FilmUP.com > Forum > Attualità - Le bombe a orologeria
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Le bombe a orologeria   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore Le bombe a orologeria
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 12-03-2004 16:18  
Il Giorno,La Nazione,il Resto del Carlino.
12 marzo 2004

di Giovanni Morandi
MADRID

"Il massacro dell'11 marzo chiude una campagna elettorale del premier del centro destra Aznar ,basata su un messaggio martellante: <O con noi, o il caos>.

'Il giorno più nero nella storia dell'infamia',l'ha chiamato Josè Maria Aznar,che non si ricandida alle elezioni di domenica ma resta il punto di riferimento del centrodestra. La gran fascia di indecisi e di scontenti verso il Governo del Partido Popular è probabilmente stata cancellata dalle bombe dell'Eta. I giochi sono cambiati. Ora è probabile che il PP possa anche conquistare la maggioranza assoluta,traguardo che fino alle ore 7.30 di ieri mattina appariva impensabile raggiungere. Ma non è detto che tutto vada per questo verso.

Gli elettori spagnoli non avevano gradito i toni ansiogeni della campagna elettorale di Aznar e non ne potevano più dell'allarmismo seminato a scopi di propaganda. Una scelta del muro contro muro che aveva sollevato non poche preoccupazioni anche per l'aumento della tensione nei rapporti coi paesi baschi e catalani. La moderazione di bamby,soprannome del leader socialista Josè Luis Rodrugez Zapatero,aveva conquistato consensi ed era stata apprezzata la sua aria di uomo tranquillo. Il suo programma liberal-socialista era stato paragonato dai media a quello di John Kerry . Una moderazione ,che in questa emergenza,potrebbe essere vista come inadeguatezza ma che,proprio perchè più saggia,potrebbe essere la scelta da quella fascia di indecisi ,che accusano il governo di intemperanze e perciò di essersi andato a cercare guai.

Re Juan Carlos ha espresso il suo orrore in un messaggio trasmesso ieri sera dalla televisione : 'il terrorismo non piegherà il futoro della Spagna'. E Aznar,nelle sue apparizioni in tv,ha usato il suo prediletto linguaggio da duro:' Non ci sono negioziati con i terroristi,solo con la fermezza ne usciremo,bisogna farla finita,i responsabili marciranno in galera. Non cambieremo il sistema a causa dei terroristi nè perchè smettano di uccidere'.
Il premier Aznar -mentre i partiti dichiaravano sospesa la campagna elettorale e il governo decretava tre giorni di lutto-ha chiesto agli spagnoli che si riversino nelle strade per esprimere la loro condanna.
Una gran conclusione,che sembra fatta apposta per i suoi gusti.
Ma gli spagnoli voteranno con la testa o sotto la spinta dell'emotività?
Le bombe dell'Eta hanno sconvolto il gioco ma non è superfluo ricordare quel che gli spagnoli pensavano prima delle stragi. Secondo gli ultimi sondaggi del Cis,l'istituto demoscopico statale,solo il 33 percento era soddisfatto del governo di Aznar e il 60 percento diffidava del suo premier. Tanta impopolarità derivava anche dal clima di tensione ,che l'aznarismo aveva suscitato negli ultimi mesi .

Si tenga presente che non è scomparso dalla memoria collettiva il ricordo della guerra civile e che tutto ciò che può far rivivere il fantasma delle due spagne è visto con grande apprensione.
Anche perciò il 62 percento degli elettori si dichiarava favorevole ad un cambiamento politico.
Poi ci sono state le bombe e Aznar ha potuto dare il meglio di sé."


  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 12-03-2004 16:18  
Il poche parole quanto influisce questo attentato sulle elezioni politiche di domenica in Spagna?
I cittadini voteranno probabilmente spinti dall'emotività,come riporta anche l'articolo.
E quanti di loro si sentiranno in grado di optare per un cambiamento ,togliere la fiducia all'uscente governo di centro destra in crisi di consensi,e darla a chi non si sa con quale affidabilità potrebbe governare il paese?
Nei momenti estremamente difficili come questi un cambiamento è il pensiero più razionale?
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
philipcat

Reg.: 08 Feb 2004
Messaggi: 1372
Da: Roma (RM)
Inviato: 12-03-2004 16:32  
quote:
In data 2004-03-12 16:18, Quilty scrive:
Il poche parole quanto influisce questo attentato sulle elezioni politiche di domenica in Spagna?
I cittadini voteranno probabilmente spinti dall'emotività,come riporta anche l'articolo.
E quanti di loro si sentiranno in grado di optare per un cambiamento ,togliere la fiducia all'uscente governo di centro destra in crisi di consensi,e darla a chi non si sa con quale affidabilità potrebbe governare il paese?
Nei momenti estremamente difficili come questi un cambiamento è il pensiero più razionale?




Stai sottintendendo che per una certa parte politica questo attentato è provvidenziale?
Alzi la mano colui che non si è abbandonato a questo cattivo pensiero.
_________________
Don't dream it, be it.

  Visualizza il profilo di philipcat  Invia un messaggio privato a philipcat     Rispondi riportando il messaggio originario
caiomario
ex "Shady87"

Reg.: 04 Lug 2003
Messaggi: 2527
Da: Verona (VR)
Inviato: 12-03-2004 16:37  
sarà molto importante sapere chi ha organizzato l'attentato...il governo spagnolo ha i suoi interessi, anche per questo l'eta è stata subito tirata in causa....

  Visualizza il profilo di caiomario  Invia un messaggio privato a caiomario  Vai al sito web di caiomario     Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 12-03-2004 16:47  
< O con noi,o il caos>


  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
zacrage

Reg.: 15 Feb 2004
Messaggi: 308
Da: iglesias (CA)
Inviato: 12-03-2004 18:58  
Nessun motivo politico, economico, etico e morale giustifica quello che è successo. L'uomo dimostra di essere la creatura più stupida della terra, serve a tanto quello che dio o chi per lui ci ha messo dentro la testa se lo facciamo funzionare male?
_________________
we are accidents
waiting to append
RADIOHEAD-THERE THERE

  Visualizza il profilo di zacrage  Invia un messaggio privato a zacrage    Rispondi riportando il messaggio originario
stevie

Reg.: 26 Feb 2004
Messaggi: 2135
Da: viterbo (RM)
Inviato: 13-03-2004 00:12  
quote:
In data 2004-03-12 16:47, Quilty scrive:
< O con noi,o il caos>





Anche da noi fra poco ci sono le elezioni....
_________________
Save the cheerleader, save the world

  Visualizza il profilo di stevie  Invia un messaggio privato a stevie    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 13-03-2004 10:05  
quote:
In data 2004-03-13 00:12, stevie scrive:

Anche da noi fra poco ci sono le elezioni....


Si ma sono elezioni amministrative e europee ed è diverso dalle elezioni politiche nazionali come quelle che si terranno domenica in Spagna.
Lo stesso giornale dell'articolo che ho riportato,La Nazione,che è ben lungi dall'essere un giornale di sinistra,ha più volte riportato ieri che è quasi scontata una riconferma del partito di Aznar ,vittoria che sembrava un miraggio fino al 10 marzo.
Ovviamente tutto è possibile;ricordo però un articolo di Umberto Eco dopo il delitto di Marco Biagi il cui titolo era: Sparare perché nulla cambi.
La pista dell'Eta è piuttosto improbabile poichè non solo questa organizzazione terroristica ha sempre rivendicato i suoi attentati,e questa volta nega ogni responsabilità,ma non ha mai preso di mira gli obbiettivi civili. Il suo mirino è sempre stato puntato verso uomini politici ,funzionari,amministratori di partito,mai cittadini comuni,se non per sbaglio. Inoltre un attentato del genere alla vigilia delle elezioni politiche farebbe crollare drasticamente ogni speranza di successo o incremento dei consensi per l'Eta stessa e rafforzerebbe invece la politica di chi ha sempre dichiarato lotta dura al terrorismo basco,cioè il Partito Popolare di Aznar. E' quanto di più controproducente l'eta potrebbe mai attuare,sarebbe una politica folle!

Diciamo che queste bombe sono una specie di test.

Se il risultato sarà quello di compattare gli elettori verso un insperato consenso all'uscente governo in crisi,allora entro la fine di ottobre ci potremo tranquillamente preparare ad un altro terribile e shockkante attentato ai danni di innocenti cittadini statunitensi.
La fiducia verso l'amministrazione Bush,anche questa al punto più basso del consenso di tutti questi 4 anni,salirebbe vertiginosamente ai livelli post 11 settembre (cioè quando l'82% degli americani si fidavano ciecamente di George d'Arabia)consegnandogli un secondo mandato senza bisogno di alcuna campagna elettorale.

Senza contare che nel 2006 anche noi italiani saremo chiamati a rinnovare il Parlamento italiano,e stiamo sempre parlando di quelle nazioni ,gli Usa,la Spagna,l'Italia,che appoggiano con la politica dei loro governi la guerra in Iraq e l'ocupazione militare di quel territorio senza alcun mandato delle Nazioni Unite.

Vorrei tanto sbagliarmi in tutto questo e me lo auguro con tutto il cuore ma è un giochetto che devo aver già letto da qualche parte,forse in quel libro profetico che ha come titolo una certa data,un libro in cui le bombe venivano messe dal governo stesso per ottenere il consenso e mantenere la gente in un perenne stato di terrore.






_________________

Io so

[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 13-03-2004 alle 12:34 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 13-03-2004 13:18  
Che l'Eta non c'entri, l'ho dato per scontato fin dall'inizio, anche se i media vogliono far credere il contrario.Ma sullo zampino islamico ho qualche dubbio.Oddio, Quilty, il solo pensare che i governi siano capaci di una simile azione,per convogliare i voti degli elettori in un unico senso, mi terrorizza e mi angoscia.Dovrei, a questo punto, esternare un mio intimo pensiero che pubblicamente non ho mai avuto il coraggio di affermare e che, razionalmente mi sono sempre rifiutata di credere, cioè che il peggior nemico del cittadino sia lo Stato???? Sono costernata, sembra tutto così assurdo!!!!

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 13-03-2004 13:47  
Ormai ogni anno si vota in qualsiasi nazione, vuoi perf governo, europa, regioni, pronnce, comuni, referendum insomma mai ci sarà qualche evento eccezionale che non sia prossimo a qualche verifica elettorale.

Inoltre queste tesi di complotti interni è quanto di più fantasioso possa esistere.
E' il ragionamento che porta a credere tali tesi che li rende utopistci.
Difatti accusare lo steso stato che sucbisce un attentato è di una facilità a aprole disarmante.
Infatti qualsiasi prova si porti a controbattere queste affermazioni si dice che tanto sono inquinate da l fatto stesso che le forniscono coloro che a tuo avviso sono rei.
E così senza alcuna prova si possono affermare tesi di qualisiasi tipo, puntando alla continua corruzione morale di chi dovrebbe indagare, ma senza però portare alcuna argomentazione.

Tralasciando poi un punto essenzialiale:
Il movente.

difatti credi che un governo valga una strage?
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 13-03-2004 22:09  
Quando un milionario muore assassinato, i primi sospettati sono gli eredi.
Si indaga su ogni pista,ma soprattutto su chi ne trae beneficio.

Non c'è da stupirsi che i media forniscano una versone preconfezionata al pubblico:
è stato A o è stato B?
Nessuna menzione viene fatta per C,che è il più probabile beneficiario di questo assurdo bagno di sangue.

Un attentato è un atto politico,segue una precisa strategia politica. Tutte le associazioni terroristiche hanno ( a parte la fantomatica e invisibile Al Qaeda,ovvero la Cia)un programma di lotta politica per rivendicare dei diritti secondo questi negati.E' sempre stato così.

Un attentato a 3 giorni dalle elezioni politiche nazionali,che sono le elezioni più importanti,poichè stabiliscono la politica di un governo e in particolar modo la politica estera di un governo,è un dato assolutamente significativo.

In una democrazia non si possono costringere gli elettori con la forza,ma li si può ricattare,condizionare.
Questi attentati sono un pesantissimo ricatto al cittadino spagnolo che domani si recherà alle urne per determinare la politica dei prossimi anni del suo paese.
Non a caso il premier uscente Aznar fa di tutto per tenere in pista la responsabilità dell'Eta(nonostante le smentite della stessa!!!)poichè il suo partito è sempre stato il più intransigente con il terrorismo basco ,e questo non può che far confluire voti al suo partito in crisi di consensi fino all'altro giorno;non
Non a caso avevo posto delle domande a cui naturalmente non si risponde ,per replicare solo con risposte preconfezionate che si potrebbero adattare ad una discussione a caso.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 13-03-2004 22:15  
quote:
In data 2004-03-13 13:47, gatsby scrive:

difatti credi che un governo valga una strage?



Se hai mai aperto un libro di storia in vita tua,avrai scoperto che è pieno delle più atroci nefandezze.
Basta guardare alla recente storia delle nazioni sudamericane. Sono piene di stragi per continue e infinite lotte di potere.
Mi stupisco di una simile domanda.
La storia dell'umanità è piena di simili casi.
E' come entrare in un Mc Donald e chiedere se vendono hamburgher.
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 14-03-2004 01:42  
si, sciuramente è mal posta, però questo tono da "non hai mai aperto un libro di storia" te lo puoi anche risparmiare...

Dovevo specificare comunque che si stà paralando di paesi democratici, e che le perosne al governo in questi Paesi non traggono i benefici che cercano i dittatori, sno persone che oltretutto nonstante governino il proprio Paese sottostanno al controllo di istituaioni sovranazionali come la Comunità Europea e l'Onu. La loro libertà di agire seppur grande, è comunque limitata.

Comunque fatto stà che in nessuno dei due tuoi messaggi abbia portato una sola anche illusoria prova di ciò che affermi, ma solo congetture.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 14-03-2004 13:57  
notizia televideo:
13/03 23:00
Spagna,manifestazioni contro il governo
Centinaia di persone a Madrid, Barcellona e in altre città della Spagna,hanno dato inizio stasera a una serie di manifestazioni spontanee contro il governo di aver "occultato la verità" sulle responsabilità della strage. I dimostranti, convocati via internet e sms, stanno protestando con il metodo delle "caceroladas", ossia battendo su pentole e tegami, inventato in America Latina e suonando i clacson delle auto.

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 14-03-2004 13:57  
14/03 09:08
Spagna al voto, ancora manifestazioni
Manifestazioni anche questa mattina davanti alla sede del Partito popolare spagnolo a Madrid. Gli slogan urlati dalla folla accusano il governo Aznar di aver mentito sulla matrice della strage di giovedì. Sul posto, un forte dispositivo di sicurezza,tra cui alcune camionette della polizia antisommossa. E alle 9 si sono regolarmente aperti i seggi per le legislative.La giunta per le elezioni ha accolto un ricorso dei Popolari che ritengono "illegali" le manifestazioni (ieri 6-7000 persone), perchè turbano la giornata elettorale.

_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
0.077800 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: