FilmUP.com > Forum > Attualità - Chi vieta la satira?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Chi vieta la satira?   
Autore Chi vieta la satira?
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 03-03-2005 11:23  
Il democratico Prodi vuole bloccare la satira: che ridere!!!
da Legnostorto.com

Raccogliamo con entusiamo l'appello del nostro Ezechiele Lupo(alias Giovanni Maria) e mettiamo ovviamente il Legno Storto a disposizione di ogni iniziativa che concorderemo con i nostri lettori (chi ha proposte le avanzi) perché ci pare che veramente stavolta il professore abbia toccato il fondo.Inoltre, come ben potrebbe dirgli Bush (le cui foto che pubblichiamo sono l'oggetto dello scandalo che ha fatto imbufalire
Prodi),il tutto si sta tramutando in un tremendo autogol.Successe anche al presidente americano quando fece causa al sito web di satira che lo ritraeva con una cannuccia nel naso mentre inalava polvere bianca e pronunciava la frase:"E' ipocrisia, stupido".Il risultato dell'azione legale fu che milioni di persone visitarono quel sito e da allora i consulenti elettorali del presidente americano cambiarono strategia, decidendo semplicemente di ignorarli.Sta succedendo la stessa cosa con il sito il www.giulivo.com al quale ovviamente esprimiamo tutta la nostra solidarietà.

La storia è ormai nota:Romano Prodi (tramite uno studio legale) ha mandato una lettera al provider dei siti
www.lafabbricadelprogramma.com e www.governareper.com per oscurare le pagine che secondo lui sono "fortemente diffamatorie del Partito politico italiano "Uniti per l'Ulivo" e del suo leader, "l'ex presidente della Commissione Europea Prof.Romano Prodi".Non solo."Questi domini", argomentano gli avvocati "Sono usati per diffondere contenuti razzisti e di discriminazione sessuale".Quindi l'uso dei due indirizzi internet "...è perciò offensivo sia verso il Partito e il suo leader, a causa dei suoi contenuti, e maggiormente, per la grande similarità tra i due domini e i domini ufficiali registrati dal Partito".
Uno degli ideatori del giulivo (primo storico sito di satira sull'Ulivo), Edoardo Colombo, quando ha visto la lettera non voleva crederci:"Quelli di sinistra gridano al regime e poi pretendono di oscurare i fratelli Marx (gli autori delle battute incriminate), meno male che il censore era Berlusconi.Dovrò farmi eleggere al Parlamento e varare una nuova legge: la chiamerò Salva-Giulivo".
Ricorda il Giornale di oggi:"D'altra parte per un sito che spernacchia il Professore ce ne sono decine e decine che attaccano, con toni che vanno dal lieve al violento fino all'apertamente diffamatorio, Silvio Berlusconi. I nomi? La lista è lunghissima.Solo per citarne alcuni: www.silvioberlusconi.com; www.berluscastop.it; www.ilpalo.com.E ancora: le "mailing list di resistenza antiberlusconiana"; le "cronache da berlusconia","l'osservatorio delle malefatte","berluskoni mi consenta","berlusconeide", "verba volant" e chi più ne ha più ne metta".
Ma la differenza con il prof non è da poco.Berlusconi, infatti, non ha mai tentato di usare le maniere forti per tappare la bocca e oscurare i siti a lui sgraditi. Anzi, con ironia, il presidente del Consiglio premiò la migliore immagine"taroccata" dei suoi manifesti.
Caro Prof, come vede, la classe non è acqua!
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 03-03-2005 11:46  




A me di quello che fa Prodi non me ne frega un cazzo. Io dico che se una persona vuole parlare di politica allora dovrà seriamente cominciare a interessarsi ai problemi concreti come le questioni ambientali sociali economiche eccetera.
Altrimenti è come chi pretende di parlare di cinema tirando fuori l'ultimo amore di Nicole Kidman. Stiamo veramente parlando di cinema?

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 03-03-2005 12:03  
quote:
In data 2005-03-03 11:46, Quilty scrive:
A me di quello che fa Prodi non me ne frega un cazzo. Io dico che se una persona vuole parlare di politica allora dovrà seriamente cominciare a interessarsi ai problemi concreti come le questioni ambientali sociali economiche eccetera.
Altrimenti è come chi pretende di parlare di cinema tirando fuori l'ultimo amore di Nicole Kidman. Stiamo veramente parlando di cinema?



e spero che tu possa continuare così (ovvero che Prodi non venga eletto nel 2006)
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 03-03-2005 12:31  
quote:
In data 2005-03-03 11:23, ipergiorg scrive:
Il democratico Prodi vuole bloccare la satira: che ridere!!!
da Legnostorto.com

Raccogliamo con entusiamo l'appello del nostro Ezechiele Lupo(alias Giovanni Maria) e mettiamo ovviamente il Legno Storto a disposizione di ogni iniziativa che concorderemo con i nostri lettori (chi ha proposte le avanzi) perché ci pare che veramente stavolta il professore abbia toccato il fondo.Inoltre, come ben potrebbe dirgli Bush (le cui foto che pubblichiamo sono l'oggetto dello scandalo che ha fatto imbufalire
Prodi),il tutto si sta tramutando in un tremendo autogol.Successe anche al presidente americano quando fece causa al sito web di satira che lo ritraeva con una cannuccia nel naso mentre inalava polvere bianca e pronunciava la frase:"E' ipocrisia, stupido".Il risultato dell'azione legale fu che milioni di persone visitarono quel sito e da allora i consulenti elettorali del presidente americano cambiarono strategia, decidendo semplicemente di ignorarli.Sta succedendo la stessa cosa con il sito il http://www.giulivo.com al quale ovviamente esprimiamo tutta la nostra solidarietà.

La storia è ormai nota:Romano Prodi (tramite uno studio legale) ha mandato una lettera al provider dei siti
http://www.lafabbricadelprogramma.com e http://www.governareper.com per oscurare le pagine che secondo lui sono "fortemente diffamatorie del Partito politico italiano "Uniti per l'Ulivo" e del suo leader, "l'ex presidente della Commissione Europea Prof.Romano Prodi".Non solo."Questi domini", argomentano gli avvocati "Sono usati per diffondere contenuti razzisti e di discriminazione sessuale".Quindi l'uso dei due indirizzi internet "...è perciò offensivo sia verso il Partito e il suo leader, a causa dei suoi contenuti, e maggiormente, per la grande similarità tra i due domini e i domini ufficiali registrati dal Partito".
Uno degli ideatori del giulivo (primo storico sito di satira sull'Ulivo), Edoardo Colombo, quando ha visto la lettera non voleva crederci:"Quelli di sinistra gridano al regime e poi pretendono di oscurare i fratelli Marx (gli autori delle battute incriminate), meno male che il censore era Berlusconi.Dovrò farmi eleggere al Parlamento e varare una nuova legge: la chiamerò Salva-Giulivo".
Ricorda il Giornale di oggi:"D'altra parte per un sito che spernacchia il Professore ce ne sono decine e decine che attaccano, con toni che vanno dal lieve al violento fino all'apertamente diffamatorio, Silvio Berlusconi. I nomi? La lista è lunghissima.Solo per citarne alcuni: http://www.silvioberlusconi.com; http://www.berluscastop.it; http://www.ilpalo.com.E ancora: le "mailing list di resistenza antiberlusconiana"; le "cronache da berlusconia","l'osservatorio delle malefatte","berluskoni mi consenta","berlusconeide", "verba volant" e chi più ne ha più ne metta".
Ma la differenza con il prof non è da poco.Berlusconi, infatti, non ha mai tentato di usare le maniere forti per tappare la bocca e oscurare i siti a lui sgraditi. Anzi, con ironia, il presidente del Consiglio premiò la migliore immagine"taroccata" dei suoi manifesti.
Caro Prof, come vede, la classe non è acqua!



concordo sulla questione del nome degli indirizzi internet: l'utilizzo degli stessi nomi dei siti ufficiali da parte dei due siti internet (così come nel caso del sito satirico chiamato silvioberlusconi.it) tende a creare confusione: se qualcuno aprisse un forzaitalia.qualcosa in cui regolarmente prende per il culo il non partito del nostro probabilmente riceverebbe una lettera simile e non sarebbe un azione ingiustificata.
Così come se qualcuno registrasse un dominio con il mio nome io un pochino mi incazzerei.
Sulla questione dei contenuti invece l'iniziativa di Prodi è un fatto grave e inopportuno, e ovviamente io rimango a favore della satira, che non si discute e non si può censurare, ma la si deve accettare così com'è.

Ma che cosa impedisce a Colombo e Cianci di aprire al limite un altro sito dal contenuto simile?



_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

[ Questo messaggio è stato modificato da: xander77 il 03-03-2005 alle 12:33 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: xander77 il 03-03-2005 alle 12:35 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: xander77 il 03-03-2005 alle 12:39 ]

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 03-03-2005 12:40  
credo ci voglia un po' di tempo per oscurare un sito e una decisione del giudice... intanto è arrivata la diffida che puoi leggere su Governareper.com


_________________
Stanco della Realtà? Leggi L'Unità!

[ Questo messaggio è stato modificato da: ipergiorg il 03-03-2005 alle 12:43 ]

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
millio

Reg.: 06 Gen 2005
Messaggi: 2394
Da: cagliari (CA)
Inviato: 03-03-2005 12:55  
Chiunque si oppone alla satira sbaglia. Sia in tv che su internet

  Visualizza il profilo di millio  Invia un messaggio privato a millio  Stato di ICQ    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 03-03-2005 13:50  
quote:
In data 2005-03-03 12:31, xander77 scrive:

concordo sulla questione del nome degli indirizzi internet: l'utilizzo degli stessi nomi dei siti ufficiali da parte dei due siti internet (così come nel caso del sito satirico chiamato silvioberlusconi.it) tende a creare confusione: se qualcuno aprisse un forzaitalia.qualcosa in cui regolarmente prende per il culo il non partito del nostro probabilmente riceverebbe una lettera simile e non sarebbe un azione ingiustificata.
Così come se qualcuno registrasse un dominio con il mio nome io un pochino mi incazzerei.



Così come il partito dei Verdi Verdi....

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Morgana74

Reg.: 05 Feb 2005
Messaggi: 1990
Da: Modena (MO)
Inviato: 03-03-2005 14:05  
quote:
In data 2005-03-03 12:55, millio scrive:
Chiunque si oppone alla satira sbaglia. Sia in tv che su internet




_________________
Parole crociate: "Qual'è una parola di quattro lettere per "il migliore amico di un uomo"? "Culo".
Fratelli per la pelle

  Visualizza il profilo di Morgana74  Invia un messaggio privato a Morgana74    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 03-03-2005 14:08  
quote:
In data 2005-03-03 13:50, Quilty scrive:
quote:
In data 2005-03-03 12:31, xander77 scrive:

concordo sulla questione del nome degli indirizzi internet: l'utilizzo degli stessi nomi dei siti ufficiali da parte dei due siti internet (così come nel caso del sito satirico chiamato silvioberlusconi.it) tende a creare confusione: se qualcuno aprisse un forzaitalia.qualcosa in cui regolarmente prende per il culo il non partito del nostro probabilmente riceverebbe una lettera simile e non sarebbe un azione ingiustificata.
Così come se qualcuno registrasse un dominio con il mio nome io un pochino mi incazzerei.



Così come il partito dei Verdi Verdi....

Già,almeno si potevano chiamare Verdissimi o Super Verdi,ma Verdi Verdi è addirittura cacofonico...
_________________
IO DIFENDO LA COSTITUZIONE. FIRMATE.

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 03-03-2005 20:59  
la satira ha sempre dato fastidio a tutti, rossi e neri!
non si salva nessuno.

_________________

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
ginestra


Reg.: 02 Mag 2003
Messaggi: 8862
Da: San Nicola la Strada (CE)
Inviato: 03-03-2005 21:02  
Vogliamo togliere agli italiani l'unico mezzo per sminuire certi fattacci e certi personaggi, cercando di non ammalarsi di fegato??????
_________________
E tu, lenta ginestra,che di selve odorate queste campagne dispogliate adorni, anche tu presto alla crudel possanza soccomberai del sotterraneo foco, che ritornando al loco già noto, stenderà l'avaro lembo su tue molli foreste.......

  Visualizza il profilo di ginestra  Invia un messaggio privato a ginestra  Email ginestra    Rispondi riportando il messaggio originario
Ascanio

Reg.: 26 Gen 2004
Messaggi: 1277
Da: Arosio (CO)
Inviato: 03-03-2005 22:45  
La satira è essenzialmente libertà; togliere la satira è come imbavagliare qualcuno.
Intendiamoci, c'è poi satira e satira.....
_________________
LEG XIIII GEMINA MARTIA VICTRIX

  Visualizza il profilo di Ascanio  Invia un messaggio privato a Ascanio  Email Ascanio    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.132562 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: