FilmUP.com > Forum > Attualità - L'uomo è un essere malvagio
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > L'uomo è un essere malvagio   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore L'uomo è un essere malvagio
Daniel


Reg.: 14 Feb 2003
Messaggi: 4301
Da: Nuoro (NU)
Inviato: 17-06-2005 17:06  
quote:
In data 2005-06-17 13:11, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2005-06-17 12:29, Daniel scrive:
Le basi dell'antropologia odierna ... vuoi provare a scardinarla dall'alto della tua altezza culturale?

Ma veniamo alle prospettive credi davvero chi è inserito in una cultura 'altra' non cada nel tuo stesso errore di sentirsi a te superiore? ... ma sopratutto il motivo di inneggiare la propria cultura non diventa blando e assurdo seguendo dogmi inerenti al tuo stesso io culturale e verificabili solo in quell'ambito? e per di più muovere una 'critica' che di per se stessa assume posizione deficitaria (poiche muove un termine di paragone sbagliato in partenza) non dovrebbe comportare una conoscenz assoluta (o tendente se non altro) della cultura in questione e no frammenti cronachistici?




ah ecco ne abbiamo trovato uno. Hai una grande cultura e una grande padronanza di linguaggio, non c'è che dire. Ma se questo ti porta a non capire che una cultura che sacrifica bambini per riti magici è inferiore alla nostra direi che è tutto sprecato.




non hai capito ma va bene così.

  Visualizza il profilo di Daniel  Invia un messaggio privato a Daniel    Rispondi riportando il messaggio originario
Karion

Reg.: 11 Mar 2005
Messaggi: 327
Da: Roma (RM)
Inviato: 18-06-2005 16:35  
quote:
In data 2005-06-15 12:20, Tenenbaum scrive:
se ti va di parlare dell'uomo buono apri un altro topic

questo è per il contrario

e comunque di notizie raccapriccianti se ne possono trovare anche al di fuori delle guerre o affari di stato, fra la gente comune

tipo questo episodio recente

Gregory Despres aveva con sé una sega elettrica, una spada, un coltello Killer passa la dogana Usa zuppo di sangue Dopo l'arresto del giovane, polemiche fra Canada, dove erano avvenuti gli omicidi, e Usa. I poliziotti: non violava i regolamenti

NEW YORK - Una sega elettrica insaguinata, una spada, un'accetta, un coltello e un tirapugni: Gregory Despres aveva con sé un armamentario degno del Faccia di cuoio dell'horror «Non aprite quella porta» ma nonostante questo è riuscito tranquillamente ad attraversare il confine tra Canada e Stati Uniti, alla faccia delle severe misure alle frontiere post 11 Settembre.

POLEMICHE - Il giovane, 22 anni, è stato lasciato entrare dal Canada: gli agenti della dogana gli hanno sequestrato gli oggetti e lo hanno lasciato passare, ma il giorno dopo hanno scoperto che aveva appena massacrato una coppia di anziani coniugi, come avrebbero potuto facilmente intuire dalla sega elettrica zuppa di sangue. La vicenda sta suscitando polemiche tra Usa e Canada. Risale al 25 aprile scorso ed è venuta alla luce a Boston, nell'ambito delle procedure per l'estradizione di Despres, che fu poi arrestato pochi giorni dopo in Massachusetts, mentre si aggirava a piedi su un'autostrada con gli abiti coperti di sangue.

GLI OMICIDI - Il 22enne è accusato dell'omicidio di Frederick Fulton, un musicista country di 74 anni e della moglie, uccisi nella loro abitazione a Minto, nel New Brunswick (Canada). L'uomo era stato decapitato, forse con la sega elettrica, mentre la donna è morta accoltellata. Quando Gregory Despres si è presentato alla frontiera con il Maine per entrare negli Usa, gli sono state prese le impronte digitali e confiscate le armi da taglio, come prevede la legge ma nessuno lo ha fermato. Il giovane ha il passaporto americano e non risultava ricercato. «Nessuno ci ha chiesto di arrestarlo - si è giustificato un portavoce delle autorità di frontiera, Bill Anthony - e il fatto di essere un tipo strano non è una ragione sufficiente per buttare qualcuno in cella. Siamo in un paese governato da leggi e regolamenti, che non sono stati violati».
09 giugno 2005


.... decapitato forse con una sega elettrica ...

cose normali per l'appunto ...




Se è x questo cm la mettiamo col figlio del direttore della rai, che ha accoltellato e tagliato via un orecchi al padre, xkè voleva ke passasse natale cn i genitori invece ke con gli amici?

Nn so se in questo caso si tratti di pazzia omalvagità... (pure se opto x la prima)...
_________________
http://s5.bitefight.it/c.php?uid=26299

  Visualizza il profilo di Karion  Invia un messaggio privato a Karion     Rispondi riportando il messaggio originario
Buttercup

Reg.: 08 Gen 2005
Messaggi: 5694
Da: Nova (MI)
Inviato: 18-06-2005 17:38  
semplicemente in qualsiasi cultura, tradizione, etnìa, esiste il coglione come esiste la cima. E' così difficile da capire?
E' innegabile che in certe zone del mondo ci siano gruppi un po' più indietro degli altri, infatti si parla di "paesi in via di sviluppo" sia in chiave economica che in chiave culturale. E non c'è nulla di male in ciò.

Non vedo dove stia la differenza di crudeltà tra un mafioso che scioglie un bambino nell'acido e un iraniano che uccide la moglie perchè disonorato dal fatto che non ha indossato il burqa.

Che poi è vero, mi sto basando su fatti di cronaca e non è nemmeno corretto ragionare così...
_________________

  Visualizza il profilo di Buttercup  Invia un messaggio privato a Buttercup  Email Buttercup    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 19-06-2005 09:09  
quote:
In data 2005-06-18 17:38, Buttercup scrive:
semplicemente in qualsiasi cultura, tradizione, etnìa, esiste il coglione come esiste la cima. E' così difficile da capire?
E' innegabile che in certe zone del mondo ci siano gruppi un po' più indietro degli altri, infatti si parla di "paesi in via di sviluppo" sia in chiave economica che in chiave culturale. E non c'è nulla di male in ciò.

Non vedo dove stia la differenza di crudeltà tra un mafioso che scioglie un bambino nell'acido e un iraniano che uccide la moglie perchè disonorato dal fatto che non ha indossato il burqa.

Che poi è vero, mi sto basando su fatti di cronaca e non è nemmeno corretto ragionare così...




la differenza è che in italia il mafioso vorremmo vederlo minimo all'ergastolo e io personalmente morto. In Iran quel marito riceve la connivenza, quando non la collaborazione e il plausa di una fetta consistente del popolo.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 19-06-2005 12:07  
Fino a non molto tempo fa in Italia la donna adultera poteva finire in carcere anche fino a un anno senza contare la stigmatizzazione sociale a cui si andava incontro, mentre l'uxoricidio aveva l'attenuante del delitto d'onore, riconoscendo quindi al marito omicida almeno in parte lo stesso plauso simbolico.
Tutto questo in un paese come il nostro, formalmente laico, certamente non teocratico.

[ Questo messaggio è stato modificato da: xander77 il 19-06-2005 alle 12:08 ]

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
liliangish

Reg.: 23 Giu 2002
Messaggi: 10879
Da: Matera (MT)
Inviato: 19-06-2005 14:10  
che poi io non capisco una cosa:

"Pare che siano state proprio queste minoranze etniche a portare all'attenzione della polizia il drammatico traffico di bambini africani, che erano destinati a soddisfare la richiesta di alcune sette che praticavano riti di purificazione in varie chiese di Londra."

dove è scritto che i riti di purificazione erano perpetrati dalla "cultura inferiore"?

qui dice solo che gli esponenti di questa cultura hanno denuciato la situazione alle autorità.

non dice neanche che i bambini africani erano comprati dalle famiglie, potrebbero essere benissimo stati rapiti e venduti da mercenari.

davvero non riesco a capire come da questo articolo si possa trarre la benché minima asserzione riguardo all'inferiorità della cultura africana. a meno che non sia colpa l'essere vittime.

_________________
Perché realizzare un'opera
quando è così bello sognarla soltanto?


[ Questo messaggio è stato modificato da: liliangish il 19-06-2005 alle 14:11 ]

  Visualizza il profilo di liliangish  Invia un messaggio privato a liliangish    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 19-06-2005 15:09  
quote:
In data 2005-06-19 14:10, liliangish scrive:
che poi io non capisco una cosa:

"Pare che siano state proprio queste minoranze etniche a portare all'attenzione della polizia il drammatico traffico di bambini africani, che erano destinati a soddisfare la richiesta di alcune sette che praticavano riti di purificazione in varie chiese di Londra."

dove è scritto che i riti di purificazione erano perpetrati dalla "cultura inferiore"?

qui dice solo che gli esponenti di questa cultura hanno denuciato la situazione alle autorità.

non dice neanche che i bambini africani erano comprati dalle famiglie, potrebbero essere benissimo stati rapiti e venduti da mercenari.

davvero non riesco a capire come da questo articolo si possa trarre la benché minima asserzione riguardo all'inferiorità della cultura africana. a meno che non sia colpa l'essere vittime.




E' che mia sorella lavora in inghilterra mi aveva già raccontato questa storia con più particolari.

Cmq cercando con Google-News

http://www.basilicatanet.it/news/article.asp?id=339159
LONDRA, 14.56
Traffico bambini africani per sacrifici umani in Gb
16/06/2005 14.56.00
[Notizie dal mondo]

(ANSA) - LONDRA, 16 GIU - Sette religiose africane trafficherebbero bambini portandoli in Gran Bretagna per utilizzarli in sacrifici umani. E' quanto emerge da un scioccante rapporto redatto da Scotland Yard. Dall'inchiesta emergono inoltre numerosi esempi di bambini africani uccisi dopo essere bollati come posseduti da spiriti maligni dai leader religiosi. L'allarme e' arrivato proprio dai maggiori esponenti delle comunita' africane ed asiatiche residenti nei quartieri londinesi. I53 (Riproduzione Riservata)


_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
londoner

Reg.: 22 Gen 2005
Messaggi: 690
Da: london (es)
Inviato: 19-06-2005 15:11  
quote:
In data 2005-06-19 15:09, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2005-06-19 14:10, liliangish scrive:
che poi io non capisco una cosa:

"Pare che siano state proprio queste minoranze etniche a portare all'attenzione della polizia il drammatico traffico di bambini africani, che erano destinati a soddisfare la richiesta di alcune sette che praticavano riti di purificazione in varie chiese di Londra."

dove è scritto che i riti di purificazione erano perpetrati dalla "cultura inferiore"?

qui dice solo che gli esponenti di questa cultura hanno denuciato la situazione alle autorità.

non dice neanche che i bambini africani erano comprati dalle famiglie, potrebbero essere benissimo stati rapiti e venduti da mercenari.

davvero non riesco a capire come da questo articolo si possa trarre la benché minima asserzione riguardo all'inferiorità della cultura africana. a meno che non sia colpa l'essere vittime.




E' che mia sorella lavora in inghilterra mi aveva già raccontato questa storia con più particolari.

Cmq cercando con Google-News

http://www.basilicatanet.it/news/article.asp?id=339159
LONDRA, 14.56
Traffico bambini africani per sacrifici umani in Gb
16/06/2005 14.56.00
[Notizie dal mondo]

(ANSA) - LONDRA, 16 GIU - Sette religiose africane trafficherebbero bambini portandoli in Gran Bretagna per utilizzarli in sacrifici umani. E' quanto emerge da un scioccante rapporto redatto da Scotland Yard. Dall'inchiesta emergono inoltre numerosi esempi di bambini africani uccisi dopo essere bollati come posseduti da spiriti maligni dai leader religiosi. L'allarme e' arrivato proprio dai maggiori esponenti delle comunita' africane ed asiatiche residenti nei quartieri londinesi. I53 (Riproduzione Riservata)






si` si` e sono anche comunisti.... ce li mangiamo tutti noi !
E voi pagate per noi ...
_________________
Ecco l'immagine dell'Italia all'estero:
parte prima
parte seconda

  Visualizza il profilo di londoner  Invia un messaggio privato a londoner    Rispondi riportando il messaggio originario
riddick

Reg.: 14 Giu 2003
Messaggi: 3018
Da: san giorgio in bosco (PD)
Inviato: 19-06-2005 16:11  
lieto che bambini morti ammazzati ti facciano ridere

  Visualizza il profilo di riddick  Invia un messaggio privato a riddick    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 05-03-2006 20:35  
Il gesto doveva servire per convicere il ragazzo a ritirare una denuncia

Studente russo costretto a decapitare uzbeko

Giovane obbligato a tagliare la testa ad un immigrato legato ad un albero: «Se non lo fai ti uccidiamo». Video choc al telegiornale


MOSCA (Russia) - Per ricattarlo nel caso che non ritirasse una denuncia contro un suo zio, uno spietato delinquente di Samara, grossa città sul Volga, ha costretto uno studente a tagliare con l'ascia la testa di un immigrato clandestino tagiko e lo ha ripreso con la videocamera durante la macabra decapitazione.
IL VIDEO - Il filmato è stato trasmesso dai telegiornali russi e ha scioccato molti telespettatori: alla fine si vede l'inebetito studente ventiduenne, Roman Bezpalov, mentre accenna ad un debole sorriso e - come se fosse Churchill - fa il segno della vittoria con due dita sporche di sangue. Non basta: per mostrare allo studente come si fa, l'efferato criminale - un giovanotto di nome Vladimir Kalendenzev - ha dato l'esempio tagliando per primo con tre decisi colpi di scure la testa di un altro povero tagiko.
LA RISSA E LE MINACCE - Questa storia da incubo è incominciata dopo che uno zio di Kaledenzev - un certo Cibaiev - ha ferito in una rissa lo studente che è stato a lungo ricoverato in ospedale e ha risposto presentando denuncia per le gravi lesioni sofferte. Kaledenzev ha architettato un piano davvero brutale pur di convincere lo studente che gli conveniva ritrattare: con un gruppo di amici mascherati lo ha aspettato all'uscita dall'università, lo ha portato in un bosco e lo ha minacciato: «Se non ritiri la denuncia facciamo fuori non soltanto te ma tutta la tua famiglia!».
LE DECAPITAZIONI - Alle minacce sono seguiti i fatti. Il nipote del rissoso Cibaiev si è avvicinato a due tagiki che erano stati prelevati da un cantiere edile e legati ad un tronco d'albero, con un'ascia ne ha decapitato uno e ha gridato al terrorizzato studente: «Adesso o tu tagli la testa all'altro tagiko o ti uccidiamo!». Bespalov ha fatto, sotto gli occhi di una videocamera, quanto gli era stato intimato ma appena è ritornato in libertà è corso al commissariato di polizia e ha raccontato tutto.
KILLER PER PAURA - Finora soltanto Kaledenzev è stato però incriminato: il delinquente si rifiuta di rivelare chi fossero i suoi complici mascherati che lo avevano tra l'altro aiutato nel sequestro dei due clandestini d'Asia Centrale poi barbaramente uccisi nel bosco. Pur essendo stato immortalato mentre decapita senza troppi complimenti un suo simile lo studente Bezpalov non rischia invece i fulmini della giustizia: la procura di Samara ha deciso di considerarlo a tutti gli effetti una «vittima».
TAGIKI NEL MIRINO - La scelta dei tagiki come carne da cannone non è affatto casuale: nella Russia post-comunista di Putin ce ne sono centinaia di migliaia. Formano una specie di classe degli intoccabili. Fanno i lavori più umili e peggio retribuiti. Ed essendo clandestini nessuno si mette ovviamente a cercarli se all'improvviso scompaiono senza lasciar tracce.

05 marzo 2006


VIDEO
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 05-03-2006 20:53  
l'uomo non nasce malvagio.
lo diventa.
le tesi lombrosiane mi fanno accapponare la pelle!
_________________

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 29-09-2011 00:18  

pensavo che dopo gli orrori visti (volontariamente)
nelle vicende della guerra in Iraq con annessi e connessi sarebbe stato difficile trovare qualcosa di più disgustoso

ma si sa che al peggio non c'è mai fine

i recenti fatti di cronaca riguardanti gli omicidi di narcotrafficanti messicani mi ha portato fino al sito mundo narco dove ho avuto la cattiva idea di esplorare fra gli orrori ampiamente documentati

sconsiglio vivamente di aprire i video
anzi non metteteci proprio piede su quel sito

è davvero inspiegabile come nel 2011 si possano ancora essere simili livelli di bestialità


_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
0.092347 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: