FilmUP.com > Forum > Attualità - EuroNews
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > EuroNews   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 )
Autore EuroNews
Oxygene

Reg.: 09 Mar 2005
Messaggi: 129
Da: Iceland (es)
Inviato: 08-06-2006 22:53  
Ucciso da un bombardamento americano Abu Musab al Zarqawi, capo di al Qaida in Iraq


Abu Musab al-Zarqawi è stato ucciso. L'esercito americano mostra al mondo la foto del nemico pubblico numero uno ormai senza vita.

Un bombardamento su un'abitazione a sessanta chilometri a nord di Baghdad ha messo fine alle gesta del capo di al Qaida in Iraq. Il cadavere è stato rinvenuto tra le macerie assieme ad altri sette collaboratori tra cui due donne.

Tutto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri. Poco dopo le 6 i reparti speciali americani, grazie a notizie raccolte dall'intelligence, hanno individuato con certezza il luogo dove il terrorista giordano stava tenendo una riunione.

L'ordine di bombardare è arrivato immediatamente a due F-16 in volo che hanno sganciato due bombe per un totale di una tonnellata di esplosivo. Sul posto la polizia irachena ha stabilito un cordone di sicurezza che ha permesso di recuperare i corpi.

Al popolo iracheno la notizia l'ha data il premier al-Maliki. "Zarqawi è stato eliminato", ha detto in una conferenza stampa. . . . . E mentre sono in corso le analisi del Dna che serviranno ad identificaregeneticamente il terrorista, sul sito internet al Hesbah, riconducibile ad al Qaida, è stato reso omaggio alla "morte da martire del nostro sceicco".

La rete del terrore di Osama bin Laden non ha perso tempo neanche nella nomina del successore di al Zarqawi. In alcuni volantini distribuiti a Ramadi si legge che il nuovo capo è lo sceicco Abu Adbul Rahman al Iraqi.

  Visualizza il profilo di Oxygene  Invia un messaggio privato a Oxygene    Rispondi riportando il messaggio originario
Oxygene

Reg.: 09 Mar 2005
Messaggi: 129
Da: Iceland (es)
Inviato: 08-06-2006 22:54  
La maggioranza dei palestinesi favorevole al riconoscimento di Israele


Il presidente palestinese Mahmoud Abbas firmerà entro sabato il decreto di indizione del referendum, lasciando all'esecutivo ancora qualche giorno per trovare un compromesso che possa evitarlo.

Abbas vuole che gli islamici al governo accettino il cosiddetto "documento dei detenuti" che chiede la proclamazione di uno stato palestinese riconoscendo implicitamente, allo stesso tempo, l'esistenza di Israele.

Il manifesto politico, stando a un sondaggio reso pubblico ieri, se messo ai voti, potrebbe passare con il 77% di sì.

Le due fazioni rivali, il Fatah del presidente Abbas e Hamas del primo ministro Haniyeh, hanno intanto annunciato una tregua dopo gli scontri degli ultimi giorni che sono costati la vita a 20 persone.

E forse un po' di sollievo potrebbe giungere dall'Unione Europea che sta studiando un piano per versare gli stipendi almeno al personale medico e agli insegnanti che non vengono pagati da mesi.

Questo mentre nuovi incidenti rischiano di aumentare le tensioni con lo stato ebraico. Ieri l'esercito israeliano ha aperto il fuoco su alcune persone che si muovevano nei pressi della frontiera: si trattava però di poliziotti palestinesi. Due sono morti e altri cinque sono rimasti feriti.

  Visualizza il profilo di Oxygene  Invia un messaggio privato a Oxygene    Rispondi riportando il messaggio originario
Oxygene

Reg.: 09 Mar 2005
Messaggi: 129
Da: Iceland (es)
Inviato: 08-06-2006 22:56  
Il colosso inglese della telefonia mobile Vodafone ha presentato un bilancio in rosso, dovuto a una perdita record



L'anno fiscale 2005-2006 si è chiuso con una perdita di oltre 32 miliardi di euro dovuta soprattutto a investimenti fatti in passato in Germania e in Italia.

Il risultato messo a segno da Vodafone è tra i peggiori mai registrati da un'azienda inglese. Anche negli esercizi passati il colosso aveva pubblicato dei bilanci in perdita, tuttavia con un recupero progressivo fino all'utile di 9,35 miliardi di euro registrati nell'anno fiscale 2004-2005. Quest'anno invece la perdita netta è stata addirittura di 32,2 miliardi.

Il risultato è stato pero' paradossalmente migliore delle attese. Il numero uno di Vodafone, Arun Sarin, ha sottolineato che nonostante la perdita record, il dividendo per gli azionisti è aumentato del 49 per cento.

Non solo, tra le buone notizie c'è anche quella di un fatturato in aumento, aiutato anche dai 20 milioni e mezzo di nuovi clienti, che hanno fatto salire il numero complessivo di utenti nel mondo a piu' di 170 milioni. Nonostante questo, Vodafone ha annunciato che taglierà 400 posti di lavoro presso la sede di Newbury, nel Regno Unito.

  Visualizza il profilo di Oxygene  Invia un messaggio privato a Oxygene    Rispondi riportando il messaggio originario
Oxygene

Reg.: 09 Mar 2005
Messaggi: 129
Da: Iceland (es)
Inviato: 08-06-2006 22:57  
Gb, governo presenta riforma pensioni, al lavoro fino a 68 anni



Gli inglesi lavoreranno fino a 68 anni. La riforma delle pensioni della Gran Bretagna presentata dal governo rappresenta il cambiamento piu' significativo degli ultimi 60 anni. Un cambiamento pero' che avverra' gradualmente, probabilmente a partire dal 2012.

Spiega la necessità della riforma il premier Tony Blair: "Abbiamo speso circa 16 miliardi di euro all'anno per i pensionati di oggi e abbiamo cercato di far uscire molti di loro da una condizione di povertà. La riforma cerca di migliorare il piu' possibile gli standard di vita dei pensionati, anche se con dei limiti".

Il governo di Londra stima che siano circa sette milioni gli inglesi che non stanno risparmiando abbastanza per la terza età. Cosi' le aspettative di vita piu' alte e un calo nei risparmi dei cittadini sono diventati un problema politico.

E' favorevole alla riforma anche Tom McPhail, consulente del settore: "Certamente saranno soprattutto le donne a beneficiare di questa riforma, perché abbiamo notato che sono soprattutto loro quella parte di popolazione che non trae vantaggio dal sistema pensionistico di base".

Attualmente l'eta' pensionabile degli inglesi e' di 65 anni per gli uomini e di 60 per le donne. La spesa del governo per le pensioni si aggira intorno al 5% del Pil nazionale.

  Visualizza il profilo di Oxygene  Invia un messaggio privato a Oxygene    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 )
  
0.013785 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: