FilmUP.com > Forum > Attualità - SCIENZA E FEDE, PUò ESISTERE UNIONE?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > SCIENZA E FEDE, PUò ESISTERE UNIONE?   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 )
Autore SCIENZA E FEDE, PUò ESISTERE UNIONE?
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 20-05-2005 14:59  
quote:
In data 2005-05-20 14:54, KARLMARX87 scrive:
questo non è negare?


no, sto commentando che hai un modo di analizzare la storia umana imbarazzante

era una società diversa
l'uomo si evolve Karl
quello che è successo può non essere giusto ma è accaduto perchè la cultura era diversa
quindi sono accuse ridicole

come scandalizzarsi che i romani davano i prigionieri in pasto alle belve feroci nel colosseo
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 20-05-2005 15:06  
tanto per cominciare, non vedo il nesso, messo in luce da karlmarx, tra filosofia e fede.
per secoi filosofia è stato sinonimo di scienza tout court, e i filosofi erano anche scienziati ed eccellenti matematici.
la filosofia non è una disciplina a sè, bensi una storia della cultura occidentale, che è tutta filosofica, almeno fino al nostro secolo. filosofia fa quindi più rima con scienza che con fede. se poi mi parli dei filosofi medievali, della scolastica, è vero, lì si era impregnari di religione, ma cmq ti ricordo che erano sempre e cmq grandi sapienti, che studiavano ogni scienza.
smettiamola di paragonare la filosofia ad un ancella della chiesa cattolica, perchè questo vuol dire non aver studiato secoli e secoli di filosofia graca, romana, rinascimentale, positivista, idealista, naturalista, o illuminista.
poi ho un appunto da fare ad entrambi:
tenenbaum,la filosofia si è sempre occupata del senso della vita, del mondo, dell uomo, dei suoi rapporti nella società e con il divino. ma da nietzsche in poi i concetti di giusto, morale, buono, vero, in filosofia son crollati del tutto. e il relativismo, vero signore del 900, vale molto più in filosofia che in fisica, nonostante einstein.
voglio dire che in effetti la filosofia non propina più certezza, non solo: non proprina più nemmeno teorie. son solo opinioni, visini del mondo di filosofi contemporanei. un libro di filosofia pubblicato oggi ti fa rilfettere, mette in moto i tuoi neuroni, ma non ti insegna nessuna verità. la scienza in questo è più potente, anche se, e questo è l appunto a karlmarx, la scienza non è onnipotente e non lo sarà mai. perchè è frutto della mente umana, del cervello umano, che è limitato. ha dei poteri e delle incapacità costitutive, biologiche. per cui una teoria del tutto non esiste e non esisterà mai (opinione mia e supportata dai più seri scienziati mondiali). ma inoltre, si dimentoca sempre che per fare scienza è necessaria la fede. non in dio, ma nei propri pregiudizi, in quello che si è. lo scienziato non parte dal nulla, ha tutto un suo background contenuto nel suo cervello che lo guida, e quindi una verità asettica e assoluta non si raggiunge nemmeno a livello scientifico. sarà perchè come diceva il buon nietzsche, la verità non esiste?

_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
KARLMARX87


Reg.: 12 Apr 2005
Messaggi: 313
Da: SIENA (SI)
Inviato: 20-05-2005 15:37  
quote:
In data 2005-05-20 15:06, Ayrtonit scrive:
tanto per cominciare, non vedo il nesso, messo in luce da karlmarx, tra filosofia e fede.
per secoi filosofia è stato sinonimo di scienza tout court, e i filosofi erano anche scienziati ed eccellenti matematici.
la filosofia non è una disciplina a sè, bensi una storia della cultura occidentale, che è tutta filosofica, almeno fino al nostro secolo. filosofia fa quindi più rima con scienza che con fede. se poi mi parli dei filosofi medievali, della scolastica, è vero, lì si era impregnari di religione, ma cmq ti ricordo che erano sempre e cmq grandi sapienti, che studiavano ogni scienza.
smettiamola di paragonare la filosofia ad un ancella della chiesa cattolica, perchè questo vuol dire non aver studiato secoli e secoli di filosofia graca, romana, rinascimentale, positivista, idealista, naturalista, o illuminista.
poi ho un appunto da fare ad entrambi:
tenenbaum,la filosofia si è sempre occupata del senso della vita, del mondo, dell uomo, dei suoi rapporti nella società e con il divino. ma da nietzsche in poi i concetti di giusto, morale, buono, vero, in filosofia son crollati del tutto. e il relativismo, vero signore del 900, vale molto più in filosofia che in fisica, nonostante einstein.
voglio dire che in effetti la filosofia non propina più certezza, non solo: non proprina più nemmeno teorie. son solo opinioni, visini del mondo di filosofi contemporanei. un libro di filosofia pubblicato oggi ti fa rilfettere, mette in moto i tuoi neuroni, ma non ti insegna nessuna verità. la scienza in questo è più potente, anche se, e questo è l appunto a karlmarx, la scienza non è onnipotente e non lo sarà mai. perchè è frutto della mente umana, del cervello umano, che è limitato. ha dei poteri e delle incapacità costitutive, biologiche. per cui una teoria del tutto non esiste e non esisterà mai (opinione mia e supportata dai più seri scienziati mondiali). ma inoltre, si dimentoca sempre che per fare scienza è necessaria la fede. non in dio, ma nei propri pregiudizi, in quello che si è. lo scienziato non parte dal nulla, ha tutto un suo background contenuto nel suo cervello che lo guida, e quindi una verità asettica e assoluta non si raggiunge nemmeno a livello scientifico. sarà perchè come diceva il buon nietzsche, la verità non esiste?




io non intendo screditare la filosofia, intendo screditare le idee che vedono nella filosofia un mezzo più efficace della scienza!non vuol dire niente che in passato i filosofi erano scienziati, basta guardare le bestialità che hanno detto. la filosofia per quanto importante sia può solo aiutarci a pensare non dirci quale sia la verità! quello spetta alla scienza. ritengo che in buona parte anche oggi la chiesa releghi la società italiana un abisso più indietro rispetto a società laiche. basti guardare il discorso sulla fecondazione assistita!cerchiamo di essere onesti intellettualmente, la fede in qualcosa di cui nessuno potrà mai essere certo ci sta condizionando la vita! credo che con il passare dei secoli si capirà tutti o quasi che la fede in dio equivale alla fede nell'oroscopo, banalità, paure dell'uomo che non sa rispondere alle domande che caratterizzano la sua esistenza. essere atei è un gesto di libertà culturale da qualsiasi forza o entità che non sia materiale o dimostrabile. ho imparato a non credere in quello che nn posso dimostrare ma allo stesso tempo posso sperare che qualcosa esista; questo non credo sia sbagliato. presto tutti capiranno che quello che hanno cercato per secoli in realtà è solo una speranza flebile e remota alla quale non si rivolgeranno più per cercare una vita migliore. sarebbe interessante aprire un topic sulla fede in generale, che ritengo solo una paura e una falsa virtù, basti pensare al significato di bene che hanno i cattolici: fanno del bene per purificarsi l'anima. non c' è un evidente individualismo in questo???
_________________
Povero mondo che non conosci la matematica e i sapori della vera musica per perderti nelle vanità delle parole senza senso impegnate nella retorica del passato.
(Enrico Bombieri, medaglia Field per la matematica)

  Visualizza il profilo di KARLMARX87  Invia un messaggio privato a KARLMARX87  Vai al sito web di KARLMARX87     Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 20-05-2005 15:42  
forse non ti sei reso conto che vivi in un paese laico

molto laico

i giapponesi , molto religiosi, sono avanti nella tecnologia

ma non lo vedi che quello che dici non significa niente ?
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 20-05-2005 15:51  
quote:
In data 2005-05-20 15:06, Ayrtonit scrive:
tenenbaum,la filosofia si è sempre occupata del senso della vita, del mondo, dell uomo, dei suoi rapporti nella società e con il divino. ma da nietzsche in poi i concetti di giusto, morale, buono, vero, in filosofia son crollati del tutto. e il relativismo, vero signore del 900, vale molto più in filosofia che in fisica, nonostante einstein.



il fatto è che una volta che la scienza ha iniziato ad essere sempre più progredita e veloce nelle scoperte, il ruolo della filosofia è cambiato

su questo non c'è dubbio

solo Karl non se ne è ancora reso conto


tuttavia ieri ho affrontato l'argomento con un mio amico fisico (che viene dal liceo classico ....)
in riguardo all'universo esistono molteplici teorie

anche in fisica si va un po' per mode
la teroia che comunque sembra quella più accreditata è quella dell'universo a forma di ciambella
quindi la vita dell'universo percorre cicli infiniti
big bang - espansione - e ritorno

tuttavia ad esempio questa è solo una teoria in quanto non si ha nessuna conferma che dopo l'espansione la materia torni indietro

e tuttavia , e questo è il punto, una volta trovata la formula che spiega la vita dell'universo ciò non toglie che non sarà possibile dare una spiegazione dello stesso in quanto niente si saprà su cosa contiene l'universo e perchè esso esista

che è il motivo per cui non si può che pensare ad una forma divina
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
KARLMARX87


Reg.: 12 Apr 2005
Messaggi: 313
Da: SIENA (SI)
Inviato: 20-05-2005 20:37  
quote:
In data 2005-05-20 15:51, Tenenbaum scrive:
quote:
In data 2005-05-20 15:06, Ayrtonit scrive:
tenenbaum,la filosofia si è sempre occupata del senso della vita, del mondo, dell uomo, dei suoi rapporti nella società e con il divino. ma da nietzsche in poi i concetti di giusto, morale, buono, vero, in filosofia son crollati del tutto. e il relativismo, vero signore del 900, vale molto più in filosofia che in fisica, nonostante einstein.



il fatto è che una volta che la scienza ha iniziato ad essere sempre più progredita e veloce nelle scoperte, il ruolo della filosofia è cambiato

su questo non c'è dubbio

solo Karl non se ne è ancora reso conto


tuttavia ieri ho affrontato l'argomento con un mio amico fisico (che viene dal liceo classico ....)
in riguardo all'universo esistono molteplici teorie

anche in fisica si va un po' per mode
la teroia che comunque sembra quella più accreditata è quella dell'universo a forma di ciambella
quindi la vita dell'universo percorre cicli infiniti
big bang - espansione - e ritorno

tuttavia ad esempio questa è solo una teoria in quanto non si ha nessuna conferma che dopo l'espansione la materia torni indietro

e tuttavia , e questo è il punto, una volta trovata la formula che spiega la vita dell'universo ciò non toglie che non sarà possibile dare una spiegazione dello stesso in quanto niente si saprà su cosa contiene l'universo e perchè esso esista

che è il motivo per cui non si può che pensare ad una forma divina



che ci siano le mode fai benissimo a dirlo.per esempio, negli stati uniti e a Pisa la teoria che viene trattata con maggior rispetto è quella delle super stringhe o brane che comprende anche l'idea di cui parlavo la settimana scorsa degli universi paralleli.cmq è molto buona anche quella dell'universo a cuiambella. personalmente credo che la più corretta sia quella che le comprende entrambe.cmq rimango del forte dubbio che la nostra società sia laica.in altri stati hanno leggi molto più moderne e laiche sulla fecondazione. e in questi stati non c'è il forte moralismo cattolico che c'è qui. per quanto riguarda il giappone credo che il discorso sia diverso: lì si lascia prevalere l'ideologia capitalista a tutti i costi. per quanto concerne leggi su clonazione...procreazione, ...staminali non so però tra tecnologia e fecondazione e correlate credo che ci sia la sua differenza.
_________________
Povero mondo che non conosci la matematica e i sapori della vera musica per perderti nelle vanità delle parole senza senso impegnate nella retorica del passato.
(Enrico Bombieri, medaglia Field per la matematica)

  Visualizza il profilo di KARLMARX87  Invia un messaggio privato a KARLMARX87  Vai al sito web di KARLMARX87     Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 )
  
0.119880 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: