FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Quell'intreccio di suspense e commedia di Misterioso omicidio a Manhattan
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Quell'intreccio di suspense e commedia di Misterioso omicidio a Manhattan   
Autore Quell'intreccio di suspense e commedia di Misterioso omicidio a Manhattan
madymask

Reg.: 16 Lug 2002
Messaggi: 3798
Da: napoli (NA)
Inviato: 23-05-2003 12:40  
Di sicuro uno dei migliori film di Woody Allne negli anni '90.
Bravissimi gli interpreti,affascinante la Huston e bravissima la solita Diane Keaton.
Quello che mi ha colpito di più in questo film è la sceneggiatura: Perfetta,il film gira tra il brivido e la comicità, tra la suspense e le battute.
Da vedere
Voto 9

Ragazzi ho preso in blocco una trentina di film di woody allen e pian piano me li sto vedendo tutti!!
Ciao!!

_________________
"Il piu' grande inganno che il diavolo ha fatto all'umanita',
e' stato fargli credere di non esistere".


[ Questo messaggio è stato modificato da: madymask il 23-05-2003 alle 12:57 ]

  Visualizza il profilo di madymask  Invia un messaggio privato a madymask  Email madymask  Stato di ICQ    Rispondi riportando il messaggio originario
badlands

Reg.: 01 Mag 2002
Messaggi: 14498
Da: urbania (PS)
Inviato: 23-05-2003 12:48  
ottima scelta davvero!
anche a me è piaciuto parecchio questa commedia (il giallo è solo un pretesto,forse).davvero godibilissima.
ciao!

  Visualizza il profilo di badlands  Invia un messaggio privato a badlands    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 23-05-2003 12:52  
Pensa che io Woody allen lo conosco molto poco in proporzione a tutti i film che ha fatto ne avrò visti solo 7 o 8.
Questo è uno di quelli.
Una caratteristica classica dei suoi film è l'intelligenza dei dialoghi, e nella capacità di rendere leggeri anche se un poco snervanti in talune situazioni, eventi drammatici.
Insomma in questo film il connubio tra giallo,commedia e analisi del rapporto di coppia è fatto molto bene, anche se si rimane freddi davanti a tutta la vicenda.


_________________
-Tiè senti sto prociutto,senti com'è dorce.
-Eh,ho mangiato...
-Tiè senti'ste olive, queste sò ggreche sa' oh, ggreche.(gli infila un oliva in bocca)E'nnamo e ddai, sò ggreche!Sò bbone?Come sò, dì la verità!
-Sò ggreche!

[ Questo messaggio è stato modificato da: gatsby il 23-05-2003 alle 12:53 ]

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
naly01

Reg.: 26 Nov 2001
Messaggi: 2248
Da: Rignano Sull'Arno (FI)
Inviato: 23-05-2003 20:26  
E' il PRIMO film che ho visto di Woody Allen, una sera su canale 5 in seconda serata qualche anno fa, e dopo ero semplicemente ENTUSIASTA. Divertente fino all'eccesso, intelligente, intepretata perfettamente e godibilissima. C'è la pure la citazione di La finestra sul cortile.

Guardandomi altri film di Allen (nn tutti chiaramente) ho trovato anche i miei preferiti: Manhattan e Pallottole su Broadway.
_________________
Sono impossibile da dimenticare
e difficile da ricordare.


IOMA 2007

  Visualizza il profilo di naly01  Invia un messaggio privato a naly01  Email naly01  Vai al sito web di naly01     Rispondi riportando il messaggio originario
naly01

Reg.: 26 Nov 2001
Messaggi: 2248
Da: Rignano Sull'Arno (FI)
Inviato: 23-05-2003 20:26  
E' il PRIMO film che ho visto di Woody Allen, una sera su canale 5 in seconda serata qualche anno fa, e dopo ero semplicemente ENTUSIASTA. Divertente fino all'eccesso, intelligente, intepretata perfettamente e godibilissima. C'è la pure la citazione di La finestra sul cortile.

Guardandomi altri film di Allen (nn tutti chiaramente) ho trovato anche i miei preferiti: Manhattan e Pallottole su Broadway.
_________________
Sono impossibile da dimenticare
e difficile da ricordare.


IOMA 2007

  Visualizza il profilo di naly01  Invia un messaggio privato a naly01  Email naly01  Vai al sito web di naly01     Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 23-05-2003 22:04  
Quante prime volte l'hai visto Naly?
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
gmgregori

Reg.: 31 Dic 2002
Messaggi: 4790
Da: Milano (MI)
Inviato: 23-05-2003 22:16  
Io credo che Allen non abbia prodotto niente di accettabile dopo Misterioso Omicidio.... Ricordo quando andai a vederlo, rimasi incollato alla sedia. Mi chiesi se era comico, grottesco, demenziale, cinico, ironico. Credo che poi fosse tutto. Amo le inquadrature di quel film, quando la telecamera spia dagli angoli i dialoghi e i movimenti. Quando le più semplici incomprensioni diventano filosofia.
E ricordatevi... la "sinistra liberale newyorkese", molto radical è ben rappresentata anche nella fotografia della Grande Mela che Allen ama tanto e non smette di mostrarcela nelle sue peculiarità culturali e urbanistiche. Ricordate il cinema di IO e ANNIE, ricordate il tennis INDOOR- Tutto ciò era stile di vita, così come il patio all'ultimo piano della Keaton, il suo maggiolone, la sua aria libertina, un po' come la New York dell'epoca. Ops..sto parlando già di un altro film...sorry!

_________________
non c'è niente di peggio di una ragazza che la pusher del proprio corpo

[ Questo messaggio è stato modificato da: gmgregori il 23-05-2003 alle 22:18 ]

  Visualizza il profilo di gmgregori  Invia un messaggio privato a gmgregori  Email gmgregori    Rispondi riportando il messaggio originario
madymask

Reg.: 16 Lug 2002
Messaggi: 3798
Da: napoli (NA)
Inviato: 24-05-2003 11:27  
Bellissima la scena della telefonata con i registratori!!
RIDO ANCORA!!
_________________
"Voglio diventare l'idolo dei ragazzi poveri di Napoli, perche' loro sono com'ero io quando vivevo a Buenos Aires."
(Diego Armando Maradona)
FORZA DIEGO!!

  Visualizza il profilo di madymask  Invia un messaggio privato a madymask  Email madymask  Stato di ICQ    Rispondi riportando il messaggio originario
Janet13
ex "vinegar"


Reg.: 23 Ott 2005
Messaggi: 15804
Da: Cagliari (CA)
Inviato: 10-10-2007 21:15  
L'impressione che ho avuto guardando questo film è la stessa dei vari altri utenti ed è un peccato che l'abbia visto solo ora...i film di Allen vanno visti in ordine cronologico perchè c'è continuità, ci sono riferimenti ad altri film, suoi e di altri celebri registi.

La trama è semplice: i coniugi Lipton (Allen/Keaton) conoscono gli affabili vicini di casa ma il giorno dopo si trovano davanti ad una cruda sorpresa: la vicina è morta, ufficialmente di infarto.
La morte non convince Carol Lipton che diviene ossessionata dalla morte della signora e si convince del fatto che sia stata assassinata dal marito; inizia percio' ad indagare per confermare la sua ipotesi coinvolgendo un amico di famiglia, Alan Alda, e il marito, un Allen ovviamente fifone, nevrotico e pieno di fobie.

Allen si ispira molto esplicitamente a Wilder e Welles (la scena degli specchi è incredibile), e non altrettanto esplicitamente ma comunuqe evidentissimo ad Hitchcock nei suoi 2 celeberrimi film La Finestra sul Cortile, che regge gran parte della trama del film, e Vertigo (la citazione viene resa più esplicita dalla scritta "Vertigo" nell'autobus in cui si vede la signora House). In entrambi i casi la Keaton si sostituisce a James Stewart.

Davvero divertente la già citata scena del registratore al telefono, e la famosissima frase pronunciata da Allen all'uscita del teatro "Non posso ascoltare troppo Wagner, lo sai: già sento l’impulso ad occupare la Polonia!" che ricorda moltissimo l'Allen dei primi anni.
Voto 8 1/2

Dimenticavo una curiosità che a me sta molto a cuore...questo è il film di esordio di Zach Braff, il mio JD di Scrubs!
_________________
And it went wherever I did go...

[ Questo messaggio è stato modificato da: Janet13 il 10-10-2007 alle 21:25 ]

  Visualizza il profilo di Janet13  Invia un messaggio privato a Janet13    Rispondi riportando il messaggio originario
Hegel77

Reg.: 20 Gen 2008
Messaggi: 298
Da: Roma (RM)
Inviato: 04-05-2008 10:43  
Un woody che tenta di esorcizzare la brutta storia con Mia Farrow e si affida alla amica amata di sempre, Diane Keaton.
Film che vira decisamente verso il comico con battute a raffica a volte talmente veloci che sono difficili da capire tutte, la trama gialla anche se è ricalcata da altri film del passato (un misto tra Vertigo e La finestra sul Cortile) riesce a tenere incollato alla poltrona o spettatore.
Momenti di grande ilarità (la scena del registratore) e battute indimenticabili (quella su Alain Resnais è fenomenale)
_________________
Dare un senso alla vita può condurre a follie,
ma una vita senza senso è la tortura dell’inquietudine e del vano desiderio

  Visualizza il profilo di Hegel77  Invia un messaggio privato a Hegel77    Rispondi riportando il messaggio originario
DeadSwan

Reg.: 05 Apr 2008
Messaggi: 1478
Da: Desda (es)
Inviato: 04-05-2008 11:12  
quote:
In data 2007-10-10 21:15, Janet13 scrive:la famosissima frase pronunciata da Allen all'uscita del teatro "Non posso ascoltare troppo Wagner, lo sai: già sento l’impulso ad occupare la Polonia!" che ricorda moltissimo l'Allen dei primi anni.



Infatti, se non ricordo male, l'aveva gia' utilizzata in "Provaci ancora Sam"
_________________
Dresda, Sassonia, Germania
Se non riesci ad uscire dal tunnel, almeno arredalo

  Visualizza il profilo di DeadSwan  Invia un messaggio privato a DeadSwan    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.114626 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: