FilmUP.com > Forum > Attualità - Alitalia:vessati come contribuenti. Puniti come clienti(
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Alitalia:vessati come contribuenti. Puniti come clienti(   
Autore Alitalia:vessati come contribuenti. Puniti come clienti(
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 13-08-2004 11:58  
panorama)
Mandato da Il Legno Storto Venerdì, 13 Agosto 2004, 08:09.
ALITALIA - LA GUERRA DELLE TARIFFE

di Renzo Rosati

Giancarlo Cimoli, nuovo presidente e amministratore delegato dell'Alitalia.
La nostra compagnia di bandiera ha un livello di indebitamento senza pari. E pratica tariffe assolutamente non concorrenziali. Così accarezza l'idea dell'accordo di cartello. A tutto discapito dei consumatori e dei cittadini italiani. Ma giunge il diktat dell'ente di stato che regolamenta il traffico aereo: «Abbassare i prezzi sulle tratte intercontinentali»

Contrordine: l'Enac, l'ente pubblico che regolamenta il traffico aereo, e si occupa anche di tariffe, chiede all'Alitalia di abbassere i prezzi sulle rotte estere. Per l'esattezza, sulle tratte intercontinentali con arrivo e partenza dal nostro paese.
Giusto due giorni fa aveva appoggiato la richiesta della compagnia alle concorrenti europee di non praticare su queste tratte tariffe più basse delle sue.

CONDOTTA SCONCERTANTE
Per intenderci: il volo Roma-New York - per fare un esempio - costa circa 100 euro in più di un volo British Airways Roma-Londra New-York. Anche la commissione Ue, dopo aver detto che la questione non è di sua competenza, ci ha ripensato: forse teme la rivolta dei consumatori; forse le pressioni della British e, più tiepidamente, della Lufthansa.

Al di là di questi voltafaccia che certo non aumentano la credibilità né degli organismi italiani che si occupano di traffico aereo, né della commissione di Bruxelles, è sconcertante ancora una volta la condotta dell'Alitalia.
Il nuovo amministratore delegato Giancarlo Cimoli si è da poco installato al vertice promettendo di rimettere a posto i conti e contemporaneamente di far recuperare alla compagnia quote di mercato. Come dote ha ricevuto dal governo un prestito di 400 milioni di euro.

DOPPIAMENTE PUNITI
Evidentemente Cimoli, per recuperare terreno e raddrizzare i conti, ritiene che la via migliore sia quella di chiedere ai concorrenti un bell'accordo di cartello per praticare tariffe al rialzo. Come ha scritto il Financial Times, «l'Alitalia preferisce i contribuenti ai clienti», intendendo per contribuenti i cittadini italiani che finanziano tramite lo Stato la compagnia.

Purtroppo non neppure così. Gli italiani sono doppiamente puniti dai metodi Alitalia, sia come clienti sia come contribuenti. sistemi non aiutano affatto a raddrizzare i coni dell'azienda. Basti pensare che il deficit Alitalia è di 330 milioni di euro, contro un attivo della British di 160: eppure - come si è visto - l'Alitalia pratica tariffe più alte della concorrente inglese. E il numero di destinazioni estere raggiungibile direttamente dagli scali italiani continua a ridursi: nel 2000 erano 74 da Roma e 54 da Milano; oggi sono rispettivamente 60 e 48. Per avere un raffronto omogeneo, lasciando stare i colossi dell'aria, da Madrid si vola con la Iberia verso 50 scali esteri, esattamente come quattro anni fa.
Del resto questa tendenza al protezionismo affonda le radici in ciò che avviene sul mercato domestico.
___________________
Che aspettiamo a mandare a casa 10000 dipendenti? Visto che Ryan Air fa lo stesso fatturato di alitalia con 2000 dipendenti invece di 20000? Ma certo ad An (e Storace) licenziare dei Laziali non va bene. Sono abbastanza schifato


_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 14-08-2004 10:11  
Interessa a nessuno eh?
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.122518 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: