FilmUP.com > Forum > Attualità - A proposito di religione e Stato : la Francia...
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > A proposito di religione e Stato : la Francia...   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore A proposito di religione e Stato : la Francia...
moxfurbona

Reg.: 04 Mar 2003
Messaggi: 1194
Da: lucca (LU)
Inviato: 04-02-2004 01:13  
E' vero che sarebbe bello se cattolici etc...si rispettassero ognuno coi suoi simboli ,ma secondo me non è possibile.Non in città come Parigi o magari Torino dove in vent'anni si è sconvolto completamente il rapporto fra le culture e le razze.Dove la religione ,cioè ,può diventare benzina sul fuoco.Io la penso così ,l'attaccamento alla religione (non alla fede) è un tarlo della nostra società.Da sempre.Inculcare alla gente che veli e crocifissi non vanno difesi a costo della violenza ma che si devono vivere in privato secondo me sarebbe una buona cosa.Vietare i veli condurrà ad un rapporto meno ossessivo con la religione.Ho detto veli ma mi riferisco anche a quei cattolici che squallidamente indossano croci giganti ,come per dire 'maggiore è la croce maggiore è la fede'.Nessuno vieta i simboli di fede ,i simboli visibili ,è diverso.Capisco che questa legge faccia sentire la gente minacciata nei suoi diritti ,come se ti vietassero di mettere una sciarpa rossa perchè è rossa ,ma ritengo che servirà.Meno religione ,più stato.Io la vedo così.

  Visualizza il profilo di moxfurbona  Invia un messaggio privato a moxfurbona    Rispondi riportando il messaggio originario
misterx76

Reg.: 12 Gen 2004
Messaggi: 2312
Da: carsoli (AQ)
Inviato: 04-02-2004 02:59  
Se la storia ci ha insegnato qualcosa è che il proibizionismo non risolve niente anzi finisce solo per esasperare gli animi.
_________________
...due volte già cadeste senza cavarne frutto, badate un 3° fulmine vi annienterà del tutto!!!

  Visualizza il profilo di misterx76  Invia un messaggio privato a misterx76    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 16-02-2004 17:11  
Gb: a scuola di ateismo durante l'ora di religione
(ANSA) -LONDRA, 16 FEB- L'ateismo potrebbe diventare materia di studio nelle scuole britanniche. Lo propone l'autorita' del governo che regola i piani di studio. In una societa' in cui sempre piu' persone si professano atee o agnostiche, sostiene la Qualification and Curriculum Authority,i bambini dovrebbero imparare -oltre alle religioni tradizionali- anche i principi alla base dei credi non religiosi. Bisognerebbe inoltre sensibilizzarli a problematiche etiche come il razzismo e la tolleranza verso le minoranze.



_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
moxfurbona

Reg.: 04 Mar 2003
Messaggi: 1194
Da: lucca (LU)
Inviato: 17-02-2004 00:30  
Buona cosa ma se si tratta comunque religione o di questioni di coscienza preferirei che lasciassero la libertà agli studenti di partecipare o evitare.
Approfitto anche per dire a chi è interessato che la legge in Francia è passata ,che i presidi hanno già la facoltà di espellere lo studente che rifiuti di conformarsi alla norma.Che un tizio ha proposto di proibire anche le barbe ,su questo principio ,e che anche domenica ci sono state manifestazioni contro questa legge a parigi ,lione e in altre città della francia.

  Visualizza il profilo di moxfurbona  Invia un messaggio privato a moxfurbona    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
0.110503 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: