FilmUP.com > Forum > Attualità - CONDANNATI: finalità rieducativa delle pene - reinserimento nella società
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > CONDANNATI: finalità rieducativa delle pene - reinserimento nella società   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 Pagina successiva )
Autore CONDANNATI: finalità rieducativa delle pene - reinserimento nella società
Pindaro

Reg.: 08 Ott 2004
Messaggi: 229
Da: Torino (TO)
Inviato: 28-12-2004 09:48  


[/quote]confino dove scusa ?

il topic ha il senso di dimostrare che la galera prima di tutto non funziona ed è una soluzione solo momentanea ed in secondo luogo ritengo che vi siano persone che probabilmente non si possono rieducare per una civile convivenza nella società

[/quote]

Ciò che dici è senz'altro vero. Ma anche per quelle persone esiste la legge della Repubblica Italiana, ed anche per esse va applicata, senza distinzioni. Tremo all'idea che qualcuno possa decidere chi debba essere rieducato e chi no.
_________________
VISITATE IL MIO BLOG!!!! http://orsofra.splinder.com

  Visualizza il profilo di Pindaro  Invia un messaggio privato a Pindaro  Email Pindaro    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 28-12-2004 10:22  
quote:
In data 2004-12-28 09:48, Pindaro scrive:

Ciò che dici è senz'altro vero. Ma anche per quelle persone esiste la legge della Repubblica Italiana, ed anche per esse va applicata, senza distinzioni. Tremo all'idea che qualcuno possa decidere chi debba essere rieducato e chi no.




Ma magari basterebbe inasprire le pene, così almeno ce li togliamo dalle scatole per più tempo. E smetterla di impiegare dei giudici per decidere della buona condotta in carcere per abbreviare la pena. Ti hanno dato x anni? E quelli ti fai!
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 01-05-2005 19:33  
L'uomo condannato per la strage del Circeo era in libertà vigilata


Arrestato Izzo, trovati cadaveri di due donne

CAMPOBASSO - Trent'anni dopo lo stesso orrore, le stesse modalità nel metterlo in pratica. Lo stesso autore. I cadaveri di due donne, una madre e la figlia di 14 anni, sono stati trovati dalla Polizia durante la perquisizione di un casolare nelle campagne di Mirabello, piccolo centro alle porte di Campobasso, nell'operazione che ha portato all'arresto di Angelo Izzo, uno dei condannati per il massacro del Circeo, una storia di sevizie e torture che risale al 1975, e di altre due persone di cui ancora non si conoscono ancora i nomi. Stando ai primi rilievi, sui cadaveri, che erano sotterrati ma non decomposti, non mancherebbero segni di violenze sessuali. La ragazzina è stata trovata nuda, ammanettata e con dello scotch sulla bocca. Attualmente Izzo si trovava a Campobasso in regime di libertà vigilata. Classificato come collaboratore di giustizia, Izzo non beneficiava del programma di protezione, evidentemente perché non considerato esposto a pericoli tali da essere necessaria una misura speciale di tutela nei suoi confronti.

LE VITTIME - Le due donne sarebbero rispettivamente moglie e figliadi un pregiudicato della criminalità pugliese, Giovanni Maiorano, detenuto nel carcere di Palermo. Non è al momento chiara quale sia stata la relazione tra Angelo Izzo, detenuto nel carcere di Campobasso, e l'eliminazione delle due donne. Secondo gli investigatori dello Sco, potrebbe trattarsi di una vendetta trasversale. Nel corso dell'operazione la Polizia ha anche sequestrato due pistole, una delle quali, nascosta in un computer.

LE REAZIONI - «È incredibile...incredibile!Perché non era in carcere?». Donatella Colasanti, sopravvisuta al massacro del Circeo, non riesce a credere alla notizia dell'arresto di Izzo. «Come mai era libero?», continua a chiedere. «Ora basta - urla - che nessuno parli più del massacro del Circeo. L'unica titolata sono io, che in tutti questi anni ho lavorato da sola mentre tutti facevano finta di niente, dai magistrati, ai ministri, ai giornalisti che pur di fare uno scoop intervistavano Izzo». «Chi ha sbagliato - afferma Donatella Colasanti - ora deve pagare. Chiedo l'intervento immediato del governo e provvedimenti disciplinari durissimi per i magistrati che hanno considerato Izzo un collaboratore di giustizia mentre lui confessava altri ipotetici delitti. Ed ora, ecco il risultato...».

AMNISTIA - La vicenda Izzo chiama anche reazioni politiche, con il ministro della Giustizia Castelli che torna a ribadire la sua contrarietà all'amnistia: «Vorrei richiamare l'attenzione di quanti fino a ieri chiedevano un indiscriminato svuotamento dei penitenziari su cosa questo possa significare per la sicurezza delle persone oneste. Prima viene Abele, poi Caino».

01 maggio 2005

_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 02-05-2005 08:45  
Ridicolo no? Ma sì, tanto siamo la barzelletta d'Europa in questo campo (se non peggio). Chiunque abbia potuto studiare e documentarsi sul caso del massacro del Circeo (due estati fa l'Espresso vendeva il secondo volume dei più grandi e gravi crimini d'Italia, e lì c'era tutto, storia e foto!) sicuramente sa cosa era meglio per certi personaggi, tra cui Izzo. Ma siamo in Italia...che risa...dico solo che in certi paesi (senza fare nomi eh?) questo "uomo" (ridicolo pure definirlo tale) avrebbe scontato una pena pari a 20 anni e poi tanti saluti. In che senso? Nel senso che esiste una sedia elettrica...una camera a gas, un'iniezione letale...bhaaa, e noi costantemente a parlare di reinserimento nella soscietà, di rieducazione...tutte balle, sia per certi crimini che per certi animali. Ops, scusate, qualcuno ora inizierà a dire che chi la pensa in questa maniera è un povero sadico, deviato e pervertito...a distanza di oltre 30 anni però, stesso crimine, stesso autore, una madre e sua figlia...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 02-05-2005 11:37  
Marcomond...hai terribilmente ragione.

Io cmq ripeto....opterei per i lavori forzati (con palla da 100kg annessa alla gamba eh) a vita!!!

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
millio

Reg.: 06 Gen 2005
Messaggi: 2394
Da: cagliari (CA)
Inviato: 02-05-2005 12:21  
quote:
In data 2004-12-28 10:22, ipergiorg scrive:

Ma magari basterebbe inasprire le pene, così almeno ce li togliamo dalle scatole per più tempo. E smetterla di impiegare dei giudici per decidere della buona condotta in carcere per abbreviare la pena. Ti hanno dato x anni? E quelli ti fai!



Sono abbastanza d'accordo con te. Io sono per l'inasprimento delle pene, per l'abolizione, o perlomeno la riduzione di permessi premio etc., l'eliminazione di amnistie, indulti e porcherie varie. E per una maggiore cautela nella concessione di pene alternative alla detenzione.

  Visualizza il profilo di millio  Invia un messaggio privato a millio  Stato di ICQ    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 02-05-2005 19:21  
Fra l'altro alcune leggi italiane devono essere proprio scritte coi piedi se a uno coi precedenti di Izzo in galera (nessun segno di pentimento, innumerevoli tentativi di evasione, finto pentimento) è stata concessa la libertà vigilata.
A dir poco vergognoso.
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 02-05-2005 21:17  
quote:
In data 2005-05-02 08:45, marcomond scrive:
Ridicolo no? Ma sì, tanto siamo la barzelletta d'Europa in questo campo (se non peggio). Chiunque abbia potuto studiare e documentarsi sul caso del massacro del Circeo (due estati fa l'Espresso vendeva il secondo volume dei più grandi e gravi crimini d'Italia, e lì c'era tutto, storia e foto!) sicuramente sa cosa era meglio per certi personaggi, tra cui Izzo. Ma siamo in Italia...che risa...dico solo che in certi paesi (senza fare nomi eh?) questo "uomo" (ridicolo pure definirlo tale) avrebbe scontato una pena pari a 20 anni e poi tanti saluti. In che senso? Nel senso che esiste una sedia elettrica...una camera a gas, un'iniezione letale...bhaaa, e noi costantemente a parlare di reinserimento nella soscietà, di rieducazione...tutte balle, sia per certi crimini che per certi animali. Ops, scusate, qualcuno ora inizierà a dire che chi la pensa in questa maniera è un povero sadico, deviato e pervertito...a distanza di oltre 30 anni però, stesso crimine, stesso autore, una madre e sua figlia...



No, qualcuno comincia a dire che questo onanismo forcaiolo (spesso anti magistraura) è una schizzatina fuori dal water.
C'è AN che organizzava convegni sulla tolleranza zero. La destra si riempie da sempre la bocca con la certezza della pena, ecc... ecc...
Sono al governo da cinque anni, hanno la maggioranza in parlamento, hanno la possibilità di legiferare in questo senso, cosicchè i giudici possano applicare queste leggi.
In cinque anno che cacchio anno fatto?
Un tubo di niente di merda. Nisba. Un cacchio. Tranne le leggi per tirarsi fuori dal pantano.
Che vadano a cagare loro e le loro dichiarazioni scandalizzate...

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 03-05-2005 11:50  
quote:
In data 2005-05-02 21:17, xander77 scrive:

No, qualcuno comincia a dire che questo onanismo forcaiolo (spesso anti magistraura) è una schizzatina fuori dal water.
C'è AN che organizzava convegni sulla tolleranza zero. La destra si riempie da sempre la bocca con la certezza della pena, ecc... ecc...
Sono al governo da cinque anni, hanno la maggioranza in parlamento, hanno la possibilità di legiferare in questo senso, cosicchè i giudici possano applicare queste leggi.
In cinque anno che cacchio anno fatto?
Un tubo di niente di merda. Nisba. Un cacchio. Tranne le leggi per tirarsi fuori dal pantano.
Che vadano a cagare loro e le loro dichiarazioni scandalizzate...




Se tu avessi anche la sola minima cognizione di come è messa realmente l'intera legislatura italiana eviteresti di prendere in considerazione ancora il mito della "facile legge" che cambia dall'oggi al domani con uno schiocco di dita tramite la semplice decisione di una maggioranza di governo, per giunta in un contesto come quello "leggi e pene" italiano, dove invero sono magistrati e giudici a doversi dar da fare non firmando a vuoto carte false. La legge italiana è vecchia, farraginosa, lenta e troppo burocratica. C'è un'arretratezza di fondo nella scansione dei ritmi dell'inflizione delle pene sconcertante e tra l'altro, popolino scemo in toto e non solo per discorsi di destra o sinistra siamo anche quelli che hanno indultini, condoni, riduzioni di pene per buone condotte...carceri pieni, quindi bisogno di sfollare, con tutte queste belle casette di recupero e centri gestiti da preti e intanto non mi si venga a parlare di politica che deve prendere le decisioni, perchè qui il problema è così radicato che cinque anni di centro destra fanno ridere se si crede che servano a far cambiare le cose.
Per non parlare di quel famoso discorso sul bene, sul recupero e il reinserimento nella società...no, il problema non è (o non solo almeno) la maggioranza che non ha legiferato bene, ma l'ottica, la percezione e la cognizione i cui opera la legge italiana. Una percezione sbagliata del problema criminale, un'ottica sempre troppo "buonista" dietro anche all'operato di personaggi legati alla chiesa e una cognizione lenta, di dubbia efficacia. A me fa davvero ridere tutto ciò...e fa ridere di come in altri paesi criminali certi e condannati (realmente però!) non abbiano la possibilità di ripetere certi crimini...ma siamo in Italia e la barzelletta continua...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 03-05-2005 11:53  
...a proposito del "onanismo forcaiolo"...a quante persone dispiacerebbe che un personaggio tale come Izzo facesse il grande balzo? E a quante invece che tornasse in libertà? ma per favore...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 03-05-2005 16:42  
quote:
In data 2005-05-03 11:50, marcomond scrive:
quote:
In data 2005-05-02 21:17, xander77 scrive:

No, qualcuno comincia a dire che questo onanismo forcaiolo (spesso anti magistraura) è una schizzatina fuori dal water.
C'è AN che organizzava convegni sulla tolleranza zero. La destra si riempie da sempre la bocca con la certezza della pena, ecc... ecc...
Sono al governo da cinque anni, hanno la maggioranza in parlamento, hanno la possibilità di legiferare in questo senso, cosicchè i giudici possano applicare queste leggi.
In cinque anno che cacchio anno fatto?
Un tubo di niente di merda. Nisba. Un cacchio. Tranne le leggi per tirarsi fuori dal pantano.
Che vadano a cagare loro e le loro dichiarazioni scandalizzate...




Se tu avessi anche la sola minima cognizione di come è messa realmente l'intera legislatura italiana eviteresti di prendere in considerazione ancora il mito della "facile legge" che cambia dall'oggi al domani con uno schiocco di dita tramite la semplice decisione di una maggioranza di governo, per giunta in un contesto come quello "leggi e pene" italiano, dove invero sono magistrati e giudici a doversi dar da fare non firmando a vuoto carte false. La legge italiana è vecchia, farraginosa, lenta e troppo burocratica. C'è un'arretratezza di fondo nella scansione dei ritmi dell'inflizione delle pene sconcertante e tra l'altro, popolino scemo in toto e non solo per discorsi di destra o sinistra siamo anche quelli che hanno indultini, condoni, riduzioni di pene per buone condotte...carceri pieni, quindi bisogno di sfollare, con tutte queste belle casette di recupero e centri gestiti da preti e intanto non mi si venga a parlare di politica che deve prendere le decisioni, perchè qui il problema è così radicato che cinque anni di centro destra fanno ridere se si crede che servano a far cambiare le cose.
Per non parlare di quel famoso discorso sul bene, sul recupero e il reinserimento nella società...no, il problema non è (o non solo almeno) la maggioranza che non ha legiferato bene, ma l'ottica, la percezione e la cognizione i cui opera la legge italiana. Una percezione sbagliata del problema criminale, un'ottica sempre troppo "buonista" dietro anche all'operato di personaggi legati alla chiesa e una cognizione lenta, di dubbia efficacia. A me fa davvero ridere tutto ciò...e fa ridere di come in altri paesi criminali certi e condannati (realmente però!) non abbiano la possibilità di ripetere certi crimini...ma siamo in Italia e la barzelletta continua...



Credo che Xander abbia una buona dose di ragione. Se i "forcaioli" come me speravano che il centrodx agisse per arginare questo fenomeno devono assolutamente constatare che praticamente nulla è stato fatto. Come Marcomond dice 5 anni non bastrebbero... però si poteva perlomeno iniziare.

C'è da dire però che l'altra parte politica mi sembra ancora + incline a chiedere e concedere indulti e amnistie. Quindi tocca accontentarsi.

Vorrei però aggiungere che non è solo il buonismo a influire sulle decisioni di certi giudici sulla scarcerazione di determinati individui. C'è a mio avviso in troppi caso uno scambio di favori: tu avvalori questo mio teorema di accusa e io ti concedo sconti di pena, stipendiuccio e forti somme di denaro per i tuoi comodi.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 03-05-2005 17:04  
La magistratura ormai e' diventata una specie di autorità illuminata intoccabile.....

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 03-05-2005 17:14  
quello che manca è la certezza del diritto

e le pene devono essere commisurate alla gravità del reato

se la vita di una persona vale 15 anni di carcere allora siamo ben messi
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
DottorDio

Reg.: 12 Lug 2004
Messaggi: 7645
Da: Abbadia S.S. (SI)
Inviato: 03-05-2005 17:17  
L'ergastolo e la pena di morte sono cose da evitare perchè a mio parere disumane (quando finisci dentro a vita non è molto divertente, anche se le circostanze per cui succede una cosa del genere devono essere gravi).
Invece trovo giustissimo che i carcerati lavorino e si guadagnino il vitto e l'alloggio (ma anche di più), perchè in fin dei conti le prigioni italiane (ma anche quelle di altri stati) sono una pacchia: i criminali stanno lì a non far niente mantenuti con le nostre tasse, mentre chi è fuori si deve guadagnare da vivere!
Sono quindi fermamente convinto che chi sbaglia deve pagare e non essere pagato, quindi i carcerati dovrebbero esser sottoposti a lavori socialmente utili (e non a spaccare le pietre con le palle da 100kg ai piedi).
Solo tramite il lavoro i carcerati potrebbero sperare di essere rieducati e di poter tornare a far parte della società!
Ultima cosa: i pentiti son scandalosi, non mi dilungo neanche da quanto mi fa schifo il trattamento che ricevono (nel senso che non selo meritano!)
_________________
Geppetto è stato l'unico uomo ad aver fatto un figlio con una sega

Attention: Dieu est dans cette boite comme ailleurs et partout!

  Visualizza il profilo di DottorDio  Invia un messaggio privato a DottorDio    Rispondi riportando il messaggio originario
83Alo83

Reg.: 26 Mag 2002
Messaggi: 16507
Da: Palermo (PA)
Inviato: 03-05-2005 17:39  
quote:
In data 2004-12-27 21:19, Saeros scrive: sicuri che non compiano piu` delitti.


impossibile.
a dire il vero tutto il tuo post è di una faciloneria rara a vedersi...

_________________
Mi contraddico, forse?
Ebbene mi contraddico, ma sono vasto, contengo moltitudini.

[ Questo messaggio è stato modificato da: 83Alo83 il 03-05-2005 alle 17:39 ]

  Visualizza il profilo di 83Alo83  Invia un messaggio privato a 83Alo83    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 Pagina successiva )
  
0.221222 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: