FilmUP.com > Forum > Attualità - Che tristezza...
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Che tristezza...   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 )
Autore Che tristezza...
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 27-04-2004 11:42  
quote:
In data 2004-04-27 00:40, gatsby scrive:
si, ma il brutto è che in qualche modo così si rinnega il fatto che il fascismo appartiene a tutti noi. E' il passato di tutti, così come è di tutti la "Liberazione", soprattuto perchè di quelli che c'erano all'epoca pochi ormai sono qui. E così invece du esser una festa nazionale molto spesso diventa il pretesto per litigi e vecchie e inutli diatribe. l responsabilità non è di nessuno e allo stesso mdo di tutti. e' storicamente così, e cambiare adesso è difficile, ma averne quantomeno la volontà non sarebbe male.



Il fascismo non è il passato di tutti, ci sono antifascisti che sono stati in carcere e lì sono morti, c'è gente che vi si è opposta dall'inizio e nel migliore dei casi è finita al confino.
E' stato imposto a tutti, questo si, come è vero che molti fascisti si sono ricostruiti fama di anti fascisti in men che non si dica e in modi poco chiari, spesso per torna conto personale e non certo per amor di democrazia.

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 27-04-2004 12:13  
LA generazione che ha vossuto il fascismo e la guerra è ormai sempre più esigua, e come è normale che sia finirà per appartenre a tutti.
Già i nostri genitori(almeno quasi tutti quelli di noi uternti del forum) al massimo possono citare i loro genitori...
E così qualsiasi sia il passato familiare di ognuno di noi tutto va a riconflueire in un'identità comune che fa di noi una nazione e un popolo.
Così ragionando il 4 Novembre solo che ha avuto i propri avi a combattere per l'Unità di Italia avrebbe il diritto di festeggiarla, o comunque il background giusto per sentirla propria.
Il fatto che la festa sia nazionale già di suo dovrebbe far comprendere a molti che non c'è una prioità di alcune fazioni politiche,ma anzi al contrario dovrebbe essere una festa in cui non c'entra la politica se la si vuole "nazionale".Un momento d'unità diviene purtroppo un ulteriore pretesto politco per rivendicare le proprie idee. e questo a distanza di quasi sessant'anni mi sembra abbastanza superficiale.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
mariano

Reg.: 01 Nov 2003
Messaggi: 2282
Da: san remo (IM)
Inviato: 28-04-2004 20:11  
quote:
In data 2004-04-26 22:13, EricDraven scrive:
quote:
In data 2004-04-26 19:11, mariano scrive:
quote:
In data 2004-04-26 12:27, EricDraven scrive:


E rivediti pure gli Italiani ammazzati nelle foibe dai partigiani comunisti solo perchè non erano comunisti! Ti ricordi solo le vittime degli errori alleati?




o dio mio, mi eri piaciuto fino a qua,e anche molto, ma poi mi sei scaduto anche te nella solita addizioncina scema (comunisti italiani+regimi comunisti=odio di classe....)
per l'appunto gli sgautteri di tito ucidevano gli italiani indistintamente:dai fascisti irriducibili, ai comunisti più puri.
seconda e ultima cosa. il PCI a preso le distanza dall'unione soietica, gia dalla seconda metà degli anni 60.
berlusconi invece, è già al terzo anno consecutivo che nn si degna di mostrarsi alle tue care manifestazioni di unità e liberazione nazionale, nè come cittadino italiano, nè nelle sue vesti istituzionali.
vogliamo parlare anche di questa vergogna nazionale???
ciao




Guarda che io ho tirato fuori questo argomento solo per far notare a ginestra che in Italia ci si vuol ricordare di ogni vittima degli Americani e le altre si infilano sotto il tappeto, come se non fossero stati italiani pure loro. Non mi sembra un bel discorso sbandierare gli italiani morti durante i bombardamenti per sminuire il ruolo americano nella liberazione. Cmq per quanto riguarda le distanze il tuo discorso è molto opinabile visto che ancora oggi c'è chi inneggia a Lenin e Stalin. Prendere le distanze vuol dire anche rinunciare a certi simboli. Per esempio Fini rinuncia alla fiamma... quando a sinistra rinunceranno a falce e martello?
Infine, per quanto riguarda Berlusca, non cadere tu nella canzoncina scema 'difendi gli americani allora sei di FI' perchè mi dispiace deluderti, ma non ho votato FI.
Ultimissima cosa, se rileggi il mio post iniziale, vedrai che io ho deplorato solo certi atteggiamenti che non condivido, non ho insultato intere categorie nè negato il ruolo dei partigiani di sinistra. Ho solo ricordato che non erano i soli.
Così come non ho avuto difficoltà a concordare sul valore delle idee di Marx. Non mi sembra di essere una persona faziosa o che vive di preconcetti.



il PCI ha preso le distanze dall'unione sovietica già dagli anni 60 con il grande luigi longo (ma nn l'ho già ripetuto un migliaio di volte))?
la falce e il martello, x quanto siano simboli che nn appartengono + al mio partito,ne continuo a difendere la rappresentanza, x la sua presenza visiva e spirituale, giacchè vanno delegati, assolutamente e solamente, ai diritti e allo sfoggio proletariato.
x quanto rigurda Fini, ti vorrei ricordare che stiamo parlando della stessa persona che 10 anni fa andava in giro a proclamare mussolini come il + grande statista del 900.
e per l'appunto ti voglio riproporre,in forma testuale, un simpatico discorsetto del buon gianfranco, ad un convegno miessino tenutosi nel '93
"Cari camerati....il MSI, l'intero MSI,rivendica fermissimamente il proprio diritto, e orgoglio, di essere fascisti.
sgomberiamo il campo da ogni equivoco: sia chiaro che se ci chiedono di abuire rispetto alla nostra storia, alla nostra tradizione, noi nn lo faremo!
la biglietteria x canossa x noi nn esiste!
essere fascisti, oggi, è un vanto.
è pretendere una società diversa.
è tenere saldi alcuni principi."
verissimo che le giravolte nel campo politico sono sottintese, ma nel caso di fini l'abbondanza straripa all'eccesso.
cmq sia charo che io nn ho nulla contro di te!
sempre meglio di quella mitomane accalorata di ginestra!

_________________
"Ci sono bambini tonti,ottusi e insensibili. Ci sono quelli che sono molto sensibili,ipersensibili. Quelli ipersensibili possono diventare dei disadattati;ma anche degli artisti"

[ Questo messaggio è stato modificato da: mariano il 28-04-2004 alle 20:14 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: mariano il 28-04-2004 alle 20:16 ]

  Visualizza il profilo di mariano  Invia un messaggio privato a mariano    Rispondi riportando il messaggio originario
mariano

Reg.: 01 Nov 2003
Messaggi: 2282
Da: san remo (IM)
Inviato: 28-04-2004 20:18  
ergo:l'anno del discorso è il 90.
_________________
Io accetto il caos, non so se il caos accetta me.

  Visualizza il profilo di mariano  Invia un messaggio privato a mariano    Rispondi riportando il messaggio originario
Lord_Elric
ex "EricDraven"

Reg.: 01 Apr 2004
Messaggi: 2186
Da: piombino (LI)
Inviato: 29-04-2004 01:27  
Credo che l'intenzione di Fini di rompere con quel passato non sia fasulla visto che all'interno del partito ci sono stati dei dissidi e chi ha sbattuto la porta (tipo la pornostar mancata Alessandra Mussolini)...
Il mio dubbio sulle distanze nasce dal fatto che quando si va a grattare via la vernice di modernità i leader dei comunisti tirano sempre fuori gli stessi slogan (America Assassina, i Padroni della Ferriera, l'applicabilità del Comunismo...)
... e soprattutto dal fatto che ci siano tante persone che per tradizione votano comunista, che organizzano manifestazioni per l'anniversario di Stalin... organizzazioni studentesche che sotto l'egida dei comunisti italiani e/o rifondazione organizzano conferenze sul marxismo-leninismo e lo propongono come soluzione attuabile oggi...

_________________
"Elric non può avere ciò che più desidera. Ciò che desidera non esiste. Ciò che desidera è morto. Elric ha soltanto angoscia, rimorso, malvagità, odio. E' tutto ciò che merita e tutto ciò che potrà mai desiderare" M.Moorcock-Elric di Melnibonè

  Visualizza il profilo di Lord_Elric  Invia un messaggio privato a Lord_Elric     Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 29-04-2004 15:06  
ancora oggi c'è chi inneggia a Lenin e Stalin. Prendere le distanze vuol dire anche rinunciare a certi simboli. Per esempio Fini rinuncia alla fiamma... quando a sinistra rinunceranno a falce e martello?



Ribadisco a questa frase, affinché sia chiaro, una volta per tutte,il concetto.Qui si confonde la realtà storica che è, invece, molto chiara.
Noi abbiamo subito un ventennio fascista, dove è accaduto di tutto.
Ora rispondetemi voi: quando mai abbiamo subito una dittatura comunista?????
Quindi dire che i politici di sinistra dovranno rinunciare alla falce e al martello, non ha senso,essi sono simbolo della forza del popolo e del proletariato; che in Russia e altri paesi, ne abbiamo fatto un cattivo uso, a noi non interessa.La politica di Berlinguer non ha fatto alcun danno all'Italia, anzi, molti nostri traguardi li dobbiamo ad una grande forza di opposizione, quale fu quella sinistra dei bei tempi.
Oggi, fateci caso, i vari D'alema e company hanno rinunciato si, e si sono messi all'ombra chi della quercia, chi dell'Ulivo,e cosa hanno ottenuto? Appunto, di non essere né carne e né pesce (l'ennesima figura la stanno facendo sulla discussione del rientro e non delle truppe italiane dall'Iraq).Una sinistra che non esiste,a parte qualche partito di minoranza, che porta, coraggiosamente avanti le proprie idee, ma che è una voce isolata nel deserto.Ritornando a Fini,
sfido io che abbia rinnegato la fiamma, qui ci sono ancora le ferite di quella dittatura, è giusto che abbia agito così.Vedremo , in seguito, in quanta buona fede lo abbia fatto.
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 29-04-2004 20:35  
quote:
In data 2004-04-29 01:27, EricDraven scrive:
Credo che l'intenzione di Fini di rompere con quel passato non sia fasulla visto che all'interno del partito ci sono stati dei dissidi e chi ha sbattuto la porta (tipo la pornostar mancata Alessandra Mussolini)...
Il mio dubbio sulle distanze nasce dal fatto che quando si va a grattare via la vernice di modernità i leader dei comunisti tirano sempre fuori gli stessi slogan (America Assassina, i Padroni della Ferriera, l'applicabilità del Comunismo...)
... e soprattutto dal fatto che ci siano tante persone che per tradizione votano comunista, che organizzano manifestazioni per l'anniversario di Stalin... organizzazioni studentesche che sotto l'egida dei comunisti italiani e/o rifondazione organizzano conferenze sul marxismo-leninismo e lo propongono come soluzione attuabile oggi...




io chiedevo nello specifico, tu sei rimasto sul vago. Oltre a conoscere poco la storia del PCI...

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
mariano

Reg.: 01 Nov 2003
Messaggi: 2282
Da: san remo (IM)
Inviato: 29-04-2004 21:29  
quote:
In data 2004-04-29 20:35, xander77 scrive:
quote:
In data 2004-04-29 01:27, EricDraven scrive:
Credo che l'intenzione di Fini di rompere con quel passato non sia fasulla visto che all'interno del partito ci sono stati dei dissidi e chi ha sbattuto la porta (tipo la pornostar mancata Alessandra Mussolini)...
Il mio dubbio sulle distanze nasce dal fatto che quando si va a grattare via la vernice di modernità i leader dei comunisti tirano sempre fuori gli stessi slogan (America Assassina, i Padroni della Ferriera, l'applicabilità del Comunismo...)
... e soprattutto dal fatto che ci siano tante persone che per tradizione votano comunista, che organizzano manifestazioni per l'anniversario di Stalin... organizzazioni studentesche che sotto l'egida dei comunisti italiani e/o rifondazione organizzano conferenze sul marxismo-leninismo e lo propongono come soluzione attuabile oggi...




io chiedevo nello specifico, tu sei rimasto sul vago. Oltre a conoscere poco la storia del PCI...


è incredibile, ma mi trovo a concordare con xander.
e aggiungo che fini puo fare e dire tutto ciò che vuole, ma io nn gli crederò mai.

_________________
Io accetto il caos, non so se il caos accetta me.

  Visualizza il profilo di mariano  Invia un messaggio privato a mariano    Rispondi riportando il messaggio originario
Lord_Elric
ex "EricDraven"

Reg.: 01 Apr 2004
Messaggi: 2186
Da: piombino (LI)
Inviato: 29-04-2004 22:01  
Tu hai questa impressione di Fini... a me questa impressione la danno i vertici dei partiti che raccolgono l'eredità del PCI (intendo Comunisti italiani e Rifondazione)che non prendono mai le distanze da certi atteggiamenti... ma credo che le nostre siano impressioni che possono indifferentemente rivelarsi vere/false.
Per quanto riguara la storia del PCI attendiamo vivamente che tu continui la tua esposizione nel topic apposito... ginestra ti dava per censurato da Berlusca, io per rapito dal KGB

_________________
"Elric non può avere ciò che più desidera. Ciò che desidera non esiste. Ciò che desidera è morto. Elric ha soltanto angoscia, rimorso, malvagità, odio. E' tutto ciò che merita e tutto ciò che potrà mai desiderare" M.Moorcock-Elric di Melnibonè

  Visualizza il profilo di Lord_Elric  Invia un messaggio privato a Lord_Elric     Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 29-04-2004 22:59  
quote:
In data 2004-04-29 22:01, EricDraven scrive:
Tu hai questa impressione di Fini... a me questa impressione la danno i vertici dei partiti che raccolgono l'eredità del PCI (intendo Comunisti italiani e Rifondazione)che non prendono mai le distanze da certi atteggiamenti...



I vertici di questi partiti hanno inneggiato a Stalin?
Io continuo a non capire, e mi sembra di giocare ad "Acqua, Fuocherello, Fuoco!".
Non vorrei essere frettoloso nel giudicarti come uno che ragione per luoghi comuni, quindi per ora attendo...

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
moxfurbona

Reg.: 04 Mar 2003
Messaggi: 1194
Da: lucca (LU)
Inviato: 30-04-2004 13:52  
quote:
In data 2004-04-29 01:27, EricDraven scrive:
all'interno del partito ci sono stati dei dissidi e chi ha sbattuto la porta (tipo la pornostar mancata Alessandra Mussolini)...



Checchè tu ne possa pensare io non riderei dell'uscita della Mussolini perchè era uno dei migliori politici di destra.La Mussolini è stata capace a dispetto del cognome che porta di mettere spesso da parte le facili ideologie e di pensare con la propria testa,per esempio trovandosi d'accordo con certa sinistra per quanto riguardava questioni e disegni di legge inerenti al modno femminile.Ha dimostrato di essere grande anche e proprio perchè ha avuto il fegato di dire ,da donna di destra, che Fini a Gerusalemme a testa bassa e con la kippah era un'immagine oscena ,patetica e ridicola.
Fini ha fatto alla destra quello che Rutelli ha fatto alla sinistra,siacqua sciacqua sciacqua rosso e nero son diventati bianco.

  Visualizza il profilo di moxfurbona  Invia un messaggio privato a moxfurbona    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 30-04-2004 15:50  
Già l'ho scritto tempo fa: la Mussolini è una barzelletta, e stringi stringi alla fine il "peso" del cognome ha prevalso eccome.
Basta guardare con chi ha stretto alleanze dopo che è fuoriuscita da An (anche se era sufficiente guardare il motivo della sua uscita dal partito di Fini per rendersene conto), in barba alle sue opinioni "coraggiose e liberali".
_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
moxfurbona

Reg.: 04 Mar 2003
Messaggi: 1194
Da: lucca (LU)
Inviato: 03-05-2004 01:28  
quote:
In data 2004-04-30 15:50, xander77 scrive:
Già l'ho scritto tempo fa: la Mussolini è una barzelletta, e stringi stringi alla fine il "peso" del cognome ha prevalso eccome.
Basta guardare con chi ha stretto alleanze dopo che è fuoriuscita da An (anche se era sufficiente guardare il motivo della sua uscita dal partito di Fini per rendersene conto), in barba alle sue opinioni "coraggiose e liberali".



A me è piaciuta proprio perchè ha detto 'ahò me chiamo Mussolini non potete fare i ruffiani co' israele solo perchè è politicamente conveniente...ahò!'.
Sarà perchè nella mia opinione le idee di an non sono cambiate nè dopo fiuggi nè dopo gerusalemme.In questo senso dico perchè fare i piacioni con israele quando è un puro calcolo economico? E' come rutelli che chiede i voti alla sinistra e poi smentisce facendo una faccia disgustata di essere un'ex comunista come se di questo si dovesse vergognare.Perchè? Secondo me ,Xander, uno dei problemi della politica di oggi è dovuto a queste facciate ,che fanno perdere fiducia agli elettori.In questo senso ogni tanto mi scopro a pensare (e un po' mi faccio paura!) che Berlusconi sia un grande perchè quanto meno è come un bambino,lui è esattamente come appare agli occhi della sinistra...stupido e ladro,con le sue battute e i suoi processi.

  Visualizza il profilo di moxfurbona  Invia un messaggio privato a moxfurbona    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 )
  
0.221353 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: