FilmUP.com > Forum > Attualità - sciopero studentesco 12 ottobre 2007 contro Decreto Fioroni
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > sciopero studentesco 12 ottobre 2007 contro Decreto Fioroni   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 )
Autore sciopero studentesco 12 ottobre 2007 contro Decreto Fioroni
Buttercup

Reg.: 08 Gen 2005
Messaggi: 5694
Da: Nova (MI)
Inviato: 08-10-2007 12:44  
Secondo me non cambierà nulla, anche con questi esami di riparazione.
Ho frequentato 3 scuole superiori diverse, e in tutte c'era questo modo di fare che se avevi un debito, l'anno dopo veniva "condonato" in qualche modo, o con prove semi-fasulle o proprio fingendo che non fosse mai esistito nessun debito. E credo che questa sia stata la prassi per la stragrande maggioranza delle scuole superiori italiane.

Cosa volete che cambi, se a fare questi esami di riparazione sono gli stessi professori che fino a oggi si sono rapportati ai debiti come ad una formalità irrilevante? Nonostante la buona volontà di Fioroni, finirà a tarallucci e vino come nella più classica delle baracconate all'italiana, ergo tutti promossi e bona
_________________

  Visualizza il profilo di Buttercup  Invia un messaggio privato a Buttercup  Email Buttercup    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 08-10-2007 12:59  
quote:
In data 2007-10-06 18:24, mariano scrive:
quote:
In data 2007-10-06 18:06, SamTheLion scrive:
quote:
In data 2007-10-05 12:42, Paky90 scrive:

Se l'esame non venisse superato lo studente dovrà ripetere l'anno



dov'è il problema?




il problema è anche che nel mondo reale oltre ai ragazzini tamarri, esistono pure i tali studenti lavoratori, che al giorno lavorano e alla sera studiano.
e in estate nn so quanto tempo avranno per frequentare corsi di recupero (sottointesa la loro predestinata inutilità di fondo), di materie dove fisiologicamente saranno indietro.




se lavori e hai un regolare contratto, cazzi tuoi, puoi smettere di andare a scuola. se 1 lavora ed è anche in nero, dovrebbero anche denunciarlo. quindi il fatto che uno non abbia tempo per studiare perché lavora(la tua argomentazione) fa ridere ed è sbagliata.


_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 08-10-2007 13:01  
quote:
In data 2007-10-06 18:13, quentin84 scrive:
quote:
In data 2007-10-06 18:06, SamTheLion scrive:
quote:
In data 2007-10-05 12:42, Paky90 scrive:

Se l'esame non venisse superato lo studente dovrà ripetere l'anno


e quindi?perché non hanno voglia dobbiamo condonargli le materie in cui sono deficienti?
che modo ridicolo di "ragionare"!
dov'è il problema?


Il problema è che molti liceali non hanno voglia di studiare.
Del resto, in un Paese dove circa il 62% della popolazione adulta dichiara di non leggere libri e più di un terzo di questo 62% considera la lettura uno spreco di tempo (dati di un sondaggio Ipsos commissionato dalla Mondadori)..cosa possiamo aspettarci di diverso?

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 06-10-2007 alle 18:26 ]


_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 08-10-2007 17:31  
Bocciare per una materia sola,mi pare assurdo,ma sono daccordo che si ritorni alla selezione,basta promuovere a profusione somari. Più selezione anche tra i tanti incapaci che insegnano e formano in modo pessimo gli studenti
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
nboidesign

Reg.: 18 Feb 2006
Messaggi: 4789
Da: Quartu Sant'Elena (CA)
Inviato: 08-10-2007 22:14  
quote:
In data 2007-10-08 12:59, MARQUEZ scrive:
se lavori e hai un regolare contratto, cazzi tuoi, puoi smettere di andare a scuola.



questa è una puttanata.

  Visualizza il profilo di nboidesign  Invia un messaggio privato a nboidesign  Vai al sito web di nboidesign     Rispondi riportando il messaggio originario
Hyperion19

Reg.: 23 Mar 2007
Messaggi: 516
Da: Firenze (FI)
Inviato: 08-10-2007 23:28  
quote:
In data 2007-10-07 12:10, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-10-06 11:09, Hyperion19 scrive:
trovo ridicolo che le scuole debbano provvedere a corsi estivi. il tentativo di responsabilizzare lo studente dovrebbe essere proprio nel lasciarlo solo, una volta tanto, di fronte alla necessità di tirare fuori le palle, e fargli capire che si sta giocando qualcosa di importante per il quale è il caso di dare fondo alle proprie capacità e alla propria determinazione.



sono d'accordo con quello che dici, non si deve assolutamente sprecare soldi nell'istruzione dei somari durante l'estate(per dirla duramente). Si devono adeguare e studiare da soli, non c'è sempre la balia nella vita. e poi credo che dargli anche la possibilità di avere la balia dopo che non hanno fatto niente in un anno, sia troppo assistenzialistico e non meritocratico.




però non è esattamente questo che intendo. non dico che quelli che si prendono il debito (che se lo meritino o no) non valgano la spesa di un corso di recupero. penso che lo spirito con cui è reintrodotto l'esame di riparazione sia contrario all'istituzione di corsi estivi, perchè? perchè quelli che vogliono cambiare il sistema educativo italiano la pensano in questo modo, cito dal sole 24 ore, articolo di Billari e Tabellini:

"vi sono cose che possono essere fatte solo in certi momenti della vita. la creatività, la dedizione completa al raggiungimento di obiettivi personali, la voglia di cambiare il mondo o le condizioni delle nostre condizioni personali, sono una prerogativa della giovane età. chi vi rinuncia lo fa per sempre."

e quello che serve per non addormentarsi sul pero mentre il mondo è pervaso da una febbre di attivismo non sono scudisciate in quel posto in nome di un superiore apprendimento della Dottrina, ma un maggiore senso di responsabilità personale. se il corso di recupero dev'essere una foglia di fico per l'istituzione per dire abbiamo fatto il possibile per aiutarlo/a cosicché lo studente possa ribattere mi avete abbandonato alla deriva/mi avete fregato mi pare che il rimando di responsabilità non possa avere fine. lo studente dovrebbe in teoria responsabilizzarsi rimboccarsi le maniche conscio che un suo eventuale fallimento è dovuto alla sua condotta irresponsabile durante l'anno. insomma prospettano per la scuola una funzione da catechismo morale.. forse siamo oltre i suoi compiti. tutto questo ci pone anche di fronte alla terribile domanda: la scuola italiana è pronta per riconoscere l'impegno e a dargli valore? e cmq è chiaro che non ci sono risorse per coprire questi corsi.

la maggior parte degli opinionisti che discettano su questioni educative non trovano la mia simpatia e questi due non fanno eccezione, invece di lanciarsi in questioni esistenziali su come i giovani organizzano la propria vita (che non può che assomigliare a quella dei loro padri che scrivono sui giornali) basterebbe dire che si vuole reintrodurre un criterio di oggettività nella valutazione delle conoscenze. punto.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Hyperion19 il 08-10-2007 alle 23:44 ]

  Visualizza il profilo di Hyperion19  Invia un messaggio privato a Hyperion19    Rispondi riportando il messaggio originario
scuoleroma

Reg.: 10 Ott 2007
Messaggi: 1
Da: roma (RM)
Inviato: 10-10-2007 13:37  
Il 13 Ottobre manifesta con noi!


Il 13 Ottobre gli studenti di tutta Italia scenderanno in piazza a Roma per far sentire finalmente la propria voce contro un Ministro che di scuola non capisce niente e che si è messo in testa di riformare l’esame di maturità senza sistemare prima il sistema dei crediti. Quando lo capirà questo paffuto signore che non è possibile non ammettere all’esame un ragazzo che ha una sola insufficienza, soprattutto se poi non si è fatto niente durante l’anno per recuperarla?
Il 13 ottobre gliele canteremo per bene! L’appuntamento è alle 9.30 a Piazza Vittorio Emanuele a Roma (Metro A fermata “Vittorio”) dove protesteremo alla nostra maniera: musica, giochi e divertimento alla faccia di chi gioca con il nostro futuro!



ABOLIAMO IL LIBRO DI TESTO OBBLIGATORIO
Da troppi anni gli studenti sono vittime di una vera e propria speculazione: i libri di testo costano ogni anno sempre di più, arrivando a sfondare in alcuni casi il tetto dei 400 Euro e non rispettando assolutamente il limite imposto a parole dal Ministero.

Il prezzo dei libri rappresenta una vera e propria discriminazione, che impedisce la reale applicazione del diritto all’istruzione, in teoria garantito a tutti quanti a prescindere dal censo. Troppe famiglie sono costrette a scegliere il tipo di scuola in base al prezzo dei libri!

I prezzi dei libri continuano a salire a causa dell’obbligatorietà del libro di testo, un sistema per il quale le case editrici non abbassano i costi dei libri perché non devono farsi concorrenza tra di loro: a scegliere il testo per ogni classe sarà sempre e comunque il professore, che dopo aver ricevuto la sua bella copia gratuita con l’angolino tagliato deciderà di adottare un libro o l’altro in base a simpatie, opinioni grafiche, disposizione dei capitoli ed amenità varie. Il risultato? Libri sempre più cari e sempre più faziosi, pronti ad obbedire alle ideologie sessantottine dei professori che li sceglieranno.

Noi sogniamo una scuola nella quale lo studio venga assegnato per argomenti e non per numeri di pagine. Noi sogniamo una scuola nella quale tra i ragazzi sorga un confronto costruttivo tra le diverse letture di un dato argomento. Noi sogniamo che ai ragazzi sia data la capacità critica di confrontarsi con gli argomenti, di sviluppare opinioni, e che i docenti accrescano il senso critico degli studenti, e non li facciano studiare come automi su un testo unico! Noi sogniamo l’abolizione del libro di testo obbligatorio, e la libertà della cultura!



EDILIZIA SCOLASTICA
Le scuole cadono a pezzi, mettendo a rischio la vita di chi ci sta dentro. Più della metà degli edifici scolastici ad oggi non è a norma e sapete perché? Perché gli studenti sono minorenni e non votano, e quindi è meglio spendere soldi per chi poi ricambia il favore in voti, e non per la sicurezza di chi esercita il proprio diritto allo studio!

E inoltre mancano le palestre, manca il riscaldamento, piove dal soffitto, mancano spazi di aggregazione, cortili per la ricreazione, campi sportivi…

Il Ministro Fioroni ha rinviato il problema di altri tre anni, senza costringere le province a mettere definitivamente a norma gli edifici, da troppi anni fatiscenti e inadatti.

Noi vogliamo l’immediata chiusura di tutti gli edifici non a norma di sicurezza, e la dotazione immediata di spazi per gli studenti a tutte le scuole: vogliamo palestre, laboratori, cortili, campi sportivi in ogni scuola!



ESAME DI RIPARAZIONE

Nel 1995 l’esame di riparazione fu abolito perché inadeguato come forma di selezione. Oggi Fioroni adotta l’ennesimo provvedimento per riportare indietro la scuola. Con i test di riparazione infatti non vi è alcuna meritocrazia in quanto generano il circolo vizioso delle lezioni private (in nero), visto che i corsi recupero delle scuole sono assolutamente inadeguati.

Come avveniva prima del 1995, i criteri di selezione torneranno a fondarsi sul reddito invece che sul merito.

  Visualizza il profilo di scuoleroma  Invia un messaggio privato a scuoleroma  Email scuoleroma  Vai al sito web di scuoleroma     Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 10-10-2007 14:04  
quote:
In data 2007-10-10 13:37, scuoleroma scrive:
Il 13 Ottobre manifesta con noi!


ESAME DI RIPARAZIONE

Nel 1995 l’esame di riparazione fu abolito perché inadeguato come forma di selezione. Oggi Fioroni adotta l’ennesimo provvedimento per riportare indietro la scuola. Con i test di riparazione infatti non vi è alcuna meritocrazia in quanto generano il circolo vizioso delle lezioni private (in nero), visto che i corsi recupero delle scuole sono assolutamente inadeguati.

Come avveniva prima del 1995, i criteri di selezione torneranno a fondarsi sul reddito invece che sul merito.


se è una forma di selezione inadeguata è bene che finalmente tutti quelli che sono andati avanti a debiti formativi vengano BOCCIATI
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 14-10-2007 15:17  
quote:
In data 2007-10-10 13:37, scuoleroma scrive:

Come avveniva prima del 1995, i criteri di selezione torneranno a fondarsi sul reddito invece che sul merito.



Questa è una delle più grosse stupidate che abbia mai letto. Perchè tutto si può scrivere di negativo sul sistema scolastico, ma, per esperienza personale, la scuola pubblica è una delle poche istituzioni in cui il merito agli studenti che valgono è riconosciuto.
E' quando si mette il naso fuori da scuola che la musica cambia...
E vedere che certe tirate comiziali degne del 1948 vengono tuttora (e ancora) messe in bocca ai collettivi studenteschi fa molta tristezza...
Sveglia!

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 )
  
0.396442 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: