FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Following di Christopher Nolan
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Following di Christopher Nolan   
Autore Following di Christopher Nolan
Hawke84

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 5586
Da: Cavarzere (VE)
Inviato: 07-07-2004 11:50  
Invitato da Petrus ad essere più partecipe in questa sezione, apro questo topic su un film del '98 ,primo lungometraggio di Christopher Nolan, che ho avuto la fortuna di acquistare in Dvd pochi giorni fa.

Bill è un giovane londinese aspirante scrittore la cui occupazione principale è però seguire gli sconosciuti che incontra per strada, scegliendoli a caso.
Quando Cobb, un uomo che Bill sta pedinando, lo coglie in flagrante, Bill viene trascinato nel mondo (e nella vita) di costui rimanendo intrappolato in una situazione...assai scomoda.
Sicuramente il film rende già evidenti elementi come decostruzione e narrazione "stile rebus" che verranno poi abbondantemente sviluppati in Memento, dove il regista troverà il vero successo (almeno per la critica).
Il tema del film mi ha particolarmente indotto alla riflessione:
la figura di questo giovane qualunque ..con una vita qualunque..con l'ossessione di pedinare sconosciuti per poter vivere o almeno osservare e assaporare per un attimo le vite altrui quando la sua diventa insostenibile!
é un po' l'esasperazione di quello che forse un po' tutti noi vorremmo. no?
Poi il film prende una piega diversa e si trasforma in un triller, anche criticabile, ma l'inizio e il tema di fondo mi ha piacevolmente coinvolto.

Spero che qualcun'altro (anche Petrus..) abbia avuto la possibilità di vederlo e possa quindi darmi un suo parere.
_________________
perchè l'italiano è sempre quello che va piano quando vede la macchina della polizia e appena passata corre oltre il limite.

[anthares]

  Visualizza il profilo di Hawke84  Invia un messaggio privato a Hawke84  Vai al sito web di Hawke84    Rispondi riportando il messaggio originario
Petrus

Reg.: 17 Nov 2003
Messaggi: 11216
Da: roma (RM)
Inviato: 07-07-2004 11:54  
ahah
bene Hawke
ne sei uscito bene
il film purtroppo non l'ho visto
rimedierò
però potevi anche non aspettare 800 post!
_________________
"Verrà un giorno in cui spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate"

  Visualizza il profilo di Petrus  Invia un messaggio privato a Petrus  Vai al sito web di Petrus    Rispondi riportando il messaggio originario
Hawke84

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 5586
Da: Cavarzere (VE)
Inviato: 07-07-2004 11:56  
quote:
In data 2004-07-07 11:54, Petrus scrive:
ahah
bene Hawke
ne sei uscito bene
il film purtroppo non l'ho visto
rimedierò
però potevi anche non aspettare 800 post!



mi andava di prendermela con comodo..
_________________
perchè l'italiano è sempre quello che va piano quando vede la macchina della polizia e appena passata corre oltre il limite.

[anthares]

  Visualizza il profilo di Hawke84  Invia un messaggio privato a Hawke84  Vai al sito web di Hawke84    Rispondi riportando il messaggio originario
Janet13
ex "vinegar"


Reg.: 23 Ott 2005
Messaggi: 15804
Da: Cagliari (CA)
Inviato: 14-02-2008 10:32  
quote:
In data 2004-07-07 11:50, Hawke84 scrive:

Il tema del film mi ha particolarmente indotto alla riflessione:
la figura di questo giovane qualunque ..con una vita qualunque..con l'ossessione di pedinare sconosciuti per poter vivere o almeno osservare e assaporare per un attimo le vite altrui quando la sua diventa insostenibile!
é un po' l'esasperazione di quello che forse un po' tutti noi vorremmo. no?
Poi il film prende una piega diversa e si trasforma in un triller, anche criticabile, ma l'inizio e il tema di fondo mi ha piacevolmente coinvolto.




Sono pienamente d'accordo.

Nolan già da questo film si sbizzarrisce con le sue tecniche di montaggio "spezzettato" (concedetemelo), dividendo in 3 frammenti la storia che pian piano viene ricostruita.

Tema iniziale è la semplice curiosità, la voglia di conoscere quei minimi dettagli che spesso ci incuriosiscono dei passanti: "dove abiterà?" "che ci sarà dentro quella borsa?" "che lavoro farà".
La curiosità diventa qualcosa di più morboso, non è solo conoscere un particolare, ma sapere di più dello sconosciuto.
Qui, dopo che "Il ragazzo" (Bill, ma nei titoli si chiama "The Young Man") conosce l'unico che pare essersi accorto del pedinamento, Cobb, un ragazzo in abiti distinti con una particolare borsa sportiva, la curiosità si amplifica ulteriormente, diventando lo studio della personalità umana. Cobb gli apre un mondo nuovo, gli insegna a conoscere, attraverso banali dettagli, le storie delle persone.

La piega che prende alla fine non convince moltissimo, soprattutto dopo averci abituati ad un inizio affascinante.

In complesso però il film è da consigliare.
_________________
"Mi scusi ma... non m'ha già visto in qualche posto?"
"Ricordo il nome ma non la faccia"

  Visualizza il profilo di Janet13  Invia un messaggio privato a Janet13    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.110519 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: