FilmUP.com > Forum > Attualità - 3 si e 1 no
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > 3 si e 1 no   
Autore 3 si e 1 no
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 12-05-2005 20:26  
cosi' votera' Fini ai referendum.
anche a destra esiste una posizione non confessionale ?
sincera o no ?
non importa.
almeno una voce fuori dal coro polista.


_________________

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 12-05-2005 20:58  
Tanto fuori dal coro poi non è dato che per una volta mi pare ci siano delle correnti trasversali in entrambi gli schieramenti.
Comunque le accuse contro Fini sono ridicole. Tolto il fatto che una persona è libera di cambiare idea (i politici italiani poi sono maestri...), la legge è formata da tantissimi punti e sarebbe ridicolo pensare che tutti quelli che in Parlamento l'hanno accettata siano d'accordo su ogni articolo e su ogni comma di essa.
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 13-05-2005 09:10  
Francamente Fini mi ha deluso parecchio (non solo stavolta eh). Mi pare ci sia non poco opportunismo nella sua nuova scelta.

Se poi si vede cosa scriveva e sosteneva poco tempo fa... si rimane veramente perplessi.

Da ieri, per il Foglio ci sono due Gianfranco Fini. Uno è quello di questi giorni, che «dopo aver schierato per sette anni il partito che presiede contro la manipolazione degli embrioni, ha anticipato che andrà a votare tre sì e un no (sull’eterologa)». L’altro, è il presidente di An, che nel 1999 «scriveva lettere appassionate al Corriere della Sera proponendo di emendare in senso restrittivo il provvedimento sulla fecondazione». Insomma, l’opposto. Le lettere cui si fa riferimento sono due. La prima è stata pubblicata il 2 febbraio 1999, proprio il giorno in cui cominciava alla Camera l’esame della legge sulla procreazione assistita, e nella quale il leader di An si schierava contro la donazione per le coppie di fatto. L’altra, invece, è del 31 maggio, ed è la replica di Fini a un intervento di Veltroni sempre sul Corriere . Di questa lettera, Il Foglio ieri ha pubblicato in prima pagina tre brani.

Uno è intitolato «I paletti dell’illuminista»: «Un Parlamento che intenda assumere fino in fondo le sue responsabilità non può più assecondare acriticamente il trionfo della tecnica, né stendere tappeti alla sperimentazione senza limiti, ma deve preoccuparsi di aiutare in concreto l’uomo e la donna che soffrono, fissando precisi paletti normativi per far sì che il progresso scientifico non sia antitetico alla persona».

Il secondo brano: «Non è un dogma di fede bensì una constatazione scientifica che la vita umana (...) esiste a partire dal concepimento: dal momento in cui, con la fecondazione dell’ovulo, si realizza la completa identità cromosomica, non vi è alcuna differenza che non sia di peso e di età fra il nascituro e il nato e l’adulto. Negare l’umanità del concepito non significa essere laici. Vuol dire chiudere gli occhi di fronte alla realtà; peggio, equivale ad aprire la porta al nuovo totalitarismo».

Infine, il terzo brano: «Quando si consente la crioconservazione e la distruzione degli embrioni soprannumerari, non è ammissibile mediare fra chi rifiuta queste pratiche e chi le desidera magari per trovarsi a metà strada con la fissazione di un tetto massimo di embrioni da congelare: è possibile, in nome del compromesso, cedere sulla vita anche di un solo essere umano?».

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 13-05-2005 13:34  
Cambiare idea mi pare più che lecito, lo stesso Fini lo ha ammesso, così come gli capitò di fare la considerazione sul voto agli immigrati.

E'da condannare per questi cambi di pensiero?
Io non credo.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 13-05-2005 14:02  
quote:
In data 2005-05-13 13:34, gatsby scrive:
Cambiare idea mi pare più che lecito, lo stesso Fini lo ha ammesso, così come gli capitò di fare la considerazione sul voto agli immigrati.

E'da condannare per questi cambi di pensiero?
Io non credo.




non è lo stesso argomento, e non ne ha certo la stessa importanza . Se uno usa prima queste parole

"Non è un dogma di fede bensì una constatazione scientifica che la vita umana (...) esiste a partire dal concepimento:"

rimango sbigottito se poi cambia idea.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
mariano

Reg.: 01 Nov 2003
Messaggi: 2282
Da: san remo (IM)
Inviato: 14-05-2005 00:01  
tempo fa sentii pannella dire che questa storiella de "la vita incomincia dal concepimento " è un autentica stronzata.

un abominio verso la vita e l'essere umano aggiungo io;
uno delle questioni + aberranti di questa legge schifosa e fascista è l'equiparazione della donna al feto:
se il secondo dovrebbe compromettere alla saluta o alla vita della prima, la madre nn ha scelta di decidere per conto proprio cosa sia meglio da farsi.

un'altra cosa che mi infastidisce è l'intromissione coatta e senza pudori del clericalismo cattolicista sulla quistione.
credevo che i patti lateranensi dovessero premunire il vaticano da certe brutte figure...
e per una volta parlo da credente e nn da civile, che si sente deturbato da certe interpretazioni elitarie del testo sacro.
dove è scritta questa cosa della vita?!
a me gesù nn ha mai detto niente...
si mi pare di ricordare che Onan, il figlio di Giuda, fosse messo a morte da Dio perchè con tamara sciupava il suo seme sulla terra ma questa è tutta un'altra storia..

se si continua così fra un paio di anni ci ritroveremo come quei santoni indù che camminano per strada con i retini in bocca per timore di uccidere batteri, germi e altre schifezze varie..

per quanto riguarda fini, anche se è ben lontano da un personaggio da stimare, ben vengano certi cambiamenti...

ciauz
_________________
Io accetto il caos, non so se il caos accetta me.

  Visualizza il profilo di mariano  Invia un messaggio privato a mariano    Rispondi riportando il messaggio originario
Alfred

Reg.: 27 Mar 2004
Messaggi: 812
Da: Cagliari (CA)
Inviato: 14-05-2005 12:03  
quote:
In data 2005-05-13 14:02, ipergiorg scrive:
non è lo stesso argomento, e non ne ha certo la stessa importanza . Se uno usa prima queste parole

"Non è un dogma di fede bensì una constatazione scientifica che la vita umana (...) esiste a partire dal concepimento:"

rimango sbigottito se poi cambia idea.



Io invece rimarrei sbigottito del contrario per 2 motivi:
1- Non c'è ancora nella comunità scientifica una visione unitaria su questo punto.
2- Tutelare un ammasso di cellule formatesi da pochi giorni e non tutelare un feto di qualche mese è un controsenso che cava gli occhi.

  Visualizza il profilo di Alfred  Invia un messaggio privato a Alfred    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.117972 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: