FilmUP.com > Forum > Attualità - soldati in irak
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > soldati in irak   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Pagina successiva )
Autore soldati in irak
nikita86

Reg.: 16 Feb 2005
Messaggi: 15
Da: albenga (SV)
Inviato: 16-02-2005 23:17  
come mai tutti sti soldati vanno a morire in irak,a combatere in una guerra che non è neanche loro?...come mai non si muove un dito per questa giornalista che hanno preso?

  Visualizza il profilo di nikita86  Invia un messaggio privato a nikita86    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 17-02-2005 00:06  
quote:
In data 2005-02-16 23:17, nikita86 scrive:
come mai tutti sti soldati vanno a morire in irak,a combatere in una guerra che non è neanche loro?...come mai non si muove un dito per questa giornalista che hanno preso?



Perchè il senso del dovere e' ben presente nei soldati italiani. Tra l'altro non mi risulta che i nostri soldati, siano mai stati "in guerra" (vietato dalla costituzione tra l'altro), bensì cercano di aiutare il popolo iracheno a trovare la via della pace e della democrazia.
Chi sostiene il contrario, mi indichi anche solo un frangente in cui i militari italiani, abbiano sparato anche solo un colpo "per offesa" (quindi non per difesa) contro un iracheno (oddio, in realtà ha il 20% di possibilità di essere iracheno).

Ma poi chi ti ha detto che non stanno facendo nulla per la Sgrena? Ti pare che un operazione cosi delicata, la sbandierino ai quattro venti?

Non e' mica il calcio minuto per minuto

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
Ipsedixit

Reg.: 10 Gen 2005
Messaggi: 702
Da: Potenza (PZ)
Inviato: 17-02-2005 07:55  
Vabbè... approfitto per chiedervi scusa se mi sto facendo vedere poco, ma sto finendo la tesi e ho poco tempo per dibattere con voi (vabbè... molti di voi penseranno... MA CHI SE NE FREGA, SIAMO STATI MEGLIO!).

Colgo l'occasione per salutarvi tutti e quotare greenday2. I nostri soldati sono lì per una missione di pace, si stanno impegnando per aiutare un popolo a ritrovare la strada dell'equilibrio socio-politico. Resta comunque che, purtroppo, sono dell'opinione che la democrazia non è un bene esportabile come un auto o una marca di scarpe, bensì un lento processo di maturazione e presa di coscienza sociale, per cui credo che ci vorrà ancora più di qualche anno per avere una democrazia in Iraq che sia più o meno stabile. Restano altresì frange di "resistenza" (se così si può chiamare) che non sembrano avere intenzione di esporsi al dialogo. La mia stima ai nostri soldati e la mia vicinanza umana, nella speranza che tutti i litri di sangue finora sparsi, possano donare ad un popolo da troppo tempo soggiogato all'ingiustizia, di trovare pace, equilibrio e benessere sociale.

Questo è il mio pensiero. Au revoire.

  Visualizza il profilo di Ipsedixit  Invia un messaggio privato a Ipsedixit  Email Ipsedixit    Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 17-02-2005 11:04  
quote:
In data 2005-02-17 00:06, greenday2 scrive:
quote:
In data 2005-02-16 23:17, nikita86 scrive:
come mai tutti sti soldati vanno a morire in irak,a combatere in una guerra che non è neanche loro?...come mai non si muove un dito per questa giornalista che hanno preso?



Perchè il senso del dovere e' ben presente nei soldati italiani. Tra l'altro non mi risulta che i nostri soldati, siano mai stati "in guerra" (vietato dalla costituzione tra l'altro), bensì cercano di aiutare il popolo iracheno a trovare la via della pace e della democrazia.





Questo è quello che conviene pensare se vogliamo metterci la coscienza a posto.
L'Italia è uno dei tanti paesi che "assistono" l'invasore americano a coltivare i propri interessi sul territorio iracheno.
Quella in Iraq non è mai stata una missione di pace. E la democrazia non è mai stato l'obiettivo prinicipale.

[ Questo messaggio è stato modificato da: honecker il 17-02-2005 alle 15:14 ]

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 17-02-2005 13:02  
Infatti l'Italia fa parte non di uno schieramento indipendente mandato dall'Onu, ma della coalizione dei volenterosi,come l'hanno chiamata, quella di Bush.
Che è quella della guerra sui pretesti falsi, delle torture, dei proiettili all'uranio e delle bombe a grappolo, della distruzione di Falluja di pochi mesi fa.
In tal senso la missione italiana non ha alcuna credibiltà.

Le avete lette o no le parole di Gustavo Selva di AN?
Le riportiamo:
<< 24 gennaio 2005 >>

Gustavo Selva (AN) a Libero: "Abbiamo mascherato Antica Babilonia come operazione umanitaria per avere il sì di Ciampi".

Se poi vogliamo continuare a prenderci per il culo...


  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Ipsedixit

Reg.: 10 Gen 2005
Messaggi: 702
Da: Potenza (PZ)
Inviato: 17-02-2005 14:38  
No... allora... non mi sono spiegato...

2 cose diverse:

Soldati: gente che fa il proprio mestiere e a loro va il mio appoggio

Governo: gente che manda i figli degli altri a fare ciò per cui dovrebbe mandare i propri

Che andare in Iraq fosse una cazzata lo si sapeva; che non sia l'obiettivo principale portare la democrazia lo si sapeva; ma se l'affermazione riportata fosse vera, allora è il caso che qualche PM a questo punto molto giustamente, prenda il governo Berlusconi con tutti i suoi esponenti e li sbatta dentro per violazione della costituzione.
La costituzione impedisce infatti all'Italia di intervenire in guerra contro qualsiasi paese e di occupare suolo straniero in qualità di invasore. Se siamo lì da invasori è stata commessa una violazione e si deve pagare.

Che poi io reputi Berlusconi un povero demente e il suo seguito una massa di imbecilli (vedi la Moratti che di scuole non ne capisci un cazzo, visto che mio padre ha perso 6 ore di insegnamento per due materie banali che insegna [italiano & storia] per dare posto a materie insulse, come INFORMATICA e INGLESE. Ora... sinceramente per me solo un demente può non capire che l'Informatica la impari molto di più se a 6 anni ti schiaffano un computer in mano e ti ci fanno giocare e che l'inglese non serve a niente studiarlo: io l'ho studiato per solamente 5 anni [3 di medie, 2 di liceo classico] e circa 3 anni all'università, ma ho imparato molto di più da VIDEOGAMES e MUSICA e da 1 mese in Inghilterra, in quanto una lingua la si impara ascoltando e parlando, non certo studiando la grammatica]), oppure come quel deficiente di Sirchia (che rispetto a Veronesi, permettete di giudicare dall'interno, non è veramente NIENTE). La gente se la prendeva con Berlinguer che di scuola ne ha vista tanta e ne ha insegnata tanta, ma della Moratti, che non capisce un cazzo nessuno parla.

Ok... per me (e dico per ME!) il governo Berlusconi non è all'altezza di governare il paese, nonostante ci siano degli esponenti molto in gamba tra la marmaglia e gente anche molto preparata in alcuni ministeri, ma ciò non toglie che cammuffata o no questa è la situazione:

L'Iraq è stato attaccato per un'altra delle mire espansionistiche Americane, espansioni non territoriali, bensì economico-comportamentali, ma ora il problema è che là c'è gente che ha fame, gente che sta MALISSIMO e i nostri soldati stanno lì per aiutarli (almeno spero), e per questo dico che ancora una volta mi sento orgoglioso di essere Italiano.

Questo è il mio pensiero. Au revoire.
_________________
Le prove dell'invasione Americana

La CEI e le sue becere figure

  Visualizza il profilo di Ipsedixit  Invia un messaggio privato a Ipsedixit  Email Ipsedixit    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 17-02-2005 15:25  
Senza false demagogie o retoriche inutili (da una parte e dall'altra), la situazione e' secondo me la seguente : l'america ha attaccato l'Iraq 1)perchè ha molta paura e 2)per la sua posizione strategica in medioriente e verso la Cina e 3)per fattori economici (il petrolio e' uno di questi, ma non l'unico).

Il problema degli americani, e che, sebbene dotati del potenziale bellico piu potente al mondo, continuano ad usare metodologie da Cowboy, sinceramente poco utili in Vietnam, e poco utili perfino in Medioriente. Ma dico io : cosa gli costa imparare un po dal loro principale alleato, ossia Israele? Vi ricordate quando ha ucciso i due capi di Hamas? Due missili!! Due centri! Gli americani invece, devono radere al suolo una città, e poi non riescono nemmeno a trovarlo!!


Cmq : dopo aver fatto un casino bestiale, si son accorti che da soli, avrebbero rischiato un nuovo Vietnam, hanno chiamato una forza multinazionale di pacificazione (fra cui principalmente l'Italia e la Polonia) in modo da rimettere un minimo d'ordine! (perchè per chi non se lo ricordasse : L'ITALIA DURANTE LA GUERRA ERA A CASA!!).
Dato che ora c'è la piu totale anarchia (e le varie frange terroristiche si stanno leccando i baffi) e' giusto che i soldati della coalizione, restino Lì per evitare che l'Iraq diventi un nuovo Iran!

Ma ora veniamo all'altra frangia : possibile che Prodi sia cosi ossessionato da Bertinotti e da tutta la frangia estremista? (ha per caso ancora gli incubi di quando gli ha votato la sfiducia durante il suo governo?). Possibile che un ex presidente della commissione europea, non riesce a capire che andarsene via dall'Iraq ORA, non avrebbe alcun senso, se non peggiorare una situazione internazionale gia precaria?
Quanto ci metterà a capire che con gli estremisti, non si puo nemmeno creare un'opposizione, quindi figuriamoci un governo???

E poi ci lamentiamo perchè Berlusconi fa il bello e il cattivo tempo in Italia....

Spero cmq che questa situazione dell'Iraq finisca al piu presto, e si torni a pensare un po ai problemi di casa nostra (che ne abbiamo tanti, e non di certo tutti imputabili al governo di centro-destra...anzi...)

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
Buttercup

Reg.: 08 Gen 2005
Messaggi: 5694
Da: Nova (MI)
Inviato: 17-02-2005 15:34  
quote:
In data 2005-02-17 07:55, Ipsedixit scrive:

i nostri soldati sono lì per una missione di pace, si stanno impegnando per aiutare un popolo a ritrovare la strada dell'equilibrio socio-politico



Il maresciallo Cola è morto con un fucile in mano.
Alla faccia della missione di pace.
Madre teresa di Calcutta,le sue erano missioni di pace.
I nostri militari sono Merda,meriterebbero che al ritorno in Italia siano bersagliati da uova, pomodori e arance.
_________________

  Visualizza il profilo di Buttercup  Invia un messaggio privato a Buttercup  Email Buttercup    Rispondi riportando il messaggio originario
Pindaro

Reg.: 08 Ott 2004
Messaggi: 229
Da: Torino (TO)
Inviato: 17-02-2005 16:57  
quote:
In data 2005-02-17 15:34, Buttercup scrive:
quote:
In data 2005-02-17 07:55, Ipsedixit scrive:

i nostri soldati sono lì per una missione di pace, si stanno impegnando per aiutare un popolo a ritrovare la strada dell'equilibrio socio-politico



Il maresciallo Cola è morto con un fucile in mano.
Alla faccia della missione di pace.
Madre teresa di Calcutta,le sue erano missioni di pace.
I nostri militari sono Merda,meriterebbero che al ritorno in Italia siano bersagliati da uova, pomodori e arance.




Vergognati.
Senza entrare nel merito di che uomini siano, rappresentano il nostro paese e le nostre istituzioni. Non hanno nessuna colpa di essere là, ce li ha mandati la Repubblica Italiana. Io sono sempre stato contro l'invio delle truppe, ma prendersela con i soldati dimostra soltanto stupidità.

Quanto alla guerra in Iraq in generale, essa è mossa soltanto da ragioni economiche degli U.S.A., ma questo già si sapeva. Il nocciolo della questione è che non è possibile esportare la democrazia, essa è un traguardo che deve essere raggiunto dal popolo senza interferenze esterne. La guerra cambia le istituzioni, ma non la mentalità della gente.

_________________
VISITATE IL MIO BLOG!!!! http://orsofra.splinder.com

  Visualizza il profilo di Pindaro  Invia un messaggio privato a Pindaro  Email Pindaro    Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 17-02-2005 17:25  
Gli Stati Uniti sono in guerra.
Noi siamo loro alleati e siamo in missione di pace?

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
greenday2

Reg.: 02 Lug 2004
Messaggi: 1074
Da: reggio emilia (RE)
Inviato: 17-02-2005 17:27  
quote:
In data 2005-02-17 15:34, Buttercup scrive:
quote:
In data 2005-02-17 07:55, Ipsedixit scrive:

i nostri soldati sono lì per una missione di pace, si stanno impegnando per aiutare un popolo a ritrovare la strada dell'equilibrio socio-politico



Il maresciallo Cola è morto con un fucile in mano.
Alla faccia della missione di pace.
Madre teresa di Calcutta,le sue erano missioni di pace.
I nostri militari sono Merda,meriterebbero che al ritorno in Italia siano bersagliati da uova, pomodori e arance.




Dai, mi rincuora che in Italia non siano tutti come te. Piccola consolazione, ma almeno consolazione!

Son queste parole, che mi fan gridare ancor piu forte VIVA L'ITALIA!!! e le gesta dei nostri eroi mi fanno sentire ORGOGLIOSO DI ESSERE ITALIANO!

Alla faccia dei pingui politicanti e degli esseri beceri come l'individuo qua sopra.

  Visualizza il profilo di greenday2  Invia un messaggio privato a greenday2    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 17-02-2005 18:36  
quote:
In data 2005-02-17 17:25, honecker scrive:
Gli Stati Uniti sono in guerra.
Noi siamo loro alleati e siamo in missione di pace?



Ma perchè, in Iraq c'è la guerra?
Io credevo che fosse finita da un bel pezzo...da quando Bush ha dichiarato: la guerra è finita.
Certo, si è poi scordato di firmare i trattati di pace,dettagli insignificanti.
Furono firmati persino dopo 60 giorni di bombardamenti sul Kosovo.
Qui stiamo ancora aspettando i trattati di pace.
Aspettiamo magari che la guerra finisca,o no?

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 17-02-2005 18:39  
quote:
In data 2005-02-17 16:57, Pindaro scrive:
quote:
In data 2005-02-17 15:34, Buttercup scrive:
quote:
In data 2005-02-17 07:55, Ipsedixit scrive:

i nostri soldati sono lì per una missione di pace, si stanno impegnando per aiutare un popolo a ritrovare la strada dell'equilibrio socio-politico



Il maresciallo Cola è morto con un fucile in mano.
Alla faccia della missione di pace.
Madre teresa di Calcutta,le sue erano missioni di pace.
I nostri militari sono Merda,meriterebbero che al ritorno in Italia siano bersagliati da uova, pomodori e arance.




Vergognati.
Senza entrare nel merito di che uomini siano, rappresentano il nostro paese e le nostre istituzioni. Non hanno nessuna colpa di essere là, ce li ha mandati la Repubblica Italiana. Io sono sempre stato contro l'invio delle truppe, ma prendersela con i soldati dimostra soltanto stupidità.

Quanto alla guerra in Iraq in generale, essa è mossa soltanto da ragioni economiche degli U.S.A., ma questo già si sapeva. Il nocciolo della questione è che non è possibile esportare la democrazia, essa è un traguardo che deve essere raggiunto dal popolo senza interferenze esterne. La guerra cambia le istituzioni, ma non la mentalità della gente.





Infatti, è una posizione stupida quella di prendersela con i militari piuttosto che con le istituzioni che li hanno mandati.
Se qualcuno si degnasse di leggere i rapporti dell'Unac, associazione nazionale dei carabinieri,scoprirebbe che più volte si sono dichiarati per il ritiro delle truppe.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Ipsedixit

Reg.: 10 Gen 2005
Messaggi: 702
Da: Potenza (PZ)
Inviato: 17-02-2005 18:40  
quote:
In data 2005-02-17 15:34, Buttercup scrive:
quote:
In data 2005-02-17 07:55, Ipsedixit scrive:

i nostri soldati sono lì per una missione di pace, si stanno impegnando per aiutare un popolo a ritrovare la strada dell'equilibrio socio-politico



Il maresciallo Cola è morto con un fucile in mano.
Alla faccia della missione di pace.
Madre teresa di Calcutta,le sue erano missioni di pace.
I nostri militari sono Merda,meriterebbero che al ritorno in Italia siano bersagliati da uova, pomodori e arance.




Per me dovresti vergognarti di quello che hai detto... c'è gente che ci crede in quella missione di pace...
P.s: Madre Teresa di Calcutta non doveva far sì che un terrorista non radesse al suolo una casa giusto per creare disordini e difficoltà a chi sta cercando di portare un governo scelto dal popolo.

Per il resto sono daccordo sia con Greenday che con il discorso di Pindaro, ma il problema resta... la democrazia non si può esportare, ma ora che i cowboy hanno fatto il bello e il cattivo tempo che si fa? Prendiamo e li abbandoniamo in mano a quegli assetati di sangue di Hamas e dio sa quali altre organizzazioni? Boh... non lo so.

Voglio ricordare anche un altro nostro GRANDE EROE, che spesso viene dimenticato, un eroe che porta in ALTO il nome della nostra NAZIONE: GINO STRADA, che porta un ospedale sotto le bombe ovunque ci sia bisogno, il quale con emergency ha salvato centinaia di vite umane senza mai nascondersi dietro idee politiche.

Questo è il mio pensiero. Au revoire

_________________
Non smettere di cercare ciò che che ami o finirai per amare ciò che trovi!

[ Questo messaggio è stato modificato da: Ipsedixit il 17-02-2005 alle 19:58 ]

  Visualizza il profilo di Ipsedixit  Invia un messaggio privato a Ipsedixit  Email Ipsedixit    Rispondi riportando il messaggio originario
Buttercup

Reg.: 08 Gen 2005
Messaggi: 5694
Da: Nova (MI)
Inviato: 17-02-2005 20:11  
quote:
In data 2005-02-17 17:27, greenday2 scrive:
quote:
In data 2005-02-17 15:34, Buttercup scrive:
quote:
In data 2005-02-17 07:55, Ipsedixit scrive:










Dai, mi rincuora che in Italia non siano tutti come te. Piccola consolazione, ma almeno consolazione!

Son queste parole, che mi fan gridare ancor piu forte VIVA L'ITALIA!!! e le gesta dei nostri eroi mi fanno sentire ORGOGLIOSO DI ESSERE ITALIANO!

Alla faccia dei pingui politicanti e degli esseri beceri come l'individuo qua sopra.



E invece a me rattrista che la maggioranza degli italiani,buffoni pagliacci come l'individuo qui sopra,abbia mandato al governo l'individuo che ha pensato,o meglio,si è accodato alla "missione di pace"in Iraq.
E sono sti stronzi che hanno contribuito a far diventare l'Italia la burletta dell'Europa e forse del mondo.
Grida VIVA L'ITALIA quanto vuoi, poverello, sei lo scemo del villaggio.
E me la prendo sì,coi militari,già,non è che un ragazzino in naja viene pigliato e obbligato a partire.Si fa domanda interna di missione,e poi parti.Nessuno viene obbligato a percepire fior fiore di soldi in più per "garantire la pace" in Iraq.
A LAVORARE!!!




[ Questo messaggio è stato modificato da: Buttercup il 17-02-2005 alle 20:13 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: Buttercup il 17-02-2005 alle 23:00 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: Buttercup il 17-02-2005 alle 23:00 ]

  Visualizza il profilo di Buttercup  Invia un messaggio privato a Buttercup  Email Buttercup    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 Pagina successiva )
  
0.222756 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: