FilmUP.com > Forum > Attualità - Pena di morte sì o no?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Pena di morte sì o no?   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 Pagina successiva )
Autore Pena di morte sì o no?
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 13-06-2003 21:43  
quote:
In data 2003-06-13 14:36, seanma scrive:

Sta tranquillo,che ora cito a dovere:


Be non c'è che dire si inizia bene in quanto a integralismo....ma sì LET'S KILL'EM ALL e via,no?....mi sembra giusto...




Non fare l'ironico, perchè qui non hai citato a dovere un cazzo. Chi ha parlato di integralismo? Ci sono crimini che sarebbe giusto far pagare con la morte invece dei miseri 4 anni e fuori...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 13-06-2003 21:48  
quote:
In data 2003-06-13 14:36, seanma scrive:

Sta tranquillo,che ora cito a dovere:


Solita solfa..."non abbiamo il diritto di far morire le persone..." e tali persone che diritto avevano invece di fare i pesanti crimini che hanno fatto?


Questo è un discorso illogico e tendenzioso,lasciatelo dire...si commenta da sè.....






Lasciatelo dire, se pensi che basti dire "illogico" e "tendenzioso" allora il tendenzioso e illogico sei tu che non provi nemmeno a rispondere con uno straccio di asserzione realmente accettabile. Lasciatelo dire, ti commenti da solo, ovvero con poche e scarse parole...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 13-06-2003 21:51  
quote:
In data 2003-06-13 14:36, seanma scrive:


[/i]

E per finire,ecco un esempio di discorso da pieno squadrista,sempre con rispetto parlando....
L'omicidio per il bene della comunità....





Non so in che pianeta vivi (forse quello di Walt Disney?) ma a me farebbe enorme piacere sentire di certa gente giustiziata, che non potrà più nuocere a nessuno. Se questo non è il bene della comunità...ma no, meglio i processi con rito abbreviato, solo 15 anni x omicidio, che diventano 16 e se ne fanno poi solo 6 per buopna condotta...già, ma la vittima però non tornerà più indietro.

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 13-06-2003 21:51  
quote:
In data 2003-06-13 21:40, marcomond scrive:
quote:
In data 2003-06-13 14:36, seanma scrive:




Agghiacciante e ridicolo.....

Aspetto una tua replica.Non sarò documentato come Quilty,ma accontentati.




Sean, con tutto rispetto non ti reputo così in gamba da poterti destare tanta attenzione...già ai tempi che frequentavo il forum pigliavi calci in culo a destra e a manca, ed è vero, non sai argomentare una vera replica. Ad una teoria rispondi commentando le frasi (cosa poi copiata da me ed altri), e non pensare che non legga i tuoi interventi (come quell'altro degli "stupratori tutti malati"), veramente agghiaccianti ed assai ridicoli. E non citare quilty...con lui almeno discutevo...

d'accordo non citiamo,facciamo un discorso un po' ideologico,ma pazienza....

Sta tutto dal punto di vista dei diritti umani,secondo me....

Non importa quanto sia grave il delitto,ci sono metodi più umani(ed efficaci)che la pena di morte.

Prendiamo un omicida ad esempio...gli si possono far trascorrere anni e anni in carcere,tenendolo magari in isolamento,senza dover ricorrere a certi metodi...parlando dei pedofili o degli stupratori..l'ho già detto è gente malata e se non lo è(visto che ci tieni a precisarlo)soluzioni alternative si potranno sempre trovare.Perchè ridurci a essere delle bestie esattamente come quelli che pretendiamo di eliminare o rendere innocui?

In quanto a Quilty....bè sai che bello argomentare su follie.....
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 13-06-2003 21:57  
quote:
In data 2003-06-13 14:36, seanma scrive:


Sta tranquillo,che ora cito a dovere:


Agghiacciante e ridicolo.....






Trovo di agghiacciante e ridicolo solo il fatto che ci siano persone che puntano di più il dito contro i sostenitori di una pena come quella di morte che contro i criminali...

Gli assassini di Desirè 20 16 10 anni...e non li faranno tutti.

Le assassine di quella suora 4/5 anni. L'anno prossimo escono

Erica e Omar 16 14 anni (ora non ricordo bene), ma tanto non li faranno tutti

L'assassino che ha ucciso la fidanzata quindicenne occultandone il corpo. Rito abbreviato, 15 anni

Meglio tacere su crimini sessuali e rapine...di solito 2/3 anni

Posso continuare, ma è tutto troppo agghiacciante e ridicolo.

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 13-06-2003 21:59  
quote:
In data 2003-06-13 21:51, seanma scrive:
quote:
In data 2003-06-13 21:40, marcomond scrive:
quote:
In data 2003-06-13 14:36, seanma scrive:




Agghiacciante e ridicolo.....

Aspetto una tua replica.Non sarò documentato come Quilty,ma accontentati.




Sean, con tutto rispetto non ti reputo così in gamba da poterti destare tanta attenzione...già ai tempi che frequentavo il forum pigliavi calci in culo a destra e a manca, ed è vero, non sai argomentare una vera replica. Ad una teoria rispondi commentando le frasi (cosa poi copiata da me ed altri), e non pensare che non legga i tuoi interventi (come quell'altro degli "stupratori tutti malati"), veramente agghiaccianti ed assai ridicoli. E non citare quilty...con lui almeno discutevo...

d'accordo non citiamo,facciamo un discorso un po' ideologico,ma pazienza....

Sta tutto dal punto di vista dei diritti umani,secondo me....

Non importa quanto sia grave il delitto,ci sono metodi più umani(ed efficaci)che la pena di morte.

Prendiamo un omicida ad esempio...gli si possono far trascorrere anni e anni in carcere,tenendolo magari in isolamento,senza dover ricorrere a certi metodi...parlando dei pedofili o degli stupratori..l'ho già detto è gente malata e se non lo è(visto che ci tieni a precisarlo)soluzioni alternative si potranno sempre trovare.Perchè ridurci a essere delle bestie esattamente come quelli che pretendiamo di eliminare o rendere innocui?

In quanto a Quilty....bè sai che bello argomentare su follie.....




Ecco, bravo, vedi che non era difficile?...bravo ora sì che almeno hai detto cose sensate, non sto scherzando, e non voglio criticare quello che hai appena scritto...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 13-06-2003 22:01  
quote:
In data 2003-06-13 21:57, marcomond scrive:
quote:
In data 2003-06-13 14:36, seanma scrive:


Sta tranquillo,che ora cito a dovere:


Agghiacciante e ridicolo.....






Trovo di agghiacciante e ridicolo solo il fatto che ci siano persone che puntano di più il dito contro i sostenitori di una pena come quella di morte che contro i criminali...

Gli assassini di Desirè 20 16 10 anni...e non li faranno tutti.

Le assassine di quella suora 4/5 anni. L'anno prossimo escono

Erica e Omar 16 14 anni (ora non ricordo bene), ma tanto non li faranno tutti

L'assassino che ha ucciso la fidanzata quindicenne occultandone il corpo. Rito abbreviato, 15 anni

Meglio tacere su crimini sessuali e rapine...di solito 2/3 anni

Posso continuare, ma è tutto troppo agghiacciante e ridicolo.

parli così perchè vivi in un sistema giudiziario veramente del cazzo che non credo sia eguagliato da quello di altri paesi.Certo,in un paese dove qualcuno si può permettere tutti i giorni contro i giudici che stanno a capo del suo processo,facendo la figura del coglione(leggasi Previti)è logico che succeda quanto da te detto.Ma ciò non giustifica che ci siano in giro pazzi pericllosi come te.
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 13-06-2003 22:26  
Credo che tutto il discorso sulla pena di morte e polemiche accessorie riguardi l'idea del mondo che ognuno ha o meglio in quale mondo si vorrebbe vivere. Se parliamo di un mondo pieno di brutture, crimini, stupratori, pedofili e maniaci assassini, e chi pù ne ha più ne metta, dobbiamo domandarci come porci nei confronti di tutta questa merda. Allora, le vie sono due: ci sdegniamo, e sull'onda dell'emozione (in certi casi giustificatissima e umana)costruiamo una società tipo vecchio far west dove è ammesso sparare a chi spara e uccidere chi ha ucciso, nutrendo il nostro senso di vendetta ma perdendo (opinione personale) una buona parte del nostro (già magro) senso di civiltà, senza avere peraltro in cambio nessuna garanzia sulla futura sicurezza di una società di questo tipo ( e sull'utilità della pena di morte ha già postato ILNERO, senza bisogno di aggiungere altro) oppure (seconda via) opponiamo al crimine (l'errore, anche grave) di qualsiasi tipo la giustizia( cioè senso del Giusto) e quanto l'uomo ha guadagnato in civiltà in migliaia di anni di evoluzione. Sono il primo ad indignarmi quando sento di pregiudicati in libertà, di pentiti, o di sconti di pena per criminali incalliti, sono i bocconi amari che purtroppo ci tocca ingoiare per un sistema giuridico tutt'altro che perfetto, ma la distinzione fra atto di giustizia e atto di vendetta deve rimanere, pena la perdita di punti di riferimento sociali importanti, per non fare si che la società collassi su se stessa.

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 14-06-2003 08:54  
quote:
In data 2003-06-13 22:26, xander77 scrive:
Credo che tutto il discorso sulla pena di morte e polemiche accessorie riguardi l'idea del mondo che ognuno ha o meglio in quale mondo si vorrebbe vivere. Se parliamo di un mondo pieno di brutture, crimini, stupratori, pedofili e maniaci assassini, e chi pù ne ha più ne metta, dobbiamo domandarci come porci nei confronti di tutta questa merda. Allora, le vie sono due: ci sdegniamo, e sull'onda dell'emozione (in certi casi giustificatissima e umana)costruiamo una società tipo vecchio far west dove è ammesso sparare a chi spara e uccidere chi ha ucciso, nutrendo il nostro senso di vendetta ma perdendo (opinione personale) una buona parte del nostro (già magro) senso di civiltà, senza avere peraltro in cambio nessuna garanzia sulla futura sicurezza di una società di questo tipo ( e sull'utilità della pena di morte ha già postato ILNERO, senza bisogno di aggiungere altro) oppure (seconda via) opponiamo al crimine (l'errore, anche grave) di qualsiasi tipo la giustizia( cioè senso del Giusto) e quanto l'uomo ha guadagnato in civiltà in migliaia di anni di evoluzione. Sono il primo ad indignarmi quando sento di pregiudicati in libertà, di pentiti, o di sconti di pena per criminali incalliti, sono i bocconi amari che purtroppo ci tocca ingoiare per un sistema giuridico tutt'altro che perfetto, ma la distinzione fra atto di giustizia e atto di vendetta deve rimanere, pena la perdita di punti di riferimento sociali importanti, per non fare si che la società collassi su se stessa.




Hai ragione, alla fine è veramente così, come hai scritto tu. Ma ripeto anche che per me è indifferente la vita di certi delinquenti.

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
DrCalamaro

Reg.: 14 Giu 2002
Messaggi: 2077
Da: ge (GE)
Inviato: 14-06-2003 13:32  
quote:
In data 2003-06-09 01:33, ilNero scrive:

La Pena di Morte dovrebbe essere abolita non tanto perchè è "immorale" uccidere un uomo,ma perchè non funziona,non serve a nulla.




La pena di morte è da abolirsi invece proprio per principio a mio avviso.
Tutto vero quello che dice il guaglione, però riferendomi alla frase quotata ho una domanda: se fosse efficace come deterrente la prenderesti in considerazione?

  Visualizza il profilo di DrCalamaro  Invia un messaggio privato a DrCalamaro    Rispondi riportando il messaggio originario
DrCalamaro

Reg.: 14 Giu 2002
Messaggi: 2077
Da: ge (GE)
Inviato: 14-06-2003 13:57  
quote:
In data 2003-06-13 14:13, marcomond scrive:
E comunque, va bene...niente pena di morte. Mi sta benissimo, se al suo posto vi fosse relamente carcere extra duro e mooolto lungo, e magari pure la castrazione per i reati sessuali (cosa che in molti paesi già la fanno)...invece, nulla di questo...e allora meglio togliere di mezzo, invece di ritrovare per strada, giusto?



Porcomond sei tu! ciao sono il Salamaro.
Era tempo che ambivo a rispolverare una delle mie frasi virtuali preferite.

E ci ricordiamo pure dei discorsetti che abbiamo fatto su questo tema. Credo che la frase che quoto rispecchi in sintesi il tuo pensiero, correggimi se sbaglio. Marco, pur comprendendo le motivazioni, dettate dalla rabbia e dalla delusione per il sistema giuridico che a tuo avviso non tutela abbastanza la vita dell'innocente, sono in forte disaccordo sulla soluzione che proponi che è in sintesi "tanto vale allora lo si ammazzi". E' questo il punto, il principio, non ti si convince adducendo sacrosante motivazioni "tecniche" sulla totale inutilità della pena di morte, come abbiamo fatto in passato (e come ha scritto il Nero). Non sto a ripetere ciò che è già stato scritto e già ben sai il mio pensiero al riguardo. Il punto principale su cui si regge il discorso e il confronto di opinioni e pratiche è la questione per cui sia legittimo o meno togliere la vita ad un essere umano. Punto, non esiste in certi casi o in certi altri, non esistono motivazioni di utilità o meno della pratica. Si può fare un discorso politico e trattare l'argomento come una policy più o meno efficace rispetto l'obiettivo e le strategie di uno Stato sul suo concetto di sicurezza: su questo è già stata dimostrata la totale sconfitta dell'argomentazione pro.....ma non importa anche se fosse il contrario la mia posizione non cambierebbe di una virgolae no, e non per fare il difensore del genere umano o per riempirmi la bocca di belle parole per crearmi l'identità tollerante e sinistrorsa per poi contraddirmi alla prima occasione....semplicemente rispondo comunque no alla domanda se sia legittimo o meno uccidere un essere umano. Non obiettare dicendo che alcuni non sono esseri umani perchè sarebbe pietoso.
Ogni volta che mi si dice "ma tu che faresti se ti stuprassero la mamma e ti uccidessero la fidanzata sotto gli occhi..." e altre amenità del genere, rispondo non lo so cosa farei. Ma no, non deve mai essere riconosciuto l'omicidio legalizzato, in nessuna circostanza.
_________________
La carne è grassa, lo spirito è lieto.

  Visualizza il profilo di DrCalamaro  Invia un messaggio privato a DrCalamaro    Rispondi riportando il messaggio originario
ilNero

Reg.: 11 Apr 2003
Messaggi: 5388
Da: Napoli (NA)
Inviato: 14-06-2003 15:54  
quote:
In data 2003-06-14 13:32, DrCalamaro scrive:
quote:
In data 2003-06-09 01:33, ilNero scrive:

La Pena di Morte dovrebbe essere abolita non tanto perchè è "immorale" uccidere un uomo,ma perchè non funziona,non serve a nulla.




La pena di morte è da abolirsi invece proprio per principio a mio avviso.
Tutto vero quello che dice il guaglione, però riferendomi alla frase quotata ho una domanda: se fosse efficace come deterrente la prenderesti in considerazione?




No.
Non credo che dovrebbero esistere casi in cui la forza della Legge possa approvare l'uccisione di un uomo,a prescidere dalla colpa che gli sia attribuita.
E trovo un paradosso che in tutti gli Stati moderni il Bene della Vita è tutelato come un bene supremo e insopprimibile,e allo stesso tempo ci siano deroghe a questo bene per sua natura inderogabile.
Ma non c'entra nulla con la morale.Ammesso che qualcuno sappia dirmi cosa sia.
Il problema è molto più generale e ci porta a prendere in considerazioni la storia umana nella sua interezza dal:"Perchè un uomo è capace di uccidere un altro uomo?"
Si tratta pur sempre della privazione di una vita,sia che io ammazzo per compiere una rapina,sia che io venga ammazzato per la rapina compiuta.
E il criterio giustificatore dovrebbe essere La Legge.Fissata da altri "uomini" identici a quelli che vengono condannati.
Noi accettiamo la morte di una altro uomo come atto estremo.E la legge è fatta dagli uomini.

Se la Pena di Morte fosse stata un rimedio efficace oggi ne staremmo godendo i frutti,dalla nascita degli ordinamenti giuridici (a partire dal Diritto Romano)fino al secolo scorso(quasi 3000 anni)la pena capitale è stata una pratica diffusissima per eliminare assassini,nemici politici,truffatori e persino adultere.Il risultato è nullo.E tuttavia ci sono Stati che perseverano ancora oggi nella sua propaganda.
Mi ridomando:
Serve a qualcosa?No.
E se servisse a qualcosa?[/i] Sarebbe un fallimento già cercare di accettarlo.


Ecco cosa scriveva della Pena di Morte
Cesare Beccaria nel 1763:

[i]"La pena di morte diviene uno spettacolo per la maggior parte e un oggetto di compassione mista di sdegno per alcuni; ambidue questi sentimenti occupano piú l'animo degli spettatori che non il salutare terrore che la legge pretende inspirare. Ma nelle pene moderate e continue il sentimento dominante è l'ultimo perché è il solo. Il limite che fissar dovrebbe il legislatore al rigore delle pene sembra consistere nel sentimento di compassione, quando comincia a prevalere su di ogni altro nell'animo degli spettatori d'un supplicio piú fatto per essi che per il reo"

Siamo una razza imperfetta e le nostre leggi saranno imperfette.

_________________
Just a perfect day,
Ma starei meglio se tu non appoggiassi quella mano sulla mia spalla.

  Visualizza il profilo di ilNero  Invia un messaggio privato a ilNero    Rispondi riportando il messaggio originario
DrCalamaro

Reg.: 14 Giu 2002
Messaggi: 2077
Da: ge (GE)
Inviato: 16-06-2003 11:16  
Una bella gattazza da pelare questa razza umana, caro il mio nero. Ma come mai questo nick? sarai mica un faxista pro pena di morte che sorseggia lattine di birra da un litro spedendo fogli di carta col telefono?

  Visualizza il profilo di DrCalamaro  Invia un messaggio privato a DrCalamaro    Rispondi riportando il messaggio originario
ilNero

Reg.: 11 Apr 2003
Messaggi: 5388
Da: Napoli (NA)
Inviato: 16-06-2003 15:12  
quote:
In data 2003-06-16 11:16, DrCalamaro scrive:
Una bella gattazza da pelare questa razza umana, caro il mio nero. Ma come mai questo nick? sarai mica un faxista pro pena di morte che sorseggia lattine di birra da un litro spedendo fogli di carta col telefono?




No no.....spiegare chi sono significherebbe insultare l'acutezza del Calamaro.Uno che da tali "Prove di (in)tolleranza" può immunizzare facilemente i messaggi subliminali di quart'ordine.

_________________
Just a perfect day,
Ma starei meglio se tu non appoggiassi quella mano sulla mia spalla.

  Visualizza il profilo di ilNero  Invia un messaggio privato a ilNero    Rispondi riportando il messaggio originario
moxfurbona

Reg.: 04 Mar 2003
Messaggi: 1194
Da: lucca (LU)
Inviato: 17-06-2003 01:36  
Senza entrare nel merito dell'animata questione che ha occupato le ultime due pagine ,voglio aggiungere una cosa.
Marcomod dice che trova giusta la pena di morte per i vari cannibali etc...Bene ,io che pure non approvo ma decisamente concepisco la pena di morte per certi crimini ,salverei dal braccio della morte proprio questi soggetti ,perchè mangiarsi (circa) 5o persone mi sembra un sintomo più che evidente di malattia mentale.Per questo non dico vadano messi in libertà o in ospedali psichiatrici dove tutto è rose e fiori (ammesso che ci siano) ma semplicemente 'studiati'.Non credo che una persona così fuori di testa soffra potrà mai espiare davvero i suoi crimini.Nemmeno uccidendolo ,io dico ,e allora che dia una mano alla scienza e alla psichiatria.
Per quanto riguarda la pena di morte in generale voglio ringraziare tutti coloro che sono intervenuti e confessarvi che ,sinceramente ,quando penso alle mie opinioni in proposito mi sento squarciare in due.Perchè la mia fede nel nostro 'essere umani e quindi non in diritto di giustiziare' vacilla quando sento al tg certe notizie.Soprattutto quando cerco di immedesimarmi in chi ha perso un figlio ,un marito...Putroppo mi rendo conto di capire pienamente quei familiari che negli Usa assistono alle esecuzioni ,segno tangibile di un 'pagare' come di vendetta ,secondo certi punti di vista altrettanto condivisibili.
Davvero...la mia sensibilità mi porta a non riuscire a prendermi posizione se non verso 'il giusto mezzo' ,i lavori forzati ,che però nominati nel 2003 mi suonano quasi più ridicoli della stessa pena capitale.
E' proprio per questo mio conflitto che avevo chiesto la vostra opinione ,sono felice che abbiate detto tanto e spero che continuerete a farlo.Siate contrari ,siate favorevoli ,basta che ci pensiate e che vi rendiate conto di quanto importante ,complesso e controverso sia questo tema per ogni essere umano.

  Visualizza il profilo di moxfurbona  Invia un messaggio privato a moxfurbona    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 Pagina successiva )
  
0.063813 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: