FilmUP.com > Forum > Attualità - Commenti e discussioni sul Referendum de 12-13 Giugno-
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Commenti e discussioni sul Referendum de 12-13 Giugno-   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 Pagina successiva )
Autore Commenti e discussioni sul Referendum de 12-13 Giugno-
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 07-06-2005 20:43  
ma vi sono altre ragioni per votare si.

per evitare il far west che la legge 40 crea. da quando essa è in vigore è infatti diminuito il numero delle nascite con le tecniche di fecondazione assistita, sono aumentati sia i parti plurigemellari che gli aborti, cresce il turismo procreativo: sono già migliaia le coppie che ogni giorno intraprendono il viaggio della speranza per fare all'estero cio' che in Italia è vietato. Sono raddoppiati i costi degli interventi e solo copie facoltose possono affrontarli.


Per impedire che l'Italia torni indietro di qualche decennio, con la perdita di diritti e libertà e la mortificazione del valore della laicità.


Per far crescere il paese con informazioni e riflessioni su problemi nuovi, che toccano la vita di ognuno di noi e saranno sempre piu' importanti nel futuro della nostra societa'.

HO RIPORTATO COSI' PURAMENTE SENZA AGGIUNGERE NULLA DI MIO:
FONTE : COMITATO PER IL SI AI REFERENDUM.
sito: www.comitatoreferendum.it

personalmente non condivido certe affermazioni e una certa enfasi d'altri tempi.
come votero' l'ho gia' espresso in altra occasione e cmq non ha assolutamente alcuna importanza.




_________________

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 09-06-2005 11:18  
quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:
Il fatto è che c'è molta,moltissima disinformazione in giro.Io sono settimane che cerco di documentarmi e ad esempio solo ieri ho scoperto (a porta a porta su rai 1)certe cose che credo tutti dovrebbero sapere e che dimostrano come molta della campagna pro-referendum si regga su mistificazioni.

Ad esempio uno dei cardini del referendum è il fatto che gli embrioni non si possono congelare,quindi ciò comporterebbe dei rischi per la salute della donna che dovrebbe sottoporsi in caso di insuccesso a più di un ciclo di terapia ormonale.Benissimo,ora non so se è già stato detto su questo forum,ma quanti di voi sanno che è possibile e legale congelare gli ovociti?!Questa è una notizia che fa crollare tutta l'impalcatura del questito di cui nessuno aveva mai parlato,infatti lo stesso Vespa ha dovuto ammettere che è venuto a conoscenza di questa cosa solo ieri...

Un'altro cardine del quesito è l'obbligo d'impianto degli embrioni prodotti.Ora,quanti di voi sanno che le linee guida del ministro hanno già chiarito che questo è un obbligo NON coercitivo?Quanti di voi sanno che ci sono già state due donne che,dopo aver prodotto gli embrioni,hanno rinunciato ad impiantarseli senza subire alcun tipo di conseguenza?In sostanza è sbagliato far credere che DEVI per forza impiantarli,perchè non è così...

Un altro problema è quello del limite di 3 embrioni.Ora,premettendo che,scientificamente parlando,se già si impiantano 4 embrioni la percentuale di successo scende di quasi il 10%,quanti di voi sanno che la spagna di Zapatero che ha la legislazione più liberale su questo tema ha fissato LO STESSO LIMITE DI 3 EMBRIONI?Quanti sanno che nella civilissima e laicissima Svezia il limite è di UN SOLO embrione?

Per quanto riguarda la fecondazione eterologa:quanti di voi sanno che ci sono casi in cui i padri hanno chiesto il disconoscimento dei figli ottenuti con questa tecnica,con tutto ciò che comporta per la salute psichica del bambino?!

Ma la cosa più allarmante è che delle sei persone presenti in studio (3 pro si e 3 pro astensione) TUTTI E SEI hanno ammesso che secondo loro l'embrione è vita.E c'erano 2 grandi scienziati presenti tra i sei ospiti...

Ora mi domando quante di quelle persone che andranno a votare sanno ciò che fanno.Questo lo dico per rispondere a chi critica l'astensione ritenendola "scorretta".Perchè secondo me è ancora più scorretta la disinformazione così come le false speranze che vengono date a chi non può avere figli e ai malati.
Personalmete e per onestà intellettuale devo dire che ho cambiato la mia posizione.All'inizio credevo di andare a votare,ora più mi sono informato e più ho ritenuto opportuno astenermi per non far passare i quesiti referendari.




mi permetto hamish di riportarlo anche di qua
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 09-06-2005 12:07  
dopo aver letto il discorso di hamish, mi preme precisare una distinzione: quella tra dati oggettivi e opinioni personali.
perchè parlare di mistificazioni da parte di chi propone il referendum mi sembra azzardato.
è certo che i sostenitori del si abbiano opinioni, coscienze, morali diverse rispetto ai sostenitori del no.
questo non vuol dire mistificare i fatti!
sono d accordo che la prima e più importante manovra di avvicinamento al referendum sia, o debba essere, da parte di tutti, l informazione.
questo topic nasce per quello. informazione significa anzitutto sapere cosa dice la legge 40 e cosa dicono i quesiti referendari.
a tal proposito, leggo nel post di hamish che a porta a porta si è detto che due donne hanno rinunciato all impianto degli embrioni senza nessuna conseguenza. però il testo della legge, che ho appena riletto,parla molto più chiaramente:
articolo 6 comma 3:
3. La volontà di entrambi i soggetti di accedere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita è espressa per iscritto congiuntamente al medico responsabile della struttura, secondo modalità definite con decreto dei Ministri della giustizia e della salute, adottato ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge. Tra la manifestazione della volontà e l'applicazione della tecnica deve intercorrere un termine non inferiore a sette giorni.
La volontà può essere revocata da ciascuno dei soggetti indicati dal presente comma fino al momento della fecondazione dell'ovulo.

questo vuol dire che quando gli embrioni sono prodotti (fecondazione dell ovulo) tu non puoi più tirarti indietro.
Qualora il trasferimento nell'utero degli embrioni non risulti possibile per grave e documentata causa di forza maggiore relativa allo stato di salute della donna non prevedibile al momento della fecondazione è consentita la crioconservazione degli embrioni stessi fino alla data del trasferimento, da realizzare non appena possibile (art. 14 comma 3)
quindi come vedi il testo della legge è ben diverso da quanto hai scrittotu, da quanto hai sentito a porta a porta.
io mi fiderei più di un testo di legge che di vespa e dei suoi ospiti.
inoltre, preciso anche questo: dire "c'erano 6 ospiti, 3 per il si e 3 per il no, e tutti e 6 concordavano che l embrione è vita" non vuol dire un bel niente. ci sono scienziati altrettanto illustri, non invitati da vespa, premi nobel quali dulbecco e la montalcini ( «l'embrione e' un ammasso di poche cellule privo della linea cerebrale che da' la possibilita' di vita umana» ha dichiarato la montalcini.) che affermano il contrario.
considerare l embrione vita o meno è una questione filosofica. per favore non diciamo che chi non lo considera vita sta mettendo in atto una mistificazione di una verità assoluta, perchè non è cosi.
quindi hamish (o chi per lui) spero che tu riveda la tua posizione alla luce di una informazione più vasta e sicura.


_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
lemona

Reg.: 07 Gen 2002
Messaggi: 819
Da: ferrara (FE)
Inviato: 09-06-2005 15:13  
4 si per la ricerca, per le donne e contro la chiesa sempre e per sempre

  Visualizza il profilo di lemona  Invia un messaggio privato a lemona    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 09-06-2005 15:20  
quote:
In data 2005-06-09 12:07, Ayrtonit scrive:
dopo aver letto il discorso di hamish, mi preme precisare una distinzione: quella tra dati oggettivi e opinioni personali.
perchè parlare di mistificazioni da parte di chi propone il referendum mi sembra azzardato.
è certo che i sostenitori del si abbiano opinioni, coscienze, morali diverse rispetto ai sostenitori del no.
questo non vuol dire mistificare i fatti!
sono d accordo che la prima e più importante manovra di avvicinamento al referendum sia, o debba essere, da parte di tutti, l informazione.
questo topic nasce per quello. informazione significa anzitutto sapere cosa dice la legge 40 e cosa dicono i quesiti referendari.
a tal proposito, leggo nel post di hamish che a porta a porta si è detto che due donne hanno rinunciato all impianto degli embrioni senza nessuna conseguenza. però il testo della legge, che ho appena riletto,parla molto più chiaramente:
articolo 6 comma 3:
3. La volontà di entrambi i soggetti di accedere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita è espressa per iscritto congiuntamente al medico responsabile della struttura, secondo modalità definite con decreto dei Ministri della giustizia e della salute, adottato ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge. Tra la manifestazione della volontà e l'applicazione della tecnica deve intercorrere un termine non inferiore a sette giorni.
La volontà può essere revocata da ciascuno dei soggetti indicati dal presente comma fino al momento della fecondazione dell'ovulo.

questo vuol dire che quando gli embrioni sono prodotti (fecondazione dell ovulo) tu non puoi più tirarti indietro.
Qualora il trasferimento nell'utero degli embrioni non risulti possibile per grave e documentata causa di forza maggiore relativa allo stato di salute della donna non prevedibile al momento della fecondazione è consentita la crioconservazione degli embrioni stessi fino alla data del trasferimento, da realizzare non appena possibile (art. 14 comma 3)
quindi come vedi il testo della legge è ben diverso da quanto hai scrittotu, da quanto hai sentito a porta a porta.
io mi fiderei più di un testo di legge che di vespa e dei suoi ospiti.
inoltre, preciso anche questo: dire "c'erano 6 ospiti, 3 per il si e 3 per il no, e tutti e 6 concordavano che l embrione è vita" non vuol dire un bel niente. ci sono scienziati altrettanto illustri, non invitati da vespa, premi nobel quali dulbecco e la montalcini ( «l'embrione e' un ammasso di poche cellule privo della linea cerebrale che da' la possibilita' di vita umana» ha dichiarato la montalcini.) che affermano il contrario.
considerare l embrione vita o meno è una questione filosofica. per favore non diciamo che chi non lo considera vita sta mettendo in atto una mistificazione di una verità assoluta, perchè non è cosi.
quindi hamish (o chi per lui) spero che tu riveda la tua posizione alla luce di una informazione più vasta e sicura.




Il problema è che bisognerebbe essere informati anche in materia legale.Ti giuro che lo dico senza offesa,non so se questo sia il tuo campo.Lo so che la legge dice testualemente così,non metto in dubbio questo.Ma questo tipo di obbligo è un obbligo giuridicamente parlando INCOERCIBILE.Il senso è che esiste quest'obbligo,ma se tu non lo rispetti non ti accade assolutamente niente,nè dal punto di vista civile nè penale.Non può accadere.Te li immagini i carabinieri che prendono a forza una donna la legano e la portano in sala operatoria?Fidati non può avvenire e non perchè lo dico io,ma perchè lo dice la nostra Costituzione.Infatti non è costituzionale il trattamento sanitario obbligatorio!!E' una misitificazione.E poi io parlo non solo di ipotesi,ma di casi già acclarati,già avvenuti,già accreditati in giurisprudenza.L'informazione che ho dato è stata costretta a confermarla un avvocato che è tra i massimi esponenti del comitato per il sì su richiesta incalzante e ripetuta e dopo diverse tentativi di tergiversare per non dire la verità.Fidati io mi informo e sento sempre più di una campana,vorrei che tutti facessero lo stesso...

A proposito ad esempio della possibilità di congelare gli ovociti tu ne sapevi qualcosa?Sinceramente però...

_________________
IO DIFENDO LA COSTITUZIONE. FIRMATE.

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 09-06-2005 23:18  
quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:

Ad esempio uno dei cardini del referendum è il fatto che gli embrioni non si possono congelare,quindi ciò comporterebbe dei rischi per la salute della donna che dovrebbe sottoporsi in caso di insuccesso a più di un ciclo di terapia ormonale.Benissimo,ora non so se è già stato detto su questo forum,ma quanti di voi sanno che è possibile e legale congelare gli ovociti?!



Rimane il fatto che non si possono congelare gli embrioni. E' tutta un'altra cosa.

quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:
Un'altro cardine del quesito è l'obbligo d'impianto degli embrioni prodotti.Ora,quanti di voi sanno che le linee guida del ministro hanno già chiarito che questo è un obbligo NON coercitivo?


Sinceramente non mi pare. Le linee guida dicono questo.

"Qualora il trasferimento nell'utero degli embrioni non risulti possibile
per cause di forza maggiore relative allo stato di salute della donna non
prevedibili al momento della fecondazione e, comunque, un trasferimento
non risulti attuato, ciascun embrione non trasferito dovra' essere
crioconservato in attesa dell'impianto che dovra' avvenire prima possibile.
Qualsiasi embrione che non sia trasferito in utero verra' congelato
con onere a carico del centro di procreazione medicalmente assistita in attesa del futuro impianto."

Quindi al massimo si può parlare di rinvio dell'impianto che comunque ci dovrà essere.
Comunque anche se fosse vero quello che dici (e non credo, forse quelle donne portavano esperienze precedenti) questo non mi farà cambiare idea. Le linee guida vengono cambiate ogni 3 anni; perchè allora non dovrei volere che la legge chiarisse una volta per tutte la questione?


quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:
Un altro problema è quello del limite di 3 embrioni.


Ok, però la legge rimarrebbe così: "Le tecniche di produzione degli embrioni, tenuto conto dell'evoluzione tecnico-scientifica e di quanto previsto dall'articolo 7, comma 3, non devono creare un numero di embrioni superiore a quello strettamente necessario". Quindi se effettivamente 3 è il numero perfetto ne saranno comunque impiantati 3. Però cambiando la legge almeno puoi non impiantarli contemporaneamente; così restando invece il non impianto si ha solo per motivi di forza maggiore come dicono le linee guida.



quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:

Per quanto riguarda la fecondazione eterologa:quanti di voi sanno che ci sono casi in cui i padri hanno chiesto il disconoscimento dei figli ottenuti con questa tecnica,con tutto ciò che comporta per la salute psichica del bambino?!


Vabbè Hamish, ci sono pure genitori che scappano di casa o madri che uccidono i propri figli. Non per questo si vieta loro di metterli al mondo.


quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:
Ma la cosa più allarmante è che delle sei persone presenti in studio (3 pro si e 3 pro astensione) TUTTI E SEI hanno ammesso che secondo loro l'embrione è vita.E c'erano 2 grandi scienziati presenti tra i sei ospiti...


Chiaro che hanno ammesso che l'embrione è vita! Sono cellule vitali come gli spermatozoi per esempio; non tutti però hanno detto che è un essere umano. C'è una bella differenza.

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 09-06-2005 23:48  
quote:
In data 2005-06-09 15:20, Hamish scrive:

Lo so che la legge dice testualemente così,non metto in dubbio questo.Ma questo tipo di obbligo è un obbligo giuridicamente parlando INCOERCIBILE.




Questo è vero, però preferisco che venga comunque tolta una dicitura che ritengo sbagliata ed illiberale (e che dimostra certe intenzioni del legislatore) piuttosto che vedermi un decreto che va a casomai a punire con multe chi sceglie il non impianto.

Seconda cosa. Stando così le cose, che senso ha l'impalcatura della legge? Mi spiego: se comunque in questo caso gli embrioni non possono essere coercitivamente impiantati e nemmeno conservati perchè la legge lo vieta, devono venire buttati?
In ogni caso (congelamento o no), che fine fanno i famosi diritti dell'embrione e quelle altre storielle? Tutta l'impalcatura della legge salta perchè i diritti dell'embrione non possono essere a volte tutelati e a volte no. Quindi o si leva quella frase o si rivede la legge o si obbliga l'impianto.

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 09-06-2005 23:50  
Cazzo, mi sono accorto di averti risposto in un italiano veramente pessimo... scusa ma ero un po' di fretta. Se non capisci cosa intendo te lo rispiego.

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 10-06-2005 09:22  
quote:
In data 2005-06-09 23:48, sloberi scrive:
quote:
In data 2005-06-09 15:20, Hamish scrive:

Lo so che la legge dice testualemente così,non metto in dubbio questo.Ma questo tipo di obbligo è un obbligo giuridicamente parlando INCOERCIBILE.




Questo è vero, però preferisco che venga comunque tolta una dicitura che ritengo sbagliata ed illiberale (e che dimostra certe intenzioni del legislatore) piuttosto che vedermi un decreto che va a casomai a punire con multe chi sceglie il non impianto.

Seconda cosa. Stando così le cose, che senso ha l'impalcatura della legge? Mi spiego: se comunque in questo caso gli embrioni non possono essere coercitivamente impiantati e nemmeno conservati perchè la legge lo vieta, devono venire buttati?
In ogni caso (congelamento o no), che fine fanno i famosi diritti dell'embrione e quelle altre storielle? Tutta l'impalcatura della legge salta perchè i diritti dell'embrione non possono essere a volte tutelati e a volte no. Quindi o si leva quella frase o si rivede la legge o si obbliga l'impianto.

No no,ho capito cosa intendi ma non sono d'accordo .
Per cominciare quell'obbligo incoercibile di cui abbiamo parlato è sostanzialente un vizio di forma che,come credo che tu sappia, può essere facilmente corretto,ad esempio,da una sentenza della Corte Costituzionale.Non vedo quindi la necessità di fare un referendum per questo o quantomeno trovo scorretto spaventare la gente dicemdo cose false.

Per quanto riguarda poi l'impalcatura della legge,bè io la vedo diversamente.A mio avviso crolla l'impalcatura del referendum dato che i referendari spesso e volentieri asseriscono che,con la legge 40, la madre e l'embrione hanno gli stessi diritti,che vi sono pericoli per la salute della donna etc.Adesso è dimostrato,anche con riguardo alla possibilità di congelare gli ovociti,che tutto questo è palesemente falso!

L'altro argomento se non sbaglio è quello della ricerca sugli embrioni o almeno,se ho capito bene il tuo pensiero,su quelli sovrannumerari.Ma qui il problema è etico,nel senso che se per una persona è sbagliato fare ricerca sugli embrioni è sbagliato sempre e a prescindere.Già ho detto ad esempio che 2 grandi scienziati,di cui uno a favore del sì, hanno detto ieri che per loro l'embrione è vita.E' vero anche che però ci sono molti scienziati che asseriscono il contrario,ma a mio avviso se anche dovesse esserci il minimo dubbio (e qui c'è più di un piccolo dubbio...) bisogna andarci coi piedi di piombo.

Io personalmente la faccio molto più semplice.Per me un embrione prodotto "in vitro" deve avere gli stessi diritti di un embrione concepito naturalmente.Perchè non deve essere così?Perchè ci devono essere queste differenze?Perchè su un embrione prodotto in vitro dovrei poter fare ricerca,che può rivelarsi totalmente inutile dato che le cellule staminali embrionali impiantate fino ad oggi hanno prodotto solo tumori ,e su uno concepito naturalmente non lo posso fare?

Perchè un embrione prodotto in vitro non può conoscere i suoi genitori naturali mentre uno concepito naturalmente può?

_________________
Amiamo la franchezza di quelli che ci amano. La franchezza degli altri la chiamiamo insolenza - André Maurois
Per essere felici bisognerebbe vivere.Ma vivere è la cosa più rara al mondo.Molta gente esiste:ecco tutto - Oscar Wilde

[ Questo messaggio è stato modificato da: Hamish il 10-06-2005 alle 10:40 ]

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
lorelai

Reg.: 23 Set 2004
Messaggi: 2054
Da: varese (VA)
Inviato: 10-06-2005 13:36  
io ho un dubbio: votare sì al secondo quesito implicherebbe la possibilità di effettuare la fecondazione assistita anche alle coppie omosessuali, per esempio?
_________________
Narcotic? Yes please, I'll have a sample.

  Visualizza il profilo di lorelai  Invia un messaggio privato a lorelai  Email lorelai    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 10-06-2005 13:55  
no
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
lorelai

Reg.: 23 Set 2004
Messaggi: 2054
Da: varese (VA)
Inviato: 10-06-2005 14:05  
ok grazie.
_________________
Narcotic? Yes please, I'll have a sample.

  Visualizza il profilo di lorelai  Invia un messaggio privato a lorelai  Email lorelai    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 10-06-2005 14:47  
quote:
In data 2005-06-09 23:18, sloberi scrive:
quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:

Ad esempio uno dei cardini del referendum è il fatto che gli embrioni non si possono congelare,quindi ciò comporterebbe dei rischi per la salute della donna che dovrebbe sottoporsi in caso di insuccesso a più di un ciclo di terapia ormonale.Benissimo,ora non so se è già stato detto su questo forum,ma quanti di voi sanno che è possibile e legale congelare gli ovociti?!



Rimane il fatto che non si possono congelare gli embrioni. E' tutta un'altra cosa.

quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:
Un'altro cardine del quesito è l'obbligo d'impianto degli embrioni prodotti.Ora,quanti di voi sanno che le linee guida del ministro hanno già chiarito che questo è un obbligo NON coercitivo?


Sinceramente non mi pare. Le linee guida dicono questo.

"Qualora il trasferimento nell'utero degli embrioni non risulti possibile
per cause di forza maggiore relative allo stato di salute della donna non
prevedibili al momento della fecondazione e, comunque, un trasferimento
non risulti attuato, ciascun embrione non trasferito dovra' essere
crioconservato in attesa dell'impianto che dovra' avvenire prima possibile.
Qualsiasi embrione che non sia trasferito in utero verra' congelato
con onere a carico del centro di procreazione medicalmente assistita in attesa del futuro impianto."

Quindi al massimo si può parlare di rinvio dell'impianto che comunque ci dovrà essere.
Comunque anche se fosse vero quello che dici (e non credo, forse quelle donne portavano esperienze precedenti) questo non mi farà cambiare idea. Le linee guida vengono cambiate ogni 3 anni; perchè allora non dovrei volere che la legge chiarisse una volta per tutte la questione?


quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:
Un altro problema è quello del limite di 3 embrioni.


Ok, però la legge rimarrebbe così: "Le tecniche di produzione degli embrioni, tenuto conto dell'evoluzione tecnico-scientifica e di quanto previsto dall'articolo 7, comma 3, non devono creare un numero di embrioni superiore a quello strettamente necessario". Quindi se effettivamente 3 è il numero perfetto ne saranno comunque impiantati 3. Però cambiando la legge almeno puoi non impiantarli contemporaneamente; così restando invece il non impianto si ha solo per motivi di forza maggiore come dicono le linee guida.



quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:

Per quanto riguarda la fecondazione eterologa:quanti di voi sanno che ci sono casi in cui i padri hanno chiesto il disconoscimento dei figli ottenuti con questa tecnica,con tutto ciò che comporta per la salute psichica del bambino?!


Vabbè Hamish, ci sono pure genitori che scappano di casa o madri che uccidono i propri figli. Non per questo si vieta loro di metterli al mondo.


quote:
In data 2005-06-09 10:43, Hamish scrive:
Ma la cosa più allarmante è che delle sei persone presenti in studio (3 pro si e 3 pro astensione) TUTTI E SEI hanno ammesso che secondo loro l'embrione è vita.E c'erano 2 grandi scienziati presenti tra i sei ospiti...


Chiaro che hanno ammesso che l'embrione è vita! Sono cellule vitali come gli spermatozoi per esempio; non tutti però hanno detto che è un essere umano. C'è una bella differenza.

1)Congelare gli ovociti permette alle donne di subire un solo bombardamento ormonale e non più di uno.I referendari sostengono che la legge 40 mette in pericolo la salute della donna perchè la costringerebbe,in caso di insuccesso,a ripetere il trattamento.Quindi tutto l'impianto referendario su questo punto è FALSO .Per formare un embrione basterebbe unire l'ovocita congelato al gamete maschile,quindi non vedo chissà quali differenze metodologiche tra il congelare l'embrione e congelare l'ovocita.

2)Sul secondo punto ho già detto nel post precedente.Ti pare sensato correggere tramite referendum un errore di forma che la guirisprudenza ha già corretto?Per precisione devo dire che i 2 casi da me riportari rigurdavano un periodo successivo all'entrata in vigore della legge 40.Quindi anche le accuse su questo punto non stanno in piedi e l'impianto su cui si basa anche questo quesito si è dimostrato FALSO

3)In un anno e mezzo,senza la legge 40,sono stati prodotti 30000 embrioni congelati in più a quelli strettamente necessari...E solo una parte minoritaria dei centri opera la crioconservazione.Una situzione da far-west che bisogna regolamentare in qualche modo.Più di tre embrioni comporta un rischio per la salute della donna e per il successo della gravidanza.Chi è quindi che mette in pericolo la salute della donna?In Spagna il limite è lo stesso,in Svezia è addirittura di 1.Non si può lasciare una materia così importante senza regolamentazione.

4)Il quarto punto non è tanto da sottovalutare.Molti uomini accettano la fecondazione eterologa solo per venire incontro al legittimo desiderio della donna di diventare madre,per far si che non vi debba rinunciare a causa della propria infertilità.Questo può comportare un rigetto,un non sentire il figlio come proprio che poi può tramutarsi in quei casi aberranti che ho citato.Detto questo poi credo che il diritto elementare di qualsiasi persona sia quello di sapere chi sono i propri genitori biologici,bè se passa il referendum un bambino "prodotto" tramite fecondazione eterologa NON HA QUESTO DIRITTO!! Tutto ciò mi sembra aberrante.

5)E' stato detto che l'embrione è vita non nel senso che dici tu,ma nel senso di vita autonoma.Qui forse si dimentica che l'embrione:1)Ha un suo patrimonio genetico diverso da quello dei genitori;2)Autoregola il suo sviluppo,quindi è indipendente in questo senso dalla madre.
Una parlamentare verde ha obiettato a questa affermazione sostenendo che senza la madre l'embrione non può vivere.Vescovi (staminalista di fama mondiale) le ha risposto osservando che se avesse portato lei nello spazio piuttosto che sott'acqua, anche lei sarebbe morta,ma questo non fa si che la donna in questione non sia vita.
L'embrione come qualsiasi organismo vivente ha bisogno del suo ambiente naturale per vivere e crescere.Nell'utero della madre l'embrione cresce autonomamente ,non è il corpo della madre che ne regola lo sviluppo.
_________________
IO DIFENDO LA COSTITUZIONE. FIRMATE.

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 10-06-2005 15:02  
a proposito dell ultimo punto da te scritto hamish, è tutto vero.
il punto però è che l embrione (per me) è si vita. bisogna però a questo punto capire cosa si intenda per essere umano. il dna?
non solo. qual'è la caratteristica peculaire dell uomo rispetto ad ogni altro animale?
beh io (e spero non solo io!!!) direi il cervello, la mente.
a me il ragionamento della montalcini che non equipara l embrione a soggetto umano PROPRIO PERCHè NON DOTATO DI CELLULE NERVOSE, DI CERVELLO, sembra più che naturale.
vorrei proprio sapere cosa pensano dell embrione tutti i neuroscienziati, fermo restando che le neuroscienze sono l avanguardia e il futuro della ricerca scientifica .
_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 10-06-2005 15:07  
ecco a proposito dello status dell embrione
vi consiglio di leggerlo.

in particolare, io mi trovo d accordo con questo, a proposito di neuroscienze:

Neurologico: siccome le società occidentali hanno definito la morte come la cessazione dell'attività cerebrale, per converso i neuroscienziati ritengono coerente far cominciare la vita dalla prima manifestazione di questa attività, circa 27 settimane dopo il concepimento.

_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 Pagina successiva )
  
0.236872 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: