FilmUP.com > Forum > Attualità - V2 DAY 2008 : LIBERA INFORMAZIONE IN LIBERO STATO
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > V2 DAY 2008 : LIBERA INFORMAZIONE IN LIBERO STATO   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 Pagina successiva )
Autore V2 DAY 2008 : LIBERA INFORMAZIONE IN LIBERO STATO
HistoryX

Reg.: 26 Set 2005
Messaggi: 4234
Da: cagliari (CA)
Inviato: 24-04-2008 13:02  
Da Libero: http://www.libero-news.it/libero/LF_showArticle.jsp?edition=&topic=4896&idarticle=94901611
"I BAMBA TORNANO IN PIAZZA di VITTORIO FELTRI
La sinistra va dove può andare e dove è sempre andata per consolarsi e leccarsi le ferite: in piazza. Non c'è niente di male. In piazza ci sono andati anche altri schieramenti politici che con le manifestazioni imponenti, oceaniche eccetera non hanno e non avranno mai dimestichezza. Certo è che rifugiarsi in corteo il 25 aprile, a dieci giorni dalla batosta elettorale, comporta il rischio di fare confusione. D'altronde i bamba, specialmente i bamba, non avendo più rappresentanza in Parlamento hanno bisogno di lustrarsi la vista con le bandiere rosse e di contarsi, verificare se fuori dall'aula sorda e grigia esiste ancora chi non si vergogna dei vessilli cari alle dittature del proletariato. Sul significato residuale del 25 aprile e i suoi risvolti più o meno attuali si esibisce Marcello Veneziani con un articolo brillante e condivisibile dalla prima all'ultima riga. Sicché non aggiungo altro. continua..."

Un applauso a Feltri.
Che poi è l'unico articolo dove sembri si parli di qualcosa, visionate le prime pagine di oggi.
Chemmerda...
_________________
[ Lei non sa di essere portata via da un vento che ama. Crede di essere libera ma... la distanza che la separa da sè rende invisibile ogni realta`... ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: HistoryX il 24-04-2008 alle 13:14 ]

  Visualizza il profilo di HistoryX  Invia un messaggio privato a HistoryX    Rispondi riportando il messaggio originario
Hias84

Reg.: 15 Mar 2007
Messaggi: 1262
Da: Serravalle Pistoiese (PT)
Inviato: 24-04-2008 13:14  
quote:
In data 2008-04-24 13:02, HistoryX scrive:
Da Libero: http://www.libero-news.it/libero/LF_showArticle.jsp?edition=&topic=4896&idarticle=94901611
"I BAMBA TORNANO IN PIAZZA di VITTORIO FELTRI
La sinistra va dove può andare e dove è sempre andata per consolarsi e leccarsi le ferite: in piazza. Non c'è niente di male. In piazza ci sono andati anche altri schieramenti politici che con le manifestazioni imponenti, oceaniche eccetera non hanno e non avranno mai dimestichezza. Certo è che rifugiarsi in corteo il 25 aprile, a dieci giorni dalla batosta elettorale, comporta il rischio di fare confusione. D'altronde i bamba, specialmente i bamba, non avendo più rappresentanza in Parlamento hanno bisogno di lustrarsi la vista con le bandiere rosse e di contarsi, verificare se fuori dall'aula sorda e grigia esiste ancora chi non si vergogna dei vessilli cari alle dittature del proletariato. Sul significato residuale del 25 aprile e i suoi risvolti più o meno attuali si esibisce Marcello Veneziani con un articolo brillante e condivisibile dalla prima all'ultima riga. Sicché non aggiungo altro. continua..."

Un applauso a Feltri.






Qualcuno si lustra le ferite, ma di lustrascarpe del livello di Feltri penso di non averne mai visti... oppure sì, dimenticavo Belpietro!
Sulla questione del 25 aprile... non mi stupisce che questo non sia un paese normale, dal momento che qualcuno (forse la maggioranza) ha ancora difficoltà ad accettare una memoria condivisa. Ma tant'è, altro che Grillo e V-Day (che poi, l'idea di sfruttare il 25 aprile per fare proseliti mi gela il sangue: oltretutto, come se non fosse colpa nostra per chi ci governa. Io non capisco proprio: ci lamentiamo della casta, delle caste, eccetera eccetera e non pensiamo mai che siamo NOI a mandare questa gente al governo quando ci promette l'abolizione dell'ICI, 1.000.000.000 di posti di lavoro, via il bollo auto, via gli immigrati, tette e culi in tv a tutte le ore e via salmodiando... ci siamo bevuti di tutto e di più in questi anni perchè l'italia è una merda di paese inesistente, e se esiste probabilmente qualcuno, fatta l'Italia, s'è scordato di fare gli italiani, altro che cazzi!E poi non dimentichiamo che Grillo è quello che vuole fare la macchina ad idrogeno, e giustamente, aggiungo: ma che mi spieghi come, se ci riesce. E se ci riesce è un mago e lo stimerò per sempre...). Insomma, ho perso il filo e forse sto delirando, ma preferisco di gran lunga essere un "bamba" che un lobotomizzato.
_________________
Formula della mia felicità: un sì, un no, una linea retta, una meta... (F.W.Nietzsche)

  Visualizza il profilo di Hias84  Invia un messaggio privato a Hias84  Vai al sito web di Hias84    Rispondi riportando il messaggio originario
MRSSTEELE

Reg.: 08 Nov 2002
Messaggi: 10730
Da: Venezia (VE)
Inviato: 24-04-2008 14:06  
quote:
In data 2008-04-24 13:14, Hias84 scrive:







l'italia è una merda di paese inesistente, e se esiste probabilmente qualcuno, fatta l'Italia, s'è scordato di fare gli italiani,

[/quote]non non credo che tu stia delirando... è un po' quello che penso anche io, tranne che il mio paese sia una merda. E' la culla della cultura,del buon cibo e vino, il 65% delle opere d'arte si trova nel nostro Paese.Dovunque ti giri il paesaggio merita, nord sud centro isole è una goduria per gli occhi e per cuore. D'Azeglio aveva ragione eccome, e Metternich pure, purtroppo. Loro lo dicevano secoli fa eppure sono così attuali i loro pensieri.Ma come si diceva, tutto questo è rovinato da saccenti politici che si sono infangati e si infangheranno ancora perchè è da li che vengono. Hanno le loro poltroncine attaccate al culo e non le mollano neanche con le bombe. Per fare 100 metri hanno l'autoblù. Un pasticcio di lasagne ai funghi nelle mense di montecitorio costa 3 volte meno di una minestrina in brodo di una qualsiasi mensa aziendale. Come la mettiamo?
Vi ricordate Nel principe cerca moglie? Murphy entra a NY di notte e si mette ingenuamente a gridare il suo amore per il prossimo. Gli viene gridato VAFFANCULOOO! E lui: si amici, vaffanculo anche a tutti voi. Bene, voglio sentire gridare anche noi un sentito vaffanculo ai politici più forti di quelli di Totti.

Felice vaffa day a tutti amici.
_________________
Oggi è il mio ultimo giorno di vita.

  Visualizza il profilo di MRSSTEELE  Invia un messaggio privato a MRSSTEELE    Rispondi riportando il messaggio originario
Hias84

Reg.: 15 Mar 2007
Messaggi: 1262
Da: Serravalle Pistoiese (PT)
Inviato: 24-04-2008 15:47  
quote:
In data 2008-04-24 14:06, MRSSTEELE scrive:
quote:
In data 2008-04-24 13:14, Hias84 scrive:



l'italia è una merda di paese inesistente, e se esiste probabilmente qualcuno, fatta l'Italia, s'è scordato di fare gli italiani,





non non credo che tu stia delirando... è un po' quello che penso anche io, tranne che il mio paese sia una merda. E' la culla della cultura,del buon cibo e vino, il 65% delle opere d'arte si trova nel nostro Paese.Dovunque ti giri il paesaggio merita, nord sud centro isole è una goduria per gli occhi e per cuore.



Ovviamente, non mi riferivo all'arte nè alla cultura nè alle bellezze paesaggistiche del nostro paese.

_________________
Formula della mia felicità: un sì, un no, una linea retta, una meta... (F.W.Nietzsche)

[ Questo messaggio è stato modificato da: Hias84 il 24-04-2008 alle 15:47 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: Hias84 il 24-04-2008 alle 15:48 ]

  Visualizza il profilo di Hias84  Invia un messaggio privato a Hias84  Vai al sito web di Hias84    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 24-04-2008 16:42  
Il corriere della Serva cartaceo è riuscito nuovamente nella fantastica impresa di non aver dedicato nemmeno un trafiletto alla manifestazione del V day (ovviamente la preparazione e il fatto che si raccolgono democraticamente le firme per 3 referendum in 400 città italiane).
Repubblica è riuscita invece nella clamorosa impresa di dedicare alcune righe ,parlandone male.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 24-04-2008 17:19  
Io ci andrò e di corsa pure, è meglio che andare a votare questo manipolo di sciacquini al parlamento.D'altra parte per ora mi pare abbiamo solo questa possibilità. E vai!!Sto mandando sms a tutte le mie amiche, sperando che colgano l'occasione.

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
HistoryX

Reg.: 26 Set 2005
Messaggi: 4234
Da: cagliari (CA)
Inviato: 26-04-2008 13:18  
Firmato.

da http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_69640098.html

» 2008-04-26 09:08
V2-day: Grillo chiama, 450 piazze rispondono
"No a un'informazione degna di Ceausescu e di Pol Pot": Beppe Grillo chiama e decine di migliaia, ancora una volta, hanno risposto in 450 piazze italiane, e in 15 città all'estero, per il secondo 'Vaffa day'. L'iniziativa del "re dei blog" ha preso il via stamani in tutta Italia con i banchetti che hanno raccolto decine di migliaia di firme per l'abolizione dell'ordine dei giornalisti, della legge Gasparri e del finanziamento pubblico all'editoria. Il "cuore" della festa è stata TORINO, una delle città simbolo della Resistenza, che il comico genovese ha scelto per portare sul palco le sue provocazioni e le sue invettive (attacca Berlusconi, Gasparri e polemizza con Napolitano e i giornalisti camerieri). Nel capoluogo piemontese sono accorsi in 50mila, per lo più giovani e giovanissimi. "Dedichiamo questa manifestazione - ha esordito Grillo sul palco - a coloro che stanno manifestando nell'altra piazza, noi siamo la naturale continuazione dei nostri nonni, di quei valori di quella gente che ha combattuto, ha perso la vita per lasciarci una nazione più libera o quasi".

A GENOVA banchetti divisi, tra le due "anime" dei sostenitori di Beppe Grillo. In piazza della Vittoria, in centro, sono riuniti i cosidetti MeetUp2, che rivendicano l'indipendenza da ogni partito; in piazzale Kennedy, sul lungomare, si sono invece sistemati i MeetUp1, accusati dai primi di essere vicini all'Italia dei Valori. Tra i tanti a firmare stamani in Largo Cairoli, a MILANO, per il referendum sull'informazione, c'era proprio il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro. A BOLOGNA sono state raccolte duemila firme, con gente in coda lungo i due lati di piazza Verdi e un clima da happening pre-estivo con bottiglie di Vaffancola e le vignette satiriche di Zap&Ida.

A FIRENZE, intorno alle 19 erano 6.500 le firme raccolte in piazza Santa Croce. Gli organizzatori hanno riferito che nelle file che si sono formate in piazza c'erano anche rappresentanti dei partigiani. Animato da cantanti e comici, sul palco allestito a Parco Schuster davanti al basilica di San Paolo, l'appuntamento dei sostenitori di Grillo a ROMA. Prima dell'avvio della no stop, fino a mezzanotte, è stato presentato il film reportage sull'11 settembre, 'Zero'. Oltre all'informazione, a NAPOLI non si poteva non affrontare il tema dell'emergenza rifiuti. Nel corso della giornata i simpatizzanti di Beppe Grillo si sono ritrovati in piazza Dante dove, accanto alla raccolta delle firme per una 'libera informazione'', sono stati proiettati anche brevi filmati sulla questione rifiuti in Campania. Hanno lavorato oltre un mese i Grillini di VENEZIA per preparare il V2-Day di oggi, con banchi per la raccolta firme a Santa Margherita, nel centro storico veneziano, e a Mestre, in Piazza Ferretto. In Veneto, sono state più di trenta le postazioni, mentre a TRIESTE sono state più di 700 le firme raccolte ieri e oggi; 500 quelle a UDINE. Molte lamentele, tra gli animatori dei meet up nelle MARCHE, per la carenza di autenticatori delle firme ai tre referendum. Nella regione banchetti in 16 città. Più di 600 le firme raccolte al gazebo, allestito davanti all'Arco di Augusto, nel cuore di AOSTA. Molte quelle dei turisti.
A CAGLIARI oltre un migliaio di firme raccolte fino al primo pomeriggio; il meet-up ha sistemato i banchetti sulla terrazza del Bastione, ma anche in riva al mare. Raccolte di firme anche in 11 città dell'ABRUZZO; dieci iniziative in CALABRIA e punti di racoclta anche a POTENZA e a MATERA.


--------------------------------------------------------------------------------

TORINO,50 MILA IN PIAZZA PER LO SHOW DI GRILLO
Un bagno di folla per Beppe Grillo nel V2-Day dedicato alla "libera informazione". Cinquantamila persone sotto un sole estivo (e 150 fra giornalisti e fotografi accreditati), hanno gremito piazza San Carlo a Torino, come nelle più riuscite manifestazioni sindacali.

Molti meno i presenti nella vicina piazza Castello, dove si sono tenuti concerti e letture per la festa della Liberazione promossa dal Comitato per l'affermazione dei valori della Resistenza. Salendo sul palco, il comico genovese ha voluto unire con un filo le due piazze e i due periodi storici: "Abbracciamo e ringraziamo - ha detto Grillo - coloro che ci hanno permesso di essere oggi qui su questo palco. Grazie ai partigiani di 63 anni fa, oggi siamo noi i nuovi partigiani della libera informazione. Siamo la naturale continuazione dei nostri nonni". Nel mirino del comico genovese, l'informazione, ma nei primi minuti del suo monologo i bersagli sono stati il presidente della Repubblica e Silvio Berlusconi. "Napolitano - ha detto - dovrebbe essere il presidente degli italiani e non il presidente dei partiti. Morfeo Napolitano dorme, fa il pisolino, poi esce e monita. Il referendum elettorale andava fatto prima, non dopo le elezioni".
E, riferendosi al nuovo presidente del consiglio, ha urlato: "Pensate se Obama da presidente fosse anche il proprietario della Fox, della Abc e di altre televisioni".

Ogni affondo di Grillo è stato sottolineato da un'ovazione, che rimbombava anche nelle vie adiacenti la piazza. "Siamo tanti, 100 mila, se ...la questura ci aiuta". Il comico ha salutato con entusiasmo solo quelle che lui definisce le 'televisioni libere': Al Jazeera, Cnn, Bbc, la tivù australiana". E' di nuovo ritornato sulla presenza degli inquisiti in Parlamento ("Sono 70 pregiudicati senza che nessuno abbia saputo niente" ha detto mentre scorrevano i loro nomi su uno schermo) e sul dramma delle morti bianche. Ha attaccato Confindustria, la legge 30 e con una battuta ha detto che mentre gli operai muoiono "i politici campano cento anni".
A interrompere Grillo solo un messaggio registrato di Adriano Celentano: "Sono d'accordo Beppe. Non è un antipolitico. Bisogna fare qualcosa prima che sia troppo tardi per controbattere le falsità che ogni giorno ci propinano". Un saluto al mattatore del V2-Day è stato portato anche, di persona, dal magistrato di Catanzaro, Luigi de Magistris mentre non si è visto il gip di Milano Clementina Forleo. "Quella gran donna - ha spiegato il comico genovese - non è potuta venire a Torino". La chiusura è stata affidata ad un giornalista doc, Marco Travaglio: "Continuate a cercare i buoni giornalisti, continuate a volere bene all'informazione, fate amicizia con i giornali e proteggeteli perché proteggendo loro proteggete anche voi stessi".
Tra gli ospiti sul palco anche Maria Fida Moro. "Il nostro Paese è diventato privo - ha detto - di memoria e compassione".


--------------------------------------------------------------------------------

DEL BOCA, ORDINE DEI GIORNALISTI VA RAFFORZATO
L'Ordine dei giornalisti va rafforzato, non abolito: lo ha detto oggi, replicando al V2-Day di Beppe Grillo, il presidente nazionale dell'Ordine, Lorenzo Del Boca."Il giornalismo e i giornalisti hanno tante cose da farsi perdonare - ha detto del Boca - ma che cosa c'entra l'Ordine professionale? Anzi dovrebbe avere maggiori poteri per essere più incisivo nel far rispettare la deontologia". Senza Ordine - sostiene il suo presidente - non ci sarebbe modo di richiamare i giornalisti al rispetto della deontologia, delle regole di un giornalismo corretto, vincolato al principio della verità dei fatti. Anche sulle sovvenzioni va fatta chiarezza: "Alcune testate le ricevono senza meritarle, ma se non ci fossero finanziamenti, sarebbero ridotte al silenzio alcune voci libere, che non ce le farebbero a camminare da sole. Chi resterebbe in edicola? Gli editori che non avrebbero difficoltà a mettere mani al portafoglio per pagarsi una quantità di notizie cucite su misura".

SIDDI,SU ORDINE GIORNALISTI DI PIETRO NON CI AZZECCA
Abolire l'Ordine dei giornalisti "con un colpo di spugna, senza un'idea di libertà garantita da un sistema di chiara legalità, significherebbe consegnarsi a poteri assoluti". E' la replica di Franco Siddi, segretario della Federazione nazionale della stampa, all'auspicio del leader Idv Antonio Di Pietro, intervenuto a Milano alla raccolta firme per il referendum sull'informazione che prevede la cancellazione dell'Ordine, nel mirino del V2-Day di Grillo. "Diciamolo chiaro: sfidiamo lui e tutta la politica alla riforma - aggiunge Siddi in una nota - ma Di Pietro stavolta con il suo urlo, mediatico, non ci ha proprio azzeccato". Il segretario della Fnsi 'smonta' il riferimento a Einaudi, citato da Di Pietro (insieme a Berlinguer) come personaggio che aveva criticato il ricorso all'Ordine "per poter scrivere e manifestare il proprio pensiero". Prima "di spararle grosse", dice Siddi, "occorre conoscere bene la storia e i fatti". Poi il segretario generale del sindacato dei giornalisti spiega che Einaudi quando si dichiarò contrario alla riedizione dell'Ordine professinionale dei giornalisti "pensava certamente all'Ordine di Mussolini. Quell'Ordine - sottolinea Siddi - non appartiene alla cultura centenaria dei giornalisti della Fnsi. Era l'Ordine di un regime basato sulla propaganda e non sull'informazione", quello "che si macchiò dell'orrenda colpa di collaborazionismo nell'applicazione delle leggi razziali". Per il segretario della Fnsi, l'attuale Odg "ha tanti difetti di funzionamento, causati da una politica capace solo di fare antipolitica sull'argomento anziché di fare le indispensabili riforme. Ma c'é un ordinamento della professione del giornalista che, nella parte fondamentale dei principi, è e deve restare intangibile".

DI PIETRO, LIBERI DI INFORMARE ANCHE SENZA ORDINE
"Prima di me persone di ben altro valore come Einaudi e Berlinguer avevano criticato il ricorso all'Ordine dei giornalisti per poter scrivere e manifestare il proprio pensiero". Lo ha detto il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, che stamani a Milano è intervenuto ai banchetti per la raccolte di firme per il referendum sull'informazione, che prevede l'abolizione dell'Ordine dei giornalisti. "Fu un atto di inciviltà - ha spiegato di Pietro - che nel ventennio Mussolini realizzò l'Albo per controllare l'informazione. Ora solo chi è iscritto all'Ordine è libero di informare mentre noi riteniamo che in uno Stato libero e civile tutti possiamo farlo. il giornalismo è una professione che non può essere soggetta a limiti in uno stato liberale".

"La maggior parte dei fondi dello Stato non vanno all'informazione vera ma a finanziare testate che nessuno legge e che nessuno ha visto se non nelle segreterie di partito". Lo ha affermato il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, che stamani è intervenuto a Milano ai banchetti per la raccolte di firme per i referendum sull'informazione. "Ciò che chiediamo - ha spiegato Di Pietro - è una rivisitazione profonda della legge sul finanziamento dei giornali di partito e questo vuol dire che bisogna fare la legge. Nessuno però la vuole fare ecco perché il referendum è un grande istituto che mette con le spalle al muro la politica del doppio gioco, del lassismo e del rinvio". "Solo con un referendum - ha aggiunto - possiamo mettere sul tappeto la questione, come quando raccogliemmo le firme contro il finanziamento di partiti o per la legge elettorale. Tutti ci dicevano che facevamo antipolitica salvo il fatto che hanno dovuto provvedere a fare delle leggi. Ci auguriamo che non facciano anche in questo caso una legge truffa, però con il referendum vogliamo porre all'attenzione dell'opinione pubblica un problema da affrontare".

GASPARRI, DI PIETRO SI RASSEGNI MIA LEGGE RESTA
"Di Pietro, la cui scarsa conoscenza di lingua e leggi è nota, si rassegni. La legge Gasparri resta in vigore e sarà applicata. Serve solo una piccola e secondaria modifica. Quando imparerà a leggere, scoprirà che le firme raccolte oggi per eventuali referendum, sono nulle perché le norme non consentono ora iniziative simili". Lo sottolinea Maurizio Gasparri, esponente di An e autore della legge nel mirino oggi del V-Day di Grillo. "Quando e se si terrà poi tra molti anni il referendum - spiega ancora Gasparri a Di Pietro che oggi ha firmato per l'iniziativa -, non si raggiungerà il quorum e vincerà la legge Gasparri. Per il resto faccia festa a spese dei cittadini con i soldi che lucra costituendo costosi gruppi parlamentari che negava di fare dicendo evidentemente bugie in campagna elettorale. Del resto non sempre si trovano regali sotto l'albero di Natale, manna dal cielo o soldi nelle scatole di scarpe".

  Visualizza il profilo di HistoryX  Invia un messaggio privato a HistoryX    Rispondi riportando il messaggio originario
HistoryX

Reg.: 26 Set 2005
Messaggi: 4234
Da: cagliari (CA)
Inviato: 26-04-2008 13:36  
Si parla di 450mila firme .
Forse non servirà nell'immediato ma dentro di noi qualcosa è già cambiato, capire che le divisioni create dallo stato e dal suo braccio dell'informazione sono il limite da superare per il bene comune, un bene che và aldilà degli schieramenti politici, del rosso e il nero a cui siamo stati abituati a ragionare.
Caro Napolitano difendi pure la stampa dalla rete, mostra pure tutta la tua ridicolaggine emblema di un sistema, perchè la prossima volta le firme saranno un milione, il pensiero libero esisterà sempre e sempre troverà il modo di superare gli argini imposti.
_________________
[ Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (Johann Wolfgang Göethe) ]

  Visualizza il profilo di HistoryX  Invia un messaggio privato a HistoryX    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 26-04-2008 13:54  
Spero che le iniziative dei vari V day che condivido in toto, non diventino l'ennesimo monopolio privato di certa sinistra che aborro.
L'indigniazione e l'incazzatura vi assicuro che sono equamente distribuite, sia on left come on right, spero che sia chiaro il concetto...

_________________
Perchè non gli hai sparato? Perchè?..Perchè è un mio amico

[ Questo messaggio è stato modificato da: eltonjohn il 26-04-2008 alle 14:44 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: eltonjohn il 26-04-2008 alle 14:45 ]

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
HistoryX

Reg.: 26 Set 2005
Messaggi: 4234
Da: cagliari (CA)
Inviato: 26-04-2008 14:03  
Hai firmato?
_________________
[ Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (Johann Wolfgang Göethe) ]

  Visualizza il profilo di HistoryX  Invia un messaggio privato a HistoryX    Rispondi riportando il messaggio originario
Hias84

Reg.: 15 Mar 2007
Messaggi: 1262
Da: Serravalle Pistoiese (PT)
Inviato: 26-04-2008 14:18  
quote:
In data 2008-04-26 13:54, eltonjohn scrive:

L'indigniazione e l'incazzatura vi assicuro che sono ecuamente distribuite, sia on left come on right, spero che sia chiaro il concetto...




Anche l'ignoranza, mi verrebbe da dire...
_________________
Formula della mia felicità: un sì, un no, una linea retta, una meta... (F.W.Nietzsche)

  Visualizza il profilo di Hias84  Invia un messaggio privato a Hias84  Vai al sito web di Hias84    Rispondi riportando il messaggio originario
MRSSTEELE

Reg.: 08 Nov 2002
Messaggi: 10730
Da: Venezia (VE)
Inviato: 26-04-2008 14:40  
quote:
In data 2008-04-26 13:54, eltonjohn scrive:
spero che sia chiaro il concetto...


il concieto mi e chiarisimo...è l'"ecuamente" che lo trovo nebuloso.

Comunque sono andata a votare, tre ore in fila sotto il sole ma ne è valsa la pena credo.
_________________
Oggi è il mio ultimo giorno di vita.

  Visualizza il profilo di MRSSTEELE  Invia un messaggio privato a MRSSTEELE    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 26-04-2008 14:49  
quote:
In data 2008-04-26 14:40, MRSSTEELE scrive:
quote:
In data 2008-04-26 13:54, eltonjohn scrive:
spero che sia chiaro il concetto...


il concieto mi e chiarisimo...è l'"ecuamente" che lo trovo nebuloso.

Comunque sono andata a votare, tre ore in fila sotto il sole ma ne è valsa la pena credo.



Si c'è stato in effetti un inperdonabile errore ortografico che ho cercato di correggere (aimè, troppo tardi) anche se noto che il "concieto" di STEELE non è poi così diverso dal mio, ma forse è solo l'inflessione veneta...perdonabile o solo l'ironia richiesta dalla circostanza (spero)
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
HistoryX

Reg.: 26 Set 2005
Messaggi: 4234
Da: cagliari (CA)
Inviato: 26-04-2008 14:53  
Bella figura di merda...almeno hai firmato ieri?
_________________
[ Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (Johann Wolfgang Göethe) ]

  Visualizza il profilo di HistoryX  Invia un messaggio privato a HistoryX    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 26-04-2008 14:59  
quote:
In data 2008-04-26 14:53, HistoryX scrive:
Bella figura di merda...almeno hai firmato ieri?



Si, un assegno a tua sorella e indovina per cosa....
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 Pagina successiva )
  
0.228135 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: