FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Cape Fear-Il promontorio della paura
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Cape Fear-Il promontorio della paura   
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore Cape Fear-Il promontorio della paura
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 14-01-2004 19:34  
"Mi sembrava che chiamare quel posto 'Promontorio della paura'avesse un che di mistificatorio".L'incipit dello scorsesiano remake di un thriller degli anni'50 con pretese minime,tradisce subito la sua sostanziale differenziazione e in particolare,evoluzione dal materiale originale.Non solo e non tanto perchè Scorsese ponga l'accento,come ha tuttavia fatto in altri film,sull'aspetto mitico e romantico della storia,bensì in quanto il regista americano,intende con questo apparentemente "poco-scorsesiano"progetto,ricercare e forse,anzi sicuramente,finalmente stigmatizzare nonchè esorcizzare,dopo 20 anni,i propri demoni cinematografici.Per capire appieno l'enorme valore di scarto di questo film,è necessario spendere poche ma significative parole sull'originale.La storia è tuttosommato semplice:un ex-galeotto,uscito di prigione,perseguita senza motivo il proprio avvocato.Tutto qui,come vedete.Scorsese non si discosta molto dalla trama originale,ma omette anzi trascura un particolare fondamentale:non c'è infatti il "senza motivo".L'azione di Max Cady si connota come una lunga,tormentata e tormentante biblica penitenza,secondo i rigidi dettami dogmatici.Questa figura ha un valore aggiunto rispetto all'originale:un germe ideologico che manca del tutto nella precedente versione del personaggio,così come nella precedente versione.Detto brutalmente,la efferata e trucida persona di Max Cady diviene a conti fatti quasi uno strumento,uno scrigno per Scorsese,a far sì che contenga concentrate in sè tutte le istanze che si desidera vengano espresse.Il fanatismo religioso di Cady,che fa da sostrato al personaggio,aggiungendovi diabolica profondità,si allarga,con la sua presenza sullo schermo,reale o adombrata che sia,a tutto l'intero film,caricandolo di ambizioni e facendolo portatore di assunti probabilmente nemmeno sospettati o desiderati dal regista stesso.La scialba caccia gatto-topo del primo film si trasforma in un serrato e complesso duello di cervelli,di anime,di coscienze.Troneggiante,come un pericoloso e greve alone di venefica aria,il sentimento ineliminabilòe del Peccato.La malata concezione che ne ha Cady paradossalmente,nel tentativo che si fa di combatterla,si allarga e si estende a tutti i personaggi coinvolti,scardinando le sicure porte della morale,abbattendo i saldi castelli dell'etica interiore.Ultimamente l'operato di Cady,soprattutto nei confronti di Danielle,è un opera di catarsi completa.Una catarsi che come tale passa attraverso il dolore e la sofferenza.E in questo senso la figura di Cady si propone veramente come un "Virgilio"che conduca alle porte della verità.Ma è un illusione,poichè Cady stesso è uscito sconfitto da questa battaglia.14 anni di carcere hanno incarbonito e oscurato l'anima,paradossalmente liberandola da ogni legame di senso con la realtà.E proprio in virtù e a causa di questo,L'Angelo Rosso Cady,abbruttito anche nel fisico,si staglia come invalicabile e indistruttibile scoglio per se stesso,ma come e più di Charlie,è impossibilitato a compiere la missione,venendo gli ostacoli dalla sua stessa anima annichilita e avvilita.La contraddizione tragica del personaggio,magnificamente giostrato da un De Niro al meglio della forma,è proprio l'essere in bilico tra una rovina incipiente e una volontà inconscia di redenzione,propria e altrui,portata avanti con spavalda demagogia,soprattutto ribadisco,nei confronti di Danielle.Ma l'Angelo Rosso,se anche non riesce a ritrarre sè dal fosso,al contrario di Charlie,unico "ladrone buono"sopravvissuto all'Olocausto urbano,tende la mano e salva chi aveva fino all'attimo precedente vanamente perseguitato in cerca di fatua vendetta,perchè l'importante è vivere,senza rimanere "troppo attaccati al passato"
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
ashrum

Reg.: 10 Nov 2003
Messaggi: 196
Da: Marchirolo (VA)
Inviato: 15-01-2004 11:52  
trooooppo hai scritto....ti dico semplicemente che per me è stato carino...a volte un po scarno....per qui De Niro è stato veramente superbo^^
_________________
...e poi c'era la marmotta che confezionava la marmellata..

  Visualizza il profilo di ashrum  Invia un messaggio privato a ashrum    Rispondi riportando il messaggio originario
gmgregori

Reg.: 31 Dic 2002
Messaggi: 4790
Da: Milano (MI)
Inviato: 15-01-2004 14:37  
Sempre bravo Sean.
Comunque, premettendo di non aver visto l'originale, l'impressione che mi ha dato la pellicola non è delle migliori. Ho intravisto una forzata ricerca sul personaggio di De Niro a scapito di altri protagonisti. Il finale è fin troppo classico.
Insomma, il film è mediocre, soprattutto per la sceneggiatura. Piuttosto, non è male la forografia.
Appetibile, senza troppa filosofia.

  Visualizza il profilo di gmgregori  Invia un messaggio privato a gmgregori  Email gmgregori    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 15-01-2004 14:39  
quote:
In data 2004-01-15 14:37, gmgregori scrive:
Sempre bravo Sean.
Comunque, premettendo di non aver visto l'originale, l'impressione che mi ha dato la pellicola non è delle migliori. Ho intravisto una forzata ricerca sul personaggio di De Niro a scapito di altri protagonisti. Il finale è fin troppo classico.
Insomma, il film è mediocre, soprattutto per la sceneggiatura. Piuttosto, non è male la forografia.
Appetibile, senza troppa filosofia.

mi aveva sempre convinto poco..lo ritenevo,come te,classico e forse scontato..ma guardato sotto l'ottica dello Scorsese "autore"acquista valore.
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 15-01-2004 14:50  
Sono d'accordo sulla mediocrità, l'ho rivisto sere fa, ma non era la prima volta.Siccome non mi era parso granché, ho voluto rivederlo, pensando di poter ricredermi, in realtà non è stato così, il film non mi ha convinto, su cosa esattamente non saprei dire, ma l'insieme non mi ha appassionato.Di solito, quando si assiste ad un giallo o thriller, come lo si voglia chiamare, la prima accettazione intrinseca da parte dello spettatore, è quella di rimanere incollato alla sedia, per non perdere un attimo della storia; nasce, dunque, in chi lo vede, una sorta di idiosincrasia sempre più crescente, per assistere all'evolversi inevitabile della vicenda.Tutto questo io non l'ho provato,forse non ero in vena? Non so!
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 15-01-2004 15:06  
quote:
In data 2004-01-15 14:50, ginestra scrive:
Sono d'accordo sulla mediocrità, l'ho rivisto sere fa, ma non era la prima volta.Siccome non mi era parso granché, ho voluto rivederlo, pensando di poter ricredermi, in realtà non è stato così, il film non mi ha convinto, su cosa esattamente non saprei dire, ma l'insieme non mi ha appassionato.Di solito, quando si assiste ad un giallo o thriller, come lo si voglia chiamare, la prima accettazione intrinseca da parte dello spettatore, è quella di rimanere incollato alla sedia, per non perdere un attimo della storia; nasce, dunque, in chi lo vede, una sorta di idiosincrasia sempre più crescente, per assistere all'evolversi inevitabile della vicenda.Tutto questo io non l'ho provato,forse non ero in vena? Non so!


intendiamoci..è ben lontano dalle ben più alte vette di Marty,ma è comunque sopra(e di molto)alla media.....ripeto,Scorsese cartica la banale storia di un potente additivo ideologico....
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
GionUein

Reg.: 20 Mag 2003
Messaggi: 4779
Da: taranto (TA)
Inviato: 15-01-2004 16:56  
CAPE FEAR,tutto contorno per il piatto forte : DE NIRO.

Certo, trattandosi di scorsese l'insalata è condita con gusto ( e non potrebbe essere altrimenti ).
Ma è a servizio della "bistecca": De Niro.


_________________
U N I T A C I N E F I L A

  Visualizza il profilo di GionUein  Invia un messaggio privato a GionUein  Vai al sito web di GionUein    Rispondi riportando il messaggio originario
Lollina
ex "lolly19"


Reg.: 11 Gen 2002
Messaggi: 19693
Da: albenga (SV)
Inviato: 16-01-2004 20:56  
Sono stati degli stronzoni comunque.
Nel film che hanno mandato in onda la scorsa serata hanno tagliato 2 scene!
Quella dove il nostro caro De Niro violenta crudelmente la collega di Nolte e il bacio tra la ragazza Danielle e De Niro..... ok eliminare la prima che data la violenza non era adattissima x la prima serata, ma secondo me la seconda era fondamentale
_________________
Perchè sentiamo la necessita' di chiaccherare di puttanate, per sentirci a nostro agio?E' solo allora che sai di aver trovato qualcuno di davvero speciale,quando puoi chiudere quella cazzo di bocca per un momento e condividere il silenzio in santa pace.

  Visualizza il profilo di Lollina  Invia un messaggio privato a Lollina    Rispondi riportando il messaggio originario
Jackal
ex "Oracolo"

Reg.: 11 Dic 2001
Messaggi: 166
Da: Cagliari (CA)
Inviato: 17-01-2004 13:10  
quote:
In data 2004-01-15 16:56, GionUein scrive:
CAPE FEAR,tutto contorno per il piatto forte : DE NIRO.

Certo, trattandosi di scorsese l'insalata è condita con gusto ( e non potrebbe essere altrimenti ).
Ma è a servizio della "bistecca": De Niro.





_________________
"Un giorno gli uomini guardandosi indietro diranno che sono stato il precursore del XX secolo"

  Visualizza il profilo di Jackal  Invia un messaggio privato a Jackal    Rispondi riportando il messaggio originario
evilinside

Reg.: 02 Mar 2003
Messaggi: 519
Da: Otranto (LE)
Inviato: 16-05-2005 15:49  
Film del 1991 del grande Martin Scorsese con il grande Robert De Niro, Nick Nolte e Jessica Lange. Dopo 14 anni di carcere, uno stupratore inizia a terrorizzare e a perseguitare la famiglia del suo avvocato difensore che al processo l'aveva tradito. Si tratta di un remake dell'omonimo film di Jack Lee Thompson del 1962. Nell'ultima ora del film la tensione sale fino alle stelle con un finale sconvolgente, pieno di colpi di scena... Come sempre fantastica la prova di RObert De Niro, qui nei panni del sadico stupratore ; buona anche la prova di Nick Nolte ; breve apparizione di Gregory Peck, protagonista del film precedente. Un film da non perdere !
_________________
Visitate il mio sito interamente dedicato al mondo dell'horror : http://www.e-v-i-l-i-n-s-i-d-e.com/.
Sto cercando dei collaboratori che mi aiutino a migliorare e abbellire il sito. Fatevi avanti.....

  Visualizza il profilo di evilinside  Invia un messaggio privato a evilinside  Email evilinside  Vai al sito web di evilinside    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 16-05-2005 15:54  
grande film. Un giorno ne scrissi (non qui sul forum) in parallelo con La morte corre sul fiume (oltre che con l'originale CapeFear). Possibile che non lo trovi più qui sul maledetto hard disk?
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 17-05-2005 12:06  
film a mio avviso eccezionale nel suo genere. Un po' improbabile in certi punti, ma geniale. Grande De Niro.
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
nespola74

Reg.: 17 Gen 2005
Messaggi: 1006
Da: Civitavecchia (RM)
Inviato: 17-05-2005 18:54  
Bellissimo film, uno dei migliori di Martin Scorsese.
Grandissimo Robert Deniro.

_________________
Non esiste l'amore: esistono solo prove d'amore.

  Visualizza il profilo di nespola74  Invia un messaggio privato a nespola74    Rispondi riportando il messaggio originario
Drugo80


Reg.: 10 Ott 2004
Messaggi: 536
Da: pavia (PV)
Inviato: 18-05-2005 11:09  
IMPARERAI COSA VUOL DIRE PERDERE
ottimo film
_________________
LA JUVE SIAMO NOI

FANCULO A CHI NON HA PERMESSO IL SEGUITO DI SUCKER FREE CITY DI SPIKE LEE(2004)DOPO LA PUNTATA PILOTA

  Visualizza il profilo di Drugo80  Invia un messaggio privato a Drugo80  Email Drugo80    Rispondi riportando il messaggio originario
evilinside

Reg.: 02 Mar 2003
Messaggi: 519
Da: Otranto (LE)
Inviato: 19-05-2005 18:28  
quote:
In data 2005-05-17 18:54, nespola74 scrive:
uno dei migliori di Martin Scorsese.






sono d'accordo con te !
_________________
Visitate il mio sito interamente dedicato al mondo dell'horror : http://www.e-v-i-l-i-n-s-i-d-e.com/.
Sto cercando dei collaboratori che mi aiutino a migliorare e abbellire il sito. Fatevi avanti.....

  Visualizza il profilo di evilinside  Invia un messaggio privato a evilinside  Email evilinside  Vai al sito web di evilinside    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
0.353235 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: