FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - La Vera Storia di Jack lo Squartatore
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > La Vera Storia di Jack lo Squartatore   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 Pagina successiva )
Autore La Vera Storia di Jack lo Squartatore
mario54

Reg.: 20 Mar 2002
Messaggi: 8838
Da: nichelino (TO)
Inviato: 17-05-2002 15:01  
Ragazzo, o ragazza,... chi tu sia,... con detti tuoi microcefali giudizzi non mi abasso a discutere in fatto di rotelle cerebrali

[ Questo messaggio è stato modificato da: mario54 il 17-05-2002 alle 15:08 ]

  Visualizza il profilo di mario54  Invia un messaggio privato a mario54    Rispondi riportando il messaggio originario
mario54

Reg.: 20 Mar 2002
Messaggi: 8838
Da: nichelino (TO)
Inviato: 17-05-2002 15:10  
Probabilmente le mie girano molto più veloci delle tue...!

  Visualizza il profilo di mario54  Invia un messaggio privato a mario54    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 17-05-2002 15:11  
suvvia,era solo una battuta,un po'pesante forse,ma solo una battuta
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
gongolante

Reg.: 06 Feb 2002
Messaggi: 3054
Da: Cesena (FO)
Inviato: 17-05-2002 15:35  
quote:
In data 2002-05-17 12:42, Phibes scrive:
Il film è tratto da un fumetto, ebbene si, da quel capolavoro "FROM HELL" di Alan Moore e Eddie Campbell, la traduzione italiana in "la vera storia di Jack Lo Squartatore" è fuorviante, nonchè subdola, infatti si tratta di una ricostruzione immaginaria dell'accaduto e non di una reale indagine sugli eventi accaduti nella Londra di fine 800. Certo ci sono richiami e ambientazioni reali, ma non è la vera storia.



La vera storia non potrà mai essere scritt, a distanza di così tanto tempo.
Quella di "From Hell" (il fumetto) è la versione ritenuta piu' plausibile da Alan Moore che ci ha lavorato per oltre 10 anni documentandosi a fondo.
La versione cinematografica e' molto "romanzata", molto meno approfondita e alleggerita, inevitabilmente di tante, troppe cose.

Comunque il film non m'e' dispiacuto affatto, gran bella atmosfera (che non ho trovato affatto troppo patinata se non nelle giuste occasioni) ed un finale molto bello e romantico
_________________
Cinematik - il fantacinema!
In fase di lettura: LE ETICHETTA DELLE CAMICIE di Tiziano Sclavi
Ultimo film: UN BACIO APPASSIONATO di Ken Loach

  Visualizza il profilo di gongolante  Invia un messaggio privato a gongolante  Email gongolante  Vai al sito web di gongolante    Rispondi riportando il messaggio originario
mrsgrape

Reg.: 03 Ott 2001
Messaggi: 750
Da: Pisa (PI)
Inviato: 17-05-2002 15:57  
Cosa penso di Johnny Depp si sa!Il film poi mi è piaciuto, l'atmosfera cupa dell'Inghilterra vittoriana è stata ricostruita perfettamente e la storia regge anche grazie alle perfette interpretazioni del suddetto e di Ian Holm.
_________________
"Era uno sporco poliziotto,ma a suo modo era anche un grand'uomo"

  Visualizza il profilo di mrsgrape  Invia un messaggio privato a mrsgrape    Rispondi riportando il messaggio originario
Dubliner


Reg.: 10 Ott 2002
Messaggi: 4489
Da: sanremo (IM)
Inviato: 18-04-2003 15:28  
Una splendida rappresentazione di Londra vista dai bassifondi, con la sua sporcizia, la sua povertà, le puttane agli angoli delle strade e le gang che hanno il vero controllo delle strade. E' qui nel quartiere di Whitechapel che avvengono gli orrendi omicidi del primo serial killer della storia che si fa chiamare Jack lo Squartatore, il quale è solito asportare gli organi delle sue vittime.
Le atmosfere sono bellissime e inquietanti, l'attenzione è sempre rivolta alle classi basse della popolazione londinese, ma questa contrasta continuamente con i ceti superiori: i dottori e i chirurghi dell'ospedale di Londra, i capi dei servizi speciali di polizia, gli aristocratici.
La distinzione è netta e le distanze vengono sempre mantenute e rimarcate, ma non per l'ispettore Abberline, assiduo frequentatore dei tuguri dove si fuma oppio e ci si intrattiene con le prostitute.
E' proprio grazie all'oppio, laudano e assenzio che Abberline ha le visioni con le quali risolve i sui casi, e quello di Jack lo Squartatore non è da meno. Le indagini procedono fra una visione e l'altra, con sequenze oniriche miste a quelle reali, l'intreccio si complica ma Abberline riesce a trovare il bandolo della matassa. Nonostante ciò è lui il vero sconfitto perché la posta in gioco è troppo alta e lui è un uomo solo contro un potere che è troppo in alto. E la sconfitta è totale.
Splendida la sequenza del primo omicidio, in cui nel buio completo si vede solo il luccicare del coltello che piano piano si sporca di sangue, con in sottofondo il rumore delle sferzate di Jack...
Un film dalle atmosfere cupe, un ricostruzione di Londra perfetta, un interprete che sembra fatto su misura e un intreccio interessante. Tutto funziona in questo film dei fratelli Hughes, anche il finale non consolatorio.

p.s. si ringrazia Deeproad che mi ha consigliato l'acquisto di questo dvd, peraltro ottimo a livello di qualità e graficamente accuratissimo.

  Visualizza il profilo di Dubliner  Invia un messaggio privato a Dubliner  Vai al sito web di Dubliner    Rispondi riportando il messaggio originario
Daniel


Reg.: 14 Feb 2003
Messaggi: 4301
Da: Nuoro (NU)
Inviato: 18-04-2003 17:55  
Dubli io avrei qualche riserbo ... premetto che ho una stima profonda per Ian Holm come interprete ma in questo film ha raggiunto il limite del ridicolo.
Due appunti fondamentali : il film si regge per lo più sulla raffinata rappresentazione londiniana del periodo vittoriano e sulla splendida fotografia. La sceneggiatura sembra scritta da diverse persone nel primo tempo c'è un alone di mistero che sovrasta la storia ... mentre nel secondo spunta da dietro l'angolo l'assoluta banalità che culmina nel finale bucolico << S P O I L E R >> della rossa Heather Graham che vive liberata dalla sua perdizione e dall'assassino (andiamo ma chi aveva mai creduto che fosse lei l'ultima vittima) con pecorella che salta lo steccato annessa.
Alla mediocrità della seconda parte si aggiunge anche la scelta del solito titolo italiano che ispiegabilmente 'svela' di che storia si tratti ... in america è uscito solo col titolo FROM HELL. Ma si sà la nostra distribuzione è incomparabile (ovviamente a livello negativo).
_________________
::M:: cineForum

  Visualizza il profilo di Daniel  Invia un messaggio privato a Daniel    Rispondi riportando il messaggio originario
mengo13

Reg.: 07 Mag 2002
Messaggi: 978
Da: svizzara (es)
Inviato: 18-04-2003 17:57  
quote:
In data 2003-04-18 17:55, Daniel scrive:
Dubli io avrei qualche riserbo ... premetto che ho una stima profonda per Ian Holm come interprete ma in questo film ha raggiunto il limite del ridicolo.
Due appunti fondamentali : il film si regge per lo più sulla raffinata rappresentazione londiniana del periodo vittoriano e sulla splendida fotografia. La sceneggiatura sembra scritta da diverse persone nel primo tempo c'è un alone di mistero che sovrasta la storia ... mentre nel secondo spunta da dietro l'angolo l'assoluta banalità che culmina nel finale bucolico << S P O I L E R >> della rossa Heather Graham che vive liberata dalla sua perdizione e dall'assassino (andiamo ma chi aveva mai creduto che fosse lei l'ultima vittima) con pecorella che salta lo steccato annessa.
Alla mediocrità della seconda parte si aggiunge anche la scelta del solito titolo italiano che ispiegabilmente 'svela' di che storia si tratti ... in america è uscito solo col titolo FROM HELL. Ma si sà la nostra distribuzione è incomparabile (ovviamente a livello negativo).



bho ...

  Visualizza il profilo di mengo13  Invia un messaggio privato a mengo13    Rispondi riportando il messaggio originario
Dubliner


Reg.: 10 Ott 2002
Messaggi: 4489
Da: sanremo (IM)
Inviato: 18-04-2003 19:04  
Daniel... sulla scena della pecora ho poco da dire, l'avrei fucilata seduta stante ma una pecora non può rovinare un film, se poi ci aggiungiamo che era comunque frutto di un sogno (certo le visioni di Abberline corrispondevano a realtà ma poteva anche essere realtà romanzata), posso perdonare questa piccola mancanza di buon gusto.
Sul fatto che la rossa Heather Graham viva tranquilla e felice non vedo molta invesorimiglianza dato che comunque tutti la credevano morta ed è l'unica cosa a lieto fine del film. Secondo la storia raccontata dal film poi è sicuraente lei l'ultima vittima dato che Ian Holm viene "lobotomizzato", secondo quello che sappiamo noi era lui l'unico autore dei delitti e quindi la storia sarebbe finita lì.
Ultima cosa: il titolo è malamente tradotto ma non svela poi molto dato che all'inizo del film, ancora prima che cominci appare una citazione firmata da Jack lo Squartatore, quindi non ci sono poi molti dubbi sul serial killer...

  Visualizza il profilo di Dubliner  Invia un messaggio privato a Dubliner  Vai al sito web di Dubliner    Rispondi riportando il messaggio originario
gmgregori

Reg.: 31 Dic 2002
Messaggi: 4790
Da: Milano (MI)
Inviato: 18-04-2003 21:00  
gli italiani hanno messso la loro. daniel non ha tutti torti. From Hell, dall'inferno, proprio quello descritto e abilmente scenografato. L'inferno della sporcizia ma anche dell'anima. Inoltre sembra proprio l'inferno ad essere protagonista mantendo equilibrio sulla dimensione killer, la cui immagine viene troppo violentemente imposta, quasi ad accecarci. Piuttosto la prima parte è abile con il sonoro e il mio amato utilizzo degli elementi naturali. Terribile il fatto che la puttana protagonista si sempre impeccabilmente pulita, mentre le altre truccate malissimo sono sudice. Inoltre intrecci di intrastorie e nomi quasi impercetttibili per lo spettatore che esce "freddoloso".
Cfr Museo di Londra: uguale
_________________
la bruttura del vuoto è tanto profonda fin quando, cadendo, non ti accorgi di poterti ripigliare. I ganci fanno male, portano ferite, ma correre e faticare per poi giorie è un obbiettivo per cui vale la pena soffrire.
_________________

  Visualizza il profilo di gmgregori  Invia un messaggio privato a gmgregori  Email gmgregori    Rispondi riportando il messaggio originario
ilaria78

Reg.: 09 Dic 2002
Messaggi: 5055
Da: latina (LT)
Inviato: 18-04-2003 22:04  
premetto che l'ho visto tempo fa...ma quello che ricordo bene è che non mi piacque...poco scorrevole,un po' scontato....però magari ad una seconda visione...
non so perchè, ma mi viene in mente vidoq,anche se è tutta un'altra cosa, forse per l'ambientazione nei quartieri poveri,per il dover indagare....
tra i due però visivamente vidoq è più divertente ,anche se la trama lascia molto a desiderare....
_________________
...quando i morti camminano signori..bisogna smettere di uccidere...

  Visualizza il profilo di ilaria78  Invia un messaggio privato a ilaria78    Rispondi riportando il messaggio originario
Daniel


Reg.: 14 Feb 2003
Messaggi: 4301
Da: Nuoro (NU)
Inviato: 18-04-2003 23:27  
quote:
In data 2003-04-18 19:04, Dubliner scrive:
Secondo la storia raccontata dal film poi è sicuraente lei l'ultima vittima dato che Ian Holm viene "lobotomizzato", secondo quello che sappiamo noi era lui l'unico autore dei delitti e quindi la storia sarebbe finita lì.



O anche io avevo fumato l'oppio oppure ho capito tutt'altro ... ma non era la ragazzina straniera ad essere stata uccisa al posto della Graham e lei è fuggita con il bambino dell'amica ? Lo stesso corpo seppur irriconoscibile faceva intendere questo ... per lo meno io così l'ho colto ... però ti credo sulla fiducia ... non mi azzarderei mai a rivederlo è stato un po' un supplizio! gh

  Visualizza il profilo di Daniel  Invia un messaggio privato a Daniel    Rispondi riportando il messaggio originario
Vegeth

Reg.: 26 Gen 2003
Messaggi: 431
Da: Monopoli (BA)
Inviato: 19-04-2003 00:14  
Il film l'ho visto due volte, la prima mi è abbastanza piaciuto ma la seconda ancor di più... anche xkè associo questa seconda volta ad una piacevole pomiciata con una ragazza...
Lei nn ha capito nulla ed io purtroppo nn ho potuto aiutarla visto che nn ricordavo per niente la trama...
In definitiva il film mi ha allegramente colpito...
_________________
Quanto t'ho amato e quanto t'amo non lo sai non l'ho mai detto e non te lo dirò mai. Nell'amor le parole non contano, conta la musica.

  Visualizza il profilo di Vegeth  Invia un messaggio privato a Vegeth    Rispondi riportando il messaggio originario
Dubliner


Reg.: 10 Ott 2002
Messaggi: 4489
Da: sanremo (IM)
Inviato: 19-04-2003 09:27  
quote:
In data 2003-04-18 23:27, Daniel scrive:
O anche io avevo fumato l'oppio oppure ho capito tutt'altro ... ma non era la ragazzina straniera ad essere stata uccisa al posto della Graham e lei è fuggita con il bambino dell'amica ? Lo stesso corpo seppur irriconoscibile faceva intendere questo ... per lo meno io così l'ho colto ... però ti credo sulla fiducia ... non mi azzarderei mai a rivederlo è stato un po' un supplizio! gh



hai perfettamente ragione Daniel, ricordi benissimo. Però in teoria era lei l'ultima vittima no? Nessuno ha scoperto che effettivamente non era la rossa. Forse ho capito male io quello che volevi dire

  Visualizza il profilo di Dubliner  Invia un messaggio privato a Dubliner  Vai al sito web di Dubliner    Rispondi riportando il messaggio originario
gmgregori

Reg.: 31 Dic 2002
Messaggi: 4790
Da: Milano (MI)
Inviato: 19-04-2003 11:30  
Vedete che avevo ragione, sono intrastorie di fondo. Se non ci capiamo noi figuratevi le copppiette del sabato pomeriggio! Con tutto il rispetto!
Però un conto è non capire I SOLITI SOSPETTI, ne valeva la pena, altra storia è non capire il suddetto o pre suddetto.
_________________
la bruttura del vuoto è tanto profonda fin quando, cadendo, non ti accorgi di poterti ripigliare. I ganci fanno male, portano ferite, ma correre e faticare per poi giorie è un obbiettivo per cui vale la pena soffrire.
_________________

  Visualizza il profilo di gmgregori  Invia un messaggio privato a gmgregori  Email gmgregori    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 Pagina successiva )
  
0.129210 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: