FilmUP.com > Forum > Attualità - Mussolini uomo era peggio o meglio dell'uomo politico?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Mussolini uomo era peggio o meglio dell'uomo politico?   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 Pagina successiva )
Autore Mussolini uomo era peggio o meglio dell'uomo politico?
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 16-01-2005 14:14  
quote:
In data 2005-01-16 13:21, ginestra scrive:
Sono alquanto sconcertata di fronte alla definizione di "episodio" riferito all'internare una donna in manicomio e farla marcire lì solo perché avrebbe dato fastidio alla sua ascesa a creato pettegolezzi sulla figura integerrima e immacolata di un uomo che si proponeva come salvatore della patria.Ma la vogliamo finire di provare sentimenti nostalgici verso un periodo della nostra storia che dovremmo solo dimenticare? Dobbiamo sempre ripetere le stesse motivazioni? I morti italiani in Africa, in Russia, in Spagna? Per cosa poi? Per qualche attimo di gloria effimera che produsse alla fine lo sfacelo della nostra penisola? Un così caro prezzo per nulla.Gli uomini saranno sempre degli stolti, la storia almeno ha insegnato questo.




Cercare di dimenticare? No grazie! Bello o brutto che sia il mio passato lo voglio conoscere! Ma non solo quello insegnato dai vincitori (a quanto pare a te ti hanno indottrinato molto bene), ma anche dal punto di vista dei vinti. Poi in seguito tiro le somme.
Possibilmente questa informazione andrebbe approfondita su libri di spessore....dalle tue parole noto che di questi libri, non ne hai letti molti

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 16-01-2005 14:41  
quote:
In data 2005-01-16 13:50, Petrus scrive:
si, tutto molto interessante.
Ma quando la finirete di contrapporvi stile "Mussolini era un porco" "No era dopotutto un mito" e vi confronterete su un'analisi storica più completa e accurata?
Lo so che per un forum di cinema non vale tanto la pena (io sono il primo), ma risparmiatevi almeno queste contrapposizioni sterili e (concedetemelo) stupide.
Ginè, la tua domanda come titolo del topic non ha senso alcuno.
Scusate l'intrusione



Petrus, mi meraviglio di te, che non hai colto l'ironia,non era una domanda infatti ma una provocazione implicita nel significato stesso.
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 16-01-2005 14:57  
quote:
In data 2005-01-16 14:14, greenday2 scrive:
quote:
In data 2005-01-16 13:21, ginestra scrive:
Sono alquanto sconcertata di fronte alla definizione di "episodio" riferito all'internare una donna in manicomio e farla marcire lì solo perché avrebbe dato fastidio alla sua ascesa a creato pettegolezzi sulla figura integerrima e immacolata di un uomo che si proponeva come salvatore della patria.Ma la vogliamo finire di provare sentimenti nostalgici verso un periodo della nostra storia che dovremmo solo dimenticare? Dobbiamo sempre ripetere le stesse motivazioni? I morti italiani in Africa, in Russia, in Spagna? Per cosa poi? Per qualche attimo di gloria effimera che produsse alla fine lo sfacelo della nostra penisola? Un così caro prezzo per nulla.Gli uomini saranno sempre degli stolti, la storia almeno ha insegnato questo.




Cercare di dimenticare? No grazie! Bello o brutto che sia il mio passato lo voglio conoscere! Ma non solo quello insegnato dai vincitori (a quanto pare a te ti hanno indottrinato molto bene), ma anche dal punto di vista dei vinti. Poi in seguito tiro le somme.
Possibilmente questa informazione andrebbe approfondita su libri di spessore....dalle tue parole noto che di questi libri, non ne hai letti molti



Non fare il presuntuoso, leggere i libri è essenzialmente fondamentale,tutto sta a vedre come li si legge.L'importante è guardare ai fatti col dovuto occhio critico, analizzare in fondo gli accaduti,pur leggendo un banale testo di storia scolastico.Non dire a me che mi hanno indottrinata bene, sono la prima a prospettare ai miei alunni l'una e l'altra faccia di qualsiasi accaduto.Insegno loro che non bisogna lasciarci prendere dall'emozione o dallimpulsività di quello che si apprende,ma è necessario, innanzitutto, osservare col filtro della ragione, poi...verrà quello del cuore, che ci farà, inevitabilmente propendere per l'uno o l'altro personaggio,(processo scontato dell'identificazione che ognuno opera in sé)senza, però, ovvio, dimenticarne i pregi e i difetti.
Sul patrimonio da lettrice di storia che possiedo, non ti rispondo nemmeno.

P.S.Dimenticare non significa non conoscere, o no? Sarebbe assurdo, per "dimenticare", credevo essere stata chiara, intendevo dire mettiamo nella giusta ottica il ventennio e la conseguente guerra.Guarda che sono molto obiettiva e ti confesso che, nella sostanza, le colpe non le imputo tutte a Mussolini, ma anche a quel barbagianni di Vittorio E III che, se avesse avuto più palle ad esercitare il "mestiere" di re, forse non avremmo da piangere e rimpiangere il passato, oggi.
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
Ipsedixit

Reg.: 10 Gen 2005
Messaggi: 702
Da: Potenza (PZ)
Inviato: 16-01-2005 15:59  
Non sono daccordo con ginestra solo su una cosa... non dobbiamo dimenticare... dobbiamo ricordare e parlare di queste cose, visto che poi esce gente come greenday che fa passare dei periodi storici sotto dittatura (dove l'ordine veniva tenuto con le armi e dove i media non potevano parlare dei disordini perchè il popolo non doveva sapere dei DISORDINI presenti nel regime). Caro GreenDay, mio nonno era un soldato fascista. Era di Eboli, una cittadina che allora faceva poco più di 10.000 abitanti, una cittadina dove tutti si conoscevano; un giorno fu costretto ad andare da una donna che conosceva da 10 anni. La figlia di questa donna era stata violentata da un delinquente. Lui fu costretto a dirle:" Mi spiace donna Antonietta, non devi denunciare la violenza di tua figlia; il Duce non vuole che si sappia." Questo era... negare giustizia a chi la chiedeva, a chi la meritava. Questo era l'ORDINE fascista, un ordine fatto di silenzi. Mio nonno fu deportato in un lager come traditore, scappò grazie ad un commilitone tedesco, si unì alla resistenza e ha sparato nel cxxo a fascisti e nazisti del caxxo. Una cosa sola mi diceva mia nonno. Non dimenticare, perchè quello è stato il periodo più buio del mio essere uomo.

P.S.: voglio ricordare che il tuo bel duce era un bel codardo, visto che era già pronto alla fuga mentre cominciava la marcia su Roma. Beh... per un tizio che parlava di valore, coraggio, onore, patria e famiglia aggettivi come CODARDO, FEDIFRAGO, ASSASSINO, ADULTERO e INTERNATORE DI FIGLI E MOGLIE si adattano bene... dopotutto niente di grave... era un uomo, mica un santo. Era un uomo... un uomo di merda! Anche se purtroppo il nostro più grande statista. Ma anche Hitler secondo me è il più grande uomo politico della storia del mondo. Hitler era un genio. Questo non toglie che fosse un folle senza scrupoli e non mi toglie di sentirmi davanti a tali nomi disgustato. Au revoire
_________________
Le prove dell'invasione Americana

La CEI e le sue becere figure

  Visualizza il profilo di Ipsedixit  Invia un messaggio privato a Ipsedixit  Email Ipsedixit    Rispondi riportando il messaggio originario
Ipsedixit

Reg.: 10 Gen 2005
Messaggi: 702
Da: Potenza (PZ)
Inviato: 16-01-2005 16:03  
quote:
In data 2005-01-16 15:59, Ipsedixit scrive:
Non sono daccordo con ginestra solo su una cosa... non dobbiamo dimenticare... dobbiamo ricordare e parlare di queste cose, visto che poi esce gente come greenday che fa passare dei periodi storici sotto dittatura (dove l'ordine veniva tenuto con le armi e dove i media non potevano parlare dei disordini perchè il popolo non doveva sapere dei DISORDINI presenti nel regime). Caro GreenDay, mio nonno era un soldato fascista. Era di Eboli, una cittadina che allora faceva poco più di 10.000 abitanti, una cittadina dove tutti si conoscevano; un giorno fu costretto ad andare da una donna che conosceva da 10 anni. La figlia di questa donna era stata violentata da un delinquente. Lui fu costretto a dirle:" Mi spiace donna Antonietta, non devi denunciare la violenza di tua figlia; il Duce non vuole che si sappia." Questo era... negare giustizia a chi la chiedeva, a chi la meritava. Questo era l'ORDINE fascista, un ordine fatto di silenzi. Per quanto mi riguarda quella donna e sua figlia quel giorno sono state uccise. Togli la dignità di essere umano a qualcuno e lo hai già ucciso; il fatto è che il "tecnicamente vivo" non mi è mai piaciuto. Una cosa del genere ti rovina la vita per sempre, magari tu vorresti solo giustizia e invece no. E la gente che moriva in carcere perchè lasciata in condizioni igieniche e ambientali inferiori ai porci di un porcile? Quelli nn sono morti del regime...nooooo quelli sono morti per colpa della prigione. Mio nonno fu deportato in un lager come traditore, scappò grazie ad un commilitone tedesco, si unì alla resistenza e ha sparato nel cxxo a fascisti e nazisti del caxxo. Una cosa sola mi diceva mia nonno. Non dimenticare, perchè quello è stato il periodo più buio del mio essere uomo.

P.S.: voglio ricordare che il tuo bel duce era un bel codardo, visto che era già pronto alla fuga mentre cominciava la marcia su Roma. Beh... per un tizio che parlava di valore, coraggio, onore, patria e famiglia aggettivi come CODARDO, FEDIFRAGO, ASSASSINO, ADULTERO e INTERNATORE DI FIGLI E MOGLIE si adattano bene... dopotutto niente di grave... era un uomo, mica un santo. Era un uomo... un uomo di merda! Anche se purtroppo il nostro più grande statista. Ma anche Hitler secondo me è il più grande uomo politico della storia del mondo. Hitler era un genio. Questo non toglie che fosse un folle senza scrupoli e non mi toglie di sentirmi davanti a tali nomi disgustato. Au revoire



_________________
Le prove dell'invasione Americana

La CEI e le sue becere figure

  Visualizza il profilo di Ipsedixit  Invia un messaggio privato a Ipsedixit  Email Ipsedixit    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 16-01-2005 17:17  
quote:
In data 2005-01-16 14:57, ginestra scrive:
quote:
In data 2005-01-16 14:14, greenday2 scrive:
quote:
In data 2005-01-16 13:21, ginestra scrive:







Non fare il presuntuoso, leggere i libri è essenzialmente fondamentale,tutto sta a vedre come li si legge.L'importante è guardare ai fatti col dovuto occhio critico, analizzare in fondo gli accaduti,pur leggendo un banale testo di storia scolastico.Non dire a me che mi hanno indottrinata bene, sono la prima a prospettare ai miei alunni l'una e l'altra faccia di qualsiasi accaduto.Insegno loro che non bisogna lasciarci prendere dall'emozione o dallimpulsività di quello che si apprende,ma è necessario, innanzitutto, osservare col filtro della ragione, poi...verrà quello del cuore, che ci farà, inevitabilmente propendere per l'uno o l'altro personaggio,(processo scontato dell'identificazione che ognuno opera in sé)senza, però, ovvio, dimenticarne i pregi e i difetti.
Sul patrimonio da lettrice di storia che possiedo, non ti rispondo nemmeno.

P.S.Dimenticare non significa non conoscere, o no? Sarebbe assurdo, per "dimenticare", credevo essere stata chiara, intendevo dire mettiamo nella giusta ottica il ventennio e la conseguente guerra.Guarda che sono molto obiettiva e ti confesso che, nella sostanza, le colpe non le imputo tutte a Mussolini, ma anche a quel barbagianni di Vittorio E III che, se avesse avuto più palle ad esercitare il "mestiere" di re, forse non avremmo da piangere e rimpiangere il passato, oggi.




La cosa mi sconerta molto! A parte che hai piu o meno rinnegato tutti i tuoi post precedenti (in cui obiettività non ne trapela per nulla), poi mi sconcerta il fatto che tu da INSEGNANTE ignori i motivi per cui le cose son andate nel modo in cui conosciamo (vedi entrata in guerra a fianco dei nazisti, vedi ruolo di Vittorio Emanuele III e cosi via)! La cosa mi spaventa davvero moltissimo!
P.s.
Se sei un insegnante, dovresti capire che il cuore con la storia non c'entra nulla, anzi, e' il miglior motivo per falsarla.

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 16-01-2005 17:30  

Non sono daccordo con ginestra solo su una cosa... non dobbiamo dimenticare... dobbiamo ricordare e parlare di queste cose, visto che poi esce gente come greenday che fa passare dei periodi storici sotto dittatura (dove l'ordine veniva tenuto con le armi e dove i media non potevano parlare dei disordini perchè il popolo non doveva sapere dei DISORDINI presenti nel regime).

--->Faccio passare cosa? Mi sa che ti manca un pezzo!

Caro GreenDay, mio nonno era un soldato fascista. Era di Eboli, una cittadina che allora faceva poco più di 10.000 abitanti, una cittadina dove tutti si conoscevano; un giorno fu costretto ad andare da una donna che conosceva da 10 anni. La figlia di questa donna era stata violentata da un delinquente. Lui fu costretto a dirle:" Mi spiace donna Antonietta, non devi denunciare la violenza di tua figlia; il Duce non vuole che si sappia." Questo era... negare giustizia a chi la chiedeva, a chi la meritava. Questo era l'ORDINE fascista, un ordine fatto di silenzi.

----> Mah guarda, questa storiella mi fa un po sorridere. Non per la gravità del fatto eh (ammesso che non sia inventata, il che non sarebbe nuovo), ma per il fatto che potrei citartene a miglioni similari compiuti dai partigiani/dagli angloamericani/dai nazisti/dai comunisti/etc. etc.
Quindi? Semplice! Son cose non imputabili a una particolare forma di governo, bensì a una degenerazione (una delle tanti) dell'uomo.
Poi sinceramente : ho qualche riserva sul fatto che il Duce in persona si sia espresso su un caso di stupro in un paesino sperduto come Eboli...Mi permetti di avere (molte) riserve su cio?

Mio nonno fu deportato in un lager come traditore, scappò grazie ad un commilitone tedesco, si unì alla resistenza e ha sparato nel cxxo a fascisti e nazisti del caxxo.

---->Caso mai era uno di quelli che ha cambiato camicia non appena la situazione si e' fatta difficile? Oppure uno di quelli che sparava a qualche soldato nazista sparso, provocando la rappreseaglia dei civili? Davvero un bell'esempio di coerenza!

Una cosa sola mi diceva mia nonno. Non dimenticare, perchè quello è stato il periodo più buio del mio essere uomo.

--->Su questo non posso essere che d'accordo!!!


P.S.: voglio ricordare che il tuo bel duce era un bel codardo, visto che era già pronto alla fuga mentre cominciava la marcia su Roma. Beh... per un tizio che parlava di valore, coraggio, onore, patria e famiglia aggettivi come CODARDO, FEDIFRAGO, ASSASSINO, ADULTERO e INTERNATORE DI FIGLI E MOGLIE

--->Moglie?? Non mi risulta che abbia mai internato Donna Rachele eh! Assassino? Chi ha ucciso di suo pugno?
Codardo? E perchè non e' scappato sull'idrovolante messo a disposizione di Peron, prima di essere catturato?
Il fatto che fosse adultero....allora? Sei forse la moglie tu?


  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 16-01-2005 18:03  
Giusto, donna Rachele non l'ha internata, ci mancherebbe, ma l'amante si.Nuova morale infatti, fascista: i personaggi scomodi li eliminiamo e ci sarebbe da fare un lungo elenco, ma fammi il piacere!!!In quanto al cuore,parlavo delle nostre considerazioni personali e intime, che nulla hanno a che vedere con l'opinione generale, nei confronti della storia.
Comunque ho capito una cosa da quando sono in questo forum, che l'incomunicabilità è l'aspetto imperante di tutti i nostri discorsi.Non ci si capisce già quando la si pensa allo stesso modo, figuriamoci quando le idee sono diametralmente opposte.L'obiettività di cui parli e che rimproveri agli altri di non avere,tu non sai nemmeno dove sta di casa, infatti, al mio post iniziale sei insorto subito, adducendo altri argomenti che col post non c'entravano nulla.Io chiedevo semplicemente un parere sul fatto compiuto e, indipendemente se si è "simpatizzanti" della dottrina fscista o no, il gesto è abbondantemente esecrabile.
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 16-01-2005 18:07  
quote:
In data 2005-01-15 17:10, greenday2 scrive:
Direi che ho trovato molto piu interessante il libro scritto dal figlio (legittimo) del Duce, ossia ROmano Mussolini.
Cmq cercare di dare una rappresentazione di una persona facendo leva su un unico episodio(fatto tra l'altro nemmeno cosi scabroso, se lo si guarda con occhio obiettivo), sia alquanto inutile al fine di una ricostruzione storica sensata ed obiettiva.




Ricostruzione storica? E chi ha parlato di questo? Lasciamolo fare a chi ha tutte le competenze!
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
riddick

Reg.: 14 Giu 2003
Messaggi: 3018
Da: san giorgio in bosco (PD)
Inviato: 16-01-2005 19:10  
quote:
In data 2005-01-16 17:30, greenday2 scrive:

--->Moglie?? Non mi risulta che abbia mai internato Donna Rachele eh! Assassino? Chi ha ucciso di suo pugno?


camerata, smettila di prenderci per il culo. se ordino a qualcuno di ammazzare un altro, sono un assassino, anche se me ne sto con il culo su una poltrona a tremila chilometri di distanza. fa pure finta di non sentire, ma resta il fatto che quella poveretta e suo figlio li ha sbattuti in carcere e li ha fatti crepare. ma per carità , non era la moglie, quindi poteva farlo

_________________
M.O.I.G.E. al rogo





[ Questo messaggio è stato modificato da: riddick il 16-01-2005 alle 19:14 ]

  Visualizza il profilo di riddick  Invia un messaggio privato a riddick    Rispondi riportando il messaggio originario
mariano

Reg.: 01 Nov 2003
Messaggi: 2282
Da: san remo (IM)
Inviato: 16-01-2005 20:05  
mussolini era un grande politico ma anche un piccolo statista.

in fondo penso che l'idea e la concretezza dell'italia unita e degli italiani uniti, da nord a sud, vada proprio ricercata nel letamaio del ventenneio, che ha propinato un'idea malata di nazionalismo esoterico, alla psiche disillusa dei nostri antenati italici....

ecco, il fascimo, facendo unicamente leva su un'idea di etica sociale (soggettiva com'è l'etica,appunto), è riuscito agrappandosi sull'amarezza del dopoguerra a unire i tormenti, le angosce e le speranze sepellite di intere generazioni confrontate con il disequilibrio della Storia.

del resto, nel ventennio le piazze trasbardavano e andavano in esatsi x sogni ingenui e stupidi di gloria e dignità sullo sfondo imponente di un colosseo da millenni mai così raggiante;
le frasi icastiche,totali, quasi romanzate, tali che rendevano ancora + lontana la tragedia imminente:
"dopo 20 l'imero torna sui Colli Fatali della Madre Roma"
"nn è libidine viziata di potere, nn è capriccio umano, è amore smisurato x nostra Patria!” .

il prezzo fu altissimo.
mussolini nn aveva affatto un'idea di stato come ce l'aveva della gente.
il vortice di follia e morte fu penetrante, disumano.
all'italia nn rimase che risorgere una seconda volta dalle proprie ceneri..

oggi abbiamo un paese soffocato dalla placenta fascista che si ammazza e si eccita x politici che si credono unti e bisunti;
la scenografia ora è solo in cartongesso;
i sogni evaporano come neve al sole.

no, nn sono un nostalgico, anzi, ma forse comprendo + loro che noi.

l'alibi almeno c'era.

_________________
Io accetto il caos, non so se il caos accetta me.

  Visualizza il profilo di mariano  Invia un messaggio privato a mariano    Rispondi riportando il messaggio originario
Ipsedixit

Reg.: 10 Gen 2005
Messaggi: 702
Da: Potenza (PZ)
Inviato: 17-01-2005 02:15  
quote:
In data 2005-01-16 17:30, greenday2 scrive:

--->Su questo non posso essere che d'accordo!!!




Piccolo fascistello... tu non hai nemmeno il diritto di parlare di uno come mio nonno. Ha voltato le spalle perchè ha visto i lager nazisti, ha visto interi treni di ebrei arrivare dall'Italia a TREBLINKA e li ha visti da prigioniero. Ha sempre sostenuto di aver combattuto per l'Italia più da partigiano che da soldato fascista, perchè ha visto, ha capito e ha cambiato idea! Perchè c'è gente a questo mondo che è capace anche di accorgersi di aver preso una cantonata, non gente come te che è fermo come un paracarro. Le tue idee sono il riciclaggio di impastamenti storici riletti in chiave giustificatoria; mi fai pena solo per un fatto. Ti permetti di criticare una persona che ha fatto una cosa che tu non hai mai fatto: ha preso un fucile in mano ed è andato al fronte! Ha perso amici a dozzine, fratelli di compagnia, gente con cui il giorno prima mangiava e il giorno dopo piangeva; quelli come te mi fanno ridere, perchè da una poltrona bella comoda si permettono di parlare di parole come ONORE, VALORE, PATRIA, ma alla prima pallottola che vi sfiora la testa ve la fate addosso e piangete come porci prima del mattatatoio. Mio nonno è morto di ASMA a 70 anni. Asma dovuta a Pneumoconiosi, dovuta allo schifo che si è respirato in guerra. Era più difficile fare il partigiano nel 1942 che la pecorella del tuo duce impomatato. Prendi un fucile e poi vedi come la GIUSTA CAUSA ti sembra una cazzata. Anzi... mandaci tuo figlio in guerra, e se ci morirà in guerra, voglio vedere se sarai fiero del fatto che sia caduto per la patria o rimpiangerai il giorno in cui sognavi per lui, in cui gli insegnavi a tirare calci a un pallone o il giorno in cui da quadrupede divenne bipede. Parli di idee riciclate condannate dalla storia. Se dovesse salire il fascismo al potere, io cambierei paese. Qualora non potessi farlo, prenderei un mitra e comincerei a lottare per la MIA libertà.
_________________
Le prove dell'invasione Americana

La CEI e le sue becere figure

  Visualizza il profilo di Ipsedixit  Invia un messaggio privato a Ipsedixit  Email Ipsedixit    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 17-01-2005 08:17  
Ragazzi a me fa piacere parlare di Mussolini e fascismo però credo che sia un argomneto talemente ampio e articolato che ricondurlo a un elenco disorganizzato di episodi sminuisce le oggettive valutazioni.
Gli stessi storici a ragione, continuano a dibattere sulla sua figura, l'unica cosa che possiamo fare senza cadere nel banale è cercare di analizzare contestualizzando, uno alla volta partocolari aspetti dell'ideologia e dell'uomo, sennò da questo topic non nascerà nulla di positivo.

_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 17-01-2005 13:56  
quote:
In data 2005-01-16 18:07, ginestra scrive:
quote:
In data 2005-01-15 17:10, greenday2 scrive:
Direi che ho trovato molto piu interessante il libro scritto dal figlio (legittimo) del Duce, ossia ROmano Mussolini.
Cmq cercare di dare una rappresentazione di una persona facendo leva su un unico episodio(fatto tra l'altro nemmeno cosi scabroso, se lo si guarda con occhio obiettivo), sia alquanto inutile al fine di una ricostruzione storica sensata ed obiettiva.




Ricostruzione storica? E chi ha parlato di questo? Lasciamolo fare a chi ha tutte le competenze!





Ma tu non sei un insegnate scusa??

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 17-01-2005 14:06  
quote:
In data 2005-01-17 02:15, Ipsedixit scrive:
quote:
In data 2005-01-16 17:30, greenday2 scrive:

--->Su questo non posso essere che d'accordo!!!




Piccolo fascistello... tu non hai nemmeno il diritto di parlare di uno come mio nonno. Ha voltato le spalle perchè ha visto i lager nazisti, ha visto interi treni di ebrei arrivare dall'Italia a TREBLINKA e li ha visti da prigioniero. Ha sempre sostenuto di aver combattuto per l'Italia più da partigiano che da soldato fascista, perchè ha visto, ha capito e ha cambiato idea! Perchè c'è gente a questo mondo che è capace anche di accorgersi di aver preso una cantonata, non gente come te che è fermo come un paracarro. Le tue idee sono il riciclaggio di impastamenti storici riletti in chiave giustificatoria; mi fai pena solo per un fatto. Ti permetti di criticare una persona che ha fatto una cosa che tu non hai mai fatto: ha preso un fucile in mano ed è andato al fronte! Ha perso amici a dozzine, fratelli di compagnia, gente con cui il giorno prima mangiava e il giorno dopo piangeva; quelli come te mi fanno ridere, perchè da una poltrona bella comoda si permettono di parlare di parole come ONORE, VALORE, PATRIA, ma alla prima pallottola che vi sfiora la testa ve la fate addosso e piangete come porci prima del mattatatoio. Mio nonno è morto di ASMA a 70 anni. Asma dovuta a Pneumoconiosi, dovuta allo schifo che si è respirato in guerra. Era più difficile fare il partigiano nel 1942 che la pecorella del tuo duce impomatato. Prendi un fucile e poi vedi come la GIUSTA CAUSA ti sembra una cazzata. Anzi... mandaci tuo figlio in guerra, e se ci morirà in guerra, voglio vedere se sarai fiero del fatto che sia caduto per la patria o rimpiangerai il giorno in cui sognavi per lui, in cui gli insegnavi a tirare calci a un pallone o il giorno in cui da quadrupede divenne bipede. Parli di idee riciclate condannate dalla storia. Se dovesse salire il fascismo al potere, io cambierei paese. Qualora non potessi farlo, prenderei un mitra e comincerei a lottare per la MIA libertà.




Senti, forse quello che non hai capito e che della tua storia di tuo nonno non me ne puo fregare di meno alla luce di una ricostruzione storica! Ma poi cosa c***o ne sai di cosa faccio io? Ahahah io non ho mai imbracciato un fucile?? Peccato per te che ho fatto la leva nel 187° reggimento della folgore! Quindi hai fatto la tua ennesima brutta figura! Ma tu poi cosa ne sai dell'ideale fascista? Son proprio curioso di saperlo! Ma quando si parla di analizzare fatti storici, tu svii sempre per linee trasverse con uscite moraliste che mi fan vomitare zucchero! Quella del bambino che gioca a pallone poi....
Poi mi parli della lotta partigiana come una liberazione....quanto sei ingenuo bello mio!

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 Pagina successiva )
  
0.027207 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: