FilmUP.com > Forum > Attualità - Ticket sull'aborto
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Ticket sull'aborto   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 Pagina successiva )
Autore Ticket sull'aborto
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 12-08-2004 17:14  
Siccome sono un po' pigro riporto questo articolo (o meglio la parte che condivido in toto)

Dalle nostre parti si paga tutto meno l'aborto

di Vittorio Feltri - Immagino che la stragrande maggioranza degli italiani, e dei nostri lettori, sia stata indotta a equivocare anche in questa circostanza, male informata e stordita da commenti e reazioni isteriche ad una proposta che invece è di buon senso. Mi riferisco all'aborto e alla legge 194 che lo regola Occorre riassumere. Alcuni giorni orsono il senatore (di Forza Italia) Antonio Gentile suggerisce di introdurre il ticket per le donne che si sottopongono (nelle strutture pubbliche) a interruzione volontaria della maternità. Non tutte, si badi bene, ma soltanto le habitué, ossia le recidive. Dice Gentile. Siccome può capitare a tutti di sbagliare, se una ragazza scopre di essere gravida e non è in condizioni (psicologiche, ambientali, economiche) di tenersi il bambino, ha diritto all'aborto gratuito. Che qualcuno, ad esempio i cattolici (ma non solo), considera omicidio, ma pazienza: esiste da anni una norma approvata dal Parlamento che lo legittima, pertanto non è reato, punto e amen.

Il senatore forzista non discute di principi. Non chiede di revisionare la legge nella sostanza; si limita a mettere i puntini sulle "i". Posto che la interruzione della maternità entro i primi tre mesi è lecita (pur con tanti se), qualora però una donna abbia già usufruito del Servizio sanitario nazionale allo scopo di non diventare mamma, e si trovi nella necessità di usufruirne una seconda volta, è opportuno contribuisca alle spese nella misura del 50 per cento. Banalizzando, il ragionamento è: la prima si perdona, la seconda si perdona a metà. E la terza? Si bastona.
Non la signorina o la signora, per carità, ma il suo portafogli la cui sensibilità è quasi sempre maggiore rispetto a quella del groppone. A fini educativi, è più efficace una punizione pecuniaria di una punizione fisica peraltro impensabile in una civiltà come la nostra, al momento non ancora completamente islam i z z at a . Qualcosa bisogna fare. Nel 2003 gli aborti nel Paese sono stati 132 mila e rotti, meno in confronto al passato (dal 1982 a oggi si è registrato un calo del 44 per cento). Tuttavia non sono pochi e l'idea di disincentivare la pratica (2000 euro ciascuna) non è peregrina, specialmente se si calcola che un terzo riguarda donne recidive, alla seconda, alla terza o addirittura alla quarta operazione. A parte la questione morale (in questa sede non interessa), se si eliminassero le recidive, si otterrebbe ogni anno un risparmio di 120 miliardi di lire fuori corso. Denaro nostro, della collettività, sottratto al Servizio sanitario pur bisognevole di fondi per curare ammalati gravi. Si obietterà: una gravidanza indesiderata (o insostenibile) è equiparabile a una malattia grave. Giusto. Però, converrete, la gravidanza non è difficilissimo prevenirla. Sono in commercio, e a prezzi accessibili, vari contraccettivi: il profilattico, la pillola, la spirale, il diaframma e il famoso bicchiere d'acqua, magnifico sostitutivo del canonico rapporto.

L'educazione sessuale, è vero, non è entrata in pieno nel costume; ma è altrettanto vero che fare l'amore senza tenere conto delle conseguenze non è mai uscito dal campionario delle abitudini ir responsabili. Non per ignoranza, poiché tutti sanno che facendolo si rischia il pancione, bensì per imbecillità maschile quanto femminile.
Non si comprende per quale motivo i quattrini da noi consegnati all'erario debbano servire per "riparare" alla sbadataggine cretina di certe coppie, fisse o precarie o occasionali, le quali all'atto di unirsi in amplessi più o meno soddisfacenti a tutto pensano, tranne ai guai cui vanno incontro senza caricarsi dei probabili costi. Cari ragazzi e ragazze, desiderate continuare a infischiarvene degli esserini che concepite e sopprimete? Non possediamo armi per impedirvelo, però non pretendiate di farlo sempre gratis. Ve lo lasciamo fare gratis una volta, semigratis la seconda; la terza no, saldare la parcella tocca a voi in nome di dio, anzi, in nome della decenza.
Che c'è di stravagante in questo discorso? Nulla. ..omissis.... Ah, dimenticavo un dettaglio: il ticket si paga su tutto, eccetto l'aborto.

_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Julian

Reg.: 27 Gen 2003
Messaggi: 6177
Da: Erbusco (BS)
Inviato: 12-08-2004 17:30  
Iper comincio a preoccuparmi..a parte
l'inutile e razzista menzione della società
non islamizzata,condivido più o meno tutto
quel che dice l'articolo.Credo che una volta
si possa sbagliare(peccato che a pagare
lo sbaglio sia uno cui impediamo di fatto
di vivere..ma questo è un altro discorso)
ma troppe no.Cazzo prevenire non è così
difficile.Pagare un ticket inoltre può,a lungo termine,avere un'efficacia deterrente.

  Visualizza il profilo di Julian  Invia un messaggio privato a Julian    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 12-08-2004 17:36  
Tra l'altro a farsi due conti per i recidivi ogni anno ci sono 40000 interventi a 3000 euro cadauno. 120 milioni di euro l'anno mica bruscolini.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 12-08-2004 17:46  
Ma sentiamo anche le donne, mi spiace che in questa sede siano poche quelle che intervengono.
Volevo aprirlo io quest'argomento, ma siccome sono di parte(nel senso che approvo la legge ),ho preferito tacere, anche perché, quando una cosa mi tocca sul vivo, rischio di diventare violenta, verbalmente parlando beninteso.
Si sbaglia in due, dice Ipergiorg,ed è vero, purtroppo chi va sotto i ferri è la donna, e l'uomo, come al solito, fa sempre una parte di contorno.Quindi direi di andarci piano con le vostre opinioni, molto opinabili tra l'altro.
A parte il gesto di interruzione di gravidanza dal punto di vista fisico,vi siete mai chiesti quali ripercussioni pscicologiche possa avere su una donna l'aborto?Credo di no, bisogna viverlo.
Secondo, il ticket, a parer mio, è vergognoso, quando c'è stato un referendum su questa legge.Ma il ministro non è contento e cosa fa? Mooolto di più, vocifera, sussurra, accenna, butta lì di volere "rivedere" la legge, il che significa ipocritamente che vorrebbe abolirla.Hanno fatto bene i radicali a chiamarli talebani?????Io dico a gran voce siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.

_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 12-08-2004 17:52  
L'opinione di Sirchia e il referendum non c'entrano proprio niente con un eventuale Ticket.
Ammetterai che l'aborto è frutto di un errore. Perchè dobbiamo pagare tutti per quell'errore?
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 12-08-2004 18:03  
Guarda caro, che noi non paghiamo solo questo errore,ma ci accolliamo tante altre cose, come le pensioni agli handicappati, per es.(anche quello è un errore della natura a volte, altre volte degli stessi genitori che procreano in stato di ebrezza, oppure non sapendo di avere una tara ereditaria, la trasmettono ai loro figli.
Paghiamo, ancora, la macchina del deputato che se ne va a spasso con la sua scorta, per non dire il carburante e tutti gli accidenti che se li portino.Perché accanirsi proprio con le donne che abortiscono?Vogliamo ritornare al medioevo? A me pare di si.
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
mulaky

Reg.: 09 Lug 2002
Messaggi: 32104
Da: Catania (CT)
Inviato: 12-08-2004 18:53  
il maschilismo dilaga...voi maschietti la fate facile...pfff.....francamente questo del ticket mi pare un po' ridicola come cosa esempio: la prima volta è errore, si è rotto il preservativo tutto quello che volete, ma è errore....poi la coppia decide di avere un figlio e si scoprono tare e malformazioni...io da donna non me la sentirei di mettere al mondo un figlio con gravi problemi (sempre se campa)...e devo pagare....
capisco che ci sono le "recidive" che lo fanno per hobbies, ok....
un'altro caso......errore, errore (si può sbagliare una seconda volta), incinta perchè ad esempio ti hanno violentato oppure non hai i soldi per l'intervento. secondo questo ticket chi ha i soldi può abortire, chi nn ce li ha due soluzioni: o andare da macellai oppure partorire un figlio non voluto (o uccidersi, perchè c'è chi lo fa), e cari maschietti, è la cosa più sbagliata in assoluto. primo perchè molto probabilmente (se è fortunato) il bambino andrebbe in un orfanotrofio oppure verrebbe odiato, ecc.
si vede che in politica ci sono molti uomini eh?
voi mi direte, vabbè ma se lo sai ti prendi la pillola....ah ah ah ah!!! a catania (posso parlare solo x la mia città) ho girato praticamente tutti gli ospedali e la pillola non te la da praticamente nessuno perchè sono tutti obiettori di coscienza
ora, io voglio solo farvi notare una cosa, che voi maschietti non capirete mai perchè non partorite....è la donna che mette al mondo un figlio, non l'uomo..è la donna che "dentro" sente la creatura muoversi, girarsi...è la donna che ha per 9 mesi una vita dentro...è la donna che sente il dolore del parto....è la donna che muore dal dolore per la perdita di un figlio...
l'uomo ha un ruolo, molto, molto marginale...
e se ci permettete è la donna che DEVE decidere se abortire o no per i motivi che ho appena esposto. ma chi diavolo siete??? ma per favore, parlate di cose che capite e conoscete!!!
devo dire che mi ha fatto davvero schifo leggere certi interventi, troppo maschilisti e troppo clericali....veramente...siamo nel 2004, per favore nn dimentichiamolo...
la frase pessima è questa "Ammetterai che l'aborto è frutto di un errore. Perchè dobbiamo pagare tutti per quell'errore?"
se è una questione di vile denaro, io allora vi chiedo "per quale motivo io, cittadina italiana che paga regolarmente tasse, imposte, ecc devo pagare vitto e alloggio ai serial killer, detenuti, ecc?"
e poi è frutto di un errore? ma chi lo dice? dove sta scritto??
per favore...non è questa la soluzione!! si rischia solo di far aumentare infezioni, malattie e morti dovute a pseudo-dottori che fanno aborti "scontati"
piuttosto perchè non si da il via ad una educazione sessuale fatta con tutti i sacramenti?

_________________
What you fear in the night in the day comes to call anyway

Well darling if the shit came out then, I suppose that the shit went in

(A.D.)

  Visualizza il profilo di mulaky  Invia un messaggio privato a mulaky    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 12-08-2004 19:03  

_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
fassbinder

Reg.: 29 Ago 2003
Messaggi: 1335
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 12-08-2004 19:04  
quote:
In data 2004-08-12 17:14, ipergiorg scrive:
Siccome sono un po' pigro riporto questo articolo (o meglio la parte che condivido in toto)

Dalle nostre parti si paga tutto meno l'aborto

di Vittorio Feltri - Immagino che la stragrande maggioranza degli italiani, e dei nostri lettori, sia stata indotta a equivocare anche in questa circostanza, male informata e stordita da commenti e reazioni isteriche ad una proposta che invece è di buon senso. Mi riferisco all'aborto e alla legge 194 che lo regola Occorre riassumere. Alcuni giorni orsono il senatore (di Forza Italia) Antonio Gentile suggerisce di introdurre il ticket per le donne che si sottopongono (nelle strutture pubbliche) a interruzione volontaria della maternità. Non tutte, si badi bene, ma soltanto le habitué, ossia le recidive. Dice Gentile. Siccome può capitare a tutti di sbagliare, se una ragazza scopre di essere gravida e non è in condizioni (psicologiche, ambientali, economiche) di tenersi il bambino, ha diritto all'aborto gratuito. Che qualcuno, ad esempio i cattolici (ma non solo), considera omicidio, ma pazienza: esiste da anni una norma approvata dal Parlamento che lo legittima, pertanto non è reato, punto e amen.

Il senatore forzista non discute di principi. Non chiede di revisionare la legge nella sostanza; si limita a mettere i puntini sulle "i". Posto che la interruzione della maternità entro i primi tre mesi è lecita (pur con tanti se), qualora però una donna abbia già usufruito del Servizio sanitario nazionale allo scopo di non diventare mamma, e si trovi nella necessità di usufruirne una seconda volta, è opportuno contribuisca alle spese nella misura del 50 per cento. Banalizzando, il ragionamento è: la prima si perdona, la seconda si perdona a metà. E la terza? Si bastona.
Non la signorina o la signora, per carità, ma il suo portafogli la cui sensibilità è quasi sempre maggiore rispetto a quella del groppone. A fini educativi, è più efficace una punizione pecuniaria di una punizione fisica peraltro impensabile in una civiltà come la nostra, al momento non ancora completamente islam i z z at a . Qualcosa bisogna fare. Nel 2003 gli aborti nel Paese sono stati 132 mila e rotti, meno in confronto al passato (dal 1982 a oggi si è registrato un calo del 44 per cento). Tuttavia non sono pochi e l'idea di disincentivare la pratica (2000 euro ciascuna) non è peregrina, specialmente se si calcola che un terzo riguarda donne recidive, alla seconda, alla terza o addirittura alla quarta operazione. A parte la questione morale (in questa sede non interessa), se si eliminassero le recidive, si otterrebbe ogni anno un risparmio di 120 miliardi di lire fuori corso. Denaro nostro, della collettività, sottratto al Servizio sanitario pur bisognevole di fondi per curare ammalati gravi. Si obietterà: una gravidanza indesiderata (o insostenibile) è equiparabile a una malattia grave. Giusto. Però, converrete, la gravidanza non è difficilissimo prevenirla. Sono in commercio, e a prezzi accessibili, vari contraccettivi: il profilattico, la pillola, la spirale, il diaframma e il famoso bicchiere d'acqua, magnifico sostitutivo del canonico rapporto.

L'educazione sessuale, è vero, non è entrata in pieno nel costume; ma è altrettanto vero che fare l'amore senza tenere conto delle conseguenze non è mai uscito dal campionario delle abitudini ir responsabili. Non per ignoranza, poiché tutti sanno che facendolo si rischia il pancione, bensì per imbecillità maschile quanto femminile.
Non si comprende per quale motivo i quattrini da noi consegnati all'erario debbano servire per "riparare" alla sbadataggine cretina di certe coppie, fisse o precarie o occasionali, le quali all'atto di unirsi in amplessi più o meno soddisfacenti a tutto pensano, tranne ai guai cui vanno incontro senza caricarsi dei probabili costi. Cari ragazzi e ragazze, desiderate continuare a infischiarvene degli esserini che concepite e sopprimete? Non possediamo armi per impedirvelo, però non pretendiate di farlo sempre gratis. Ve lo lasciamo fare gratis una volta, semigratis la seconda; la terza no, saldare la parcella tocca a voi in nome di dio, anzi, in nome della decenza.
Che c'è di stravagante in questo discorso? Nulla. ..omissis.... Ah, dimenticavo un dettaglio: il ticket si paga su tutto, eccetto l'aborto.





Ecco cosa può produrre un uomo quando sta troppo a lungo senza una donna
_________________

  Visualizza il profilo di fassbinder  Invia un messaggio privato a fassbinder    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 12-08-2004 19:05  
anche a questo post
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
mariano

Reg.: 01 Nov 2003
Messaggi: 2282
Da: san remo (IM)
Inviato: 12-08-2004 19:19  
la fecondazione assistita prima, il ticket sull'aborto poi e ora il ministro sirchia che esclama "l'aborto è un errore, equiparabile ad un omicidio".
pare che la dignità della donna italiana sia minata da un lanciamissili gravido di meschinità misogina.
senza parole.
_________________
Io accetto il caos, non so se il caos accetta me.

  Visualizza il profilo di mariano  Invia un messaggio privato a mariano    Rispondi riportando il messaggio originario
fassbinder

Reg.: 29 Ago 2003
Messaggi: 1335
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 12-08-2004 19:22  
D'altronde basta guardare come le trattano in televisione...c'è da vergognarsi
_________________

  Visualizza il profilo di fassbinder  Invia un messaggio privato a fassbinder    Rispondi riportando il messaggio originario
Julian

Reg.: 27 Gen 2003
Messaggi: 6177
Da: Erbusco (BS)
Inviato: 12-08-2004 19:33  
Sicuramente ha ragione chi dice che noi
uomini non possiamo capire in pieno la
vostra situazione..io certe cose non le
vivrò mai e quindi chiedo scusa a tutteper i toni del precedente intervento.
Forse il ticket sarà sbagliato..però secondo
me sull'aborto si può discutere.E' vero,
libertà di decidere per le donne..però
che questa libertà non diventi arbitrio..
perchè se voi avete la possibilità di
mettere al mondo un figlio,ed è la
cosa più bella del mondo,vi invidio per
questo,credo che non sia giusto giocare
con la sua vita.Certo,se la gravidanza
è frutto di una violenza,ammetto pienamente
l'aborto.Però in caso di un errore..boh
io ho troppo rispetto per la vita di
una persona che può nascere per lasciare
che dipenda tutto dai desderi di un altra
persona.Forse sbaglio..forse anzi sicuramente non capisco a fondo il problema
..Voi avete la possibilità di far nascere
una persona..dategli il Paradiso non uccidetela prima che nasca.Però...ripensandoci forse non è corretto costringere una persona ad amare
di più il proprio figlio di se stessi..
forse è giusto concedere l'aborto.
Non si può pretendere che tutte le persone
siano fatte in un certo modo!!E' giusto
concedere la libertà.

  Visualizza il profilo di Julian  Invia un messaggio privato a Julian    Rispondi riportando il messaggio originario
fassbinder

Reg.: 29 Ago 2003
Messaggi: 1335
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 12-08-2004 19:44  
quote:
In data 2004-08-12 19:33, Julian scrive:
Sicuramente ha ragione chi dice che noi
uomini non possiamo capire in pieno la
vostra situazione..io certe cose non le
vivrò mai e quindi chiedo scusa a tutteper i toni del precedente intervento.
Forse il ticket sarà sbagliato..però secondo
me sull'aborto si può discutere.E' vero,
libertà di decidere per le donne..però
che questa libertà non diventi arbitrio..
perchè se voi avete la possibilità di
mettere al mondo un figlio,ed è la
cosa più bella del mondo,vi invidio per
questo,credo che non sia giusto giocare
con la sua vita.Certo,se la gravidanza
è frutto di una violenza,ammetto pienamente
l'aborto.Però in caso di un errore..boh
io ho troppo rispetto per la vita di
una persona che può nascere per lasciare
che dipenda tutto dai desderi di un altra
persona.Forse sbaglio..forse anzi sicuramente non capisco a fondo il problema
..Voi avete la possibilità di far nascere
una persona..dategli il Paradiso non uccidetela prima che nasca.Però...ripensandoci forse non è corretto costringere una persona ad amare
di più il proprio figlio di se stessi..
forse è giusto concedere l'aborto.
Non si può pretendere che tutte le persone
siano fatte in un certo modo!!E' giusto
concedere la libertà.



All'inizio mi metteva i brividi, ma sul finale il tuo ragionamento inizia a suonarmi come ragionevole, quindi complimenti, chi si auto-modera è alla fine la persona più saggia.
A mio giudizio la scelta spetta esclusivamente alla donna. Il corpo è di proprietà della donna e sarà dunque lei a decidere se affrontare la gravidanza e dunque il parto con i rischi che ne derivano. In sala parto non ci va di certo Feltri, quindi stia zitto, cerchi di fare il giornalista (anche se a mio giudizio è senza speranze) e cerchi soprattutto di sorridere ogni tanto, la vita non è così orrenda come pensa lui....
_________________

  Visualizza il profilo di fassbinder  Invia un messaggio privato a fassbinder    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 12-08-2004 19:47  
...e come fa? Ha la faccia di uno iettatore!
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 Pagina successiva )
  
0.237011 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: