-28 18:17, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-05-27 20:34, Maresca scrive:
Ripeto, io abito qui, e i contenitori per la raccolta differenziata ci sono, almeno vetro pastica carta eccetera, certo non si fa abbastanza, siamo nettamente al di sotto della media nazionale, che è comunque molto bassa. Ma la raccolta differenziata è una soluzione a lungo termine, un indice che va progressivamente aumentato di anno in anno.
il vero problema a Napoli è che non c'è mod di smaltire le migliaia di tonnellate di ecoballe prodotte da quando è stato adottato il metodo moderno di smaltimento dei rifuti, perchè ci si è opposti ai termovalizzatori, che non sono più nocivi di qualunque altro impianto di produzione di energia. Io sono d'accordo a non costruire i termovalorizzatori, ma se si fa questo è necessario fermare la produzione di ogni forma di energia, e tornare all'età della pietra. Se si ragioan in questi termini, anche i discorsi dei vari psicopatici e venditori di fumo come i vari estremisti dell'ecologismo e Beppe Grillo acquisteranno un senso.
Ma siccome dubito che si abbia la reale coerenza di voler tornare al paleolitico, allora bisogna smaltire intanto i rifiuti con i metodi che esistono. E la raccolta differenziata, il riciclo e i termovalorizzatori sono l'unica soluzione al problema( per modo di dire, perché il problema dei rifiuti non è stato realmente risolto in nessun luogo al mondo)che sia stata sperimentata.

vedi bamboccio, vai a leggerti la ricerca di gatti e montanari e poi ne riparliamo. come fai a dire che gli inceneritori sono meno nocivi?
per l'organismo umano più una sostanza è piccola e più è probabile che se inalata provochi la formazione di granulomi e poi di tumori.
mi piacerebbe tu andassi a vivere vicino all'inceneritore nelle piane di osmannoro, credo cambieresti idea in tre ore. e poi ripeto, come asseriva quilty, nulla si crea e nulla si distrugge. quello che viene incenerito vola in aria ed entra nei nostri corpi. e vengono i tumori. spero anche io che tutti voi che siete pro inceneritori un domani andrete a vivere vicino ad uno di essi in modo che non possiate più rompere il cazzo!teste di cazzo!

_________________
Il contrario della guerra non è la pace, ma l'intelligenza. (Beppe Grillo)

[ Questo messaggio è stato modificato da: MARQUEZ il 28-05-2007 alle 18:18 ]


Ho abitato vicino a un termovalorizzatore. Sono stato un paio di volte a Parigi, dove il termovalorizzatore c'è. E ci sono termovalorizzatori anche a Vienna, Londra, Copenhagen e Tokyo. Termovalorizzatori di concezione più vecchia, e quindi presumibilmente più inquinanti rispetto a quelli che verranno costruiti in Campania.

  Visualizza il profilo di Maresca  Invia un messaggio privato a Maresca    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 29-05-2007 14:05  
quote:
In data 2007-05-29 13:29, Maresca scrive:
quote:
In data 2007-05-28 18:17, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-05-27 20:34, Maresca scrive:
Ripeto, io abito qui, e i contenitori per la raccolta differenziata ci sono, almeno vetro pastica carta eccetera, certo non si fa abbastanza, siamo nettamente al di sotto della media nazionale, che è comunque molto bassa. Ma la raccolta differenziata è una soluzione a lungo termine, un indice che va progressivamente aumentato di anno in anno.
il vero problema a Napoli è che non c'è mod di smaltire le migliaia di tonnellate di ecoballe prodotte da quando è stato adottato il metodo moderno di smaltimento dei rifuti, perchè ci si è opposti ai termovalizzatori, che non sono più nocivi di qualunque altro impianto di produzione di energia. Io sono d'accordo a non costruire i termovalorizzatori, ma se si fa questo è necessario fermare la produzione di ogni forma di energia, e tornare all'età della pietra. Se si ragioan in questi termini, anche i discorsi dei vari psicopatici e venditori di fumo come i vari estremisti dell'ecologismo e Beppe Grillo acquisteranno un senso.
Ma siccome dubito che si abbia la reale coerenza di voler tornare al paleolitico, allora bisogna smaltire intanto i rifiuti con i metodi che esistono. E la raccolta differenziata, il riciclo e i termovalorizzatori sono l'unica soluzione al problema( per modo di dire, perché il problema dei rifiuti non è stato realmente risolto in nessun luogo al mondo)che sia stata sperimentata.

vedi bamboccio, vai a leggerti la ricerca di gatti e montanari e poi ne riparliamo. come fai a dire che gli inceneritori sono meno nocivi?
per l'organismo umano più una sostanza è piccola e più è probabile che se inalata provochi la formazione di granulomi e poi di tumori.
mi piacerebbe tu andassi a vivere vicino all'inceneritore nelle piane di osmannoro, credo cambieresti idea in tre ore. e poi ripeto, come asseriva quilty, nulla si crea e nulla si distrugge. quello che viene incenerito vola in aria ed entra nei nostri corpi. e vengono i tumori. spero anche io che tutti voi che siete pro inceneritori un domani andrete a vivere vicino ad uno di essi in modo che non possiate più rompere il cazzo!teste di cazzo!

_________________
Il contrario della guerra non è la pace, ma l'intelligenza. (Beppe Grillo)

[ Questo messaggio è stato modificato da: MARQUEZ il 28-05-2007 alle 18:18 ]


Ho abitato vicino a un termovalorizzatore. Sono stato un paio di volte a Parigi, dove il termovalorizzatore c'è. E ci sono termovalorizzatori anche a Vienna, Londra, Copenhagen e Tokyo. Termovalorizzatori di concezione più vecchia, e quindi presumibilmente più inquinanti rispetto a quelli che verranno costruiti in Campania.

in bocca al lupo.
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 29-05-2007 14:54  
quindi scusate ma la soluzione qual'è????

_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 Pagina successiva )
  
0.217252 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: