FilmUP.com > Forum > Attualità - aggressioni
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > aggressioni   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 Pagina successiva )
Autore aggressioni
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 21-06-2005 19:30  
io milanese dok...mi vergogno.....abbiamo consegnato le piazze agli extracomunitari...p.zza duomo, centrale, sempione ecc........e se almeno fossero piazze costruttive...non vi dico quel che c'è di sera......un mia amica abita sola in via Tarra(centrale) e la sera sola non se la sento di uscire...ma vi rendete conto come siamo messi!!????come mai qui non vedo commenti dei soliti comunisti anti razzisti bravi ma ipocriti....fin quando non capiterà a loro!!!!!
Dai tanto mi aspetto dopo questo commento o la cancellazione come ià in passato è avvenuto oppure la solita predica lunga 10 pagine di qualche colto che segue il pensiero di un maestro, quale Bertinotti dice....."ma dobbiamo lasciarli stare, poverini vanno compresi, poveri sono nostri fratelli........"(tanto a lui non lo vanno neanche a sfiorare!!!!!!)

_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
squatt

Reg.: 08 Gen 2004
Messaggi: 683
Da: xczzcxczx (AP)
Inviato: 21-06-2005 19:33  
beh potrebbero aggredire qualche razzista ogni tanto
_________________
system failure

  Visualizza il profilo di squatt  Invia un messaggio privato a squatt    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 21-06-2005 20:32  
quote:
In data 2005-06-21 19:30, clagle01 scrive:
io milanese dok...mi vergogno.....abbiamo consegnato le piazze agli extracomunitari...p.zza duomo, centrale, sempione ecc........e se almeno fossero piazze costruttive...non vi dico quel che c'è di sera......un mia amica abita sola in via Tarra(centrale) e la sera sola non se la sento di uscire...ma vi rendete conto come siamo messi!!????come mai qui non vedo commenti dei soliti comunisti anti razzisti bravi ma ipocriti....fin quando non capiterà a loro!!!!!
Dai tanto mi aspetto dopo questo commento o la cancellazione come ià in passato è avvenuto oppure la solita predica lunga 10 pagine di qualche colto che segue il pensiero di un maestro, quale Bertinotti dice....."ma dobbiamo lasciarli stare, poverini vanno compresi, poveri sono nostri fratelli........"(tanto a lui non lo vanno neanche a sfiorare!!!!!!)





Io ti capisco benissimo e mi fido, abiti a Milano e non sono pochi quelli che hanno parlato come te...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 21-06-2005 20:33  
quote:
In data 2005-06-21 19:33, squatt scrive:
beh potrebbero aggredire qualche razzista ogni tanto




Complimenti, bella la tua battuta...complimenti anche a te...forte...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 21-06-2005 20:38  
quote:
In data 2005-06-21 17:01, marcomond scrive:
Ancora complimenti honecker, sempre più assurdo...si parla di sprezzo per dei reati veri e malsani e mi riporti le storielle sul gruppo neonazista. Infatti è sempre così: chi se ne frega dei reati VERI e ABERRANTI? meglio puntare il dito su un gruppo al fine solito e patetico di criticarne l'ideologia politica...complimenti. Personaggi come te più intenti a condannare quattro nazi piuttosto che reati come quelli di cui si sta parlando fanno di questo paese una terra sempre più povera...complimenti...non hai nemmeno detto nulla sui crimini oggetto del topic, macchè depistiamo il tutto sull'ideologia politica...ma che bravo...



Perchè sui crimini oggetto del topic non c'è proprio nulla da dire. Si tratta di un atto criminale: nessuno sano di mente potrebbe esibire soddisfazione di fronte a fatti di cronaca del genere.

E siccome mi piace pensare di poter interloquire con persone sane di mente cercavo di allargare il discorso, cosa che, per quanto possa darLe fatidio, non è sua unica e incontestabile prerogativa, così come mi pare arbitrario classificare il crimine in questione come vero e reale mentre gli amici nazi del povero ragazzo di Varese che si mobilitano per una caccia allo straniero (sono ben più di 4, e fin troppo tollerati dalle autorità cittadine)diventano una "storiella".

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 21-06-2005 20:46  
quote:
In data 2005-06-21 20:32, marcomond scrive:
quote:
In data 2005-06-21 19:30, clagle01 scrive:
io milanese dok...mi vergogno.....abbiamo consegnato le piazze agli extracomunitari...p.zza duomo, centrale, sempione ecc........e se almeno fossero piazze costruttive...non vi dico quel che c'è di sera......un mia amica abita sola in via Tarra(centrale) e la sera sola non se la sento di uscire...ma vi rendete conto come siamo messi!!????come mai qui non vedo commenti dei soliti comunisti anti razzisti bravi ma ipocriti....fin quando non capiterà a loro!!!!!
Dai tanto mi aspetto dopo questo commento o la cancellazione come ià in passato è avvenuto oppure la solita predica lunga 10 pagine di qualche colto che segue il pensiero di un maestro, quale Bertinotti dice....."ma dobbiamo lasciarli stare, poverini vanno compresi, poveri sono nostri fratelli........"(tanto a lui non lo vanno neanche a sfiorare!!!!!!)





Io ti capisco benissimo e mi fido, abiti a Milano e non sono pochi quelli che hanno parlato come te...


Cacchio: armatevi e dateci dentro allora.
Violentano una ragazza e la colpa e di chi predica la tolleranza, da quasi cinque anni all'opposizione, a Milano, in Lomabrdia e in Italia.
Ma levatevi.
_________________
"Quando sarò grande non leggerò i giornali e non voterò. Così potrò lagnarmi che il governo non mi rappresenta. Poi quando tutto andrà a scatafascio, potrò dire che il sistema non funziona e giustificare la mia antica mancanza di partecipazione"

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
Alfred

Reg.: 27 Mar 2004
Messaggi: 812
Da: Cagliari (CA)
Inviato: 21-06-2005 20:56  
quote:
In data 2005-06-21 19:30, clagle01 scrive:
io milanese dok...mi vergogno.....abbiamo consegnato le piazze agli extracomunitari...p.zza duomo, centrale, sempione ecc........e se almeno fossero piazze costruttive...non vi dico quel che c'è di sera......un mia amica abita sola in via Tarra(centrale) e la sera sola non se la sento di uscire...ma vi rendete conto come siamo messi!!????come mai qui non vedo commenti dei soliti comunisti anti razzisti bravi ma ipocriti....fin quando non capiterà a loro!!!!!
Dai tanto mi aspetto dopo questo commento o la cancellazione come ià in passato è avvenuto oppure la solita predica lunga 10 pagine di qualche colto che segue il pensiero di un maestro, quale Bertinotti dice....."ma dobbiamo lasciarli stare, poverini vanno compresi, poveri sono nostri fratelli........"(tanto a lui non lo vanno neanche a sfiorare!!!!!!)



Vorrei capire un paio di cose:
1-Cosa ci azzecca il razzismo con uno stupro
2-Che differenza c'è tra un italiano che stupra una donna ed un marocchino che stupra una donna.

  Visualizza il profilo di Alfred  Invia un messaggio privato a Alfred    Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 21-06-2005 20:57  
Altre storielle...

Chi può aver paura degli "albanesi" in una terra così solida?
Il lato oscuro di Varese
brava gente

Maria R. Calderoni


A Besano non manca niente. Il paese fa parte di una comunità montana, quella della Valceresio, ma non soffre certo di abbandono o degrado come dalle parti dell'Irpinia o della Calabria. Besano, 11 chilometri da Varese, a due passi dalla Svizzera, a un tiro di schioppo da Campione d'Italia, gode ampiamente della sua felice posizione di terra di confine, ha un benessere diffuso e un Pil di tipo elvetico. Meno di 2.400 anime, brava gente di provincia ricca, chi non ha la villetta a schiera c'ha l'appartamentino; disoccupazione praticamente a zero; nel sacro box di famiglia anche più di un'auto. Si parla lumbard, si va a messa e si vota Lega. Ci sono tre bar, una pizzeria che si chiama Jolly ed è gestita dall'odiato albanese, una chiesa parrocchiale del '500, una storica "Fiera dei Malsani", e Giovanni Battista come santo protettore. Ex feudo dei Visconti e dei Borromeo, Besano ha anche un museo civico di Paleontologia, che è una attrazione scientifica oltre che turistica, per via dei suoi preistorici, millenari fossili. Senza quei colpi di coltello al bar Lory, quel piccolo agglomerato di 850 famiglie attaccato alla Svizzera avrebbe continuato ad essere noto come il paese del porfido quarzifero rosso.

Un posticino tranquillo per gente tranquilla, dove non succede mai niente. Dove, secondo i dati dell'Osservatorio sulla immigrazione in provincia di Varese, gli immigrati non sono più di una trentina.

Besano come Varese, che è una provincia di gran brava gente. Laboriosa, cattolica, ex zona bianca di dc e industriali, oggi leghista della prima ora, patria di Bossi e di Speroni, ultimo vero presidio del potere padano. Qui dove la Lega prende ancora tra il 21 il 25 per cento ed è ancora padrona sul territorio e nelle istituzioni. Qui dove Varese è il capoluogo di provincia con sindaco leghista.

I "danèe e il lauraa", i soldi e il lavoro: l'interpretazione locale di una sorta di autoctono "order and law", su cui la Lega soffia in modo nefasto, sembra vigere in certi strati, da queste parti.

Potente Varesotto. Con 120 comuni - dall'a di Azzate alla vu di Viggiù - già spettacolare punta di diamante del celebrato "triangolo industriale" - la sua storia è tutta scritta dentro un territorio ad alto sviluppo capitalistico tra i più forti del Paese, con i grandi stabilimenti tessili, calzaturieri, metalmeccanici di un tempo e una miriade di piccole e medie aziende, di terziario avanzato e non, di servizi e banche. E con città tipo Busto Arsizio, 70 mila abitanti, nota internazionalmente come la Manchester italiana per la sua industria tessile, e già forziere del gruppo bancario Alto Milanese, roccaforte della finanza lombarda.

Chi può aver paura degli "albanesi" in una terra così solida, benestante, cattolica e timorata?

Eppure è così, gratta un certo cittadino di queste parti - le quali sono anche così belle e amene, tra laghi e monti celebrati - e ci trovi il filisteo. Chiuso nella corazza del suo benessere sudato, ammantato dentro la sua indigena legalità pelosa, ormai anche lui insidiato dal precariato, dalla insicurezza del posto, dalla pesante de-industrializzazione in corso da anni, è incline ad esprimere la sua "filosofia" essenzialmente con due concetti fondamentali: "quelli là" o ci portano via il "lauraa" o ci portano qui la delinquenza.

"Quelli là" sono gli "albanesi", gli immigrati in genere. Una filosofia che non è certo prevalente, anzi faremmo torto grave al grande cuore varesino. Che c'è e si vede, ad esempio, nella grande rete del volontariato laico e cattolico, nelle mille associazioni di solidarietà che pullulano nei piccoli e grandi centri, nelle lotte sindacali e nelle tante iniziative politiche. Ma l'anima leghista, venata di razzismo e xenofobia, in quella buona percentuale di popolazione varesotta, «inquina», dice senza mezzi termini il segretario del Prc Giovanni Bonometti. In più, dice, questo di Varese è anche un terreno-laboratorio per certe frange della destra estrema.

C'è chi ha messo insieme la graduatoria. Ebbene, tra le "curve" più permeate di spirito naziskin, in testa c'è quella di Varese. Quella nobile accolita di teppisti da stadio che dal 1998, a colpi di catene e bastoni, ha preso il sopravvento nel Varese Calcio e che si fregia dello slogan, per l'appunto un motto SS, "Blood & Honour": per l'appunto i protagonisti della marcia "vendicatrice" che ha attraversato in questi giorni il capoluogo, delle vetrine spaccate, del quasi linciaggio, dei vessilli inneggianti alla giustizia sommaria.

Episodio isolato, reazione esagerata dopo l'uccisione di Claudio Meggiorin, povero ragazzo, uno di loro? Non proprio.

Nel 2003 un gruppo di scalmanati tifosi varesini contesta e insulta il cestista di colore Carlton Myers; ultras si scatenano contro calciatori del Camerun e dell'Algeria; e c'è chi non ha dimenticato quella partita del marzo '79, quando i giocatori israeliani del Makkabi vengono accolti con cori inneggianti a Hitler e sventolio di croci...

E non soltanto naziskin da tifoseria.

I Blood&Honour scorrazzano anche fuori dallo stadio, agiscono indisturbati, una infezione di sigle di estrema destra che è incominciata sul finire degli anni 90.

Aggressioni agli stranieri, scritte razziste, svastiche sui muri, vandalismi contro sedi di Rifondazione e della Cgil, energumeni che interrompono concerti rock a colpi di crick, militanti di Forza nuova che affrontano con le catene un corteo antirazzista.

Gli episodi sono numerosi e si infittiscono negli ultimi anni, nel 2004, per le elezioni europee, Forza nuova proprio a Varese è in campo a favore della Mussolini.

Sempre secondo l'Osservatorio, in provincia di Varese gli immigrati regolari, muniti di visti e permessi di soggiorno, sono tra i 20 e i 25 mila. Distribuiti in pressoché tutti i comuni, sono tuttavia concentrati per circa il 50 per cento in alcuni centri più grossi, tra cui Varese (sui 7.000), Gallarate, Saronno, Castellanza, Busto Arsizio.

Mai comunque più dell'1-2 per cento rispetto alla popolazione residente (appunto, chi ha paura degli "albanesi"?). Quanto ai Paesi di provenienza, gli africani sono al primo posto; seguono quelli dall'Asia e poi quelli dall'Est.

«Tra violenze, aggressioni, rapine, stupri - asserisce col suo solito stile soft il ministro Calderoli - nelle nostre città vi sono interi quartieri ormai invivibili».

Strano. Abbiamo sott'occhio la mappa sanguinosa della dozzina di morti ammazzati nel Varesotto nell'ultimo anno e mezzo. Eccola.

Gennaio 2004, Mariangela Pezzotta, 27 anni, trovata uccisa in uno chalet di Golasecca, vittima delle bestie di Satana, bravi ragazzi di Busto Arsizio

Nella stessa città, tre mesi più tardi un muratore uccide i due figli e si spara.

L'11 settembre a Comerio il boscaiolo Carlo Ossola viene ucciso a colpi di roncola.

In novembre ad Arcisate sono crivellati di colpi Emanuele Costa e Giuseppe Petralia.

Il 21 gennaio 2005, a Somma Lombardo Efisio Serra uccide sorella, nipote e una cliente del bar Fogadore e poi si suicida.

In marzo un neonato è ritrovato in un sacchetto di plastica, accusata la giovane madre.

Un mese fa, a Viggiù il 28enne Gaetano Restivo uccide i due fratelli minori, Gianni e Antonio.

Basta? Di albanesi non c'è traccia.

Ma non è evidentemente la criminalità il vero punto. Con un questionario inviato a tutti i comuni, lo stesso Osservatorio ha messo in evidenza i problemi più gravi segnalati per quanto riguarda la condizione degli immigrati nella provincia.

Lasciamo la parola all'Osservatorio medesimo. «Al primo posto tra i problemi si trova la difficoltà degli immigrati a trovare una abitazione, sia in assoluto che con standard abitativi adeguati e canoni d'affitto sostenibili. Al secondo posto, le difficoltà relative all'inserimento nel mondo del lavoro e quelle connesse con l'integrazione». Già, si registra «la forte incidenza delle assunzioni con contratto atipico (il 54,2 per cento a tempo determinato, il 13,8 a tempo parziale», chissà che ne pensa Calderoli...

Ion Cazacu, una storia varesina, marzo 2001. Era un ingegnere rumeno, ma qui in Italia, precisamente in una città di alto livello industriale e civile che si chiama Gallarate, faceva l'operaio comune, un semplice piastrellista.

Laggiù al suo paese aveva lasciato moglie e due figli, e lui, in Italia, si era rassegnato ad accettare la nuova "legge bronzea", lavoro sottopagato e in nero, stile Varesotto. Poi, quel 14 marzo 2001, si stufa e, insieme ad altri lavoratori immigrati, "osa" chiedere al datore di lavoro - che qui, standard gallaratese, è un "padroncino" - il regolare contratto.

Nasce una discussione e il "padroncino" perde il controllo: prende una tanica di benzina, la versa addosso all'uomo e gli dà fuoco; estrema, inequivocabile risposta all'immigrato con pretese di parità e, addirittura, diritti.

Ion morirà un mese dopo tra orribili sofferenze, una marcia con grande partecipazione attraverserà la città, sindacati in testa.

E R. Franchi, sindacalista-cantautore della "Fragili Dita Band", «per non dimenticare Ion» scriverà una canzone

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
Alfred

Reg.: 27 Mar 2004
Messaggi: 812
Da: Cagliari (CA)
Inviato: 21-06-2005 20:59  
quote:
In data 2005-06-21 18:58, marcomond scrive:
Bisogna iniziare ad arrendersi alla realtà che la criminalità c'è e la matrice clandestina è proprio lì, bene visibile tra albanesi, romeni, nordafricani, tunisini, marocchini, slavi. Ovviamente poche storie, tanti italiani. Poche storie tanti italiani in collaborazione con i clandestini. Però ormai il problema è sempre più sociale oltre che demografico ed economico. Premesso che la capacità di gestire anche finanziariamente un flusso così grande e massiccio sta diventando una cosa da film di fantascienza. Ma poi quello che nuovamente mi preme: attenzione a non cadere nella trappola della società aperta, accolgiente, tollerante e quant'altro perchè anche se ci fa "belli" e democratici agli occhi di altri paesi, ci fa anche più colpiti dal fenomeno clandestino, che a sua volta colpisce tutti gli onesti immigrati che lavorano, vivono con/per la loro famiglia e che sanno essere anche meglio di moltissimi italiani.
Ma la criminalità è lì, il disagio pure. Dai ci sono zone di Milano che sono pura giungla, per non parlare di baraccopoli e rioni di cui è meglio tacere...la paura di dirsi
RAZZISTI fa anche nascere una certa ipocrisia di fondo alle volte indigesta e politicamente veicolata...A proposito e nessuno venga a dire che Calderoli ha esagerato sulla "castrazione chimica"...italiani o clandestini, questa è una giusta cosa.



Effettivamente la mafia è di matrice extracomunitaria.

  Visualizza il profilo di Alfred  Invia un messaggio privato a Alfred    Rispondi riportando il messaggio originario
Alfred

Reg.: 27 Mar 2004
Messaggi: 812
Da: Cagliari (CA)
Inviato: 21-06-2005 21:06  
A proposito di aggressioni: http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/cronaca/napolicrimini/napolicrimini/napolicrimini.html
Ed anche la Campania è fuori.
L'Italia si accorcia...

  Visualizza il profilo di Alfred  Invia un messaggio privato a Alfred    Rispondi riportando il messaggio originario
squatt

Reg.: 08 Gen 2004
Messaggi: 683
Da: xczzcxczx (AP)
Inviato: 21-06-2005 21:30  
quote:
In data 2005-06-21 20:33, marcomond scrive:



Complimenti, bella la tua battuta...complimenti anche a te...forte...



ma complimenti anche a te, non sia mai che un complimento non venga ricambiato

  Visualizza il profilo di squatt  Invia un messaggio privato a squatt    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 21-06-2005 22:17  
quote:
In data 2005-06-21 20:38, honecker scrive:
quote:
In data 2005-06-21 17:01, marcomond scrive:
Ancora complimenti honecker, sempre più assurdo...si parla di sprezzo per dei reati veri e malsani e mi riporti le storielle sul gruppo neonazista. Infatti è sempre così: chi se ne frega dei reati VERI e ABERRANTI? meglio puntare il dito su un gruppo al fine solito e patetico di criticarne l'ideologia politica...complimenti. Personaggi come te più intenti a condannare quattro nazi piuttosto che reati come quelli di cui si sta parlando fanno di questo paese una terra sempre più povera...complimenti...non hai nemmeno detto nulla sui crimini oggetto del topic, macchè depistiamo il tutto sull'ideologia politica...ma che bravo...



Perchè sui crimini oggetto del topic non c'è proprio nulla da dire. Si tratta di un atto criminale: nessuno sano di mente potrebbe esibire soddisfazione di fronte a fatti di cronaca del genere.

E siccome mi piace pensare di poter interloquire con persone sane di mente cercavo di allargare il discorso, cosa che, per quanto possa darLe fatidio, non è sua unica e incontestabile prerogativa, così come mi pare arbitrario classificare il crimine in questione come vero e reale mentre gli amici nazi del povero ragazzo di Varese che si mobilitano per una caccia allo straniero (sono ben più di 4, e fin troppo tollerati dalle autorità cittadine)diventano una "storiella".




Allargare il discorso, parlando di tutt'altro? Allargare il discorso parlando di pseudo nazi che tuttavia non stuprano? E allargare il discorso elencando una serie di reati tutti italiani a che pro per il tema? A che pro per la discussione? ma dai, cosa vuoi dimostrare che la criminalità italiana esiste? Bella l'acqua calda, ma qui si parla di crimini, perpetrati da clandestini, immigrati, chiaro? Evita le tue STORIELLE su altro, perchè è inutile...e poi sei di Varese? Io sì e molti problemi non vengono dai nazi che decanti sta sicuro...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 21-06-2005 22:19  
quote:
[i]In data 2005-06-21 20:46, xander77 scrive



Cacchio: armatevi e dateci dentro allora.
Violentano una ragazza e la colpa e di chi predica la tolleranza, da quasi cinque anni all'opposizione, a Milano, in Lomabrdia e in Italia.
Ma levatevi.

[/quote]

Bravo, sei grande...ergo si vede che le semplificazioni della dura realtà sono il tuo forte...levati tu che non sai nemmeno di che si parla e vatti a leggere i miei post precedenti, cosa che non hai fatto di sicuro...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 21-06-2005 22:22  
quote:
In data 2005-06-21 20:56, Alfred scrive:

Vorrei capire un paio di cose:
1-Cosa ci azzecca il razzismo con uno stupro
2-Che differenza c'è tra un italiano che stupra una donna ed un marocchino che stupra una donna.



1) niente, se non che un clandestino che stupra fa aumentare vertiginosamente lo spirito Razzista insito in un sacco di gente. Questa è psicologia sociale, per intenderci.

2)nessuna differenza, due bestie di uguale stampo, da punire con la medesima aspra pena.

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 21-06-2005 22:26  
quote:
In data 2005-06-21 21:30, squatt scrive:
quote:
In data 2005-06-21 20:33, marcomond scrive:



Complimenti, bella la tua battuta...complimenti anche a te...forte...



ma complimenti anche a te, non sia mai che un complimento non venga ricambiato



No, se mai complimenti a te che nuovamente smazzi qui un ottima opinione, ben argomentata e spiegata, nei fatti e nelle competenze, come no...però siamo in un forum, c'è in atto una discussione...il bar è altrove, prego.

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 Pagina successiva )
  
0.228122 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: