FilmUP.com > Forum > Attualità - La Farsa delle primarie
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > La Farsa delle primarie   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 Pagina successiva )
Autore La Farsa delle primarie
maltese

Reg.: 22 Feb 2004
Messaggi: 361
Da: Borgosesia (VC)
Inviato: 14-10-2007 23:26  
quote:
In data 2007-10-14 18:51, dan880 scrive:
quote:
In data 2007-10-14 17:39, eltonjohn scrive:
Ma quando la pianterà il vecchio PCI di prendere per il culo la gente,illudendola che cambiando nome e sigla cambi anche tutto il resto?




che i componenti dell'ex partito democratici di sinistra provengano dal pci è storicamente esatto.

ma non lo è a livello ideologico:
nel senso che, dopo la caduta del muro di berlino, il PCI si spaccò in due parti.

da un lato ci furono i veri socialcomunisti che non intendevano abbandonare le battaglie politiche in favore dei lavoratori, delle classi disagiate e dello stato sociale.

ed è quella parte del PCI che poi, nel corso degli anni, ha portato alla nascita di rifondazione comunista e comunisti italiani.

ma, dall'altro lato, c'erano personalità politiche dell'ex partito(tra le quali fassino, d'alema, veltroni,occhetto) che invece preferirono formare una nuova, finta sinistra.

una sinistra solo di nome: nei fatti un centrismo riformista che si è sempre più allineato alle politiche di mercato(le prime vere privatizzazioni le ha iniziate proprio il PDS).

nacque il PDS, poi i DS e infine(dopo l'ulivo e l'unione)è nato il PD.

e la storia di questi personaggi è dunque da più di 10 anni che non ha più nulla a che vedere con il PCI.

basti pensare che persone come d'alema addirittura quasi ritengono di aver fatto uno sbaglio a militare nel PCI, negli anni '70.ed è tutto dire su quanto siano ancora rimasti "comunisti" certi personaggi.





E si..... meno male che siete rimasti voi cavalieri dell'ideale. Ma allora com'è che non arrivate al 10%, il PCI mi sembra prendesse un po' di più!!!
Il PCI è stato importantissimo, ma una trasformazione ed un'autocritica andavano fatte. Che poi questo abbia portato a risultati discutibili è un altro conto. Si è trattato di un processo estremamente complesso. Non riesco a capire come si riescano ancora a fare discorsi di questo tipo.


_________________
-Cos'hai fatto in tutti questi anni Noodles?
-Sono andato a letto presto.

C'ERA UNA VOLTA IN AMERICA

[ Questo messaggio è stato modificato da: maltese il 14-10-2007 alle 23:27 ]

  Visualizza il profilo di maltese  Invia un messaggio privato a maltese    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-10-2007 09:19  
il PCI prendeva di più (e voglio anche ricordare che riportò una grande rimonta elettorale all'inizio degli anni '80 e prima ancora durante le fasi sociali più calde dei '70) perchè era un partito che naturalmente non ha avuto, finchè è esistito, sfaldamenti interni.

era un unico, grande partito unitario che non ha mai subìto, prima della caduta del muro, scissioni.

la caduta del muro ha rappresentato invece la sconfitta della politica, prima che delle ideologie: ai partiti è subentrato il potere finanziario del capitale e dei mercati. che regola tutto e anzi ha costretto la politica a subordinarsi completamente ad esso.

iniziando con privatizzazioni e riformismi che hanno portato a trasformazioni assurde, fino a quella di ieri, il PD. un progetto che ammazza la vera sinistra e preparerà dolorose fregature per i lavoratori, i precari e disoccupati, lo stato sociale in generale.

di conseguenza, all'interno del PCI, molti, che non erano mai stati veri comunisti, preferirono essere opportunisti e, per non perdere le poltrone e il potere politico, decisero di trasformarsi, dando vita ad una finta sinistra, molto riformista e semi centrista.quello che poi adesso è il PD appunto.

il vero comunismo è stato costretto a spezzettarsi, di conseguenza.

e ha dovuto subìre un forte oscuramento, perchè lasciato ai margini da una politica che ha incassato il pieno sostegno del mercato.una politica di finta sinistra che si mantiene a galla solo perchè si è molto avvicinata a programmi di centro-destra che favoriscono imprenditori e banchieri.con un prodi che, ex manager della finanza, garantisce per tutti.

quindi in pochi, tra gli elettori, hanno deciso di continuare a votare per il vero comunismo di sinistra: perchè convinti che, appunto, saranno sempre tenuti ai margini della scena politica.

la vera sinistra fa molta paura per le battaglie sociali che sostiene. e lo scopo dell'asse politica riformista-capitalisti è proprio di toglierla via. e il PD ne è un esempio per farlo.

--------------

l'autocritica: certo che è stata fatta autocritica, nel comunismo italiano. se ci si riferisce, come al solito, alla vicinanza ideologica con il comunismo sovietico.

una tale autocritica che non solo si manifestò già con berlinguer, quindi quando il PCI era ancora un partito unitario e unito.

ma che portò ad una rottura definitiva con quello schema. facendo nascere l'effettivo comunismo italiano democratico, da sempre a sostegno del lavoro e delle problematiche sociali.

se invece ci si riferisce ad autocritiche su gli ultimi anni di governo, non vedo quali autocritiche dovrebbero fare i partiti di bertinotti e diliberto.

loro sono sempre stati ultracoerenti, con gli elettori innanzitutto e con il governo.

se nel programma dell'unione c'è scritto abolizione totale dello scalone pensionistico, prodi non può cambiare le carte in tavola e modificarlo, anzichè abolirlo, con quote o scalini che quindi non portano nessun cambiamento vantaggioso per i lavoratori. costretti a lavorare a lungo anche per mantenere i familiari che sono vittime di disoccupazioni, inoccupazioni e precariati continui.

perchè cambiando le carte in tavola prodi si è dunque smascherato: ha dimostrato di aver ingannato la sinistra solo perchè aveva bisogno di loro per far numero nel governo.

---------------------------

voglio aggiungere anche un'ultima cosa, sul referendum dei lavoratori circa il welfare di luglio:

il fatto che nella maggior parte delle fabbriche abbiano prevalso i sì non significa che i lavoratori
approvino il welfare.

significa che i lavoratori, pur non condividendolo su flessibilità e lavori usuranti, lo ritiene la cosa un pò meno peggiore, rispetto a quello che avrebbe fatto un berlusconi con un esecutivo di centro-destra.

è un voto con il quale i lavoratori hanno abbozzato. ma non ne sono soddisfatti, cmq e di certo.

perchè è un protocollo che fa rimanere crepe enormi proprio sui temi che più salvaguardano i diritti sociali del lavoro, soprattutto di fabbrica. che è massacrante.

a parte il fatto che nelle fabbriche dove si viene maggiormente sfruttati, e dove ci sono malesseri enormi, come la mirafiori, le aziende di trasporto pubblico, o anche in realtà come i call-center, i no sono stati netti e alti.

indice appunto che il welfare non va. passolutamente non va.

la battaglia per farlo modificare in meglio per i lavoratori dunque non finisce.

e la prima risposta è proprio la manifestazione del 20 ottobre.

sono sicuro che i lavoratori stufi di essere schiacciati da riforme antisociali e precariati parteciperanno a gran numero.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 15-10-2007 14:01  
quote:
In data 2007-10-14 20:31, Hamish scrive:
quote:
In data 2007-10-14 17:39, eltonjohn scrive:
Ma quando la pianterà il vecchio PCI di prendere per il culo la gente,illudendola che cambiando nome e sigla cambi anche tutto il resto?


Pd = Pci?!?Ma fai sul serio...? Guarda,alla prova dei fatti questo futuro Pd è molto più vicino alla Dc che non al vecchio Pci.Ma di molto pure,eh.


Vedremo chi peserà di più sulla bilancia
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-10-2007 14:25  
quote:
In data 2007-10-15 14:01, eltonjohn scrive:
Vedremo chi peserà di più sulla bilancia



sicuramente ci sarà un maggior peso da parte dei componenti degli ex ds. anche perchè il segretario nazionale è walter veltroni.

ed è stato forse questo a spingere, anticipatamente, persone come dini ad uscire dal PD per costituire un partitino autonomo e farsi corteggiare dalla Cdl e magari tornare con i centristi convinti, in seguito.

ma anche se il PD sarà all' 80% degli ex ds e al 10% dell'ex margherita mi sembra chiaro che di sinistra non ci sarà niente.

innanzitutto perchè sia i ds che la margherita hanno una comune visione su un obiettivo, al di là di quale sarà il programma del PD: e cioè una politica riformista, di ispirazione centrista, molto vicina alle richieste delle lobby di mercato.

in secondo luogo perchè di sicuro smetteranno di essere alleati della vera sinistra, quella di bertinotti, diliberto e pecoraro scanio.

e non ultimo il fatto che ormai da circa 20 anni d'alema, veltroni e fassino tutto hanno fatto fuorchè restare dei veri politici di sinistra.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 15-10-2007 15:01  
quote:
In data 2007-10-15 14:25, dan880 scrive:
quote:
In data 2007-10-15 14:01, eltonjohn scrive:
Vedremo chi peserà di più sulla bilancia



sicuramente ci sarà un maggior peso da parte dei componenti degli ex ds. anche perchè il segretario nazionale è walter veltroni.

ed è stato forse questo a spingere, anticipatamente, persone come dini ad uscire dal PD per costituire un partitino autonomo e farsi corteggiare dalla Cdl e magari tornare con i centristi convinti, in seguito.

ma anche se il PD sarà all' 80% degli ex ds e al 10% dell'ex margherita mi sembra chiaro che di sinistra non ci sarà niente.

innanzitutto perchè sia i ds che la margherita hanno una comune visione su un obiettivo, al di là di quale sarà il programma del PD: e cioè una politica riformista, di ispirazione centrista, molto vicina alle richieste delle lobby di mercato.

in secondo luogo perchè di sicuro smetteranno di essere alleati della vera sinistra, quella di bertinotti, diliberto e pecoraro scanio.

e non ultimo il fatto che ormai da circa 20 anni d'alema, veltroni e fassino tutto hanno fatto fuorchè restare dei veri politici di sinistra.


Se fosse davvero come dici tu mi rammarico di non aver votato
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-10-2007 16:00  
infatti penso che ormai chi è di centro-destra potrà trovarsi abbastanza d'accordo con il PD.

proprio come negli Usa, che essendo un sistema di mercato ha una politica nazionale che non si basa su differenze di idee politiche, ma su una competizione a chi è più riformista dell'altro, tra democratici e repubblicani.

infatti gli unici svantaggi per berlusconi sono il dover rinunciare al partito-potente forza italia(perchè con un partito unico di centro-destra forza italia dovrà cmq scomparire come soggetto politico individuale) e di non avere più scusanti per denigrare i suoi antagonisti(visto che non potrà accusare il PD di essere sinistrorso).

ma per chi la pensa a destra e al centro, e vota come tale, non c'è più quasi differenza.

il partito democratico e il forse futuro partito delle libertà saranno solo uno la brutta fotocopia dell'altro.

due realtà riformiste che faranno la gara a chi prende più voti e a chi ha più coraggio a voler fregare i lavoratori e ammazzare quel pò di stato sociale che è rimasto.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 15-10-2007 17:15  
quote:
In data 2007-10-15 16:00, dan880 scrive:

proprio come negli Usa, che essendo un sistema di mercato ha una politica nazionale che non si basa su differenze di idee politiche, ma su una competizione a chi è più riformista dell'altro, tra democratici e repubblicani.


Sarà anche come dici tu, ma mi risulta che i democratici americani, qualcosa per migliorare il sistema sanitario statunitense vogliano farlo.

Correggetemi se sbaglio, ma mi pare che Bush abbia posto il veto ad una proposta di legge dei democratici (appoggiata da alcuni repubblicani moderati) che garantiva l'assistenza sanitaria ai bambini delle famiglie povere: i democratici vogliono che i bambini poveri possano curarsi e i repubblicani (o perlomeno molti di loro, tra cui il presidente) vogliono una sanità per i benestanti a beneficio delle assicurazioni private.
Forse qualche differenza c'è.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 15-10-2007 alle 17:23 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-10-2007 18:57  
si, ho sentito anch'io di un programma più morbido dei democratici americani nei confronti del sistema sanitario. mi sembra che proprio hillary clinton ha avanzato delle precise iniziative.

le differenze possono talvolta esserci.

ma il discorso è che i repubblicani sono totalmente a favore del riformismo di mercato. i democratici cercano magari di non renderlo rigido fino in fondo. cercano di tanto in tanto di renderlo quasi "digeribile". ma l'impostazione rimane quella cmq, politica riformista, sganciata da garanzie sociali e statali.

e penso che allo stesso modo si imposterà in Italia la linea del PD rispetto a quella di un eventuale partito delle libertà:

berlusconi, o cmq il centro-destra, porta avanti programmi rigidamente schierati in favore degli interessi delle lobby.

il Pd cercherà, quando può, di fare in modo che ci sia un riformismo un pò meno "berlusconiano".

ma cmq la linea è quella: riformismo, abbandono di una politica che intervine a sostegno dello statalismo e delle garanzie sul lavoro pubblico.

anzi, oltre a confermare la flessibilità dei contratti, e le privatizzazioni, ci sarà anche un graduale smantellamento di quasi tutto ciò che è pubblico.

perchè è soprattutto su economia, lavoro e stato sociale che si vede la vera faccia di una coalizione politica.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
GionUein

Reg.: 20 Mag 2003
Messaggi: 4779
Da: taranto (TA)
Inviato: 15-10-2007 19:03  
quote:
In data 2007-10-14 19:15, eltonjohn scrive:
quote:
In data 2007-10-14 18:32, mariano scrive:
quote:
In data 2007-10-14 17:39, eltonjohn scrive:
Ma quando la pianterà il vecchio PCI di prendere per il culo la gente,illudendola che cambiando nome e sigla cambi anche tutto il resto?




la forza portentosa dell'idiozia e dell'ignoranza scorre implacabile in questo babbeo, eh?!?!

_________________
Ignoro
se l'innocenza è una colpa oppure
si coglie sulla soglia dei tuoi lari. Di me,
di te tutto conosco, tutto
ignoro

[ Questo messaggio è stato modificato da: mariano il 14-10-2007 alle 18:34 ]


Sparati in bocca rosso del cazzo




Potresti essere bannato per l'eternità per questo post.
_________________
U N I T A C I N E F I L A

  Visualizza il profilo di GionUein  Invia un messaggio privato a GionUein  Vai al sito web di GionUein    Rispondi riportando il messaggio originario
GionUein

Reg.: 20 Mag 2003
Messaggi: 4779
Da: taranto (TA)
Inviato: 15-10-2007 19:11  
Un fascita con l'avatar dell'autore di IMAGINE.
E' come se lo Psiconano se ne andasse in giro con la magletta di Che Guevara.
_________________
U N I T A C I N E F I L A

  Visualizza il profilo di GionUein  Invia un messaggio privato a GionUein  Vai al sito web di GionUein    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 15-10-2007 21:01  
quote:
In data 2007-10-15 19:11, GionUein scrive:
Un fascita con l'avatar dell'autore di IMAGINE.
E' come se lo Psiconano se ne andasse in giro con la magletta di Che Guevara.



Che Guevara era uno che ammazzava la gente e poi piantala con stà storia dei "fascisti" siamo nel ventunesimo secolo SVEGLIA!!!
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 15-10-2007 21:09  
quote:
In data 2007-10-15 21:01, eltonjohn scrive:

Che Guevara era uno che ammazzava la gente e poi piantala con stà storia dei "fascisti" siamo nel ventunesimo secolo SVEGLIA!!!




proprio tu lo dici che, come il tuo amico psiconano, vedi comunisti ovunque

comunque non perdi mai l'occasione per dimostrare la tua infinita ignoranza
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 16-10-2007 09:21  
quote:
In data 2007-10-15 21:01, eltonjohn scrive:
Che Guevara era uno che ammazzava la gente e poi piantala con stà storia dei "fascisti" siamo nel ventunesimo secolo SVEGLIA!!!



che guevara è stato prima di tutto un rivoluzionario.

e il suo primo intervento militare fu contro un dittatore e il suo regime.

certo, la sua storia è contraddistinta da un'epoca di accesa guerriglia, e lo scontro armato, con i morti diventa inevitabile in certe circostanze.

ma le sue azioni si sono rivolte contro criminali di guerra, informatori nemici, spie. e non di certo contro popolazioni civili.

e cmq il suo agire era mosso da grandi ideali di giustizia, di indipendenza nazionale.

tanto che con il passare degli anni che guevara è diventato un'icona per tutti coloro che amano l'idealismo e la libertà.

ed è uno dei personaggi storici più importanti e fondamentali, a livello quasi mondiale.se non mondiale.

------------------------

oggi parlare ancora di fascismo non è retorico:

alla manifestazione di sabato di alleanza nazionale hanno sfilato centinaia di persone, di movimenti politici e ideologici della destra estrema, che esponevano gadgets, immagini e simbolismi vari su benito mussolini e il regime del ventennio fascista. con tanto di saluto romano.

senza considerare ancora partiti che si richiamano espressamente al fascismo, senza averlo mai condannato:

alternativa sociale della mussolini, fiamma tricolore (un partito che deriva dal movimento sociale e dalle correnti di pino rauti. tutti organi politici coinvolti nella strategia della tensione: le stragi fasciste con le bombe degli anni '60-'80) e soprattutto la destra di storace(movimento di recente nascita che ha anzi dichiarato esplicitamente di voler rimarcare un'appartenenza politica fortemente di destra, per far fronte all'eccessiva moderazione di alleanza nazionale).

e voglio anche ricordare che questi tre partiti dichiaratamente fascisti si appresterebbero anche a tornare alla Cdl, quindi in una coalizione che si dovrebbe federare come il PD e candidarsi alla guida di governi nazionali. ed è tutto dire.

inoltre non solo nei simboli, ma ancora negli atteggiamenti ideologici persone come storace ancora si dimostrano fascisti, cioè mancanti di qualunque concetto dello Stato democratico e delle istituzioni: le sue dichiarazioni, incredibili e senza precedenti da che è nata la Repubblica italiana, sul Capo dello Stato lasciano capire quanto il fascismo è ancora presente. Scavalcamento e intimidazione dei poteri autonomi di unità nazionale di alte cariche dello Stato.

perchè si può anche non essere d'accordo con decisioni prese da un presidente della Repubblica(che è cmq una figura istituzionale, e non politica, che agisce solo nell'interesse costituzionale dello Stato) ma non si può dimostrare una tale avversità nei confronti di un potere democratico e sopra le parti qual'è quello di uno come Napolitano. Significa fregarsene della Costituzione e dei poteri democratici che fanno da garanti a una Repubblica parlamentare.

e il fascismo rimarrà ancora presente anche fino a quando ancora non sarà fatta chiarezza proprio su quella strategia della tensione che con le bombe ha causato stragi civili spaventose tra il '69 e l' '84.

perchè vuol dire che è ancora interesse di molti ambienti di potere non far venire fuori i nomi dei terroristi fascisti, e dei militari che li coprivano(assieme ad ambienti politici, P2,CIA e servizi segreti italiani)che hanno portato avanti quei piani di sterminio civile. ed è interesse non far conoscere ancora i dettagli sugli obiettivi politici di quelle stragi, che erano cmq volti all'instaurazione di una nuova dittatura militare fascista.

e senza considerare i tentativi di golpe, che prima e durante la strategia della tensione, si sono verificati in Italia per gli stessi motivi politici che stavano dietro le stragi.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
GionUein

Reg.: 20 Mag 2003
Messaggi: 4779
Da: taranto (TA)
Inviato: 17-10-2007 17:06  
quote:
In data 2007-10-15 21:01, eltonjohn scrive:
quote:
In data 2007-10-15 19:11, GionUein scrive:
Un fascita con l'avatar dell'autore di IMAGINE.
E' come se lo Psiconano se ne andasse in giro con la magletta di Che Guevara.



Che Guevara era uno che ammazzava la gente e poi piantala con stà storia dei "fascisti" siamo nel ventunesimo secolo SVEGLIA!!!




Buonanotte, buonanotte, fiorellino .....
_________________
U N I T A C I N E F I L A

  Visualizza il profilo di GionUein  Invia un messaggio privato a GionUein  Vai al sito web di GionUein    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 17-10-2007 20:07  
quote:
In data 2007-10-15 21:09, sloberi scrive:
quote:
In data 2007-10-15 21:01, eltonjohn scrive:

Che Guevara era uno che ammazzava la gente e poi piantala con stà storia dei "fascisti" siamo nel ventunesimo secolo SVEGLIA!!!




proprio tu lo dici che, come il tuo amico psiconano, vedi comunisti ovunque

comunque non perdi mai l'occasione per dimostrare la tua infinita ignoranza



I fascisti non esistono più (almeno dal 1945...credo) i comunisti (praticamente quasi solo in Italia nel mondo occidentale) ci sono eccome e se non sbaglio sono suddivisi in ben tre o quattro partiti. Quindi i comunisti in effetti ESISTONO, non sono solo il frutto dei deliri o delle allucinazioni dello psiconano o del sottoscritto.Non solo esistono ma continuano ancora a rompere i coglioni e ad impediscono l'operato persino ai governi di sinistra che li contengono! Ma che ne può capire Sloberi,che da ragazzino giocava in giardinetti pubblici dove al posto del classico busto di Garibaldi c'era quello di Lenin, dove nel bar del paese se chiedi a quei quattro vecchi che giocano a briscola se è vero che subito dopo la guerra i partigiani (rossi) sparavano ai preti, ti dicono di andartene a cagare

_________________
Perchè non gli hai sparato? Perchè?..Perchè è un mio amico

[ Questo messaggio è stato modificato da: eltonjohn il 17-10-2007 alle 20:09 ]

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 Pagina successiva )
  
0.213327 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: