FilmUP.com > Forum > Attualità - Osò indagare su Fassino e D'Alema: cacciata la Forleo.
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Osò indagare su Fassino e D'Alema: cacciata la Forleo.   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 Pagina successiva )
Autore Osò indagare su Fassino e D'Alema: cacciata la Forleo.
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 20-05-2008 16:02  
quote:
In data 2008-05-20 15:28, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-05-20 14:37, hitman scrive:

Hai la stessa profondità di pensiero di quelli che pensano che per parlare la nostra lingua sia sufficiente conoscere i termini “cazzo”, “pizza”, “maccheroni” e “figlio di puttana”, e che a sentir parlare di italiani si immaginano un tizio riccio, alto mezzo metro, con i baffi e la camicia sporca di sugo.
Devi far parte di quella schiera di imbecilli convinta che votare Lega significhi avere la tessera di partito, andare in giro con un fazzoletto verde, parlare in dialetto bergamasco, ed essere fermo alla terza elementare.


Ok..ammetto di aver sbagliato a giudicarti senza sapere nulla di te tranne le tue simpatie politiche (che, se permetti, continuo a non condividere)..ma non è colpa mia se l'immagine che i leghisti amano dare di se stessi è quella dei rozzi ignoranti e bigotti: hai mai sentito parlare Borghezio? Io non scorderò mai la volta che Le Iene mostrarono lui e altri leghisti che disinfettavano gli scompartimenti di un treno su cui viaggiavano delle donne colpevoli solo di essere africane: mi sono vergognato di essere italiano.
E non scorderò mai la volta che durante una puntata di Matrix Calderoli apostrofò la giornalista di origini arabe Rula Jebreal come "quella signora abbronzata".. sembra che addirittura ci godano a essere considerati dei buzzurri e fanno di tutto per confermarlo.
Evidentemente i leghisti ritengono in questo modo di essere più vicini al loro "popolo" e visti i risultati elettorali purtroppo non hanno tutti i torti.
Scusami tanto, ma io non capisco chi vota questa gente..proprio non ci riesco.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 20-05-2008 alle 15:40 ]



Confrontarsi non significa condividere le idee dell'interlocutore, ma ascoltarle, ponderarle e, semmai, contestarle (il che è ben diverso da l'insultare).

Votare Lega non significa per forza essere leghisti, ma condividerne semmai il programma. Io non appartengo a nessun partito, ma valuto di volta in volta i programmi e le idee, cercando di dividere le parole dai fatti.
I sindaci leghisti presenti sul nostro territorio hanno guadagnato la fiducia dei cittadini proprio grazie a questi fatti, talvolta arrischiati e impopolari, ma che hanno raggiunto gli obiettivi prefissati.

Se dovessi stare a ricordare le sparate di Diliberto, Caruso, Colombo e compagnia, nonché le bandiere americane e israeliane bruciate in piazza, quei "dieci cento mille Nassyria" gridati a squarciagola o le linguacce di Pecoraro Scanio davanti alle bare dei nostri caduti, ti assicuro che proverei assai più vergogna.

E pensare di ridurre la classe dirigente leghista all'insignificante Borghezio (celebre proprio per queste sue sparate), significa ignorare completamente il cuore del partito.
Riguardo a Calderoli, la frase che hai portato ad esempio non è stata certamente un esempio di galanteria, ma neppure una maldicenza gratuita, considerato lo scandaloso comportamento (molto simile alle insinuazioni che tu stesso hai rivolto nei miei confronti) della giornalista Rula Jebreal nei suoi confronti.
Con questo non voglio giustificare mancanze di stile e villanate di nessun genere, ma ricordare che molto spesso non sono altro che una reazione alla mancanza di rispetto di chi si ritiene superiore a te e di conseguenza si prende la libertà di trattarti come una merda.

_________________
"Non credo in un destino che si abbatte sugli uomini indipendentemente dalle loro azioni; al contrario, credo in un destino che si abbatte sugli uomini se non agiscono."

G.K. Chesterton

[ Questo messaggio è stato modificato da: hitman il 20-05-2008 alle 16:07 ]

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 20-05-2008 16:18  
D'accordo confesso di fare molta fatica a non sentirmi superiore a chi vota Lega...mi sforzerò di essere più "tollerante".

Comunque io forse ignorerò molte cose sulla Lega, ma permettimi di dirti che anche accostare Furio Colombo a chi brucia le bandiere americane ed israeliane ed inneggia alla morte dei soldati italiani significa ignorare un bel po' di cose.

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 20-05-2008 16:39  
quote:
In data 2008-05-20 16:18, quentin84 scrive:
D'accordo confesso di fare molta fatica a non sentirmi superiore a chi vota Lega...mi sforzerò di essere più "tollerante".

Comunque io forse ignorerò molte cose sulla Lega, ma permettimi di dirti che anche accostare Furio Colombo a chi brucia le bandiere americane ed israeliane ed inneggia alla morte dei soldati italiani significa ignorare un bel po' di cose.



Sono tutti personaggi ed eventi di cui ricordo di essermi vergognato, non per questo legati l'uno all'altro.

Giacché sei intellettualmente superiore a un leghista, sono sicuro che non avrai problemi a dare più risposte attinenti all'argomento trattato e a fare meno insinuazioni da quattro soldi, che certo non gioverebbero al tuo piazzamento nella classifica del 100 migliori cervelli d'Italia.

[ Questo messaggio è stato modificato da: hitman il 20-05-2008 alle 16:40 ]

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 20-05-2008 16:43  
quote:
In data 2008-05-20 14:37, hitman scrive:
quote:
In data 2008-05-20 12:19, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-05-20 12:01, Hamish scrive:


Ma se Che Guevara è il simbolo dei guerriglieri e ha combattuto in tutto il Sud America tranne che in Argentina... Cosa vai dicendo? Che Guevara era un guerrigliero o un terrorista?

Hai i paraocchi peggio dei fondamentalisti islamici... Ah, ovviamente anche Garibaldi era un terrorista essendo italiano ma avendo combattuto anche in Sud America. Così come terroristi erano quelli dell' Haganah e dell' Irgun dato che essendo per la maggior parte europei andarono a combattere in quello che è l'attuale Israele. Di esempi ce ne sono a decine se per te l'unica discriminante è quella della nazionalità.


Sapendo per chi vota hitman ed avendo fatto una breve visita sul suo blog reazionario credo che per quelli come lui sia Che Guevara che Garibaldi siano terroristi..poi Garibaldi è quello che ha unito i padani coi "terroni"!!

sull' Haganah e l'Irgun non saprei.. forse gli piacciono (anche se molti erano immigrati forse pure clandestini) perchè si scontravano con gli arabi (ma sopratutto con gli inglesi, anche se dubito che Hitman conosca qualcosa della Palestina mandataria) certamente gli amici di Hitman si sono scoperti improvvisamente grandi amici di Israele..o per meglio dire del governo israeliano (non certo della grande cultura ebraica e dei tanti israeliani ed ebrei che vogliono la pace)..salvo poi perseguitare i rom che sono stati "fratelli di sventura" degli ebrei nei campi di annientamento nazisti.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 20-05-2008 alle 12:47 ]



Hai la stessa profondità di pensiero di quelli che pensano che per parlare la nostra lingua sia sufficiente conoscere i termini “cazzo”, “pizza”, “maccheroni” e “figlio di puttana”, e che a sentir parlare di italiani si immaginano un tizio riccio, alto mezzo metro, con i baffi e la camicia sporca di sugo.
Devi far parte di quella schiera di imbecilli convinta che votare Lega significhi avere la tessera di partito, andare in giro con un fazzoletto verde, parlare in dialetto bergamasco, ed essere fermo alla terza elementare.

Sulla storia mediorientale potrei tranquillamente darti lezione, perciò smettila di fare il paraculo e inizia ad argomentare quello che dici.
E’ la seconda volta che te lo dico, ma evidentemente non sai fare altro.




Attenti: Hitman ripete solo 2 volte, alla terza vi viene a cercare e vi spara.

E sul MedioOriente già 5 anni era "avanti":
http://forumfilmup.leonardo.it/forum/viewtopic.php?mode=viewtopic&topic=9667&forum=21</B><!--&start=0


_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 20-05-2008 17:05  
quote:
In data 2008-05-20 16:43, xander77 scrive:
quote:
In data 2008-05-20 14:37, hitman scrive:
quote:
In data 2008-05-20 12:19, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-05-20 12:01, Hamish scrive:


Ma se Che Guevara è il simbolo dei guerriglieri e ha combattuto in tutto il Sud America tranne che in Argentina... Cosa vai dicendo? Che Guevara era un guerrigliero o un terrorista?

Hai i paraocchi peggio dei fondamentalisti islamici... Ah, ovviamente anche Garibaldi era un terrorista essendo italiano ma avendo combattuto anche in Sud America. Così come terroristi erano quelli dell' Haganah e dell' Irgun dato che essendo per la maggior parte europei andarono a combattere in quello che è l'attuale Israele. Di esempi ce ne sono a decine se per te l'unica discriminante è quella della nazionalità.


Sapendo per chi vota hitman ed avendo fatto una breve visita sul suo blog reazionario credo che per quelli come lui sia Che Guevara che Garibaldi siano terroristi..poi Garibaldi è quello che ha unito i padani coi "terroni"!!

sull' Haganah e l'Irgun non saprei.. forse gli piacciono (anche se molti erano immigrati forse pure clandestini) perchè si scontravano con gli arabi (ma sopratutto con gli inglesi, anche se dubito che Hitman conosca qualcosa della Palestina mandataria) certamente gli amici di Hitman si sono scoperti improvvisamente grandi amici di Israele..o per meglio dire del governo israeliano (non certo della grande cultura ebraica e dei tanti israeliani ed ebrei che vogliono la pace)..salvo poi perseguitare i rom che sono stati "fratelli di sventura" degli ebrei nei campi di annientamento nazisti.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 20-05-2008 alle 12:47 ]



Hai la stessa profondità di pensiero di quelli che pensano che per parlare la nostra lingua sia sufficiente conoscere i termini “cazzo”, “pizza”, “maccheroni” e “figlio di puttana”, e che a sentir parlare di italiani si immaginano un tizio riccio, alto mezzo metro, con i baffi e la camicia sporca di sugo.
Devi far parte di quella schiera di imbecilli convinta che votare Lega significhi avere la tessera di partito, andare in giro con un fazzoletto verde, parlare in dialetto bergamasco, ed essere fermo alla terza elementare.

Sulla storia mediorientale potrei tranquillamente darti lezione, perciò smettila di fare il paraculo e inizia ad argomentare quello che dici.
E’ la seconda volta che te lo dico, ma evidentemente non sai fare altro.




Attenti: Hitman ripete solo 2 volte, alla terza vi viene a cercare e vi spara.

E sul MedioOriente già 5 anni era "avanti":
http://forumfilmup.leonardo.it/forum/viewtopic.php?mode=viewtopic&topic=9667&forum=21</B><!--&start=0






Ahimé non sono stato l'unico a cadere in facili trionfalismi, perché quel 9 aprile 2003 tutto sembrava essersi risolto.
Chiedo venia, ma purtroppo al momento non avevo ancora acquisito il dono della preveggenza.

E' iniziata la caccia allo screditamento senza che nessuno me l'abbia detto? Devo mettermi a spulciare tutti i tuoi i post di Filmup che contengono tue affermazioni rivelatesi in un secondo momento false o avventate?
E poi scommettiamo anche a chi piscia più lontano o a chi ce l'ha più lungo?
A quando l'inaugurazione dell'asilo di FILMUP?

_________________
"Non credo in un destino che si abbatte sugli uomini indipendentemente dalle loro azioni; al contrario, credo in un destino che si abbatte sugli uomini se non agiscono."

G.K. Chesterton

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 20-05-2008 17:24  
Inoltre hai postato proprio la discussione più azzeccata, in cui riempi la metà delle pagine dando dello sporco fascista ad altri utenti e giocando a chi fà meglio il verso del topo.
Vedo che da allora il tuo tasso di maturità non ha fatto grandi progressi.
_________________
"Non credo in un destino che si abbatte sugli uomini indipendentemente dalle loro azioni; al contrario, credo in un destino che si abbatte sugli uomini se non agiscono."

G.K. Chesterton

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 20-05-2008 18:37  
quote:
In data 2008-05-20 16:39, hitman scrive:

Giacché sei intellettualmente superiore a un leghista, sono sicuro che non avrai problemi a dare più risposte attinenti all'argomento trattato e a fare meno insinuazioni da quattro soldi, che certo non gioverebbero al tuo piazzamento nella classifica del 100 migliori cervelli d'Italia.


Quale sarebbe l'argomento trattato dato che mi pare si sia andati off topic? la differenza fra un terrorista e un guerrigliero? per me è semplice: guerrigliero è chiunque senza essere inquadrato in un esercito regolare combatta contro un governo dittatoriale o un esercito occupante straniero.
Terrorista è chi in nome di un'idea politica o religiosa compie atti che causano o intendono causare deliberatamente la morte o il ferimento di civili inermi e in genere chiunque, all'interno di uno stato democratico, tenti di fare politica attraverso atti di violenza offensiva.

Comunque esulando dall'argomento trattato, vorrei dire questo: in base alla legge Bossi-Fini l'immigrato per poter stare in Italia e non essere clandestino deve essere regolarmente assunto..ma per trovare qualcuno che lo assuma deve stare già in Italia (vale a dire clandestinamente) perchè io non conosco nessun imprenditore disposto ad assumere qualcuno che non ha mai visto e di sicuro nessuna badante viene assunta a distanza: chi affiderebbe i propri cari a una donna che non ha mai visto in faccia?

Praticamente una legge che deve impedire la clandestinità in realtà la provoca..Ditemi se sbaglio, ma ricordo che gli stessi ideatori nel precedente governo Berlusconi hanno dovuto fare una maxisanatoria (dopo aver promesso che non ne avrebbero fatte) per regolarizzare tutti gli immigrati che lavoravano in Italia da tempo e probabilmente ora dovranno farne un'altra di sanatoria dopo aver promesso ai propri elettori il pugno duro contro i clandestini.
Voglio dire secondo me è giusto regolarizzare gli immigrati clandestini che da tempo lavorano nel nostro Paese..ma gli elettori della Lega che ne pensano?

io lo so che è sbagliato credersi più intelligenti di chi la pensa diversamente..ma mi spieghi in che modo dovrei giudicare gli ideatori della Bossi-Fini e la gente che crede in loro?
Credimi, te lo sto chiedendo con il massimo rispetto.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 20-05-2008 alle 19:22 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 20-05-2008 21:51  
quote:
In data 2008-05-20 18:37, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-05-20 16:39, hitman scrive:

Giacché sei intellettualmente superiore a un leghista, sono sicuro che non avrai problemi a dare più risposte attinenti all'argomento trattato e a fare meno insinuazioni da quattro soldi, che certo non gioverebbero al tuo piazzamento nella classifica del 100 migliori cervelli d'Italia.


Quale sarebbe l'argomento trattato dato che mi pare si sia andati off topic? la differenza fra un terrorista e un guerrigliero? per me è semplice: guerrigliero è chiunque senza essere inquadrato in un esercito regolare combatta contro un governo dittatoriale o un esercito occupante straniero.
Terrorista è chi in nome di un'idea politica o religiosa compie atti che causano o intendono causare deliberatamente la morte o il ferimento di civili inermi e in genere chiunque, all'interno di uno stato democratico, tenti di fare politica attraverso atti di violenza offensiva.

Comunque esulando dall'argomento trattato, vorrei dire questo: in base alla legge Bossi-Fini l'immigrato per poter stare in Italia e non essere clandestino deve essere regolarmente assunto..ma per trovare qualcuno che lo assuma deve stare già in Italia (vale a dire clandestinamente) perchè io non conosco nessun imprenditore disposto ad assumere qualcuno che non ha mai visto e di sicuro nessuna badante viene assunta a distanza: chi affiderebbe i propri cari a una donna che non ha mai visto in faccia?

Praticamente una legge che deve impedire la clandestinità in realtà la provoca..Ditemi se sbaglio, ma ricordo che gli stessi ideatori nel precedente governo Berlusconi hanno dovuto fare una maxisanatoria (dopo aver promesso che non ne avrebbero fatte) per regolarizzare tutti gli immigrati che lavoravano in Italia da tempo e probabilmente ora dovranno farne un'altra di sanatoria dopo aver promesso ai propri elettori il pugno duro contro i clandestini.
Voglio dire secondo me è giusto regolarizzare gli immigrati clandestini che da tempo lavorano nel nostro Paese..ma gli elettori della Lega che ne pensano?

io lo so che è sbagliato credersi più intelligenti di chi la pensa diversamente..ma mi spieghi in che modo dovrei giudicare gli ideatori della Bossi-Fini e la gente che crede in loro?
Credimi, te lo sto chiedendo con il massimo rispetto.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 20-05-2008 alle 19:22 ]



Come ho risposto nell'altra discussione, io stesso trovo la Bossi-Fini un abominio, non per via dei CPU o delle espulsioni, ma proprio a causa della sua natura illogica.
Purtroppo si tratta di una legge frutto di mille compromessi e scritta con i piedi.
Sono sicuro che anche l'attuale maggioranza, benché non ne abbia fatto menzione in campagna elettorale, lo abbia capito benissimo, e si spera che i nuovi interventi possano porre rimediare a questo scempio.

Riguardo allo status dei clandestini già presenti sul nostro territorio, a mio parere bisognerebbe procedere a una separazione tra gli autori di reati contro la persona e contro il patrimonio (da espellere immediatamente) e coloro che, seppur clandestini, lavorano e percepiscono un reddito minimo (da regolarizzare il prima possibile).
Perché ricordiamoci che il problema, nonostante qualcuno intenda farci credere il contrario, non nasce dai clandestini in sé, bensì dai criminali che, pur godendo a nostre spese di tutti i servizi e dell’ospitalità offerta dallo stato italiano, utilizzano il nostro paese come teatro per delinquere.
Le espulsioni comunque non saranno che un palliativo, perché la vera soluzione consisterà nell’adeguare la ultralassista legislazione vigente (riformando il codice penale e il codice di procedura penale) alla nuova criminalità di strada, con sanzioni più severe, procedimenti più rapidi, nuove carceri e maggiori poteri alle forze dell’ordine.
L’Italia deve finire d’essere considerata l’anello debole delle frontiere europee, il che ci rende la preda più appetibile agli occhi di qualsiasi clandestino (questo secondo loro stesse affermazioni). E per fare questo bisogna attuare una politica di tolleranza zero verso i nuovi arrivi, per mezzo di espulsioni coattive con accompagnamento alla frontiera e del carcere per i recidivi, in modo da non riproporre di qui a due anni la stessa imbarazzante situazione.

Le nuove entrate, invece, potrebbero più intelligentemente essere regolate da una sorta di Borsa del lavoro internazionale, dove gli stessi datori di lavoro informano telematicamente gli stati stranieri (tramite le nostre ambasciate o stipulando specifici accordi con essi) sulla quantità e sulle categorie di lavoratori di cui necessitano, laddove la manodopera italiana non sia sufficiente.
In questo modo risolveremmo le imbarazzanti contraddizioni della Bossi-Fini e riusciremmo a garantire ai nuovi arrivati standard di vita soddisfacenti, senza alimentare il lavoro in nero o sottrarre posti ai nostri cittadini in cerca di occupazione.
Dalla teoria alla pratica le cose cambiano, ma perlomeno il concetto mi sembra chiaro e non contradditorio.

Questo è il mio punto di vista e ciò che chiamo "argomentare".
Resto comunque apertissimo ad ascoltare altre proposte.


_________________
"Non credo in un destino che si abbatte sugli uomini indipendentemente dalle loro azioni; al contrario, credo in un destino che si abbatte sugli uomini se non agiscono."

G.K. Chesterton

[ Questo messaggio è stato modificato da: hitman il 20-05-2008 alle 21:53 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: hitman il 20-05-2008 alle 21:58 ]

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 20-05-2008 22:43  
quote:
In data 2008-05-20 18:37, quentin84 scrive:
quote:
In data 2008-05-20 16:39, hitman scrive:

Giacché sei intellettualmente superiore a un leghista, sono sicuro che non avrai problemi a dare più risposte attinenti all'argomento trattato e a fare meno insinuazioni da quattro soldi, che certo non gioverebbero al tuo piazzamento nella classifica del 100 migliori cervelli d'Italia.


Quale sarebbe l'argomento trattato dato che mi pare si sia andati off topic? la differenza fra un terrorista e un guerrigliero? per me è semplice: guerrigliero è chiunque senza essere inquadrato in un esercito regolare combatta contro un governo dittatoriale o un esercito occupante straniero.
Terrorista è chi in nome di un'idea politica o religiosa compie atti che causano o intendono causare deliberatamente la morte o il ferimento di civili inermi e in genere chiunque, all'interno di uno stato democratico, tenti di fare politica attraverso atti di violenza offensiva.

Comunque esulando dall'argomento trattato, vorrei dire questo: in base alla legge Bossi-Fini l'immigrato per poter stare in Italia e non essere clandestino deve essere regolarmente assunto..ma per trovare qualcuno che lo assuma deve stare già in Italia (vale a dire clandestinamente) perchè io non conosco nessun imprenditore disposto ad assumere qualcuno che non ha mai visto e di sicuro nessuna badante viene assunta a distanza: chi affiderebbe i propri cari a una donna che non ha mai visto in faccia?

Praticamente una legge che deve impedire la clandestinità in realtà la provoca..Ditemi se sbaglio, ma ricordo che gli stessi ideatori nel precedente governo Berlusconi hanno dovuto fare una maxisanatoria (dopo aver promesso che non ne avrebbero fatte) per regolarizzare tutti gli immigrati che lavoravano in Italia da tempo e probabilmente ora dovranno farne un'altra di sanatoria dopo aver promesso ai propri elettori il pugno duro contro i clandestini.
Voglio dire secondo me è giusto regolarizzare gli immigrati clandestini che da tempo lavorano nel nostro Paese..ma gli elettori della Lega che ne pensano?

io lo so che è sbagliato credersi più intelligenti di chi la pensa diversamente..ma mi spieghi in che modo dovrei giudicare gli ideatori della Bossi-Fini e la gente che crede in loro?
Credimi, te lo sto chiedendo con il massimo rispetto.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 20-05-2008 alle 19:22 ]



Il concetto mi sembra chiaro, ma a mio parere non applicabile alla situazione irachena.
Prima di tutto perché il governo in carica non è più quello provvisorio instaurato dagli americani bensì un governo legittimo democraticamente eletto dal popolo iracheno, in una delle pagine più belle della storia contemporanea.

In secondo luogo, dimentichi che la risoluzione 1511 del Consiglio di sicurezza ha posto le truppe straniere presenti in Iraq sotto l’egida ONU , autorizzandole ad operare insieme all’esercito regolare iracheno per contribuire al mantenimento della sicurezza e della stabilità in Iraq.

Per ultimo, più pragmaticamente, occorre ricordare che se oltre 170mila uomini di diversi contingenti sono tutt’ora presenti sul suolo iracheno è esclusivamente a causa della grave instabilità creata da Al Quaeda o da questa fantomatica “resistenza irachena”.

Tre ragioni che di per sé mettono in dubbio la legittimità di questi fantomatici “guerriglieri” (che agli occhi dello stato sovrano iracheno appaiono oggi come terroristi e traditori) nonché l’utilità delle loro azioni.


_________________
"Non credo in un destino che si abbatte sugli uomini indipendentemente dalle loro azioni; al contrario, credo in un destino che si abbatte sugli uomini se non agiscono."

G.K. Chesterton

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 21-05-2008 00:39  
quote:
In data 2008-05-20 22:43, hitman scrive:

Il concetto mi sembra chiaro, ma a mio parere non applicabile alla situazione irachena.
Prima di tutto perché il governo in carica non è più quello provvisorio instaurato dagli americani bensì un governo legittimo democraticamente eletto dal popolo iracheno, in una delle pagine più belle della storia contemporanea.

In secondo luogo, dimentichi che la risoluzione 1511 del Consiglio di sicurezza ha posto le truppe straniere presenti in Iraq sotto l’egida ONU , autorizzandole ad operare insieme all’esercito regolare iracheno per contribuire al mantenimento della sicurezza e della stabilità in Iraq.

Per ultimo, più pragmaticamente, occorre ricordare che se oltre 170mila uomini di diversi contingenti sono tutt’ora presenti sul suolo iracheno è esclusivamente a causa della grave instabilità creata da Al Quaeda o da questa fantomatica “resistenza irachena”.

Tre ragioni che di per sé mettono in dubbio la legittimità di questi fantomatici “guerriglieri” (che agli occhi dello stato sovrano iracheno appaiono oggi come terroristi e traditori) nonché l’utilità delle loro azioni.


Io parlavo in generale: se combatti contro truppe occupanti o una dittatura sei un guerrigliero, se il tuo bersaglio deliberato sono civili non combattenti sei un terrorista punto e basta..io la vedo così, ma se vuoi discutere sull'Iraq ti rispondo subito: a me sembra che la risoluzione 1511 non abbia fatto altro che legittimare a posteriori l'occupazione dell'Iraq, praticamento hanno dato una parvenza di legalità internazionale alle conseguenze di un'invasione che non avevano autorizzato..mi sbaglierò ma è l'impressione che ho.

A quanto mi risulta Al Qaeda è arrivata in Iraq solo dopo l'invasione anglo-americana..prima l'Iraq era governato da un dittatore crudele (come ogni dittatore), ma laico (tanto è vero che il suo braccio destro era cristiano), privo di legami con gli integralisti di Al Qaeda ed ex migliore amico dell'Occidente ai tempi della guerra Iran-Iraq.
Ho l'impressione che Saddam sia diventato "cattivo" solo nel momento in cui ha smesso di esserci utile..tu forse mi dirai che la politica internazionale è anche questo e che non è roba per anime belle, forse hai ragione, ma a me sembra tutto molto ipocrita e l'ipocrisia mi disgusta.
Senza dimenticare poi la gran balla delle armi di distruzione di massa sulla quale è già stato detto molto.

Sul piano più generale non mi sembra che questa guerra che secondo Bush avrebbe dovuto dare il via alla "democratizzazione" del Medio Oriente abbia migliorato molto la situazione nell'area...questa è solo la mia impressione.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 21-05-2008 alle 00:51 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
hitman

Reg.: 22 Ago 2002
Messaggi: 1010
Da: Castiglione delle Stiviere (MN)
Inviato: 21-05-2008 13:59  
Ovviamente si è trattato di un mezzo per sanare la situazione sul piano internazionale, ma resta il fatto che il governo Al Maliki (lo ripeto, democraticamente eletto) ha eseplicitamente richiesto il mantenimento della presenza straniera fino a quando le truppe irachene non saranno in grado di prendere completamente in mano la situazione.

D'accordo: uccidere un soldato straniero facente parte di un esercito "occupante" rende l'uccisore un "guerrigliero".
Ma tale nomea permane anche quando la vittima è un soldato dell'esercito regolare iracheno (alleato delle truppe "occupanti" e allo stesso tempo custode della Repubblica democratica dell'Iraq) o qualcosa comincia a non quadrare?


_________________
"Non credo in un destino che si abbatte sugli uomini indipendentemente dalle loro azioni; al contrario, credo in un destino che si abbatte sugli uomini se non agiscono."

G.K. Chesterton

  Visualizza il profilo di hitman  Invia un messaggio privato a hitman  Email hitman  Vai al sito web di hitman    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 21-05-2008 14:25  
quote:
In data 2008-05-21 13:59, hitman scrive:
Ovviamente si è trattato di un mezzo per sanare la situazione sul piano internazionale, ma resta il fatto che il governo Al Maliki (lo ripeto, democraticamente eletto) ha eseplicitamente richiesto il mantenimento della presenza straniera fino a quando le truppe irachene non saranno in grado di prendere completamente in mano la situazione.


E' questo il punto: fino a quando? Sono già passati cinque anni dalla caduta di Saddam Hussein e poco meno dalle elezioni irachene, ma non ricordo da quanto è in carica Al-Maliki...
Un governo può pure essere eletto democraticamente, ma se per rimanere in piedi ha bisogno di una presenza militare straniera che si protrae per anni e di cui non si vede la fine..direi che la situazione non è rosea per usare un eufemismo.
Insomma, spero di sbagliare, ma la situazione in Iraq mi sembra ben lontana da una soluzione.
Di fronte a una situazione del genere la discussione se in Iraq si faccia guerriglia, terrorismo o (come penso io) entrambe le cose non mi sembra così importante..in quel Paese la gente continua a morire, questo è quello che dobbiamo ricordare. Comunque la mia definizione di guerriglia e terrorismo l'ho data..non so cos' altro aggiungere.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 21-05-2008 alle 16:24 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 21-05-2008 17:05  
quote:
In data 2008-05-20 17:24, hitman scrive:
Inoltre hai postato proprio la discussione più azzeccata, in cui riempi la metà delle pagine dando dello sporco fascista ad altri utenti e giocando a chi fà meglio il verso del topo.
Vedo che da allora il tuo tasso di maturità non ha fatto grandi progressi.



Ero giovane e ingenuo che ci vuoi fare: anche se, sinceramente, l'accusa di fascismo ai sostenitori della guerra in Iraq (non tu o tutti quelli a favore dell'attacco, mi riferisco ai responsabili politici del papocchio),pare oggi ancora più azzeccata di allora.

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
MRSSTEELE

Reg.: 08 Nov 2002
Messaggi: 10730
Da: Venezia (VE)
Inviato: 23-05-2008 14:05  
quote:
In data 2008-05-15 12:07, Hamish scrive:
Ma Giovanni Falcone era per caso uno malato di protagonismo?

Parlatene con rispetto, oggi sono 16 anni che l'hanno ammazzato.
Ho fatto la tesina di maturità sul suo omicidio perchè era successo da così poco tempo che non ho avuto scelta.
Cmq per riprendere il titolo e sorridere un po':
Sapete cosa dice la moglie di Fassino quando fa l'amore col marito?
Mi sto facendo le ossa.
_________________
Oggi è il mio ultimo giorno di vita.

  Visualizza il profilo di MRSSTEELE  Invia un messaggio privato a MRSSTEELE    Rispondi riportando il messaggio originario
Redneck

Reg.: 13 Apr 2008
Messaggi: 147
Da: Lubbock Texas (es)
Inviato: 23-05-2008 14:13  
[quote]In data 2008-05-23 14:05, MRSSTEELE scrive:
quote:
In data 2008-05-15 12:07, Hamish scrive:

Sapete cosa dice la moglie di Fassino quando fa l'amore col marito?
Mi sto facendo le ossa.




  Visualizza il profilo di Redneck  Invia un messaggio privato a Redneck    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 Pagina successiva )
  
0.338575 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: