FilmUP.com > Forum > Attualità - Insegnamento delle lingue nelle scuole italiane.
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Insegnamento delle lingue nelle scuole italiane.   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore Insegnamento delle lingue nelle scuole italiane.
Bowman

Reg.: 07 Nov 2003
Messaggi: 1584
Da: Trento (TN)
Inviato: 26-02-2004 14:16  
Stando in Germania in Erasmus mi sono sempre piú reso conto di quanto male vengano insegnate le lingue straniere nelle scuole italiane. In Europa siamo uno degli stati dove questi insegnamenti vengono fatti peggio, secondi solo a stati come Spagna o Portogallo. Penso che dovremmo valorizzare di piú queste materie che sono forse tra le poche che contano nelle scuole italiane. L'italiano viene parlato solo in Italia o nel canton Ticino ed é quindi quasi obbligatorio per noi conoscere almeno e sottolineo almeno un'altra lingua.
E invece no, ecco che ai poveri giovincelli, come era stato anche per me q wulli piú vecchi di me o della mia stessa generazione, tocca leggere la Divina Commedia e imparare i canti a memoria, per caritá, stupenda opera utile a conoscere le origini della letteratura, ma a livello pratico cosa abbiamo in mano?
Ma quello che mi fa piú inca**are é il metodo di insegnamento, basato solo sulla grammatica e spesso, troppo spesso, sulla semplice lettura di brani di letteratura classica che servono per passare la verifica e verranno successivamente dimenticati dopo che il voto é stato ottenuto. Sì perché l'importante é il voto, non se si conosce effettivamente la lingua. Ho conosciuto tanta di quella gente che si beccava i vari 8 e 9 e dopo nemmeno sapeva ordinare un litro di latte al supermercato o lo faceva in maniera pessima con una pronuncia degna di un filmaccio trash all'italiana. La conversazione e la pronuncia spessono vengono messe in secondo piano rispetto ad altre cose giá citate.
Quali sono le vostre esperienze in materia?

_________________
"E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"

[ Questo messaggio è stato modificato da: Bowman il 26-02-2004 alle 14:17 ]

  Visualizza il profilo di Bowman  Invia un messaggio privato a Bowman    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 26-02-2004 14:26  
mah..ti dirò..io l'inglese lo so discretamente..e nn ho mai fatto la letteratura..ma solo grammatica e due anni di conversazione....percui nn generalizziamo.....
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
Bowman

Reg.: 07 Nov 2003
Messaggi: 1584
Da: Trento (TN)
Inviato: 26-02-2004 14:30  
Il problema é che saperlo discretamente non significa saperlo. Ora. non sto dicendo che non lo sai, ma c'é tanta gente che crede di saperlo e la prima volta che lo deve usare sul serio non ce ne viene fuorio ce ne viene fuori in maniera pessima. Io non é che sia un esperto in lingue, ma sono anni che studio tedesco e inglese e ho raggiunto davvero ottimi livelli, il problema é che la scuola non mi ha dato davvero niente e solo grazie ad uno studio volontario sono riuscito a padroneggiare queste due lingue, ma il problema é che non tutti hanno la possibilitá di farlo ed é per questo che penso che la scuola italiana debbe muoversi in questa direzione.
_________________
Visto il volto nell'orgasmo ne hai visto l'anima (Christian Troy)

  Visualizza il profilo di Bowman  Invia un messaggio privato a Bowman    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 26-02-2004 14:35  
Nn me la tiro..però da come ho visto per alcune esperienze mie..lo padroneggio abbastanza bene.....
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 26-02-2004 17:50  
Sono d'accordo con te Bowman, io ho la fortuna di studiare in un'università privata che ogni anno, per tre anni, mi obbliga a frequenatare due corsi di lingua(uno di inglese e uno a scelta) e a sostenere due esami di ogni lingua l'anno.
I professori sono rigorosamente madre lingua, ed in classe è assolutamente vietato parlare in italiano. Le classi sono piccole( come al liceo) e tutto il materiale di studio viene dato in lingua originale.
Io che avevo frequentato un liceo scientifico con bilinguismo e scuola media sempre con bilinguismo, ho imparato molto più l'inglese qui che in 8 anni scolastici.
Il tutto solo perchè i professori essendo madre lingua mai per pigrizia ricorrono all'italiano, e anche le spiegazioni di letteratura ( che da me è però economia) sono date in lingua, cosa che non mi succedeva al liceo dove le lezioni venivano spiegate nella nostra lingua giusto per pigrizia.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
seanma

Reg.: 07 Nov 2001
Messaggi: 8105
Da: jjjjjjjj (MI)
Inviato: 26-02-2004 18:02  
quote:
In data 2004-02-26 17:50, gatsby scrive:
Sono d'accordo con te Bowman, io ho la fortuna di studiare in un'università privata che ogni anno, per tre anni, mi obbliga a frequenatare due corsi di lingua(uno di inglese e uno a scelta) e a sostenere due esami di ogni lingua l'anno.
I professori sono rigorosamente madre lingua, ed in classe è assolutamente vietato parlare in italiano. Le classi sono piccole( come al liceo) e tutto il materiale di studio viene dato in lingua originale.
Io che avevo frequentato un liceo scientifico con bilinguismo e scuola media sempre con bilinguismo, ho imparato molto più l'inglese qui che in 8 anni scolastici.
Il tutto solo perchè i professori essendo madre lingua mai per pigrizia ricorrono all'italiano, e anche le spiegazioni di letteratura ( che da me è però economia) sono date in lingua, cosa che non mi succedeva al liceo dove le lezioni venivano spiegate nella nostra lingua giusto per pigrizia.


Ovvio,gli insegnanti DEVONO essere madrelingua affinchè uno abbioa la bencheminima speranza di imparar qualcosa....in concreto.
_________________
sono un bugiardo e un ipocrita

  Visualizza il profilo di seanma  Invia un messaggio privato a seanma  Vai al sito web di seanma    Rispondi riportando il messaggio originario
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 26-02-2004 18:20  
io sono stato fortunato.....con l'università facevo anche scuola serale inglese con insegnanti inglesi....
_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 26-02-2004 21:28  
La riforma Moratti ha dato l'ennesima mazzata anche all'insegnamento delle lingue straniere, almeno per quanto riguarda le scuole medie.E' prevista una seconda lingua ma con ore ridotte sia alla nuova che a quella già preesistente,immaginatevi che guazzabuglio.
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
moxfurbona

Reg.: 04 Mar 2003
Messaggi: 1194
Da: lucca (LU)
Inviato: 27-02-2004 01:07  
Io credo che il modo con cui si insegnano le lingue ,almeno al liceo,siano ok.Di sicuro farei un po' meno shakespeare e un po' più orwell ,però il metodo non mi dispiace.La grammatica inglese è così semplice che devi imparare a mente 20 pagine.Non è un grosso sforzo e una volta che impari ad applicare le 20 pagg.ogni volta che pensi ad una frase in inglese ,hai imparato la lingua e così ti bastano un po' di dvd e un po' di internet per migliorare.
Io ho studiato lo spagnolo per l'università ,praticamente da autodidatta perchè non potevo frequentare,però con Tutto su mia madre e un bel libro sulle lotte politiche e la guerra civile sono stata a Barcellona questa estate e non ho avuto problemi!
Sarebbe bello se si insegnasse anche il francese però il tempo è quello che è ed è giusto che si faccia inglese perchè è più utile e più semplice.

Bowman tu parli tedesco perchè sei trentino?
Ma davvero le scuole sono bilingue da te? Che significa biligue? Classi metà tedesche o metà italiane o lezioni un po' in tedesco e un po' in italiano?

  Visualizza il profilo di moxfurbona  Invia un messaggio privato a moxfurbona    Rispondi riportando il messaggio originario
Bowman

Reg.: 07 Nov 2003
Messaggi: 1584
Da: Trento (TN)
Inviato: 27-02-2004 12:27  
No, a Trento non siamo bilingui. La regione Trentino-Alto Adige é divisa in due parti, appunto Trentino e Alto Adige (Südtirol), solo nella seconda gran parte della popolazione é bilingue, nella prima quasi nessuno lo é e ipochi che conoscono il tedesco lo sanno da cani! Io ho avuto tante esperienze in Germania e Austria e quest'anno studio a Brema in Erasmus. In piú studio all'universitá di Bolzano dove i corsi si svolgono in italiano, inglese e tedesco.
Se mi fossi limitato a quello che ho imparato a suola sarei davvero messo male. Ricordo una volta a Berlino in gita, cazzo tutti che studiano tedesco e nessuno che si azzarda a far due chiacchiere con un madrelingua. Gente che aveva 9 e sapeva tutte le possibili coniugazioni si vergognava di fare una brutta figura a spiccicare due parole e allora che fa? Parla in inglese! Ma allora che cazzo lo studi a fare? Vabbé...
Ma tornando al bilignuismo, in teoria un bilingue dovrebbe conoscere perfettamente o quasi due lingue, in Alto Adige (spero che Aralis capiti sul topic per correggere se sbaglio) ci sono scuole tedesche e scuole italiane, non so se esistano anche scuole miste, ma la probabilitá é alta. In piú c'é un esame credo proposto dal comune di Bolzano per conseguire un patentino che attesti l'effettivo bilinguismo. Credo che sia tutto al riguardo, poi sui discorsi di minoranze linguistiche e varie ci sarebbero libri da scrivere...
_________________
Visto il volto nell'orgasmo ne hai visto l'anima (Christian Troy)

  Visualizza il profilo di Bowman  Invia un messaggio privato a Bowman    Rispondi riportando il messaggio originario
moxfurbona

Reg.: 04 Mar 2003
Messaggi: 1194
Da: lucca (LU)
Inviato: 27-02-2004 14:54  
Grazie di avermi risposto ,non lo sapevo ed ero curiosa di capire come funziona!

  Visualizza il profilo di moxfurbona  Invia un messaggio privato a moxfurbona    Rispondi riportando il messaggio originario
liliangish

Reg.: 23 Giu 2002
Messaggi: 10879
Da: Matera (MT)
Inviato: 28-02-2004 13:16  
a scuola ho studiato solo francese per cinque anni, e ho avuto la fortuna di avere una professoressa veramente in gamba che ci portava spesso in laboratorio e ci parlava sempre in francese. diverse volte siamo andati anche a teatro a vedere le commedie in lingua originale.
nonostante questo non credo di poter dire di avere la padronanza della lingua, anche se un mio amico francese mi diceva che me la cavo abbastanza bene...
l'inglese, quel poco che so, l'ho imparato da sola e cerco di approfondirlo ad ogni occasione... ricordo però che al test d'inglese all'università un sacco di gente che aveva studiato inglese a scuola per cinque anni ottenne punteggi inferiori al mio che l'avevo imparato da sola in un'estate con le cassette! questo per dire quanto si studia male l'inglese a scuola...
la mia classe al liceo era divisa in due, una metà studiavamo il francese e un'altra metà l'inglese... beh a distanza di otto anni dalla fine della scuola devo dire che so l'inglese meglio dei miei vecchi compagni di classe.
la cosa stupida è che ragazzi che avevano fatto vacanze studio all'estero e parlavano inglese meglio dei compagni avevano voti più bassi perchè magari non sapevano a memoria i sonetti di Shakespeare!

_________________
...You could be the next.

  Visualizza il profilo di liliangish  Invia un messaggio privato a liliangish    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 28-02-2004 13:37  
premesso che condivido il primo post di Bowman spesso mi guardo intorno e mi chiedo: ma concretamente a chi serve saper parlare una seconda lingua per questioni lavorative?
Risposta: a quasi nessuno.

_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
aralis

Reg.: 18 Ott 2003
Messaggi: 3151
Da: bolzano (BZ)
Inviato: 28-02-2004 20:25  
quote:
In data 2004-02-27 12:27, Bowman scrive:
No, a Trento non siamo bilingui. La regione Trentino-Alto Adige é divisa in due parti, appunto Trentino e Alto Adige (Südtirol),

Ma tornando al bilignuismo, in teoria un bilingue dovrebbe conoscere perfettamente o quasi due lingue, in Alto Adige (spero che Aralis capiti sul topic per correggere se sbaglio) ci sono scuole tedesche e scuole italiane, non so se esistano anche scuole miste, ma la probabilitá é alta. In piú c'é un esame credo proposto dal comune di Bolzano per conseguire un patentino che attesti l'effettivo bilinguismo.



Aralis è arrivata qua e risponde:
Qui ci sono scuole tedesche e scuole italiane, miste purtroppo non ce ne sono, i politici non permettono.
Però l'insegnamento della seconda lingua inizia già negli asili, con insegnanti di madrelingua, per cui già da piccoli si apprendono bene le due lingue. Andando avanti con gli studi ci sono delle ore in cui, per esempio matematica, viene insegnata in tedesco agli italiani e viceversa, e si è obbligati a parlare e capire.Alle scuole superiori si studia poi anche l'inglese.
Il patentino è proposto dalla Provincia autonoma, che detiene qui il potere ( il Comune vale come il due di briscola)ed è obbligatorio per accedere a posti pubblici, anche qualche azienda privata lo richiede, tipo le banche.
Ci sono 4 gradi di patentino che corrispondono ai titoli di studio:
D per chi ha la licenza elementare e richiede una conoscenza superficiale solo parlata della lingua.
C per chi ha la licenza media
B per chi ha un diploma
A per i laureati
Senza patentino non è possibile lavorare in nessun posto pubblico,e i posti vengono assegnati in base alla proporzionale. Ogni dieci anni dobbiamo tutti fare la dichiarazione di appartenenza linguistica.

_________________

  Visualizza il profilo di aralis  Invia un messaggio privato a aralis    Rispondi riportando il messaggio originario
riddick

Reg.: 14 Giu 2003
Messaggi: 3018
Da: san giorgio in bosco (PD)
Inviato: 28-02-2004 20:47  
quote:
In data 2004-02-26 14:16, Bowman scrive:
Stando in Germania in Erasmus mi sono sempre piú reso conto di quanto male vengano insegnate le lingue straniere nelle scuole italiane. In Europa siamo uno degli stati dove questi insegnamenti vengono fatti peggio, secondi solo a stati come Spagna o Portogallo. Penso che dovremmo valorizzare di piú queste materie che sono forse tra le poche che contano nelle scuole italiane. L'italiano viene parlato solo in Italia o nel canton Ticino ed é quindi quasi obbligatorio per noi conoscere almeno e sottolineo almeno un'altra lingua.
E invece no, ecco che ai poveri giovincelli, come era stato anche per me q wulli piú vecchi di me o della mia stessa generazione, tocca leggere la Divina Commedia e imparare i canti a memoria, per caritá, stupenda opera utile a conoscere le origini della letteratura, ma a livello pratico cosa abbiamo in mano?
Ma quello che mi fa piú inca**are é il metodo di insegnamento, basato solo sulla grammatica e spesso, troppo spesso, sulla semplice lettura di brani di letteratura classica che servono per passare la verifica e verranno successivamente dimenticati dopo che il voto é stato ottenuto. Sì perché l'importante é il voto, non se si conosce effettivamente la lingua. Ho conosciuto tanta di quella gente che si beccava i vari 8 e 9 e dopo nemmeno sapeva ordinare un litro di latte al supermercato o lo faceva in maniera pessima con una pronuncia degna di un filmaccio trash all'italiana. La conversazione e la pronuncia spessono vengono messe in secondo piano rispetto ad altre cose giá citate.
Quali sono le vostre esperienze in materia?

_________________
"E' buffo come i colori del vero mondo diventano veramente veri soltanto quando uno li vede sullo schermo"

[ Questo messaggio è stato modificato da: Bowman il 26-02-2004 alle 14:17 ]



concordo in pieno. si perdono ore e ore per filosofia-che senza offesa per gli appassionati, non credo serva ad un beato cazzo- e di informatica non si fa una cicca. si perdono ore su quel maledetto piagnone di leopardi e si insegna lingua straniera poco e male

  Visualizza il profilo di riddick  Invia un messaggio privato a riddick    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
0.024643 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: