FilmUP.com > Forum > Attualità - la giusta pena per saddam...
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > la giusta pena per saddam...   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 Pagina successiva )
Autore la giusta pena per saddam...
Lord_Elric
ex "EricDraven"

Reg.: 01 Apr 2004
Messaggi: 2186
Da: piombino (LI)
Inviato: 06-07-2004 00:16  
quote:
In data 2004-07-05 21:03, Saeros scrive:
quote:
In data 2004-07-04 12:46, Julian scrive:
quote:
In data 2004-07-03 21:25, Saeros scrive:
questo e` vero, svizzerun, ma... io ho pensato ad Hitler. mi sono chiesta cosa sarebbe successo se non si fosse ucciso. lo avrebbero lasciato in vita? sarebero sorti gli stessi dubbi che abbiamo ora con Saddam?



Io non avrei ucciso nemmeno Hitler..però
i lavori forzati molto duri non glieli avrebbe tolti nessuno.



pero` dubito che i sopravvissuti ai campi di sterminio riuscirebbero a pensarla come te...




Anche i familiari di un bambino ucciso da un pedofilo probabilmente vorrebbero vedere morto l'assassino, non importa che uno abbia fatto milioni di morti per trovare chi vorrebbe condannarlo a morte. La legge ci fa essere un gradino al di sopra dei criminali appunto perchè vieta la vendetta.
_________________
"Elric non può avere ciò che più desidera. Ciò che desidera non esiste. Ciò che desidera è morto. Elric ha soltanto angoscia, rimorso, malvagità, odio. E' tutto ciò che merita e tutto ciò che potrà mai desiderare" M.Moorcock-Elric di Melnibonè

  Visualizza il profilo di Lord_Elric  Invia un messaggio privato a Lord_Elric     Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 06-07-2004 10:12  
Si tratta di scindere l'istinto dalla parte raziocinante, è chiaro che al primo impulso verrebbe voglia di farsi vendetta anche da soli, ma la mente ci detta che bisogna essere un tantino superiori e usare bene quello che madre natura ci ha dato, rispetto a tutti gli altri animali.
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
DonVito
ex "quentin83"

Reg.: 14 Gen 2004
Messaggi: 11488
Da: torino (TO)
Inviato: 06-07-2004 12:28  
io gli farei mangiare una delle sue armi chimiche.....e poi gliela farei sputare in faccia a george w.... mi stanno entrambi sulle palle...quindi invece di far morire migliaia tra soldati e civili...potrebbero uccidersi tra di loro così non fanno più danni.....va bene come soluzione?
_________________
Regista: "Digli che mi chieda qualsiasi altra cosa, ma questo é un favore che non posso fare"
Tom Hagen: "Lui non chiede un secondo favore se gli si rifiuta il primo, capisci?"

  Visualizza il profilo di DonVito  Invia un messaggio privato a DonVito    Rispondi riportando il messaggio originario
gruccia


Reg.: 31 Mag 2004
Messaggi: 101
Da: Firenze (FI)
Inviato: 06-07-2004 14:09  
quote:
In data 2004-07-06 12:28, quentin83 scrive:
io gli farei mangiare una delle sue armi chimiche.....e poi gliela farei sputare in faccia a george w.... mi stanno entrambi sulle palle...quindi invece di far morire migliaia tra soldati e civili...potrebbero uccidersi tra di loro così non fanno più danni.....va bene come soluzione?



è una buona soluzione....!! anche a me stanno sul culo parecchio...

  Visualizza il profilo di gruccia  Invia un messaggio privato a gruccia    Rispondi riportando il messaggio originario
Julian

Reg.: 27 Gen 2003
Messaggi: 6177
Da: Erbusco (BS)
Inviato: 06-07-2004 18:22  
quote:
In data 2004-07-06 14:09, gruccia scrive:
quote:
In data 2004-07-06 12:28, quentin83 scrive:
io gli farei mangiare una delle sue armi chimiche.....e poi gliela farei sputare in faccia a george w.... mi stanno entrambi sulle palle...quindi invece di far morire migliaia tra soldati e civili...potrebbero uccidersi tra di loro così non fanno più danni.....va bene come soluzione?



è una buona soluzione....!! anche a me stanno sul culo parecchio...



La soluzione è simpatica..però vi assicuro
che la guerra la farebbero lo stesso..con
o senza i due simpaticoni

  Visualizza il profilo di Julian  Invia un messaggio privato a Julian    Rispondi riportando il messaggio originario
gruccia


Reg.: 31 Mag 2004
Messaggi: 101
Da: Firenze (FI)
Inviato: 12-07-2004 12:12  
quote:
In data 2004-07-06 18:22, Julian scrive:
quote:
In data 2004-07-06 14:09, gruccia scrive:
quote:
In data 2004-07-06 12:28, quentin83 scrive:
io gli farei mangiare una delle sue armi chimiche.....e poi gliela farei sputare in faccia a george w.... mi stanno entrambi sulle palle...quindi invece di far morire migliaia tra soldati e civili...potrebbero uccidersi tra di loro così non fanno più danni.....va bene come soluzione?



è una buona soluzione....!! anche a me stanno sul culo parecchio...



La soluzione è simpatica..però vi assicuro
che la guerra la farebbero lo stesso..con
o senza i due simpaticoni


forse hai ragione, o forse no!! quei due sono assetati di potere...
_________________
Finchè il colore della pelle di un uomo sarà più importante dei suoi occhi, sarà sempre guerra. Bob Marley

  Visualizza il profilo di gruccia  Invia un messaggio privato a gruccia    Rispondi riportando il messaggio originario
Pythoniana

Reg.: 06 Lug 2004
Messaggi: 1257
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 12-07-2004 12:55  
Ergastolo, salvo periodiche esposizioni al pubblico ludibrio con pece e piume.
_________________
"Riempi il tuo cranio di vino prima che si riempia di terra, disse Kayam." Nazim Hikmet

  Visualizza il profilo di Pythoniana  Invia un messaggio privato a Pythoniana  Email Pythoniana     Rispondi riportando il messaggio originario
gruccia


Reg.: 31 Mag 2004
Messaggi: 101
Da: Firenze (FI)
Inviato: 14-07-2004 13:37  
quote:
In data 2004-07-12 12:55, Pythoniana scrive:
Ergastolo, salvo periodiche esposizioni al pubblico ludibrio con pece e piume.



sono tutte più o meno simili le nostre soluzioni....
_________________
Finchè il colore della pelle di un uomo sarà più importante dei suoi occhi, sarà sempre guerra. Bob Marley

  Visualizza il profilo di gruccia  Invia un messaggio privato a gruccia    Rispondi riportando il messaggio originario
Jakkma

Reg.: 07 Mag 2003
Messaggi: 1168
Da: Busto Arsizio (VA)
Inviato: 14-07-2004 14:02  
Che decidano iracheni, curdi, sunniti e sciiti la pena da infliggere a 'sto schifoso. Però, al tempo stesso, fare la stessa cosa a Bush, Blair e Berlusconi, i tre idioti, bugiardi e guerrafondai assetati di soldi e petrolio, che ci hanno trascinato in quell'orrenda follia della guerra in Iraq. Io, ripeto, per Saddam farei decidere al popolo iracheno.
_________________
La storia è maestra, ma nessuno impara quasi mai niente. -Marco Travaglio-
L'indipendenza è una bella cosa; purtroppo, non ci sono uomini liberi. -Peter Gomez-

  Visualizza il profilo di Jakkma  Invia un messaggio privato a Jakkma    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-11-2006 14:10  
Al termine di un processo durato poco più di un anno, l'ex dittatore iracheno Saddam Hussein è stato oggi condannato a morte per crimini contro l'umanità. In piedi, e con il consueto tono di sfida, egli ha cercato di contrastare il giudice che annunciava la sentenza, scandendo ripetutamente ad alta voce "Allah Akbar" (Dio è grande), ma alla fine è stato costretto a lasciare l'aula, mentre il giudice completava la lettura del verdetto. Su otto imputati solo uno è stato prosciolto, un funzionario locale del partito Baath, mentre oltre a Saddam altri due sono stati condannati a morte: Barzan al Tikriti, suo fratellastro ed ex capo dei famigerati servizi segreti, e l'ex presidente del tribunale rivoluzionario Awad al Bander.

L'ex vice presidente Taha Yassin Ramadan è stato condannato all' ergastolo, mentre altri tre funzionari locali del Baath sono stati condannati a 15 anni di prigione. Per tutti l'accusa era di responsabilità a vario livello nella strage di 148 sciiti del villaggio di Dujail, compiuta, secondo quanto ha dimostrato l'accusa, per rappresaglia dopo un fallito attentato nel 1982 contro l'allora presidente Saddam Hussein.

Il giudice Abdul Rauf Rahman ha iniziato l'udienza, la numero 41 dall'avvio del procedimento il 19 ottobre dello scorso anno, chiamando gli imputati uno alla volta e leggendo loro la parte del verdetto che li riguardava. Particolarmente minaccioso è stato Ramadan, quando ha reagito affermando che il suo "destino non è nelle mani del tribunale, ma in quelle di Dio, e in quelle dei mujaheddin", vale a dire i combattenti nostalgici del deposto regime.

Barzan, che nel corso dell'intero procedimento ha tenuto un atteggiamento particolarmente burrascoso, oggi era invece apparentemente calmo e dopo avere appreso della sua condanna alla pena capitale si è limitato beffardamente ad esprimere i suoi "auguri e complimenti" al giudice. Meno calmo è stato invece Saddam: mentre il giudice iniziava la lettura, l'ex presidente, in piedi nella gabbia degli imputati, con un copia del Corano tra le mani, ha provato ad interromperlo proclamando ad alta voce "Allah Akbar", oppure "lunga vita all'Iraq e al popolo iracheno" e, rivolto ai giudici, "siete schiavi degli occupanti, siete traditori".

Nella zona dell'aula riservata ai giornalisti, alcuni hanno applaudito, quando il giudice ha pronunciato la sentenza, che però, in base alla legge irachena, per essere applicata deve ora essere confermata in un nuovo grado di giudizio. In caso di condanna alla pena capitale o all'ergastolo è previsto infatti che la richiesta di appello venga avanzata automaticamente e, nel caso di conferma, dopo la ratifica da parte del consiglio presidenziale formato dal capo dello Stato e dai suoi due vice presidenti, deve essere applicata entro 30 giorni.

L'emittente Tv di Stato al Iraqiya ha trasmesso come sempre le immagini dall'aula in differita di una ventina di minuti. Gli iracheni hanno appreso così con un leggero ritardo il verdetto. La prima reazione a Baghdad - dove da ieri era in vigore il coprifuoco - sono stati alcuni colpi di mortaio sparati contro il quartiere Adamiya a maggioranza sunnita. Nel grande sobborgo sciita di Sadr City, così come in altre zone della città, sono state udite continue raffiche di mitra esplose verso il cielo in segno di giubilo. A Tikrit, città natale di Saddam Hussein migliaia di persone sono invece scese in strada per denunciare come "traditori" i giudici del tribunale, e per chiedere vendetta contro gli abitanti di Dujail.

E mentre gli avvocati della difesa già affermano che la sentenza è "illegale" perché emessa da "un tribunale politico", il premier Nuri al Maliki ha affermato in una conferenza stampa che il verdetto "non rappresenta una condanna ad un individuo, ma bensì una condanna ad un intero periodo oscuro, che non ha uguali in tutta la storia".
----


evvai, peggior cosa non si poteva scegleire. Facciamone un marire!!!!
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-11-2006 14:11  
quote:
In data 2004-07-02 10:21, gatsby scrive:
Batsa che non sia la pena di morte



ed infatti c'è la pena di morte.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
pensolo

Reg.: 11 Gen 2004
Messaggi: 14685
Da: Genova (GE)
Inviato: 05-11-2006 14:25  
quote:
In data 2006-11-05 14:11, gatsby scrive:
quote:
In data 2004-07-02 10:21, gatsby scrive:
Batsa che non sia la pena di morte



ed infatti c'è la pena di morte.




Quindi si può affermare con certezza che oggi l'Irak sia un paese democratico
_________________
Bart,voglio condividere con te le tre massime indispensabili per andare avanti nella vita.N°1:"Mi raccomando coprimi" N°2: "Miticooo!Ottima idea capo" N°3:"Era già così quando sono arrivato io"

  Visualizza il profilo di pensolo  Invia un messaggio privato a pensolo     Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-11-2006 14:29  
adesso non mischiamo gli argomenti sennò vine efuori un calderone in cui non si capisce nulla. E poi anche aderendo all'idea che sia stata una guerra sbagliata, era meglio (per noi e per loro) che Saddam avesse continuato a comandare in Iraq?
(questo però rispondimi in un altro topic, uno dei tanti sulla guerra)
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
pensolo

Reg.: 11 Gen 2004
Messaggi: 14685
Da: Genova (GE)
Inviato: 05-11-2006 14:50  
quote:
In data 2006-11-05 14:29, gatsby scrive:
adesso non mischiamo gli argomenti sennò vine efuori un calderone in cui non si capisce nulla. E poi anche aderendo all'idea che sia stata una guerra sbagliata, era meglio (per noi e per loro) che Saddam avesse continuato a comandare in Iraq?
(questo però rispondimi in un altro topic, uno dei tanti sulla guerra)




Ma non mi pare di aver mischiato nulla. Qui nessuno nega che Saddam sia un essere spregevole e un dittatore. Commentavo solo la sua condanna
_________________
Bart,voglio condividere con te le tre massime indispensabili per andare avanti nella vita.N°1:"Mi raccomando coprimi" N°2: "Miticooo!Ottima idea capo" N°3:"Era già così quando sono arrivato io"

  Visualizza il profilo di pensolo  Invia un messaggio privato a pensolo     Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 05-11-2006 15:15  
quote:
In data 2006-11-05 14:10, gatsby scrive:
Al termine di un processo durato poco più di un anno, l'ex dittatore iracheno Saddam Hussein è stato oggi condannato a morte per crimini contro l'umanità. In piedi, e con il consueto tono di sfida, egli ha cercato di contrastare il giudice che annunciava la sentenza, scandendo ripetutamente ad alta voce "Allah Akbar" (Dio è grande), ma alla fine è stato costretto a lasciare l'aula, mentre il giudice completava la lettura del verdetto. Su otto imputati solo uno è stato prosciolto, un funzionario locale del partito Baath, mentre oltre a Saddam altri due sono stati condannati a morte: Barzan al Tikriti, suo fratellastro ed ex capo dei famigerati servizi segreti, e l'ex presidente del tribunale rivoluzionario Awad al Bander.

L'ex vice presidente Taha Yassin Ramadan è stato condannato all' ergastolo, mentre altri tre funzionari locali del Baath sono stati condannati a 15 anni di prigione. Per tutti l'accusa era di responsabilità a vario livello nella strage di 148 sciiti del villaggio di Dujail, compiuta, secondo quanto ha dimostrato l'accusa, per rappresaglia dopo un fallito attentato nel 1982 contro l'allora presidente Saddam Hussein.

Il giudice Abdul Rauf Rahman ha iniziato l'udienza, la numero 41 dall'avvio del procedimento il 19 ottobre dello scorso anno, chiamando gli imputati uno alla volta e leggendo loro la parte del verdetto che li riguardava. Particolarmente minaccioso è stato Ramadan, quando ha reagito affermando che il suo "destino non è nelle mani del tribunale, ma in quelle di Dio, e in quelle dei mujaheddin", vale a dire i combattenti nostalgici del deposto regime.

Barzan, che nel corso dell'intero procedimento ha tenuto un atteggiamento particolarmente burrascoso, oggi era invece apparentemente calmo e dopo avere appreso della sua condanna alla pena capitale si è limitato beffardamente ad esprimere i suoi "auguri e complimenti" al giudice. Meno calmo è stato invece Saddam: mentre il giudice iniziava la lettura, l'ex presidente, in piedi nella gabbia degli imputati, con un copia del Corano tra le mani, ha provato ad interromperlo proclamando ad alta voce "Allah Akbar", oppure "lunga vita all'Iraq e al popolo iracheno" e, rivolto ai giudici, "siete schiavi degli occupanti, siete traditori".

Nella zona dell'aula riservata ai giornalisti, alcuni hanno applaudito, quando il giudice ha pronunciato la sentenza, che però, in base alla legge irachena, per essere applicata deve ora essere confermata in un nuovo grado di giudizio. In caso di condanna alla pena capitale o all'ergastolo è previsto infatti che la richiesta di appello venga avanzata automaticamente e, nel caso di conferma, dopo la ratifica da parte del consiglio presidenziale formato dal capo dello Stato e dai suoi due vice presidenti, deve essere applicata entro 30 giorni.

L'emittente Tv di Stato al Iraqiya ha trasmesso come sempre le immagini dall'aula in differita di una ventina di minuti. Gli iracheni hanno appreso così con un leggero ritardo il verdetto. La prima reazione a Baghdad - dove da ieri era in vigore il coprifuoco - sono stati alcuni colpi di mortaio sparati contro il quartiere Adamiya a maggioranza sunnita. Nel grande sobborgo sciita di Sadr City, così come in altre zone della città, sono state udite continue raffiche di mitra esplose verso il cielo in segno di giubilo. A Tikrit, città natale di Saddam Hussein migliaia di persone sono invece scese in strada per denunciare come "traditori" i giudici del tribunale, e per chiedere vendetta contro gli abitanti di Dujail.

E mentre gli avvocati della difesa già affermano che la sentenza è "illegale" perché emessa da "un tribunale politico", il premier Nuri al Maliki ha affermato in una conferenza stampa che il verdetto "non rappresenta una condanna ad un individuo, ma bensì una condanna ad un intero periodo oscuro, che non ha uguali in tutta la storia".
----




Saddam Hussein e' stato riconosciuto colpevole dall'Alta Corte Penale irachena per l'assassinio di 148 sciiti a Dujail nel 1982.
E tutti gli altri (tanti) reati che gli si imputavano che fine hanno fatto?
Viene da pensare o che non ci siano prove oppure che gli "inquisitori" messi lì dagli americani abbiano preferito tacere su alcune verità scomode...

Saddam era il presidente legittimo di uno stato sovrano, che è stato legittimamente invaso sulla base di una serie di spudorate menzogne e in spregio del diritto internazionale.
Gli stessi sedicenti "democratici" che lo hanno deposto, lo hanno processato e condannato a morte, regalandoci un mirabile esempio di civiltà giuridica. oltre che, come qualcuno giustamente ha fatto notare, un martire.
Questo significa, e in questo senso la condanna è positiva, ancora tanti tanti tanti problemi per gli invasori americani d'ora in avanti.

La stessa fine la meriterebbe Geroge W. Bush, ma non sarà così...

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 Pagina successiva )
  
0.132034 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: