FilmUP.com > Forum > Attualità - Basta indentificarci nel demonio. Imparate a ragionare.
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Basta indentificarci nel demonio. Imparate a ragionare.   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 )
Autore Basta indentificarci nel demonio. Imparate a ragionare.
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 01-05-2004 17:20  
Prossimo messaggio per Riotta:

Titolo: Strani silenzi su questioni importanti.



Caro Riotta,se il postulato iniziale è che la prontezza della diffusione delle notizie sulle torture ad opera delle truppe anglo americane è una testimonianza di democrazia ,come valutare allora il fatto che tutti media ignorano sistematicamente i rapporti di Amnesty International sull'uso illegittimo delle bombe a grappolo, dei proiettili all'uranio impoverito, delle stesse torture la cui denuncia, da come si legge dai rapporti di questa Onlus, era già da tempo stata segnalata e volutamente ignorata? Come valutare il silenzio di tomba su una questione fondamentale, cioè che gli Stati Uniti appoggiano un regime brutale come quello dell'Arabia Saudita alla faccia dei diritti umani, e come considerare questi fatti come prova di democrazia , di libertà d'informazione se la conoscenza degli stessi viene taciuta o sussurrata?


Se si mette in dubbio la legittimità dell'azione umanitaria americana basandosi su un fatto marginale, seppur grave, che potrebbe venir considerato come un incidente di percorso("questi episodi non devono accadere mai più!", come commenta lei stesso)
perchè allora non prendere in considerazione il fatto che sistematicamente gli Usa appoggiano,tutt'ora e da anni, con la loro politica, le violazioni dei diritti umani in altri paesi?

E' chiaro che se quest'ultima tesi venisse esposta, cadrebbe ogni dubbio sulla legitimmità e la buona fede dell'azione umanitaria americana;al contrario ,limitandosi a denunciare e sottolineare un fatto grave ma circostanziato, un episodio singolo come quello delle torture, questa buona fede viene solo lievemente intaccata, ma di fatto non la si contesta con argomenti e fatti esistenti che renderebbero concetti come "missione umanitaria","esportare la democrazia e i diritti umani" , teoremi del tutto inconcepibili.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 01-05-2004 17:25  
Questo messaggio sui limiti dell'analisi critica dei media glielo spedico poi domani...non vorrei che il nostro affezionatissimo si incazzasse e decidesse di troncarlo.
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
angel76st

Reg.: 18 Apr 2004
Messaggi: 1945
Da: ostuni (BR)
Inviato: 02-05-2004 19:25  
Quilty ti ammiro.
_________________
"quando vivi nella paura arrivi al punto , che vorresti essere morto." Sonatine.

  Visualizza il profilo di angel76st  Invia un messaggio privato a angel76st  Email angel76st     Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 03-05-2004 16:24  
Grazie,ho appena postato il messaggio qui sopra , con una riga aggiunta (Se non è Lazio-Roma, come lei sostiene, perchè non denunciare anche questi fatti?).

Verificheremo gli effetti della censura.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 03-05-2004 alle 16:25 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 03-05-2004 17:03  
Risultato: cambiato il titolo .
E' un titolo molto ironico,poichè Riotta si guarda bene dall'ascoltare Amnesty e a prendere in considerazione i suoi rapporti.

Siddo
2004-05-03 16:48 Ascoltare Amnesty ottima idea

Caro Riotta,se il postulato iniziale è che la prontezza della diffusione delle notizie sulle torture ad opera delle truppe anglo americane è una testimonianza di democrazia ,come valutare allora il fatto che tutti media ignorano sistematicamente i rapporti di Amnesty International sull'uso illegittimo delle bombe a grappolo, dei proiettili all'uranio impoverito, delle stesse torture la cui denuncia, da come si legge dai rapporti di questa Onlus, era già da tempo stata segnalata e volutamente ignorata? Come valutare il silenzio di tomba su una questione fondamentale, cioè che gli Stati Uniti appoggiano un regime brutale come quello dell'Arabia Saudita alla faccia dei diritti umani, e come considerare questi fatti come prova di democrazia , di libertà d'informazione se la conoscenza degli stessi viene taciuta o sussurrata? Se si mette in dubbio la legittimità dell'azione umanitaria americana basandosi su un fatto marginale, seppur grave, che potrebbe venir considerato come un incidente di percorso("questi episodi non devono accadere mai più!", come commenta lei stesso) perchè allora non prendere in considerazione il fatto che sistematicamente gli Usa appoggiano,tutt'ora e da anni, con la loro politica, le violazioni dei diritti umani in altri paesi? Se non è Lazio-Roma,come lei sostiene,perchè non denunciare anche questi fatti? E' chiaro che se quest'ultima tesi venisse esposta, cadrebbe ogni dubbio sulla legitimmità e la buona fede dell'azione umanitaria americana;al contrario ,limitandosi a denunciare e sottolineare un fatto grave ma circostanziato, un episodio singolo come quello delle torture, questa buona fede viene solo lievemente intaccata, ma di fatto non la si contesta con argomenti e fatti esistenti che renderebbero concetti come "missione umanitaria","esportare la democrazia e i diritti umani" , teoremi del tutto inconcepibili.


  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 )
  
0.117777 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: