FilmUP.com > Forum > Attualità - La democrazia: non è che avremmo bisogno di importarla invece?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > La democrazia: non è che avremmo bisogno di importarla invece?   
Autore La democrazia: non è che avremmo bisogno di importarla invece?
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 22-05-2005 12:00  
TRENTO - La sua elezione, dopo il voto di domenica scorsa, era stata salutata come un segnale di integrazione. Mamadou Seck, senegalese, in Italia dal 1989, è stato il primo cittadino di colore a conquistare il diritto di sedersi tra i banchi del consiglio comunale di Trento. Ma il successo dall’operaio quarantaseienne, schierato nella lista di Rifondazione comunista, ha scatenato la protesta della Lega Nord. «Nulla di personale contro Seck. Ma la sua elezione è un segnale preoccupante. Di questo passo l’identità trentina verrà messa sempre di più a rischio», ha tuonato Sergio Divina, candidato sindaco del Carroccio. Ancora più duro il segretario cittadino: «Far sedere un immigrato di colore in consiglio è una cosa gravissima, scandalosa» è sbottato Vittorio Bridi. Che è andato oltre: «Avverto fin da ora che non ho la minima intenzione di sedermi in aula vicino a quest’immigrato. Piuttosto, me ne starò in piedi per cinque anni». E a calcare ulteriormente la mano ci ha pensato anche l’ex senatore Enzo Erminio Boso: «Non si può ammettere nelle istituzioni qualcuno di estraneo alla propria cultura, tradizione, colore della pelle. Noi della Lega abbiamo sempre detto: volendo, possiamo aiutare il mondo intero. Ma lo dobbiamo fare a casa loro. A questi immigrati si concedono tutti i diritti senza richiedere loro alcun dovere». Parole dure, che a Trento hanno suscitato reazioni indignate. «Mamadou ha ottenuto la cittadinanza nel 1994 e da quel momento è diventato italiano a tutti gli effetti. Con uguali doveri e diritti. Compreso quello di venire eletto in consiglio comunale» è stato il primo commento del neo-riconfermato sindaco Alberto Pacher. «Si tratta - ha detto ancora Pacher - di accuse senza fondamento: essendo in possesso di regolare cittadinanza, Mamadou ha gli stessi diritti di chiunque altro di sedere in consiglio». E l’operaio senegalese: «Il loro è un atteggiamento limitativo, discriminatorio e razzista, ma che non scalfirà minimamente la mia voglia di fare politica» ha sottolineato Seck. Che ha aggiunto: «Non vogliono sedersi vicino a me? Pazienza. Al mio posto in aula non rinuncio, visto che me lo sono guadagnato democraticamente grazie ai voti che ho ricevuto dai trentini».
Ma a criticare il Carroccio sono state tutte le forze politiche. «Queste della Lega - ha detto Marco Dallafior, capolista della compagine di sinistra "Trento democratica" - sono polemiche contrarie alle regole della democrazia. Da parte mia, al primo consiglio darò un caloroso benvenuto a Seck». Così Luigino Maule della Margherita: «Macché rischio per l’identità trentina. L’elezione di Mamadou non rappresenta alcun problema». Chiaro anche Ettore Zampiccoli (Forza Italia): «Vicino a Mamadou mi siederò io. La sua elezione rappresenta l’esito di una regolare consultazione e va dunque rispettata». E una sponda al senegalese è arrivata persino da Emilio Giuliana, neo-consigliere di An e sostenuto anche da Fiamma tricolore: «Come sono stato eletto io, così è avvenuto anche per lui. Quindi è giusto che possa sedere in aula».


Marika Giovannini Corriere della Sera 14/05/05


  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 22-05-2005 12:48  
Un piccolissimo dettaglio. Si dovrebbe parlare di cultura democratica e non di democrazia.

Le dichiarazioni di Bridi e Boso mi paiono veramente gravi, orrende e squallide. Anzi mi stupisce un po' che non subiscano conseguenze giudiziarie per espressioni così calcate.

C'è bisogno di un trapianto di cultura democratica in italia?? Ad una prima lettura avrei risposto di no. Due-tre idioti per quanto altolocati non fanno testo, ci sarà sempre una ridottissima percentuale di cretini. Poi però mi sono domandato: e se questi due razzisti non fossero anche degli idioti? se avessero le loro buone ragioni per credere che con queste dichiarazioni possono guadagnare consensi?? In quel caso a Trento e probabilmente in italia ci sarebbe un grosso problema culturale.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 22-05-2005 13:31  
Legge Mancino a tappeto: nazileghisti in galera.


[ Questo messaggio è stato modificato da: honecker il 22-05-2005 alle 13:34 ]

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
KARLMARX87


Reg.: 12 Apr 2005
Messaggi: 313
Da: SIENA (SI)
Inviato: 23-05-2005 14:27  
purtroppo iper ti deve dire che sono dell'idea che non si tratti di un caso sporadico ma di un clima generale che si respira al nord nei confronti degli extracomunitari. notate la non coerenza del nord, gli operai sono spesso neri nelle fabbriche di signori leghisti, berlusconiani o postfascisti e poi ne chiedono l'allontanamento. oltre che essere incivili sono anche non coerenti, fincheé lavorano nelle loro fabbriche bene, appena escono e camminano nelle strade vanno allontanati perché le sporcano con il loro colore cos^ diverso....vergogna. questi sono i ragionamenti dei fascisti, vergogna!
_________________
Povero mondo che non conosci la matematica e i sapori della vera musica per perderti nelle vanità delle parole senza senso impegnate nella retorica del passato.
(Enrico Bombieri, medaglia Field per la matematica)

  Visualizza il profilo di KARLMARX87  Invia un messaggio privato a KARLMARX87  Vai al sito web di KARLMARX87     Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 23-05-2005 14:58  
ma di chi parli?
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 23-05-2005 15:06  
quote:
In data 2005-05-23 14:27, KARLMARX87 scrive:
purtroppo iper ti deve dire che sono dell'idea che non si tratti di un caso sporadico ma di un clima generale che si respira al nord nei confronti degli extracomunitari. notate la non coerenza del nord, gli operai sono spesso neri nelle fabbriche di signori leghisti, berlusconiani o postfascisti e poi ne chiedono l'allontanamento. oltre che essere incivili sono anche non coerenti, fincheé lavorano nelle loro fabbriche bene, appena escono e camminano nelle strade vanno allontanati perché le sporcano con il loro colore cos^ diverso....vergogna. questi sono i ragionamenti dei fascisti, vergogna!




Non è che al nord siano tutti padroni delle fabbriche eh! Anzi ho incontrato il + puro spirito leghista tra gli operai di una media azienda. Mi pare possibilissimo che leghisti e imprenditori non coincidano per nulla. Insomma credo sia più che altro una "guerra tra poveri". Perchè l'extracommunitario se lo trovano per la strada gli operai e non certo gli industriali col villone. Perchè l'extracommunitario entra in competizione + con il povero che con il ricco, per esempio nell'assegnazione delle case popolari.
Detto per inciso ho letto qualche tempo fa che l'immigrazione fa comodo esclusivamente agli industriali (manodopera a basso costo) ma che per le casse dello stato sono tutto sommato un peso.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 23-05-2005 15:10  
la democrazia è quella che consente anche ai coglioni di esprimere il proprio parere


quindi
non dobbiamo importare proprio nulla
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 23-05-2005 19:33  
quote:
In data 2005-05-23 14:27, KARLMARX87 scrive:
purtroppo iper ti deve dire che sono dell'idea che non si tratti di un caso sporadico ma di un clima generale che si respira al nord nei confronti degli extracomunitari. notate la non coerenza del nord, gli operai sono spesso neri nelle fabbriche di signori leghisti, berlusconiani o postfascisti e poi ne chiedono l'allontanamento. oltre che essere incivili sono anche non coerenti, fincheé lavorano nelle loro fabbriche bene, appena escono e camminano nelle strade vanno allontanati perché le sporcano con il loro colore cos^ diverso....vergogna. questi sono i ragionamenti dei fascisti, vergogna!




Ma l'hai mai oltrepassato il Po? Ma cosa stai vaneggiando? Spero fossi sotto l'effetto di droghe...
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.126834 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: