FilmUP.com > Forum > Attualità - GLI ANNI '80
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > GLI ANNI '80   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Pagina successiva )
Autore GLI ANNI '80
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 18-06-2004 15:24  
sinceramente ciò che mi interessa è il ricordo personale

che me frega del giudizio politico storico ecc ecc

come giudico gli anni 80
dai 9 ai 19 anni : bei ricordi

poi è curioso il ricordo che mi ha fatto venire Ginestra sul terremoto e di come si possa vivere un evento, che per migliaia di persone è stata una tragedia, in un bel ricordo

io vivevo a Nocera Inferiore (Salerno)
ho avuto due fortune:
1 - mi ero trasferito a settembre di quell'anno e la casa dove sono andato a vivere era nuova, appena costruita
TERREMOTO = NEANCHE UN GRAFFIO

2 - il giorno del terremoto, una domenica sera, ero a Napoli
SPAVENTO POCO perchè l'intensità era già smorzata dalle distanze (a Nocera le cose erano state ben diverse)

insomma due colleghi di mio padre furono meno fortunati con la casa e poichè la nostra era parecchio grande ci ritrovammo ad ospitare una famiglia con 4 figli più un altra persona appunto

sembrava di essere in vacanza una cosa strana da descrivere ma da un punto di vista umano molto bella

_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 18-06-2004 16:05  
poi è curioso il ricordo che mi ha fatto venire Ginestra sul terremoto e di come si possa vivere un evento, che per migliaia di persone è stata una tragedia, in un bel ricordo


Madonna santa, leggi più attentamente, da dove evinci che è un bel ricordo?????
Io ero a casa, il pavimento cominciò a zigzagare, si spense la luce e alla rinfusa scendemmo tutti giù, tra le urla generali!!!
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 18-06-2004 16:29  
forse mi sono espresso male
per me è un bel ricordo

per altri probabilmente no
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Luke71

Reg.: 06 Ago 2003
Messaggi: 3997
Da: pavia (PV)
Inviato: 18-06-2004 17:46  
Sono d'accordo...

  Visualizza il profilo di Luke71  Invia un messaggio privato a Luke71    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 18-06-2004 19:04  
quote:
In data 2004-06-18 17:46, Luke71 scrive:
Sono d'accordo...



ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh
l'avatar
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 18-06-2004 19:06  
quote:
In data 2004-06-16 14:45, alessio984 scrive:
Gli anni ’80.
Ci sono due correnti di pensiero:
la prima è quella che inneggia allo splendore degli anni ’80 che ha come suo leader spirituale Raf che con la sua canzone “Cosa resterà degli anni’80” (la ricordate) elogia appunto quel periodo. Questa corrente in generale loda la spensieratezza di quegli anni, le mode, la musica ecc.

la seconda è quella capitanata da Manuel Agnelli, leader degli Afterhours con la canzone “Non si esce vivi dagli anni ‘80” che sostiene il contrario, affermando che gli anni ’80 non erano spensierati, ma SUPERFICIALI . In questa corrente potrei anche includere Ligabue. Cito ciò che c’è scritto nel libro di Riccardo Bertoncelli “Una vita da mediano”:

(commento alla canzone “Non è tempo per noi”)
«Eravamo a fine anni ’80, io ho vissuto malissimo quel decennio e questa canzone altro non è che lo specchio del malessere di una persona che non riusciva a credere che si fosse passati così, radicalmente, da un decennio eccessivamente politicizzato a un decennio così vuoto».

Facciamo dunque il punto della situazione.
Cosa hanno prodotto gli anni ’80.
Tante cose, facendo una paronamica generale, su due piedi, elenco le prime cose che mi vengono in mente:
i manga giapponesi, Ronald Reagan, Margaret Tatcher, Vasco Rossi, E.T., Karate Kid, Michael Jackson, Van Damme, George Michael, gli Iron Maiden, Bettino Craxi, l’Italia vince i mondiali, 2 scudetti al Napoli (scusate ma ci voleva!), Maratona, Pino Daniele, Massimo Troisi, Lino Banfi, Renato Pozzetto, ecc.

In campo musicale nascono due generi che soppiantano (temporaneamente quelli precedenti):
1) la musica House: infatti gli anni ’80 sono il decennio del boom delle discoteche. Nelle canzoni, anche quelle pop e rock, venivano inserite sonorità elettroniche in conseguenza della rivoluzione tecnologica.
2) la musica heavy metal (nacque alla fine degli anni ’70, ma in questo decennio ebbe appunto il boom)

In Italia invece è il periodo di Raf, Luca Carboni,Vasco Rossi… e da lì cominciò il declino di Lucio Battisti, che ruppe con Mogol e cominciò la collaborazione con Pasquale Panella.

Ora la mia domanda è, voi cosa ne pensate degli anni ’80? A quale delle due correnti vi sentite di appartenere? Ditemi tutto ciò che volete, attaccatemi, di tutto……

il mio pensiero è questo:
Io sono CONTRO gli anni ’80, in quanto sostengo che l’arte riflette il mondo! E secondo me l’arte in quel periodo è stata la più brutta di tutto il secolo:

Odio l’havey metal (non me ne vogliano i metallari), ed ancor di più odio la musica house e le discoteche.
Al cinema sbancavano i botteghini Sylvester Stallone e Arnold Shwarzenegger, per non parlare poi del cinema italiano. Dopo decenni di lusso, con Dino Risi, Mario Monicelli, Federico Fellini, Vittorio Gassman, ecc. negli anni ’80 il cinema diventa monopolio dei vari Pozzetto, Villaggio e Vanzina vari. Da lì è cominciato l’inarrestabile declino del cinema italiano.

Le politiche mondiali, quelle appunto di Reagan e Tatcher erano quelle ultra-liberisti: roba da vomito! sappiamo tutti cosa è successo in Inghilterra in quel periodo! Inoltre mi allaccio a ciò che dice Ligabue: nel ’68 scoppiò il movimento studentesco, ed i ’70 furono anni molto politicizzati in tutto il mondo! Invece negli ’80 niente! Solo omicidi e criminalità (“gli anni di piombo”).

In quel decennio contava l’APPARIRE e non l’ESSERE! Ci fu anche il vero boom della televisione. Silvio Berlusconi cominciò da lì ad avere il monopolio su tutto ecc.

Eric J. Hobsbawn, il più grande storico vivente, nel suo libro “Il secolo breve” divide il ‘900 in tre parti: “L’età della catastrofe” (fino al II conflitto mondiale), “L’età dell’oro” e “La frana”.
Ora l’ulrimo periodo comincia dal 1973 (dalla nota crisi petrolifera, conseguenza della guerra del Kippur).
A pag. 471 scrive: «la storia dei vent’anni dopo il 1973 è quella di un mondo che ha perso i suoi punti di riferimento e che è scivolato nell’instabilità e nella crisi. Solo negli anni ’80 però divenne chiaro quanto irrimediabilmente si fossero sgretolate le fondamenta dell’età dell’oro […] si ammetteva che le “recessioni” degli anni ’80 erano “le più serie da cinquant’ani a questa parte” ».

Poi a pag. 474, nella nota: « […] il tasso di disoccupazione giovanile in Europa negli anni ’80 era sorprendentemente alto, tranne nella Svezia e nella Germania occidentale, che avevano governi socialdemocratici. Negli anni 1982-88 i tassi di disoccupazione giovanile andavano da oltra il 20% in Gran Bretagna a più del 40% in Spagna e al 46% in Norvegia».

Inoltre a pag. 486: «Non è un caso se “dei dieci più grandi omicidi di massa della storia americana […] otto sono avvenuti dopo il 1980”, e in genere sono stati commessi da uomini bianche di mezza età, dai trenta ai cinquant’anni “dopo un prolungato periodo di solitudine, di frustrazione e di rabbia”, nel quale erano spesso precipitati a seguito di una catastrofe esistenziale, come la perdita del lavoro o un divorzio. Era forse un frutto del caso “la crescente cultura dell’odio negli Stati Uniti”, che può averli incoraggiati a compiere tali delitti? Quest’odio diffuso venne a galla nei testi delle canzoni di musica popolare degli anni ’80 e si manifestò nella crescente e aperta crudeltà di molti film e programmi televisivi.».

Quindi, voi cosa ne pensate?


solo per dirti che non c'è stato nessun declino di Lucio....anzi!!!!!!
_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
alessio984

Reg.: 10 Mar 2004
Messaggi: 6302
Da: Napoli (NA)
Inviato: 18-06-2004 19:15  
quote:
In data 2004-06-18 19:06, clagle01 scrive:


solo per dirti che non c'è stato nessun declino di Lucio....anzi!!!!!!

[/quote] Quindi tu apprezzi più il Lucio Battisti del secondo periodo?! sei il primo a cui lo sento dire! (non è un'offesa!)

  Visualizza il profilo di alessio984  Invia un messaggio privato a alessio984  Email alessio984    Rispondi riportando il messaggio originario
alessio984

Reg.: 10 Mar 2004
Messaggi: 6302
Da: Napoli (NA)
Inviato: 18-06-2004 19:22  
quote:
In data 2004-06-18 15:05, Marxetto scrive:
Rispetto invece a quanto si trattava nel post iniziale,ovvero l'ambito strettamente musicale,non bisogna lasciarsi ingannare dalle apparenze e i luoghi comuni.Se è vero com'è vero che in quel dato periodo nacquero generi per i quali non nutro sotto diversi punti di vista grosso aprezzamento(vedi certa elettronica di "largo consumo")c'è anche da dire che sono venute alla ribalta realtà interessantissime,influenti come poche,in grado di rinnovare il panorama del pop-rock come pochi altri erano stati in grado di fare in precedenza.Tra i primissimi nomi che mi vengono in mente posso citare gli Smiths,o gli stessi Sonic Youth,nati in quel contesto,per non parlare di tutto il filone dark-wave,che aldilà dei contenuti e qualche eccentricità di troppo,ha inequivocabilmente segnato l'evoluzione del rock in maniera indelebile,inscrivendo determinati artisti nella "leggenda".

Però sono solo perle in un mare di fango.
Non dimentichiamoci che il cinema anni '80 ha sfornato veri e propri capolavori assoluti. Tanto per fare qualche titolo:
SHINING
TORO SCATENATO
THE ELEPHANT MAN
FULL METAL JACKET
VELLUTO BLU
BLADE RUNNER
la serie di INDIANA JONES
C'ERA UNA VOLTA IN AMERICA
FUORI ORARIO

Però appunto sono lavori isolati. Se diamo uno sguardo al panorama generale ci accorgiamo di un declino rispetto ai precedenti '70 (così come per la musica).
Molte produzioni erano per "film sportivi": non a caso negli anni '80 ci fu anche il boom delle PALESTRE. La vittoria dei muscoli sul cervello!

Anche nella musica ci furono cose buone. Tanto per dirne una a me piacciono i Pixies. Ma i '70 furono un BUON PERIODO (come i '60). Negli ottanta ci sono solo pochi casi. E isolati!

  Visualizza il profilo di alessio984  Invia un messaggio privato a alessio984  Email alessio984    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 18-06-2004 20:00  
mah

depeche mode
rem
u2
madonna
e non ho più voglia di pensare
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
alessio984

Reg.: 10 Mar 2004
Messaggi: 6302
Da: Napoli (NA)
Inviato: 18-06-2004 20:14  
quote:
In data 2004-06-18 20:00, Tenenbaum scrive:
mah

depeche mode
rem
u2
madonna
e non ho più voglia di pensare


Chiedi a marxetto cosa ne pensa degli u2 e di madonna!

  Visualizza il profilo di alessio984  Invia un messaggio privato a alessio984  Email alessio984    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 18-06-2004 20:22  
u2 non sono grande ammiratore
però non si può fare a meno di considerarli

madonna è un genio, per me
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Marxetto

Reg.: 21 Ott 2002
Messaggi: 3954
Da: Milano (MI)
Inviato: 18-06-2004 21:33  
quote:
In data 2004-06-18 20:14, alessio984 scrive:
Chiedi a marxetto cosa ne pensa degli u2 e di madonna!



...ma Marxetto non è il depositario di alcuna verità...

In ogni modo fino ad "Achtung Baby" gli U2 ritengo siano stati una grande band(seppur con qualche alto & basso qualitativo),Madonna è valso più che altro come simbolo di una e più generazioni,ma un simbolo decisamente più "di costume" che musicale.Comunque il suo genere personalmente non mi è mai piaciuto.
_________________

  Visualizza il profilo di Marxetto  Invia un messaggio privato a Marxetto  Vai al sito web di Marxetto     Rispondi riportando il messaggio originario
McMurphy

Reg.: 27 Dic 2002
Messaggi: 7223
Da: Verano Brianza (MI)
Inviato: 18-06-2004 23:42  
ripensando ai primi anni 80, togliendo gli eventi prettamente personali, mi ricordo l' escalation nucleare tra usa e urss ... sui giornali si parlava di nuove dislocazioni di missili intercontinentali, di rifugi nucleari come di nuove autovetture ... di film come "the day after" (non quella tamarrata che hanno fatto adesso) ... alcune volte mi domando come e' possibile che non sia successo davvero niente di tutto quello di brutto che poteva succedere ...

chi e' nato negli anni 90 non puo' capire, alcune volte faccio fatica a crederci che sia successo ...

... mi piacerebbe sapere se qualcuno che ha vissuto i primi anni '80 sentiva come me la tensione e la paura che si respirava in quegli anni ... o forse ero particolarmente impressionabile io

musicalmente parlando basterebbe ricordare chi andava per la maggiore: duran duran e spandau ballet ... ho detto

_________________
Lo stupido è insidiosissimo. L'imbecille lo riconosci subito, mentre lo stupido ragiona come te, salvo uno scarto infinitesimale. Il matto lo riconosci subito. E' uno stupido che non conosce i trucchi. Lo stupido la sua tesi sbilenca cerca di dimostrarla.

  Visualizza il profilo di McMurphy  Invia un messaggio privato a McMurphy    Rispondi riportando il messaggio originario
alessio984

Reg.: 10 Mar 2004
Messaggi: 6302
Da: Napoli (NA)
Inviato: 19-06-2004 00:59  
quote:
In data 2004-06-18 23:42, McMurphy scrive:

musicalmente parlando basterebbe ricordare chi andava per la maggiore: duran duran e spandau ballet ... ho detto



Senza dimenticare l'hit parade Sweet Dreams degli Eurythmics

  Visualizza il profilo di alessio984  Invia un messaggio privato a alessio984  Email alessio984    Rispondi riportando il messaggio originario
Sgrunt

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 144
Da: milano (MI)
Inviato: 19-06-2004 19:52  
sn stati il medioevo del buongusto

  Visualizza il profilo di Sgrunt  Invia un messaggio privato a Sgrunt    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Pagina successiva )
  
0.221921 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: