FilmUP.com > Forum > Attualità - I nostalgici della falce & martello
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > I nostalgici della falce & martello   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Pagina successiva )
Autore I nostalgici della falce & martello
pkdick

Reg.: 11 Set 2002
Messaggi: 20557
Da: Mercogliano (AV)
Inviato: 25-02-2008 03:17  
quote:
In data 2008-02-24 19:16, Kubrick5 scrive:
quote:
In data 2008-02-24 18:55, dan880 scrive:


Il comunismo italiano ha sempre difeso il lavoro e le classi sociali disagiate, ed è stato sempre un partito a sostegno della democrazia e delle istituzioni parlamentari dello Stato.

antonio gramsci pagò con il carcere la sua opposizione al regime fascista.





A scapito degli imprenditori che si sono fatti un cul cosi x arrivare dove sono.



oh poveri piccoli...
_________________
Quattro galìne dodicimila

  Visualizza il profilo di pkdick  Invia un messaggio privato a pkdick    Rispondi riportando il messaggio originario
Kubrick5


Reg.: 19 Apr 2006
Messaggi: 5694
Da: San Zeno (BS)
Inviato: 25-02-2008 13:12  
quote:
In data 2008-02-25 03:17, pkdick scrive:
quote:
In data 2008-02-24 19:16, Kubrick5 scrive:
quote:
In data 2008-02-24 18:55, dan880 scrive:


Il comunismo italiano ha sempre difeso il lavoro e le classi sociali disagiate, ed è stato sempre un partito a sostegno della democrazia e delle istituzioni parlamentari dello Stato.

antonio gramsci pagò con il carcere la sua opposizione al regime fascista.





A scapito degli imprenditori che si sono fatti un cul cosi x arrivare dove sono.



oh poveri piccoli...




Ma che cazzo vuol dire? Mi stai dicendo che se io ho maggiori possibilità economiche di te, io devo subire?? Se fossimo in uno stato dove vige l'uguaglianza economica potrei capirlo, ma grazie a Dio siamo in un paese liberale dove TUTTI possono cercare di ambire ad una vita migliore
_________________
Anche la follia merita i suoi applausi

  Visualizza il profilo di Kubrick5  Invia un messaggio privato a Kubrick5    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 25-02-2008 14:00  
quote:
In data 2008-02-24 21:20, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-02-24 20:53, eltonjohn scrive:
Sembra che le vittime dei regolamenti di conti da parte delle bande partigiane rosse, ammonti intorno a 40/50.000 più o meno nell'immediato dopoguerra, non contando le vittime delle foibe uccise però dai partigiani jugosglavi.
Tra le vittime dei comunisti si annoverano oltre a fascisti, repubblichini (e spesso loro famiglie a seguito), anche democristiani, sacerdoti, monaci e semplici dipendenti statali e funzionari che avevano l'unico torto di svolgere le loro mansioni durante il ventennio.
Caro Quentin vedo che sei molto poco informato, pensare che di questi argomenti s'è discusso non poco negli ultimi due anni...


I drammatici "regolamenti di conti" post-25 aprile non mi sembrano paragonabili alle stragi di Marzabotto, Sant'Anna di Stazzema e a tanti episodi simili..pensavo di essere stato chiaro, ho parlato di stragi di massa che includevano donne e bambini (anche piccolissimi), ho parlato di gente deportata e uccisa: non mi risulta che i comunisti italiani si siano macchiati di cose simili.

Quanto alle foibe, come hai detto i responsabili non erano italiani...comunque io vorrei che si parlasse di più anche dei crimini, dei massacri, delle persecuzioni fasciste in Yugoslavia.
Giustissimo ricordare le foibe, ma ricordiamo anche cosa è successo prima.

Poi io non ho mai detto che i partigiani italiani comunisti erano esseri perfetti: la guerra è orribile e ti rende spietato sopratutto quando il tuo nemico non si fa scrupolo di ammazzare in massa civili inermi che non costituivano una minaccia di nessun tipo.

Molto probabilmente i partigiani italiani non erano tutti santi, ma erano senza dubbio dalla parte giusta (quella della libertà e della giustizia) e molto probabilmente neanche tutti i fascisti erano bestie assetate di sangue, ma non c'è dubbio che la loro fosse la parte sbagliata (quella dell'oppressione).

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 24-02-2008 alle 21:30 ]


Se per te essere dalla parte giusta giustifica sparare nella schiena ai preti....Vabbè,pareri!
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 25-02-2008 14:01  
quote:
In data 2008-02-25 13:12, Kubrick5 scrive:

Ma che cazzo vuol dire? Mi stai dicendo che se io ho maggiori possibilità economiche di te, io devo subire?? Se fossimo in uno stato dove vige l'uguaglianza economica potrei capirlo, ma grazie a Dio siamo in un paese liberale dove TUTTI possono cercare di ambire ad una vita migliore




col contributo e sulle spalle degli altri, hai dimenticato di aggiungere.
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Hias84

Reg.: 15 Mar 2007
Messaggi: 1262
Da: Serravalle Pistoiese (PT)
Inviato: 25-02-2008 14:08  
quote:
In data 2008-02-25 00:41, nboidesign scrive:
quote:
In data 2008-02-24 18:30, Hias84 scrive:
Non è un proprio un capolavoro, ma mi sembra meno anonimo di quello del PD, onestamente... e più "vivace".




vabbè se il valore di un marchio è la vivacità, allora..



Ma non è questo che sto dicendo! Io non sono un addetto ai lavori, esprimo semplicemente un mio parere: a mio modo di vedere, per il mio gusto, quel simbolo non è proprio una schifezza. Non è un capolavoro, ma non è nemmeno un cesso. Poi, non so se riesca ad esprimere tutto il messaggio in modo compiuto: resta il fatto, però, che ne ho visti di peggiori. Tutto qui.
_________________
Formula della mia felicità: un sì, un no, una linea retta, una meta... (F.W.Nietzsche)

  Visualizza il profilo di Hias84  Invia un messaggio privato a Hias84  Vai al sito web di Hias84    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 25-02-2008 14:31  
quote:
In data 2008-02-25 14:00, eltonjohn scrive:

Se per te essere dalla parte giusta giustifica sparare nella schiena ai preti....Vabbè,pareri!


Non conosco questi episodi nei dettagli (ad esempio, quanti di quei preti simpatizzavano coi fascisti?), ma ripeto: i partigiani non erano crocerossine, erano uomini e donne che avevano preso le armi contro un nemico feroce e spietato in una guerra feroce e spietata come tutte le guerre...sarebbe bello se quelli che stanno dalla parte giusta fossero tutti santi e non commettessero mai errori, ma purtroppo la realtà è un po' più complicata.

Sinceramente non so che altro aggiungere

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 25-02-2008 alle 14:35 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
Kubrick5


Reg.: 19 Apr 2006
Messaggi: 5694
Da: San Zeno (BS)
Inviato: 25-02-2008 17:19  
quote:
In data 2008-02-25 14:01, Quilty scrive:
quote:
In data 2008-02-25 13:12, Kubrick5 scrive:

Ma che cazzo vuol dire? Mi stai dicendo che se io ho maggiori possibilità economiche di te, io devo subire?? Se fossimo in uno stato dove vige l'uguaglianza economica potrei capirlo, ma grazie a Dio siamo in un paese liberale dove TUTTI possono cercare di ambire ad una vita migliore




col contributo e sulle spalle degli altri, hai dimenticato di aggiungere.




Non l'ho dimenticato. E quello che dici non è la consuetudine
_________________
Anche la follia merita i suoi applausi

  Visualizza il profilo di Kubrick5  Invia un messaggio privato a Kubrick5    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 25-02-2008 20:11  
quote:
In data 2008-02-25 17:19, Kubrick5 scrive:
quote:
In data 2008-02-25 14:01, Quilty scrive:
quote:
In data 2008-02-25 13:12, Kubrick5 scrive:

Ma che cazzo vuol dire? Mi stai dicendo che se io ho maggiori possibilità economiche di te, io devo subire?? Se fossimo in uno stato dove vige l'uguaglianza economica potrei capirlo, ma grazie a Dio siamo in un paese liberale dove TUTTI possono cercare di ambire ad una vita migliore




col contributo e sulle spalle degli altri, hai dimenticato di aggiungere.




Non l'ho dimenticato. E quello che dici non è la consuetudine


Dici di no? Mah...
Comunque non voglio negare che esistano imprenditori onesti e sensibili alle esigenze dei lavoratori..solo che sono molto più incline a solidarizzare con un operaio che si spacca la schiena nei cantieri e nelle fabbriche rischiando la pelle per arricchire questo Paese quindi anche me e te.
Poi il mio sogno utopico sarebbe che gli operai gestissero in proprio le fabbriche, in Argentina dopo la recente crisi economica ci furono delle esperienze in tal senso (Naomi Klein e Avi Lewis ci fecero pure un documentario intitolato The Take che però non ho visto)..ma non vorrei passare per un pericoloso estremista.

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
Kubrick5


Reg.: 19 Apr 2006
Messaggi: 5694
Da: San Zeno (BS)
Inviato: 25-02-2008 20:32  
quote:
In data 2008-02-25 20:11, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-02-25 17:19, Kubrick5 scrive:
quote:
In data 2008-02-25 14:01, Quilty scrive:
quote:
In data 2008-02-25 13:12, Kubrick5 scrive:

Ma che cazzo vuol dire? Mi stai dicendo che se io ho maggiori possibilità economiche di te, io devo subire?? Se fossimo in uno stato dove vige l'uguaglianza economica potrei capirlo, ma grazie a Dio siamo in un paese liberale dove TUTTI possono cercare di ambire ad una vita migliore




col contributo e sulle spalle degli altri, hai dimenticato di aggiungere.




Non l'ho dimenticato. E quello che dici non è la consuetudine



...solo che sono molto più incline a solidarizzare con un operaio che si spacca la schiena nei cantieri e nelle fabbriche rischiando la pelle per arricchire questo Paese quindi anche me e te.




Ma anche gli imprenditori di adesso saranno stati degli operai che si sn spaccati la schiena x arrivare dove sono!!! Nn parlo dei figli di papà, logico
_________________
Anche la follia merita i suoi applausi

  Visualizza il profilo di Kubrick5  Invia un messaggio privato a Kubrick5    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 25-02-2008 20:37  
quote:
In data 2008-02-25 20:32, Kubrick5 scrive:


Ma anche gli imprenditori di adesso saranno stati degli operai che si sn spaccati la schiena x arrivare dove sono!!!


Quindi la Confindustria è piena di ex operai? Questa sì che mi giunge nuova!

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 25-02-2008 alle 20:45 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
mariano

Reg.: 01 Nov 2003
Messaggi: 2282
Da: san remo (IM)
Inviato: 25-02-2008 20:43  
quote:
In data 2008-02-25 14:00, eltonjohn scrive:
quote:
In data 2008-02-24 21:20, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-02-24 20:53, eltonjohn scrive:
Sembra che le vittime dei regolamenti di conti da parte delle bande partigiane rosse, ammonti intorno a 40/50.000 più o meno nell'immediato dopoguerra, non contando le vittime delle foibe uccise però dai partigiani jugosglavi.
Tra le vittime dei comunisti si annoverano oltre a fascisti, repubblichini (e spesso loro famiglie a seguito), anche democristiani, sacerdoti, monaci e semplici dipendenti statali e funzionari che avevano l'unico torto di svolgere le loro mansioni durante il ventennio.
Caro Quentin vedo che sei molto poco informato, pensare che di questi argomenti s'è discusso non poco negli ultimi due anni...


I drammatici "regolamenti di conti" post-25 aprile non mi sembrano paragonabili alle stragi di Marzabotto, Sant'Anna di Stazzema e a tanti episodi simili..pensavo di essere stato chiaro, ho parlato di stragi di massa che includevano donne e bambini (anche piccolissimi), ho parlato di gente deportata e uccisa: non mi risulta che i comunisti italiani si siano macchiati di cose simili.

Quanto alle foibe, come hai detto i responsabili non erano italiani...comunque io vorrei che si parlasse di più anche dei crimini, dei massacri, delle persecuzioni fasciste in Yugoslavia.
Giustissimo ricordare le foibe, ma ricordiamo anche cosa è successo prima.

Poi io non ho mai detto che i partigiani italiani comunisti erano esseri perfetti: la guerra è orribile e ti rende spietato sopratutto quando il tuo nemico non si fa scrupolo di ammazzare in massa civili inermi che non costituivano una minaccia di nessun tipo.

Molto probabilmente i partigiani italiani non erano tutti santi, ma erano senza dubbio dalla parte giusta (quella della libertà e della giustizia) e molto probabilmente neanche tutti i fascisti erano bestie assetate di sangue, ma non c'è dubbio che la loro fosse la parte sbagliata (quella dell'oppressione).

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 24-02-2008 alle 21:30 ]


Se per te essere dalla parte giusta giustifica sparare nella schiena ai preti....Vabbè,pareri!




Ahaha,
oddio elton stai trattando ed intendendo gli svoglimenti e le conseguenze di una guerra civile, come lo era la lotta all'oppressione nazi-fascista, come se fossero delle caritatevoli ammende di suorine verginali.

mi sembra ovvio ed implicito che durante una guerra civile, ancora più grave e pensosa di una guerra "normale", ci siano vittime, sangue e dolore, anche innocente.
ma non bisogna mai prescindere da che cosa è trascesa e dipesa la violenza all'interno di un Paese come l'Italia del post-fascismo, violentato dall'odio, dal rancore e dall'oppressione.

l'alternativa ai partigiani erano i nazisti, dunque di alternative, almeno per le persone di buon senso, non ce ne erano.

se poi tu la pensi al contrario mi fai una gran pensa, davvero.
_________________
Io accetto il caos, non so se il caos accetta me.

  Visualizza il profilo di mariano  Invia un messaggio privato a mariano    Rispondi riportando il messaggio originario
Kubrick5


Reg.: 19 Apr 2006
Messaggi: 5694
Da: San Zeno (BS)
Inviato: 25-02-2008 20:50  
quote:
In data 2008-02-25 20:37, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-02-25 20:32, Kubrick5 scrive:


Ma anche gli imprenditori di adesso saranno stati degli operai che si sn spaccati la schiena x arrivare dove sono!!!


Quindi la Confindustria è piena di ex operai? Questa sì che mi giunge nuova!

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 25-02-2008 alle 20:45 ]



FIGLI di ex operai diventati capi d'azienda. I loro figli hanno ereditato quella fortuna. Non si può dargiene 1 colpa di questo. Poi capisco benissimo i vari discorsi sugli imprenditori che pensano solo al profitto, non sono mica scemo. Sto dicendo che i vari discorsi che sono saltati fuori da Dan sono generalizzati ad arte, in modo da rendere la sua "campagna elettorale" + forte. Io non ho ancora generalizzato 1 volta sul comunismo semplicemente perchè è da stupidi farlo.
_________________
Anche la follia merita i suoi applausi

  Visualizza il profilo di Kubrick5  Invia un messaggio privato a Kubrick5    Rispondi riportando il messaggio originario
Valparaiso

Reg.: 21 Lug 2007
Messaggi: 4447
Da: Napoli (es)
Inviato: 25-02-2008 22:56  
quote:
In data 2008-02-25 20:32, Kubrick5 scrive:
quote:
In data 2008-02-25 20:11, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-02-25 17:19, Kubrick5 scrive:
quote:
In data 2008-02-25 14:01, Quilty scrive:
quote:
In data 2008-02-25 13:12, Kubrick5 scrive:

Ma che cazzo vuol dire? Mi stai dicendo che se io ho maggiori possibilità economiche di te, io devo subire?? Se fossimo in uno stato dove vige l'uguaglianza economica potrei capirlo, ma grazie a Dio siamo in un paese liberale dove TUTTI possono cercare di ambire ad una vita migliore




col contributo e sulle spalle degli altri, hai dimenticato di aggiungere.




Non l'ho dimenticato. E quello che dici non è la consuetudine



...solo che sono molto più incline a solidarizzare con un operaio che si spacca la schiena nei cantieri e nelle fabbriche rischiando la pelle per arricchire questo Paese quindi anche me e te.




Ma anche gli imprenditori di adesso saranno stati degli operai che si sn spaccati la schiena x arrivare dove sono!!! Nn parlo dei figli di papà, logico



In pratica se un operaio lavora tanto, ma proprio tanto, finisce per diventare imprenditore.
Mi pare una scoperta davvero sensazionale.
Immagino che da domani la produttività nelle fabbriche arriverà alle stelle...


[ Questo messaggio è stato modificato da: Valparaiso il 26-02-2008 alle 10:05 ]

  Visualizza il profilo di Valparaiso  Invia un messaggio privato a Valparaiso    Rispondi riportando il messaggio originario
pkdick

Reg.: 11 Set 2002
Messaggi: 20557
Da: Mercogliano (AV)
Inviato: 26-02-2008 09:57  
proprio ieri ho visto Cipputi in mercedes.
_________________
Quattro galìne dodicimila

  Visualizza il profilo di pkdick  Invia un messaggio privato a pkdick    Rispondi riportando il messaggio originario
McMurphy

Reg.: 27 Dic 2002
Messaggi: 7223
Da: Verano Brianza (MI)
Inviato: 26-02-2008 11:17  
quote:
In data 2008-02-25 13:12, Kubrick5 scrive:
Ma che cazzo vuol dire? Mi stai dicendo che se io ho maggiori possibilità economiche di te, io devo subire?? Se fossimo in uno stato dove vige l'uguaglianza economica potrei capirlo, ma grazie a Dio siamo in un paese liberale dove TUTTI possono cercare di ambire ad una vita migliore



ma subire cosa?
che poi certa sinistra piu' che difendere i lavoratori difenda i lavoratori che non lavorano e' un altro paio di maniche...

(non ho ancora capito perche' l'insegnante con il 70% di assenteismo che era sui giornali qualche mese fa non possa essere licenziato in tronco)

  Visualizza il profilo di McMurphy  Invia un messaggio privato a McMurphy    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Pagina successiva )
  
0.265408 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: